Home AuthorsAll posts by Graziano Masperi
Author

Graziano Masperi

cane4

Cani antidroga in circolazione a Magenta. Agenti in divisa, ufficiali e anche uomini in borghese. Insieme alle unità cinofile. Una importante operazione si è svolta oggi a Magenta fin dalle prime ore del mattino ed è terminata a mezzogiorno. Coordinata dal comandante Monica Porta si sono aggregate le unità cinofili provenienti dalla polizia locale di Milano. La polizia locale è intervenuta su segnalazione di alcuni cittadini.cane11

Da parecchio tempo viene segnalata attività di spaccio fuori dalle scuole e consumo di cosiddette droghe leggere nei pressi degli istituti scolastici superiori. “Siamo partiti dal parco di Casa Giacobbe – ha spiegato la comandante Porta – dove abbiamo identificato numerosi ragazzi che, per fortuna, hanno tenuto un comportamento corretto. Non è stato trovato nulla di particolare. Abbiamo continuato l’attività al parco dell’Ossario per proseguire fuori dall’istituto Einaudi di via Mazenta”.

I cani utilizzati sono addestrati a fiutare le sostanze e sono di razza pastore tedesco. Abilissimi ed educati. “Veniamo impiegati in attività di prevenzione e repressione contro la divulgazione degli stupefacenti – ha spiegato Daniale Mazzini dell’Unità cinofila di Milano – anche oggi, in via prevalente, l’attività ha avuto questo scopo. Non è stato trovato nulla di particolare, a parte un paio di ragazzi che fumavano e, alla nostra vista, si sono immediatamente dileguati”. L’operazione è continuata anche alla stazione di Magenta, al parco Naj Oleari, nel parcheggio antistante all’ospedale Fornaroli.

Sono stati identificate un paio di persone straniere in camper nel parcheggio di via Rossini, ma non sono state rilevate irregolarità. Da ultimo la polizia locale si è diretta al parco del Crocione, nei pressi del supermercato dell’U2. “Continuiamo su questa strada – ha detto l’assessore alla Sicurezza Simone Gelli – per cercare di garantire maggiore sicurezza alla città”.

15 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
laura

Rinnovato il direttivo del Comitato di Pontenuovo a Magenta Ad avvicendare l’uscente Emmanuele Miramonti, sarà Laura Manzini.

Per qualsiasi contatto, informazione e/o chiarimento, questa è la nuova mail del comitato: comitatodipontenuovo@gmail.com

“Come comitato, – dicono – ci terremmo a ringraziare pubblicamente i sindaci di Magenta e Boffalora per aver confermato la loro posizione a favore della variante di Pontenuovo, opera di fondamentale importanza per la sicurezza della Frazione, nella Conferenza dei Servizi di ieri a Roma”.

15 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
auto-carabinieri

E’ entrato armato nella sala giochi e si è impossessato di un migliaio di euro. Una rapina è avvenuta l’altra sera ad Ozzero, alla FP Jackpot di via Lonardo da Vinci, alla Soria Vecchia. L’uomo è entrato con il volto coperto per non farsi riconoscere e ha minacciato i presenti. Oltre alla persona al banco c’era anche un cliente che stava giocando alle macchinette. Il malvivente ha aperto un armadio arraffando i soldi contenuti, all’incirca mille auro.

Ha preteso anche il telefonino cellulare del cliente. Quindi è uscito di corsa e ha fatto perdere le tracce. Probabilmente ad attenderlo c’era un complice con il quale è scappato. Sono stati allertati i carabinieri giunti sul posto per l’avvio delle indagini. Il telefonino del cliente è stato ritrovato nei pressi della sala giochi. Probabilmente il ladro lo ha preso impedendo all’uomo di allertare il 112. Non è stata ritrovata la pistola usata. Le indagini dei militari sono continuate per tutta la notte.

15 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
mensa

Un tentativo di furto si è verificato al refettorio Non di solo pane di via Moncenisio a Magenta.

“Ho appena appreso del tentativo di furto e degli atti vandalici al refettorio Non di solo pane. – ha detto il sindaco Chiara Calati in una nota – Un ignobile gesto che condanniamo senza mezzi termini. Il tema sicurezza è prioritario per l’Amministrazione comunale che, con le Forze dell’Ordine e la Polizia locale, sta lavorando con determinazione a misure concrete e a interventi mirati. Totale solidarietà a Non di Solo Pane per quanto accaduto”.

15 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
autocastiglioni

Si stringe il cerchio attorno ai piromani che, nelle ultime settimane, hanno dato alle fiamme numerose auto tra Magenta, Robecco sul Naviglio, Albairate e Abbiategrasso, oltre agli ultimi due casi a Gaggiano. Doveroso parlare al plurale perché i carabinieri della Compagnia di Abbiategrasso ne sono convinti. Si tratta di più persone.

I militari stanno lavorando pazientemente e hanno alcuni elementi in mano. Naturalmente c’è riserbo sulle prove raccolte dai carabinieri per non correre il rischio di rovinare le indagini, ma prossimamente potrebbero esserci importanti sviluppi. Un dato pare essere acquisito. Ovvero che si tratta di episodi tra di loro scollegati, salvo alcune eccezioni. Ad Abbiategrasso ha agito una banda, mentre in altri casi registrati a Magenta si tratterebbe di altre persone. Resta, al momento, un mistero il movente. Per quale motivo più persone hanno creato disastri a non finire nel cuore della notte? Causando migliaia di euro di danni per i cittadini ai quali è stata distrutta l’auto, costringendo i vigili del fuoco ad interventi nel cuore della notte e i carabinieri ad indagini meticolose quando le risorse si sarebbero potute conservare per ben altre situazioni. Non resta che attendere gli sviluppi delle investigazioni.

Tra Magenta e Robecco sul Naviglio aveva fatto scalpore, poco più di due mesi fa, il raid compiuto nel cuore della notte che ha portato all’incendio di ben sette veicoli partendo da via Melzi a Magenta, per continuare nella frazione di Castellazzo dè Barzi dove anche un camion vicino al ristorante Lucrezia era stato ridosso ad un ammasso di rottami anneriti, continuare a Robecco sul Naviglio e concludere nella frazione magentina di Pontevecchio dove un’altra auto era andata distrutta nei pressi di Villa Castiglioni, sede del Parco del Ticino. Dal mese di settembre saranno una ventina i veicoli incendiati. Durante le indagini sono state accuratamente ispezionate le carcasse delle auto a caccia di indizi e sono state visionate le immagini di eventuali impianti di videosorveglianza dislocati sul territorio. Qualcosa è emerso. Qualche passo falso i piromani lo avranno commesso e presto si potrebbe arrivare alla loro identificazione.

14 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
carabinieri

Ancora un’odiosa truffa ai danni di una persona anziana. Ieri ad Abbiategrasso un malvivente si è presentato presso l’abitazione di una signora ultraottantenne e ha finto di essere un tecnico dell’Enel che doveva effettuare alcune verifiche. E’ successo in via IV Novembre dove la donna ha aperto la porta di casa a quell’uomo.

Lui, dai soliti modi di fare gentili e con la parlantina sciolta è riuscito a convincere la padrona di casa che avrebbe dovuto effettuare degli accertamenti sui soldi e sui preziosi che teneva in casa. Lei, fidandosi, ha raccolto tutto quello che aveva. Ma quell’uomo, sfruttando un suo momento di distrazione si è impossessato di tutto ed è scappato.

Quando la donna si è accorta di quello che era successo ha allertato i carabinieri. La raccomandazione è sempre la solita, quella di non aprire agli sconosciuti per nessun motivo.

 

14 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts