Home AuthorsAll posts by Graziano Masperi
Author

Graziano Masperi

gianeglia

Una folla commossa ha partecipato oggi, nella basilica di San Martino a Magenta, ai funerali di Gianeglia Servida. Il prossimo 2 novembre avrebbe compiuto 91 anni. Un nome difficile da ricordare, eppure a Magenta la conoscevano tutti. Per il suo impegno politico e sociale. Attiva per l’MSI ha continuato, come suo solito, l’attività politica senza clamori. Sempre pronta a sostenere i suoi ideali.

Da parecchio tempo non la si vedeva più in giro perché l’età che avanzava implacabile non la si poteva fermare. Fa parte della vita anche la vecchiaia. Lei, Gianeglia Servida, cattolica praticante, fino a qualche anno fa era attiva anche in parrocchia. Persona di grande carattere e sempre pronta al dialogo. Numerose le autorità che hanno partecipato al suo ultimo saluto terreno oggi in basilica. A ricordarla, nell’immaginetta, una frase di Giorgio Almirante.

19 ottobre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
inveruno1

Un grave incidente con tre auto e un furgoncino coinvolti si è verificato, questa mattina verso le 10, lungo la strada provinciale 12 a Inveruno. Quattro le ambulanze arrivate sul posto, due della Croce Bianca, la Croce Azzurra di Buscate e il Cvps di Arluno, oltre all’automedica e all’elisoccorso.inveruno

Sono arrivati anche i vigili del fuoco di Inveruno per mettere in sicurezza la zona. La strada è bloccata al passaggio dei veicoli. I rilievi vengono svolti dalla Polizia locale di Inveruno. Le persone che hanno riportato ferite sono sei e stanno per essere trasferite nei vari ospedali della zona in codice giallo e verde. (seguiranno aggiornamenti)

19 ottobre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
ccforestali

Sacchi di fibre di amianto stoccati all’esterno di un capannone, esposto agli agenti atmosferici e, quindi, pericoloso per la salute a causa della natura volatile. Sono stati i Carabinieri Forestali a porre sotto sequestro un’area di un’azienda di Bareggio e a denunciare per deposito incontrollato di rifiuti il rappresentante legale della società di smaltimento rifiuti ‘Il Recupero’ di Bareggio che ha sede in viale De Gasperi. I Carabinieri Forestali hanno operato su disposizione del Tribunale di Milano sequestrando un’area dell’azienda e disponendo lo smaltimento immediato di 400 metri cubi di rifiuti risultati in eccedenza rispetto all’autorizzazione in possesso dell’azienda stessa.

Provvedimento emesso lo scorso 12 ottobre. Successivamente i sacchi di fibre di amianto, insieme ad altre sostanze pericolose, sono state inviate a una ditta in Germania. Come è noto le fibre di amianto rilasciate nell’ambiente rappresentano un gravissimo pericolo per la salute. Sono in corso ulteriori indagini da parte delle autorità sanitarie per accertare se esista pericolo per i lavoratori della ditta e per i residenti. Oltre ai carabinieri Forestali le operazioni vengono svolte da Arpa Lombardia e Ats che stanno analizzando i campioni e hanno installato centraline per verificare il livello di inquinamento dell’area.

19 ottobre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
vince

Dopo l’incontro con il Prefetto di Milano nelle scorse settimane è seguita la visita e il sopralluogo da parte del Sindaco Chiara Calati e del Vicesindaco Simone Gelli alla Vincenziana, il centro di Via Casati che dal 2014 ospita migranti. “Abbiamo avuto un costruttivo incontro con i referenti della cooperativa Intrecci che gestisce il centro e ai quali abbiamo espresso la richiesta di essere coinvolti più da vicino condividendo informazioni e confrontandoci sul tema migranti”, spiega il Sindaco Calati che sottolinea come, anche a seguito di quanto emerso nell’incontro con il Prefetto, ci sia l’impegno di elaborare insieme alla cooperativa un progetto specifico per poter impiegare gli ospiti del centro in lavori di pubblica utilità.

Abbiamo chiesto inoltre di poter essere costantemente informati con report sui dati rilevanti che riguardano i migranti ospitati e le relative informazioni in modo che l’Amministrazione sia sempre informata di quanto accade alla Vincenziana; stessa cosa per l’altro centro presente sul nostro territorio alla cascina Calderaia”. La Cooperativa Intrecci ha assunto senza problemi l’impegno fornendo già questo mese di ottobre un primo report che riassume i numeri della Vincenziana dall’apertura nel 2014 ad oggi. In sintesi qualche dato rilevante. Dall’apertura del centro sono state accolte 249 persone, di cui 101 attualmente presenti in struttura e 148 dimesse. Gli ospiti in attesa di audizione in Commissione territoriale sono 33, 35 i ricorrenti in primo grado, 17 in secondo grado; 15 i titolari di protezione internazionale/umanitaria e 5 minori accolti in struttura. 20 sono le persone presenti dal 2014, 11 delle quali titolari di protezione internazionale/umanitaria.

Per quanto concerne le Nazioni di appartenenza dei migranti presenti attualmente:  Bangladesh 11, Benin  1, Burkina Faso 2, Camerun 1, Costa d’Avorio 3, Egitto  1, Gambia 11, Ghana 3, Guinea Bissau 4, Guinea Conakry 9, Mali 25, Niger 1, Nigeria 8, Pakistan 8, Senegal 11, Sierra Leone 1. Numerose le attività formative programmate dal mese di ottobre: corsi di italiano di vari livelli sia all’interno del centro che in sedi esterne (che coinvolgerà 88 ospiti), un primo ciclo di istruzione per il conseguimento della terza media (11 ospiti) e una specifica formazione per i minori organizzata dalla cooperativa LULE comprensiva di un modulo espressivo, uno formativo e uno di orientamento lavorativo. E poi un corso di educazione civica per 15 ospiti e uno sulla prevenzione delle malattie a trasmissione sessuale in collaborazione con il reparto MTS di Rho rivolto a tutti (in previsione per il mese di novembre 2017). Infine alcuni ospiti sono coinvolti in corsi per addetto sala bar e tavola fredda (1 ospite), di elementi base di manutenzione del veicolo in collaborazione con CPIA di Magenta (4 ospiti), di sartoria (1).

Abbiamo inoltre chiesto alla Cooperativa – aggiunge il Vicesindaco Gelliun maggiore controllo affinché non vi siano problemi che abbiano ripercussioni sulla sicurezza dei Cittadini”. Il Sindaco Calati conclude sottolineando che “il Prefetto ha confermato che non ci saranno nuovi arrivi di migranti in Città dal momento che Magenta ospita già un numero di profughi superiore a quello previsto per legge e, anzi, la presenza di persone nel centro di Via Casati andrà alleggerendosi nel tempo”. (comunicato ricevuto)

 

 

 

 

18 ottobre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Abbiategrasso - Fiera agricola

Il Parco del Ticino, annunciato come l’indiscusso protagonista della 534° edizione della Fiera agricola di Ottobre ad Abbiategrasso, non solo ha tenuto fede alle promesse, ma ha conseguito un risultato che è andato oltre ogni aspettativa.  Se è vero che il buon giorno si vede dal mattino, il successo si poteva prevedere già giovedì 12 ottobre, all’inaugurazione della mostra “Paesaggi di marcite: dalla terra al latte” nei seminterrati del castello visconteo: ben 120 le persone che hanno seguito l’inaugurazione, un numero decisamente inusuale per questo tipo di eventi in un giorno feriale. Mostra che è stata visitata ieri mattina anche da 200  ragazzi delle scuole abbiatensi. Altro segnale assai più che confortante la sera successiva, quando nell’ex convento dell’Annunciata si è tenuta una serata gastronomico-culturale  sul tema “Il pane prima e dopo Cristoforo Colombo”: nella sala dell’ex convento quattrocentesco, completamente gremita, lo storico Mario Comincini e lo chef pluristellato Ezio Santin hanno catalizzato l’attenzione del pubblico che poi si è spostata sulla graditissima degustazione guidata di prodotti dalle aziende a Marchio Parco del Ticino. La conferma delle premesse la si è avuta nei padiglioni fieristici, fin da sabato presi d’assalto da un pubblico che non si vedeva da qualche anno (stimata in oltre 40 mila persone l’affluenza nei tre giorni dell’esposizione). La presenza del Parco del Ticino è stata decisiva per la buona, anzi ottima riuscita della manifestazione. Più di 500 bambini hanno lasciato i loro disegni realizzati, con i colori ricavati da sostanze naturali, seguendo i consigli delle  guide naturalistiche che hanno condotto l’animazione didattica. Tutte le proposte del Parco allo stand, dai prodotti a marchio alla documentazione divulgativa, sono state apprezzate.

Giorgio Donegani, nutrizionista noto anche al grande pubblico televisivo, ha condotto con maestria il laboratorio “Frutta, salumi e formaggi: un abbinamento ad curare” che si è tenuto sabato pomeriggio al ristorante della fiera, dispensando con un linguaggio semplice, ma anche con assoluto rigore scientifico, informazioni utili per far sì che una dieta sana sia anche buona al palato. Tutt’altro che banditi, tanto per fare un esempio, salumi e formaggi, che assunti (anzi gustati) senza esagerazioni non solo appagano i sensi ma fanno anche bene alla salute,  Bene anche il laboratorio della domenica, condotto da Sandro Passerini, presidente del Consorzio produttori a Marchio Parco Ticino, su  “Una dolce merenda sana per tutta la famiglia”.

Insomma, un weekend davvero da incorniciare che il presidente del Parco del Ticino  Gian Pietro Beltrami commenta con entusiasmo: “La partnership tra il nostro ente e la rassegna agricola abbiatense, tra le più importanti della provincia di Milano come testimonia la sua stessa storia plurisecolare, dura da molti anni. Per questa edizione ci è stato chiesto di assumere un ruolo di primo piano e lo abbiamo fatto con piacere, dando una dimostrazione efficace delle potenzialità del nostro territorio. La valorizzazione dell’area in cui viviamo è la nostra mission, che abbiamo perseguito mettendo in campo competenze, professionalità, entusiasmo e passione: ringrazio il Comune di Abbiategrasso per la fiducia, Coldiretti e Confagricoltura per la fattiva partecipazione,  lo staff del Parco, il Consorzio produttori  e i volontari. L’apporto di tutti, in piena sinergia, è stato decisivo per raggiungere un obiettivo che fa onore al Parco e di questo sono orgoglioso”.

 

18 ottobre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
sinistromagenta

Uno scontro frontale tra due auto, per fortuna senza gravi conseguenze per i coinvolti, ha bloccato per un’ora e mezza circa la strada tra Magenta e Corbetta. Il sinistro si è verificato questa mattina alle 6.30 tra le piscine di Magenta e la Rsa di Corbetta, in territorio corbettese. Sono dovuti intervenire anche i vigili del fuoco volontari di Magenta per mettere in sicurezza la zona, oltre a due equipaggi della Croce Bianca di Magenta e Sedriano e ai carabinieri per i rilievi.

Dopo circa mezzora il traffico cominciava ad essere intenso lungo la strada Magenta – Corbetta. Gli automobilisti hanno dovuto deviare verso la parallela via Milano. I due uomini coinvolti sono stati accompagnati, in codice verde, al pronto soccorso dell’ospedale Fornaroli di Magenta.

 

18 ottobre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts