Home Daily Archives
Daily Archives

1 agosto 2018

IMG_1944

IMG_2225Il concerto di Gabry Ponte ad Arconate, nella serata del 30 luglio, è stato un grande successo. Le misure di sicurezza adottate dalle Forze dell’Ordine,  i numerosi controlli  e le rigide regole  applicate  avrebbero potuto smorzare  il clima festoso  della serata, ma tutto è stato  gestito in maniera ottimale.
La buona riuscita dell’evento  è stata possibile grazie ai due appartenenti della Consulta Giovani: Federica Pravettoni e Francesco Colombo e al consigliere Alessandro Torretta, i quali ne sono stati IMG_2251promotori e organizzatori . Felici del risultato ottenuto, infatti, confermano le 4500 persone, previste durante l’organizzazione,  e la buona riuscita del concerto, che, ricordiamo, era gratuito .

IMG_2323La star della serata, Gabry Ponte, ha omaggiato i sui fan, prolungando la durata della sua esibizione (prevista di un’ora e un quarto) fino a due ore, raccogliendo applausi e manifestazioni di giubilo dal  pubblico presente che, in poco tempo, ha riempito completamente Piazza Libertà. Tanta musica e numerosi effetti speciali hanno entusiasmato gli ospiti, dai più grandi ai più piccoli, riuscendo a conciliare le aspettative IMG_1981di tutti…insomma, ogni cosa, nonostante le iniziali difficoltà, è riuscita a realizzarsi: gli organizzatori gratificati e il pubblico soddisfatto.

Non così, invece, per i giornalisti. Il nostro direttore racconta: “non abbiamo ben compreso le limitazioni imposte ai giornalisti e ai fotografi, che vietavano riprese e foto al cantante; in pratica non siamo riusciti a fare il nostro lavoro. Sicuramente avranno le loro ragioni, non le comprendiamo, è andata cosi….. manco fosse Sting!”

1 agosto 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
1-8-2018

La Sindaca Chiara Calati, nel salutare la stampa prima della pausa estiva, ha riassunto le ultime notizie  salienti del Comune:” dal 31 luglio Magenta è entrata a far parte dell‘Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente, 425esimo comune su 8000 italiani e 15esimo in tutta la provincia milanese. Questo si tradurrà in una velocizzazione di tutte le operazioni amministrative (  certificazioni anagrafiche, documenti d’identità elettronici)” L’assessore alla famiglia Rocco Morabito spiega ” L’ investimento fatto in termini di nuovi pc e in nuovi programmi informatici, nonchè nella formazione di tutte/i gli addetti comunali preposti, porterà Magenta nel mondo della semplificazione amministrativa informatica”. indexL’assessora ai servizi sociali Patrizia Morani dice che sono stati stanziati 60.000 euro per le residenze  diurne e tradizionali degli anziani e per gli interventi domiciliari, che riguardano servizio pasti a casa, igiene personale e assistenza varia. ” Poichè ci siamo resi conto che gli anziani hanno soprattutto bisogno di ascolto e compagnia, per vincere la solitudine, abbiamo creato un servizio in collaborazione col Centro Diurno Anziani e la Croce Azzurra, che si chiama “Giovedì Pomeriggio in Compagnia”, grazie a un bando della Fondazione Ticino Olona con l’associazione La Quercia, che coinvolgerà anche i disabili e le loro famiglie. Tutti gli anziani che vorrano partecipare alle attività ricreative dalle ore 16,30 alle 18,30 circa, potranno, da settembre, telefonare al numero 02 9735261 per prenotare un mezzo che li porterà nel Salone Polifunzionale di via Matteotti ( ex spazio giovani) e li riaccompagnerà a casa.” Sempre Patrizia Morani spiega tutti gli interventi del Comune per aiutare i cittadini in difficoltà economiche e annuncia che “Il Centro Anti Violenza si trasferisce in uffici più ampi e allocati, per una maggior riservatezza al pian terreno del Comune, con un’entrata a parte e durante questo periodo manterrà i servizi di competenza.”

avvisoAl termine della conferenza stampa la Sindaca risponde a Luigi Alemani, Presidente territoriale di Confcommercio sulla questione degli ombrelli in via Pretorio:” L’amministrazione comunale ha sempre sostenuto le attività commerciali, ma è chiaro che se Confcommercio confonde il comune con una banca, dove andare a prelevare ogni volta, il dialogo s’interrompe e non riusciamo a lavorare insieme.” L’assessora al commercio  Laura Cattaneo:” L’installazione degli ombrelli ha bisogno di una risistemata e sarebbe brutto lasciarla in queste condizioni, per cui verrà rimossa. E’ chiaro che se in futuro i commercianti volessero reinstallarla in occasione di eventi o feste varie, dovranno farne richiesta nel rispetto dei regolamenti, chiedendo un nuovo patrocinio.”Laura Cattaneo, che si è da poco insediata come assessora  al commercio, dice di aver già ricevuto i rappresentanti delle associazioni di categoria e auspica che si formino comitati di commercianti per ogni zona del territorio, con un referente che sarà di aiuto nel dialogo con la sua istituzione.

Qui il video della diretta facebook:

video

1 agosto 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Copia di moneta romana copia

TURBIGO – Il tesoretto di Gallieno, rinvenuto nel 1947 nel parco del palazzo De Cristoforis, in occasione dello sradicamento di un cedro del Libano – a seguito di una tromba d’aria del genere di quella del 2012 – e del quale pubblichiamo la moneta che ci fu donata dall’avvocato Flippo Gray De Cristoforis, è simile a quello rinvenuto a S. Michele di Lodivecchio. Di quest’ultimo ritrovamento ne ha parlato diffusamente l’Archivio Storico Lodigiano (1984), che ci è capitato  tra le mani in questo periodo in cui siamo intenti a spostare alcune nostre collezioni.  

Gallieno, valente condottiero, è stato imperatore dal 253 al 268 d.C.  in un periodo in cui l’impero era sotto attacco barbarico. Nel periodo in cui governò l’impero con il padre Valeriano,  gli toccò la difesa dei confini occidentali dell’impero (limes germanico-retico) ed è forse anche per questa ragione che i rinvenimenti (ripostigli) di monete a lui intestate si riferiscono soprattutto alla zona prealpina.

La moneta qui pubblicata è presente anche nel fascicoletto ‘I luoghi della storia’, voluto – insieme ad altri nove –  dall’Amministrazione Comunale guidata da Laura Mira Bonomi (2001-2011).   

 

1 agosto 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
locandina-2018-02-01

SOMMA LOMBARDO – Dopo il successo degli anni precedenti, il Panperduto ripropone un appuntamento speciale dedicato agli insegnanti per conoscere in anteprima l’offerta didattica e i laboratori che il Panperduto proporrà per le scuole nell’anno 2018/2019.

L’open day – organizzato da  Ester Produzioni Soc. Coop., il gestore cui il Consorzio Est Ticino Villoresi ha affidato i servizi ricreativo-ricettivi presenti in loco –  è riservato a tutti i docenti della scuola primaria, secondaria di primo grado e secondaria di secondo grado per scoprire il Panperduto, uno degli snodi idraulici più importanti della Lombardia, gioiello d’ingegneria ottocentesca, nonché un’area situata nel Parco del Ticino, di grande interesse dal punto di vista naturalistico, turistico e sportivo.

Programma

ore 16.00 Welcome drink e accredito insegnanti

ore 16.15 Saluti e presentazione dell’offerta didattica 2018/2019

ore 16.30 Visita guidata all’opera di presa, diga, centrale idroelettrica, scala di risalita dei pesci, Museo delle Acque Italo Svizzere, isola di Confurto e giardino dei giochi d’acqua.

0re 18.00 rientro, saluti e rilascio dell’attestato di partecipazione.

 

Informazioni e prenotazioni
www.panperduto.it visit@panperduto.it 342/6766047 – 0331/259752

Prenotazione obbligatoria all’indirizzo mail visit@panperduto.it entro il 9 settembre 2018

Per ogni istituto scolastico possono partecipare due insegnanti.

 

1 agosto 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Agesc

MILANO  – Mattinata del 31 luglio,  incontri lavorativi al Pirellone per il Consigliere regionale Luca Del Gobbo. In particolare, l’esponente di Noi con l’Italia in Regione Lombardia ha incontrato i rappresentanti di Agesc Lombardia in una pausa dei lavori d’aula, riunita per l’approvazione dell’assestamento del Bilancio 2018.

“Con loro – ha detto Del Gobbo – ho discusso delle prossime tappe per attuare la legge sul Fattore Famiglia e del percorso che porterà – io spero a breve – ad una maggior autonomia per la nostra regione nelle politiche legate a welfare, scuola e formazione”.

Condiviso il primo e più importante obiettivo: “Consolidare l’idea e accelerare la pratica della famiglia come primo destinatario delle misure e delle risorse regionali sulle più importanti attività che toccano la vita quotidiana: dall’acquisto di una abitazione all’utilizzo dei trasporti pubblici, dall’educazione all’assistenza, alla formazione, allo sport e alla cultura”.

Regione Lombardia sta già facendo tanto. “Abbiamo sempre avuto a cuore la tutela e lo sviluppo di questa importante cellula della società – ha detto Del Gobbo –. Possiamo far crescere questa attenzione e le relative politiche. Soprattutto, sono convinto sia utile un Piano Strategico dedicato alla famiglia per mettere a sistema quanto si sta e si vuole fare su questo fronte. E insieme dare finalmente gambe al Fattore Famiglia, la cui attuazione terrò monitorata all’interno del relativo Osservatorio. Abbiamo tanto lavoro da fare”, ha concluso l’esponente di Noi con l’Italia.

 

1 agosto 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
IMG_7592 - Copia

Claudio Jaccarino è un fiume in piena quando lo incontro nel suo laboratorio in via Bergognone  n. 1. Mi mostra i libri, le opere presenti nell’atelier e mi parla dei suoi progetti. Il laboratorio di cromografia ma anche altre iniziative che mi ha chiesto di mantenere riservate. Rispetto ai giovani artisti Claudio Jaccarino appartiene ad un’altra realtà, non solo per un fatto anagrafico, ma per almeno altre due motivazioni. L’essere arrivato ad un’età matura vivendo quotidianamente la propria arte e l’aver realizzato esperienze che ora sembrano impossibili da fare. Ribelle per necessità, data la dura educazione ricevuta in famiglia, famiglia che nel tempo ha avuto modo di conoscere meglio e apprezzare, anche nei suoi lati più austeri.

Prima l’esperienza politica con i Radicali, l’obiezione di coscienza e il lavoro nella segreteria del partito a Roma, successivamente attore teatrale e poi pittore, sí, ma a modo suo.

IMG_7584

Il concetto di un’arte abituale viene spinto agli eccessi durante le sue camminate, quando dipinge all’aria aperta e ritrarre il mare significa semplicemente distribuire del blu sulla carta avida di umidità colorate, in un momento di totale immersione emotiva nel paesaggio che lo circonda.

L’arte per Claudio è relazione, sintonia. Principalmente realizza ritratti e paesaggi, in entrambi i casi l’output conta poco, ad essere rilevante è il processo, l’armonia, la compenetrazione che si realizza con l’oggetto ritratto. Mi dice “avrò più di mille ritratti qui, ma non sono mille fogli di carta o mille tele, sono mille incontri, mille relazioni umane che anche se per un breve momento si sono realizzate, e l’oggetto della mia ricerca non ha a che vedere con la pittura ma con le relazioni umane”.

Claudio Jaccarino sfoglia La Tribù, organo di stampa della compagnia di teatro Comuna Baires.

Claudio Jaccarino sfoglia La Tribù, organo di stampa della compagnia di teatro Comuna Baires.

Questo modo di fare è per Claudio una filosofia di vita, parlando di politica oltre a dirmi che da utopista è passato a considerare la ricerca di utopia un estremismo, mi dice che è inutile per la politica voler raggiungere un risultato se per farlo occorre seguire strade che lo tradiscono aggiungendo che “negli strumenti utilizzati si prefigura il fine perseguito”. Insomma non è machiavellico: per Jaccarino il fine non giustifica il mezzo. Una meravigliosa esperienza di vita in Argentina con la compagnia di teatro Comuna Baires: un nuovo mondo da voler costruire in America Latina dove, già sposato e con due figli, si trasferisce con altre famiglie e vive dall’84 al ’95. Il successivo rientro in Italia porta il sapore amaro della sconfitta, difficoltà economiche incombono e un senso di fallimento lo avvolge. Da lì il processo più intimistico dell’acquerello, un’indagine su se stesso.

Oggi Claudio Jaccarino ha un calendario fitto di eventi che lo vedono coinvolto in varie iniziative in giro per l’Italia, l’anno scorso ha partecipato ad un festival di acquerello in Cina, diversi libri all’attivo e un laboratorio da gestire. Innumerevoli le collaborazioni, gli incontri, ma sempre pronto a ricominciare, infatti mi confida che ha iniziato la ricerca di uno spazio a Milano per poter continuare la sua attività e realizzarne di nuove.

1 agosto 2018 0 comment
1 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts