Home Daily Archives
Daily Archives

6 giugno 2017

RIGOLETTO_locandina

giuseppe lisca magenta baritono“Avremo un Rigoletto tra i migliori in circolazione!”, assicura, deciso, schietto, baritonale, come da par suo sempre, Giuseppe Lisca. Vera anima e mattatore della Lirica magentina (e pavese e milanese), cantante della prestigiosa corale scaligera, l’energico Giuseppe conosce l’arte di fare bene con i mezzi che si hanno e quella di coinvolgere. Complici delle sue imprese alcuni amici sodali appassionati, tutti dal mazzo degli operatori del bel canto (e della bella musica): cantanti e strumentisti da corali ed orchestre tra Milano e Pavia, alcuni amici “in loco” (non ne facciamo i nomi per non dimenticarne nessuno) e, naturalmente, le associazioni magentine. Quelle del volontariato sociale; quelle alle cui attività viene devoluto l’incasso degli spettacoli organizzati dal bravo Lisca. Per l’occasione – un’occasione ormai tradizionale, la Lirica in giugno, così come quella di ottobre e come il “divertissment” marzolino di “Per Elisa”, concerto in onore della amata figlia, prematuramente scomparsa – sarà “Non di solo pane”, l’associazione della Comunità Pastorale magentina che ha creato un refettorio per non abbienti e recentemente anche un ambulatorio, grazie all’incessante sostegno dei magentini.

Questa volta in scena andrà il “Rigoletto”, melodramma di Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave, la cui prima venne data al Teatro La Fenice di Venezia l’11 marzo del 1851. Ancora una volta il nostro teatro Lirico vedrà le già apprezzate Orchestra dei Colli Morenici e la Corale “G.Verdi” di Pavia. La direzione artistica è di Giuseppe Lisca il quale svela: “Oltre agli ottimi artisti della corale e dell’orchestra ho voluto coinvolgere alcuni magentini, come è giusto che sia”; e così avremo il controtenore Giulio Leone nella parte del Paggio e Tiziana Mottelli in quella della Contessa di Ceprano. Lo stesso Giuseppe Lisca sarà il Conte di Monterone.

I personaggi principali sono pescati “tra i migliori in circolazione”: Mirella di Vita sarà Gilda, Giorgio Casciarri il Duca di Mantova; ma ancora, Kim Moon Jin sarà Maddalena, Marina Galbusera sarà Giovanna, Walter Rubboli, Sparafucile.

E ancora: Marcello Principi, Marullo; Francesco Frasca, Borsa; Marco Bellini, Conte di Ceprano; Gianni Granata, Usciere di Corte; Sergio Porta e Marco Mittino, Alabardieri. Infine, Rigoletto, affidato alla voce baritonale di Giorgio Valerio (“il migliore in circolazione”).

“Il mio intento, quando faccio una produzionesvela un suo caposaldo Liscaè quello di non tradire mai l’autore e rispettare la tradizione; bando dunque a bizzarre intrusioni del moderno, no ai ripescaggi di partiture rigettate dagli stessi autori. Insomma, alla qualità degli artisti si vuole associare la riconoscibilità dell’opera al pubblico. Ed in fondo, pensandoci, l’opera lirica, vero e proprio vessillo nazionale, è sempre stata appannaggio trasversale tra le classi ed è tanto diffusa nel nostro Belpaese proprio perché “alta e popolare”, un apparente ossimoro che ha però trovato nei nostri grandissimi, immensi autori (e spesso nei cantanti d’opera) delle vere e proprie incarnazioni e bandiere.

L’opera all’opera, dunque.teatro lirico magenta - ingresso

Un altro particolare ghiotto – quale anteprima della messa in scena – sarà la figura della “Maledizione”“Sarà uno dei motivi per cui questo allestimento potrà risultare interessante”, commenta il nostro Giuseppe; sveliamo però che questa figura avrà a che fare con la ballerina Corinne De Paoli (peraltro sorella di un soprano, Isabelle…).

Per finire citeremo la costumistica, ad opera della rinomata Sartoria teatrale Bianchi (quella che serva La Scala, tanto per non smentirci) ed il Corpo di Ballo “Academy” di Pavia.

I biglietti – andati a ruba, ma qualche posticino si può ancora trovare presentandosi la sera del 17 a Teatro almeno una oretta prima dell’inizio dello spettacolo – hanno un costo tra i 30€ ed i 15 €. “Il costo del biglietto è significativo, diversamente da altri nostri eventi – poiché oltre a coprire i costi della produzione vogliamo dare un concreto aiuto alla causa benefica  “, spiega ancora Lisca. Regia e scene a cura di Walter Rubboli.

E dunque, non rimane che aspettare il 17 giugno, recarsi al teatro Lirico di Magenta e godersi questo pezzo della storia italiana e della vita culturale e sociale magentina. Grazie a Giuseppe Lisca ed a tutti coloro che con lui sanno regalare alla Città – ed al suo prestigioso teatro ! – eventi di qualità come questi.

Alessandra Branca ©2017

vedi anche: http://www.showup.cloud/2017/06/17/rigoletto-al-teatro-lirico-di-magenta/

6 giugno 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Copia di 11Giugno2017definitivo

TURBIGO – Domenica 11 giugno si festeggia il 50° della Scuola Materna – Ente Morale di Turbigo, fondata nel 1905 e ricostruita nella struttura attuale nel 1967, esattamente 50 anni fa. Una delle realtà più longeve e amate dai turbighesi.
Tra gli appuntamento della giornata (che potete vedere dalla locandina allegata) i più significativi saranno: lo scoprimento della nuova targa ricordo di tutti i benefattori, posta accanto a quella della fondazione del 1967, l’inaugurazione della mostra sull’architettura scolastica già esposta alla Triennale di Milano e la presentazione della nuova pubblicazione sulla scuola di Paolo Mira incentrata sulle vicende che portarono alla realizzazione dell’attuale complesso scolastico negli anni Sessanta, terminato appunto nel 1967.

 

Di ogni ordine e grado invito TURBIGO

6 giugno 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
asm_automezzi1

ASM: NUOVA FLOTTA ECOLOGICA PER LA RACCOLTA RIFIUTI

Continua il potenziamento della nuova flotta di ASM srl (Azienda Speciale Multiservizi) per il servizio di igiene urbana che si effettua in maniera diretta nei Comuni di Robecco sul Naviglio e Santo Stefano Ticino.

asm_automezzi3Sono stati appena consegnati e sono già operativi cinque nuovi autoveicoli, di cui tre a metano che serviranno per migliorare ulteriormente il servizio di raccolta differenziata nei due paesi a vantaggio dei cittadini.

«Lo spirito dell’azienda è di dare un contributo significativo alle politiche ambientali promosse dai Comuni soci, anche nello svolgimento delle proprie attività. – afferma Aldo Amadori, direttore di ASM srl – Infatti, non solo viene garantito un servizio di raccolta rifiuti puntuale, efficace e di alta qualità, ma per effettuarlo si utilizzano anche strumenti e automezzi a basso impatto ambientale».

La nuova flotta di ASM srl è al momento composta da sette automezzi per la raccolta dei rifiuti e da una spazzatrice. L’azienda ottempera ampiamente anche al dettato del Decreto legislativo 16 dicembre 2016, n. 257 che, all’art. 18, prevede che i gestori di servizi pubblici locali, ivi compresi quelli per la raccolta dei rifiuti urbani, sono obbligati all’acquisto di almeno il 25 per cento di veicoli alimentati da combustibili alternativi, al fine di ridurre l’impatto ambientale.

 

6 giugno 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
18622693_1512065172146657_5731606605912710905_n

Magenta 6 Giugno: Circa un anno fa l’associazone Yung Effect, in collaborazione con altri Paesi dell’area del mediterraneo quali Grecia, Giordania, Turchia Spagna, iniziava il suo percorso per portare nella nostra Magenta un progetto innovativo che si sta diffondendo in tutta Europa: La Biblioteca Vivente (in inglese Human Living Library). Questa sarà possibile, grazie alle persone che si sono impegnate insieme a noi, i membri dell’associazione e alle persone che hanno voluto dare il loro contributo, ospitare questo evento qui nella nostra città! Ma…cos’è una Biblioteca Vivente??

La biblioteca vivente si presenta come una vera e propria biblioteca, con i bibliotecari che assistono i lettori e un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma … parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi “libri viventi” vengono “presi in prestito” per la conversazione: ogni lettore ha la possibilità di scegliere il suo libro.
“Vieni a vivere questa esperienza in prima persona!”
Se siete interessati o anche solo curiosi troverete Libri e Bibliotecari Martedi 6 giugno alle ore 21 Presso L’aula studio della Biblioteca Oriana Fallaci, straordinariamente aperta per l’occasione in Via Fornaroli a Magenta.

Il progetto è promosso dal progamma Erasmus+ e dalla fondazione Anna Lindh

6 giugno 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
061

Magenta si prepara a celebrare i duecento anni di presenza in città della matire Santa Crescenzia. Le Reliquie di questa santa furono traslate a Magenta il 7 gennaio 1817, ma la sua festa fu stabilita dai nostri padri nel mese di giugno e sempre celebrata in questo mese.santa

“Sia la nostra una celebrazione eccezionale e particolarmente significativa nell’Anno della Santità – ha spiegato don Giuseppe Marinoni, prevosto di Magenta – Il legame della giovane Santa Crescenzia con la storia di Magenta è molto stretto, pensiamo per esempio alla protezione da Lei offerta nella famosa Battaglia del 4 giugno”. Domenica 18 giugno alle 10 dalla chiesa di San Rocco partirà la processione dei doni, con la partecipazione della banda Civica di Magenta. Alle 10.30 santa messa giubilare in Basilica alla presenza delle autorità cittadine, gruppi e associazioni. Messa accompagnata dalla cantoria della Comunità Pastorale di Magenta.

Seguirà sul sagrato il rinfresco offerto dalla Croce Azzurra di Magenta. Alle 21 dalla basilica partenza della Solenne processione con le reliquie di Santa Crescenzia Martire per via Roma, via IV Giugno, piazza Formenti, Volta, piazza Liberazione, Garibaldi, Santa Crescenzia, don Beretta, Roma e Basilica. Parteciperanno le bande 4 Giugno 1859 e Santa Cecilia. In caso di pioggia la processione sarà rinviata al giorno seguente. Alle 21 santa messa presso il Santuario dell’Assunta. Lunedì 19 giugno in Basilica santa messa solenne a suffragio dei defunti.

 

6 giugno 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
cavalli

Quando l’autista si è accorto che il camion si stava incendiando è risucito a fermarsi e a mettere in salvo tutti i cavalli. Prima che il camion andasse completamente distrutto.cavalli1

E’ successo nella serata di lunedì a Mesero in via Magenta, all’angolo con via San Bernardo. Sono intervenuti sul posto i vigili del fuoco per le operazioni di spegnimento, ma del camion sono rimaste soltanto un ammasso di lamiere. Giunti a mesero anche i carabinieri per chiarire la dinamica dell’accaduto.

 

6 giugno 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts