Home Castellanza
Category

Castellanza

Act For Life Onlus

Copia di Locandina Concorso Act For Life Onlus

 

CASTELLANZA  – Sono aperte le iscrizioni al primo concorso fotografico “Movimento”, organizzato da Act For Life, in collaborazione con lo studio fotografico Frigerio e Marn’Arte. La nuova associazione castellanzese della presidente Gina Di Dato continua a proseguire così l’obiettivo del sodalizio dal quale prendere il testimone, Gra For Life.

Grazie al ricavato di questa iniziativa culturale si potrà infatti portare avanti il progetto della realizzazione del Centro Medico nella Repubblica democratica del Congo, che fornirà assistenza medica a circa 2000 persone dei villaggi intorno a Nkoko.

Il concorso è aperto a tutti i fotografi non professionisti e senza limiti di età, sono esclusi ordini professionali. Ogni partecipante potrà inviare un massimo di 2 fotografie per tema (movimento oppure a libera scelta).

Per partecipare al concorso (fino a sabato 8 aprile), è richiesta la quota di 10 euro. Le opere devono essere consegnate presso lo Studio Fotografico Carlo Frigerio (via Mazzini 5, Gallarate o via posta ordinaria) o il Bar Simpathy (Largo Giovanni XXIII, Marnate).

La premiazione, in programma domenica 23 aprile alle 16, nella sede dello studio fotografico Frigerio, vedrà sul podio le prime due opere per tema. Tutti gli scatti ricevuti saranno poi esposti da sabato 29 aprile al 6 maggio tra le mura del Bar Sympathy di Marnate.

È possibile scaricare il regolamento e il modulo di adesione nel sito dell’associazione (www.actforlife.it). Per informazioni scrivere a: mail.actforlife@gmail.com
Su Facebook: ActForLifeONLUS oppure www.carlofrigerio.com

22 marzo 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
4772_cup1_web

CASTELLANZA – Il primo trofeo BCC Cup è andato alla solidarietà. La grande partecipazione di pubblico sugli spalti del PalaBorsani e l’agonismo messo in campo dalla Pallacanestro Openjobmetis Varese e dal Legnano Basket Knights hanno fatto vincere il grande cuore del basket e di tutti gli appassionati della palla a spicchi. Martedì 21 febbraio è andata in scena la prima edizione del trofeo che la BCC di Busto Garolfo e Buguggiate ha promosso con la collaborazione delle due importanti società cestistiche con un unico grande obiettivo: trasformare la passione per la pallacanestro in un gesto di solidarietà per il territorio. Ben 10.000 euro sono stati consegnati alla fondazione Il Ponte del Sorriso onlus, realtà varesina che da oltre due decenni si occupa dell’assistenza ai bambini in ospedale e sta sostenendo la costruzione del nuovo ospedale pediatrico a Varese. La somma è stata raggiunta grazie all’incasso ottenuto dalla vendita dei biglietti, cifra che è stata raddoppiata dalla BCC di Busto Garolfo e Buguggiate.

A consegnare il maxi assegno simbolico nelle mani del presidente della fondazione Emanuela Crivellaro, il presidente della BCC Roberto Scazzosi, Marco Tajana presidente del Legnano Basket Knights e Riccardo Polinelli membro del CdA della Pallacanestro Varese della Pallacanestro Openjobmetis Varese. «Il nostro grazie arriva direttamente dai bambini», ha detto Crivellaro. «LaBCC Cup ha scelto il sorriso dei bambini in ospedale. A tutti un grazie grande per il prezioso supporto che avete dato e dimostrato per proseguire nella nostra attività al fianco dei più piccoli».
«La BCC Cup è la testimonianza concreta quando un territorio è capace di fare rete i risultati si raggiungono», osserva il presidente della BCC Scazzosi. «In una serata di grande sport, dove le due squadre non hanno fatto mancare l’agonismo e lo spettacolo, l’Altomilanese e il Varesotto hanno dimostrato di condividere il grande valore della solidarietà. Questo ci spinge a proseguire su questa strada facendo della BCC Cup un appuntamento periodico, un momento dove il territorio si ritrova per sostenere un progetto secondo quello spirito di cooperazione e mutualità che è la base delle banche di credito cooperativo. Nell’anno del 120esimo di fondazione del nostro istituto di credito di è piaciuto dare vita ad un’iniziativa bella, partecipata ma soprattutto coinvolgente».
«Siamo veramente orgogliosi di aver dato vita ad una bellissima serata di sport e beneficenza organizzata alla perfezione dagli amici del Legnano Basket Knights insieme alla Pallacanestro Varese e alla BCC di Busto Garolfo e Buguggiate», dice Riccardo Polinelli, membro del CdA della Pallacanestro Varese. «Lavorare insieme con il nobile obiettivo di dare una mano concreta alla fondazione Il Ponte del Sorriso onlus è stato sicuramente stimolante e gratificante. Un ringraziamento particolare va quindi ai tanti tifosi di Legnano e di Varese che sugli spalti del PalaBorsani di Castellanza hanno partecipato numerosi e con entusiasmo a questa prima edizione della BCC Cup, un appuntamento che verrà sicuramente replicato nei prossimi anni».

«Sono contento per questa iniziativa. È andato tutto molto bene partendo dall’incasso che ci permetterà di dare una grossa mano al “Ponte del Sorriso”, passando dalla parte di entertainment, arrivando al risultato sportivo, comunque relativo nell’ambito di questa manifestazione», commenta Marco Tajana il presidente del Legnano Basket Knights. «Credo che sia stato il primo capitolo di quello che diventerà un appuntamento fisso della stagione; sicuramente è stato un esempio di come due società possono lavorare insieme per il bene della pallacanestro, nel senso più generale e globale del termine. Ringrazio chi ha lavorato sia a Legnano, sia a Varese per la riuscita della serata».

Per la cronaca, il primo trofeo BCC Cup è stato vinto dalla Pallacanestro Openjobmetis Varese che ha superato in una partita tesa e di grande agonismo il Legnano Basket Knights 85 a 60.

22 febbraio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
4734_BCCcup4_web

CASTELLANZA – Si disputerà martedì 21 febbraio la prima edizione della BCC Cup, un’amichevole di lusso tra due importanti squadre di pallacanestro promossa dalla Banca di Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate. Alle 20 sul parquet del PalaBorsani di Castellanza (VA) scenderanno il Legnano Basket Knights e la Pallacanestro Openjobmetis Varese in una sfida che ha un unico grande obiettivo: far vincere la solidarietà. L’incasso della partita sarà raddoppiato dalla BCC di Busto Garolfo e Buguggiate; l’intera somma sarà destinata alla fondazione Il Ponte del Sorriso che da oltre due decenni si occupa dell’assistenza ai bambini in ospedale attraverso iniziative mirate e, non certo ultimo, la costruzione del nuovo ospedale pediatrico a Varese.

«La BCC Cup nasce con il preciso scopo di trasformare la passione per la pallacanestro in un gesto di solidarietà per il territorio», premette il presidente della BCC di Busto Garolfo e Buguggiate Roberto Scazzosi. «Lo sport così diventa veicolo per il sostegno di quanti operano nel mondo del volontariato. Sport e volontariato sono due mondi ai quali come Banca di Credito Cooperativo siamo particolarmente legati perché espressione di quel territorio a cui ci rivolgiamo nella nostra azione quotidiana. Nel pensare ad un trofeo che potesse racchiudere in sé questi valori, abbiamo trovato la pronta risposta e la fattiva collaborazione delle due società che esprimono la pallacanestro ad altissimi livelli: la Pallacanestro Openjobmetis Varese che milita nella massima serie e il Legnano Basket Knights che gioca in A2. Attraverso di loro uniamo idealmente le due aree dove come BCC operiamo – l’Altomilanese e il Varesotto – condividendo il valore della solidarietà. Come BCC, il nostro impegno non è solamente nella promozione dell’evento, ma andremo a raddoppiare l’incasso della partita; l’intera somma sarà destinata alla fondazione Il Ponte del Sorriso onlus, ente molto attivo per i bambini ospedalizzati». Aggiunge Scazzosi: «L’intenzione è di far diventare questo un appuntamento consueto dove sport, solidarietà e territorio vanno a canestro tutti insieme».

«Siamo veramente felici di partecipare con la nostra squadra insieme a Legnano Basket Knights alla BCC Cup, un’amichevole con finalità benefiche», afferma Riccardo Polinelli, membro del CdA della Pallacanestro Varese. «Questo è un aspetto che è subito piaciuto alla Pallacanestro Varese, da sempre vicina a iniziative a sfondo sociale. Lo sport di vertice dev’essere infatti anche questo. La BCC Cup sarà l’occasione per mettere di fronte le due realtà cestistiche più importati del nostro territorio: sono certo che ne uscirà una sfida divertente ed emozionante per tutti gli appassionati. Un ringraziamento particolare va alla BCC di Busto Garolfo e Buguggiate, da sempre vicina alle realtà del territorio. E un doveroso grazie ovviamente al Legnano Basket Knights che per l’occasione ci ospiterà nella sua casa. La BCC Cup avrà sicuramente un grande successo in campo e sugli spalti. Invitiamo tutti a partecipare numerosi».

«Sono felice di questa iniziativa congiunta con la Pallacanestro Varese. Il buon rapporto con la società, con Claudio Coldebella e la spinta dello sponsor comune BCC ci hanno permesso di pianificare una serata di sport, divertimento e beneficenza», commenta Marco Tajana, presidente Legnano Basket Knights. «Vogliamo che questo appuntamento si rinnovi nel tempo e diventi un’occasione in cui la pallacanestro e il momento sportivo, sia inglobato in un contenitore di intrattenimento più ampio, che possa far anche avvicinare nuovi tifosi e appassionati per entrambe le squadre. Naturalmente, poi, lo scopo benefico rimane una componente fondamentale; da anni, come Legnano attraverso la LB Charieties Foundation, aiutiamo diverse organizzazioni del territorio nella loro attività e questa amichevole non poteva che trovarci presenti e collaborativi per proseguire anche su questa strada. Questa è la prima edizione, quindi potremo solo migliorare, ma già per questa “prima volta” pensiamo che sarà uno spettacolo unico e coinvolgente».

«Da 25 anni siamo accanto ai bambini in ospedale, somministrando, ogni giorno, una medicina magica, la fantasia, per aiutarli a guarire giocando. Rendere serena la degenza a un bambino ricoverato è fondamentale affinché possa affrontare la malattia senza paura», osserva Emanuela Crivellaro, presidente della fondazione Il Ponte del Sorriso onlus. «Non possiamo però farlo da soli. Abbiamo bisogno di persone come gli organizzatori della BCC Cup che hanno scelto il sorriso dei bambini in ospedale. A loro un grazie grande così, con le braccia aperte, come fanno i bambini».

I biglietti per la BCC Cup sono disponibili dal 10 febbraio in prevendita su http://legnanobasket.bookingshow.com. Gli abbonati Legnano Basket numerati fino al 10 febbraio hanno la possibilità di fare una prelazione del biglietto rivolgendosi alla sede di via Parma 77 a Legnano. Costo: 5 euro per la curva e la tribuna non numerata; 10 euro per la tribuna silver e gold numerata.
Il poster delle due squadre sarà disponibile a offerta libera.

FOTO della conferenza stampa di questa mattina con BCC di Busto Garolfo e Buguggiate, Pallacanestro Openjobmetis Varese, Legnano Basket Knights e fondazione Il Ponte del Sorriso onlus.

2 febbraio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Giorgio e Matteo Piccaia in studio

CASTELLANZA . Inizierà domenica 21 giugno la mostra “Piccaia #Aquae nutrire il corpo e la mente” con opere di Matteo e Giorgio Piccaia.
L’inaugurazione con aperitivo è prevista per domenica 21 giugno alle 11.00.
I Piccaia, padre e figlio sono un duo artistico consolidato, e sono stati invitati a esporre nelle sale di Villa Pomini di Castellanza dall’Assessorato alla Cultura della Città di Castellanza.
La mostra sarà visibile dal 21 giugno al 5 luglio 2015.

Nell’anno dell’expo universale a Milano si parla molto dell’alimentazione e della natura che produce il nutrimento che dà energia alla vita. Con la terra, l’aria, il fuoco, l’acqua è elemento fondamentale sia per il corpo che per la mente dell’essere umano. Senza l’acqua l’uomo muore. L’acqua è purificazione spirituale e materiale, è equilibrio. Ora l’umanità ha perso questo equilibrio? L’ignoranza ha il sopravvento sull’intelligenza? L’acqua, oltre ad essere elemento essenziale per la vita può esserlo esotericamente anche per la mente?
La mostra vuole far riflettere su queste domande e sulla semplicità della vita per un ritorno all’etere.
Questo il percorso dei due artisti Piccaia, padre e figlio, che presentano qui le loro opere insieme con la solita linearità identificativa, espressione della loro voglia di vivere in armonia con l’umanità e la natura.
Matteo Piccaia, docente dell’Universiter Castellanza, presenta quadri a olio realizzati negli ultimi trent’anni, una selezione di dipinti mai esposti prima, dove la natura è festeggiata con i colori e con la poesia della composizione.
Giorgio Piccaia mostra in una sala una serie di piccoli acrilici su carta, e piatti e formelle in ceramica rappresentando animali acquatici, in un’altra tele acriliche dedicate all’acqua quasi tutte monocromatiche e molto ripetitive come ripetitiva è la vita. L’installazione al piano interrato sarà una sorpresa per i visitatori della mostra “Piccaia #Aquae nutrire il corpo e la mente”.

Matteo Piccaia (il padre) nasce in provincia di Venezia. Si interessa di disegno e di pittura sin da giovane. Dopo la seconda guerra mondiale ha vissuto in Francia e Svizzera per vent’anni. Dipinge dal 1940. Dino Buzzati l’ha definito “neo-figuratvo emblematico” (Corsera, 1971).

Giorgio Piccaia (il figlio) nasce a Ginevra . Studia architettura al Politecnico di Milano, è allievo di Corrado Levi. Tra il 1970 e il 1980 lavora in Polonia e in Italia con Jerzy Grotowski, un grande del teatro d’avanguardia. Le sue opere sono quadri, ceramiche e installazioni.

Piccaia #Aquae nutrire il corpo e la mente
Villa Pomini
via Don Luigi Testori, 14 – Castellanza
21 giugno – 5 luglio 2015
Inaugurazione: domenica 21 giugno 2015 ore 11.00
Orari: giovedì, venerdì e sabato 15.00/19.00 – domenica 10.00/12.00 – 15.00/19.00 – Ingresso libero

15 giugno 2015 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest