Home Daily Archives
Daily Archives

4 novembre 2017

spaccata

E’ stata una settimana terribile. Dopo il tentativo di furto al bar Il Chioschetto di via Alessandrini e la spaccata all’edicola davanti al supermercato dell’U2 i ladri hanno colpito nuovamente a Magenta. Nella notte tra venerdì e sabato hanno preso di mira un negozio di articoli sportivi lungo la ex strada statale 11.

Hanno arraffato poca roba per poi scappare in auto e dileguarsi nella notte. Ma, soprattutto, hanno sfondato la porta di ingresso. Danno subito riparato. I carabinieri sono intervenuti subito, ma i banditi sono riusciti a far perdere le tracce.

4 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
bidet

Il canale di strada vicinale Preloreto è spesso preso di mira da chi abbandona rifiuti. Anche in questi giorni, in località Magenta, sono stati trovati sacchi contenenti immondizia, abbandonati. Perfino due bidet buttati come se nulla fosse, quando basterebbe percorrere poche centinaia di metri per raggiungere la discarica di via Romolo Murri e disfarsene in maniera appropriata.bidet1

Eppure c’è chi non si fa scrupoli e li getta in un canale, in aperta campagna. Contribuendo ad inquinare il territorio. Si può pensare a non residenti a Magenta o, sicuramente, personaggi che hanno scarsa considerazione del prossimo e dell’ambiente che ci circonda.

4 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
halloween

Dolcetto o scherzetto? E’ stato davvero un Halloween con un pauroso successo quello organizzato il 31 ottobre in Villa Pagani a Corbetta, dal Comune e con l’aiuto della Pro loco. Fantasmi fluorescenti hanno dato il benvenuto a streghe, diavoli e mostri.

Un fantasma ha poi invitato alla caccia al ragno nelle scatole poster all’ingresso della villa. E poi ancora golosità, tatuaggi da paura, laboratori artistici, spettacoli teatrali, effetti speciali con il fuoco e baby dance. Nessuno si è salvato dal divertimento.

4 novembre 2017 0 comment
1 Facebook Twitter Google + Pinterest
Conferenza stampa contro violenza sulle donne

Riceviamo e Pubblichiamo

Il Sindaco di Magenta: “Diciamo no alla strumentalizzazione della parità di genere e in modo chiaro e concreto vogliamo approfondire il tema della violenza, che non è solo quella contro le donne”  

Magenta, 31 ottobre 2017 – Presentata questa mattina una serata durante la quale si ripercorreranno le attività del Centro Antiviolenza del Comune di Magenta attraverso l’esperienza di una donna che ha trovato il coraggio di ‘chiedere aiuto’. Questa mattina il Sindaco Chiara Calati, l’Assessore al Welfare Patrizia Morani e quasi tutte le consigliere comunali di maggioranza (la Vicepresidente del Consiglio Elena Palombo, Laura Cattaneo e Pia Maso) che sono riuscite a essere presenti hanno presentato in conferenza stampa l’appuntamento di venerdì 3 novembre alle ore 21.00 in Casa Giacobbe dal titolo ‘Il Centro Antiviolenza di Magenta: una testimonianza diretta’.  “Introducendo questa iniziativa, la prima di una serie, voglio chiarire senza dubbi la nostra posizione in tema di parità: siamo contro ogni genere di violenza e attraverso un percorso condiviso e anche aperto a chi vorrà fare proposte vogliamo sfatare una serie di luoghi comuni e strumentalizzazioni di vario tipo. Inutile dibattere su questioni di poco conto, come quella sulle parole e sulla declinazione al maschile o al femminile nelle cariche istituzionali quando ancora oggi le donne sul lavoro subiscono un diverso trattamento economico rispetto agli uomini o faticano a conciliare i tempi per lavoro o famiglia o devono avere paura a percorrere a piedi tratti di strada. La lotta contro la violenza va fatta a 360° a tutela di tutti: quello che conta sono le azioni per debellare l’aumento degli episodi di violenza, non solo verso le donne ma verso i bambini, le persone più fragili e anche nei confronti degli uomini”, queste le parole del Sindaco Calati. L’Assessore Morani ha poi fornito alcuni dati: “Dalla sua apertura il 14 aprile 2014 ad oggi, con il coinvolgimento di 51 Comuni e con Cerro Maggiore come capofila, il nostro Centro ha accolto 192 persone che hanno chiesto aiuto e che hanno trovato supporto; sul tema della violenza in genere e, in questo caso contro le donne, non c’è colore politico: il centro di Magenta voluto dalla precedente Amministrazione funziona e il nostro obiettivo sarà quello di potenziarlo ulteriormente”. Anche la Vicepresidente del Consiglio comunale Palombo ha evidenziato l’impegno comune. “Sulle battaglie e i temi importanti fare rete e attivare sinergie è fondamentale”. Solo partendo dai più piccoli, dalle scuole, si può introdurre – ha aggiunto Pia Masouna cultura della non violenza e smascherare situazioni che di questi tempi sono sempre più comuni: in questo modo possiamo insegnare che si può e si deve chiedere aiuto”. “La violenza in tutte le sue forme va condannata, così come il tema della parità, e della parità di genere, va affrontato senza proclami ma con i fatti, senza generalizzazioni e senza forme di politicizzazione”, ha detto il capogruppo di Forza Italia Cattaneo. Anche il capogruppo della Lega Nord Stefania Bonfiglio, pur non avendo potuto presenziare alla conferenza stampa, ha voluto esprimere il proprio pensiero sulla questione. “Al giorno d’oggi si sente parlare di femminicidio in continuazione ed è importante sottolineare che, quando una donna subisce violenza, è sempre una tragedia. Un dolore per tutto il genere umano, perché le donne sono coloro che generano la vita. Ma è altrettanto giusto ricordare che quando parliamo di femminicidio parliamo di violenza e la violenza è sempre qualcosa di negativo per tutto e tutti. Creare parole specifiche quali ” femminicidio” per richiamare attenzione su un problema è giusto, lo condivido: un omicidio è sempre un atto da condannare ma sono tanti i soprusi, verso bambini, uomini, persone fragili, che ogni giorno si manifestano nella nostra società”.

4 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
carabine

I week end scorsi Varese ha ospitato la prima prova del “Campionato d’Inverno 2017” riservato alle discipline ad aria compressa e valida sia per la qualificazione alla finale dello stesso Campionato, che per le finali dei Campionati Italiani 2018.

Legnano ha registrato ottimi punteggi a partire dalla splendida prestazione del carabinista Danilo Sollazzo, che con lo strepitoso punteggio di 396 è in testa, non solo nella classifica regionale, ma anche in quella nazionale.

Ricordiamo che Sollazzo alle Finali Nazionali Individuali svoltesi a Settembre, ha sfiorato di pochissimo il podio.

Il compagno di squadra Riccardo Maggioni (cat. Allievi). alle prese con i suoi primi quaranta colpi in gara, ha agguantato la seconda posizione.

Secondo posto anche per Angela Pizzimenti, categoria donna, fascia A.

Per le pistole (cat. Donne) una sempre competitiva Francesca Picozzi si è assestata al secondo posto.

Terzo posto per Gaia Mazza (cat. Juniores 2).

Prima del secondo appuntamento con il Campionato d’Inverno è doveroso segnalare che la Lombardia si è qualificata per partecipare al Trofeo delle Regioni che si terrà l’11 e il 12 Novembre prossimo a Napoli e i legnanesi Danilo Sollazzo e Riccardo Maggioni avranno l’onere e l’onore di far parte della squadra lombarda.

 

 

TSN Legnano

4 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
IMG_0672

Ecco un’altra puntata interessante di “Tra Me e Te” condotta da Francesco Bigogno. Ospite in studio Enrico Rainoldi, componente del consiglio direttivo del Museo Storico Civico Cuggionese Era da parecchio che non vedevo il museo ed è veramente bello.

13533139_1161824583849032_2407423181730269020_nQuando è nato? Trentacinque anni fa in quanto il comune acquisì villa Annoni e diede parte dei locali ad un gruppo di amici che si erano già messi a raccogliere del materiale ed utensili in uso nell’epoca. Tutti i mesi c’è sempre qualcosa di nuovo. Ogni oggetto ha sempre una storia da raccontarci.

Riusciresti a spiegare come è fatto il museo a chi non lo ha mai visto? E’ dislocato in Villa Annoni che è anche sede comunale, in piazza XXV Aprile, nel centro di Cuggiono. Prendiamo l’ala della villa che era museo001della servitù ed occupa il piano terra e quello superiore per un totale di 18 sale a tema. Quella dell’agricoltura, dei mestieri, la cucina che è forse il locale più bello perchè è stato oggetto di restauro conservativo di oggetti dell’epoca. C’è poi la sala dei ciabattini, mentre di sopra abbiamo numerose sale dedicate alla storia contando anche il grandioso torchio che troviamo all’esterno.

411184_405336136164551_1656585009_oQuanti pezzi avete catalogato? Più di tremila sono catalogati, ma abbiamo alle spalle un magazzino tanto da poter aprire un altro museo Quali sono i pezzi più importanti? Il numero uno è la nostra autobotte del 1915. Nato come autocarro militare per il trasporto merci e truppe (sembra abbia fatto la ritirata di Caporetto). Poi venduta dall’esercito e acquistato dal comune di Cuggiono serviva per l’anti incendio attivo in quegli anni anche a Cuggiono. All’epoca ogni paese aveva il suo nucleo anti incendio. Il Museo è aperto tutte le domeniche pomeriggio da maggio e ottobre compreso. Poi ci sono aperture straordinarie come l’8 dicembre in concomitanza con il mercatino di Natale all’interno di Villa Annoni.

Ecco la video intervista integrale:

 

 

4 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest