Home Castellanza
Category

Castellanza

Cuggiono (MI) 04/05/2018Villa Annoni Esf 2018 protagonisti della fotografiaNella foto :

Venerdì 4 maggio, la pioggia battente non ha tenuto a casa gli appassionati di fotografia, che sono convenuti numerosi alla Villa Annoni di Cuggiono per assistere alla inaugurazione della plurimostra EsF Esperienze fotografiche, giunta alla sua quarta edizione.

Da un’idea vincente del Collettivo Talpa di Cuggiono, che ha voluto quattro anni fa riunire gli appassionati e i gruppi fotografici della zona in una manifestazione non competitiva, per valorizzare i luoghi del territorio, è nata EsF. Ospitata nella splendida cornice della villa Annoni, questa manifestazione unica , è cresciuta negli anni , ottenendo sempre più riconoscimento dai Comuni dei gruppi partecipanti, il cui patrocinio, unito a quelli di Regione Lombardia, Città Metropolitana di Milano, Fondazione per Leggere, Fondazione Cariplo, Parco Ticino e al contributo di numerose aziende sponsor, hanno reso la manifestazione di quest’anno ancora più ricca di eventi.

I protagonisti di quest’edizione , oltre al Collettivo Talpa e al Gruppo Artistico Occhio di Cuggiono, sono i gruppi: The Framers di Gaggiano, Scattografiamo di Bareggio, ObiettivaMente di Arluno, Le Cascine di Oggiona S.Stefano, Chiaroscuro di Busto Garolfo e Il Tavolo Fotografico di Turbigo.

IL tema di quest’anno è “ I non Luoghi”, un termine introdotto nel 1992 dall’antropologo francese Marc Augè , nel suo libro “Non-lieux.Introduction à une anthropologie de la surmodernitè”. Il termine italiano, registrato come neologismo nel 2003, ora è accolto nei lessici di tutti i vocabolari italiani.

Marc Augè definisce “ non luoghi” tutti quegli spazi che hanno la prerogativa di non essere identitari, relazionali e storici. Fanno parte dei non luoghi sia le strutture necessarie per la circolazione accelerata delle persone e dei beni (autostrade, stazioni ), sia i mezzi di trasporto, i centri commerciali gli outlet, i campi profughe,le sale d’aspetto, le stazioni di servizio, i campi sportivi, gli ascensori eccetera. Spazi in cui milioni di individualità si incrociano senza entrare in relazione, sospinti o dal desiderio frenetico di consumare o di accelerare le operazioni quotidiane o come porta di accesso a un cambiamento (reale o simbolico). Un tema non facile, soprattutto se da sviluppare rimanendo legati al territorio di appartenenza, ma che tutti i gruppi partecipanti hanno saputo rendere con tecniche fotografiche e interpretazioni diverse, mai banali e, a volte, anche ironiche e surreali.

Oltre alle mostre dei gruppi, la manifestazione prevede serate gratuite a tema fotografico, tenute da esperti dei vari circoli partecipanti: un’occasione per approfondire tematiche legate al mondo della fotografia rivolte a tutti, anche a chi fotografo non è, ma ha un interesse artistico/culturale. Questi incontri,che si svolgono in villa Annoni, iniziati domenica 6maggio con Marzia Rizzo che, per The Framers ha parlato di come costruire un portfolio,proseguiranno nei giorni di martedi 8, giovedì 10, martedì 15, giovedì 17,sempre alle ore 21 e termineranno domenica 20 maggio alle ore 15,30.

La plurimostra in villa Annoni sarà aperta nelle giornate di: sabato 5/12/19 maggio e domenica 6/13/20 maggio, dalle 10/13 e dalle 15/18,30 .

9 maggio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5272_ass1_web

CASTELLANZA – Nella sfida tra Pallacanestro Openjobmetis Varese e FCL Contract Legnano Basket Knights ha vinto la solidarietà. Grazie alla seconda edizione della BCC Cup, manifestazione organizzata dalla Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate insieme con le due importanti società cestistiche, sono stati donati 8.000 euro alla cooperativa sociale Il Volo del Gabbiano onlus, realtà impegnata nell’inserimento lavorativo dei ragazzi con disabilità. La somma è stata raggiunta grazie all’incasso ottenuto dalla vendita dei biglietti e dalle iniziative di raccolta fondi proposte durante la manifestazione; la cifra finale è stata quindi raddoppiata dalla Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate.

Più che una partita del cuore, quella che è andata in scena giovedì 22 febbraio al PalaBorsani di Castellanza è stata una grande festa di sport e solidarietà che ha voluto coinvolgere i giovani: prima dell’amichevole di lusso tra le due prime squadre di Varese e Legnano si sono sfidati gli atleti del minibasket degli Aquilotti e i ragazzi Under 13.
A consegnare il maxi assegno simbolico nelle mani del presidente della cooperativa Il Volo del Gabbiano onlus Giusy Lamperti, il presidente della Bcc Roberto Scazzosi, Marco Tajana presidente del Legnano Basket Knights e Claudio Coldebella direttore generale della Pallacanestro Varese.

«Il grazie arriva innanzitutto dai nostri ragazzi», ha detto Giusy Lamperti. «Da quei ragazzi che andremo a coinvolgere in un percorso verso l’autonomia e che si concretizzerà con Lè Ris – un risotto per un sorriso. In questo ristorante, che aprirà il prossimo autunno ad Olgiate Olona, lavoreranno dei giovani diversamente abili che, proprio attraverso il lavoro, potranno raggiungere la loro autonomia». Il progetto, nato grazie alla collaborazione dello chef Massimo Vallogini e alla professoressa Chiara Carabelli referente per l’inclusione al Falcone di Gallarate, permetterà a ragazzi della stessa scuola di continuare il loro percorso di inclusione attraverso il lavoro. «Ed è bello vedere che il nostro sogno si realizzerà anche grazie allo sport e alla BCC Cup».

«La BCC Cup si è confermato un appuntamento di alto livello dove il grande cuore di questo territorio è capace di battere per un progetto di solidarietà», ha commentato il presidente della Bcc Roberto Scazzosi. «Se lo sport, attraverso piccoli e grandi campioni, ha fatto da collante, la partecipata risposta del pubblico ha saputo rendere l’evento unico nel suo genere. È questo lo spirito Bcc; uno spirito che privilegia la collaborazione e il fare rete; uno spirito che rende una Bcc un valore aggiunto per il proprio territorio. Non posso che dare l’appuntamento al prossimo anno per la terza edizione».

Claudio Coldebella, direttore generale della Pallacanestro Openjobmetis Varese ha detto: «È sempre bello incontrare gli amici del Legnano Basket Knights a cui va dato il grande merito di aver organizzato alla perfezione, insieme alla Pallacanestro Varese e alla BCC di Busto Garolfo e Buguggiate, una giornata di grande basket. Giocare di squadra con il nobile obiettivo di fare beneficenza dando una mano concreta alla cooperativa sociale Il Volo del Gabbiano onlus è stato stimolante e gratificante. Il pubblico poi ha risposto presente, partecipando numeroso e con grande entusiasmo a questo evento speciale che nel pomeriggio ha visto anche la partecipazione dei settori giovanili di Legnano e Varese con i gruppi Under 13 e Aquilotti. Questo vuol dire che abbiamo centrato l’obiettivo. Oggi siamo veramente orgogliosi di aver dato vita a questo evento».

La soddisfazione di Marco Tajana, presidente del Legnano Basket Knights: «Siamo contenti per aver onorato una bella partita contro una squadra storica della pallacanestro italiana. La soddisfazione è doppia per aver anche contribuito ad aiutare chi ha bisogno, con una donazione che ha assunto dimensioni anche importanti, grazie ai tifosi legnanesi e varesini, e all’intervento della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, che ringraziamo per il supporto che da a noi, alla Pallacanestro Varese e a tutto il movimento della pallacanestro. Non vediamo l’ora di iniziare a pensare alla prossima edizione che andrà via via completandosi, con la riconferma anche di gare giovanili che anticipano la partita e con momenti di spettacolo anche durante l’evento».

Per la cronaca, il secondo trofeo BCC Cup è stato vinto dalla Pallacanestro Openjobmetis Varese che ha superato dopo una gara intensa FCL Contract Legnano Basket Knights 86 a 79.

23 febbraio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5265_gruppo_web

CASTELLANZA – Balletti, sfida tra mascotte e asta con maglie personalizzate. Si preannuncia come una grande festa di sport e solidarietà la seconda edizione della BCC Cup in programma giovedì 22 febbraio al PalaBorsani di Castellanza (VA). L’iniziativa promossa da Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, Pallacanestro Openjobmetis Varese e FCL Contract Legnano Basket Knights vedrà sfidarsi le due società sportive in una maratona cestistica finalizzata alla raccolta di fondi da destinare alla cooperativa sociale Il Volo del Gabbiano. L’incasso della manifestazione, raddoppiato dalla Banca di Credito Cooperativo, andrà a sostenere il progetto della onlus per l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità con l’avvio di un ristorante a Olgiate Olona.

Molte le novità della seconda edizione della BCC Cup. Innanzitutto l’apertura ai ragazzi: prima della sfida tra le prime squadre di Varese e Legnano, scenderanno sotto canestro le formazioni del minibasket e quelle dei giovani. Dalle 17 la sfida Varese – Legnano passerà infatti dagli Aquilotti (anno 2007) e dagli Under 13 (anno 2005). Alle 20.30 il via alla partita più attesa: Pallacanestro Openjobmetis Varese contro FCL Contract Legnano Basket Knights.

Eventi collaterali: accanto ad un ano agonismo, la manifestazione non mancherà di riservare sorprese con la spettacolare presentazione all’americana delle squadre e i balletti della B.Crew, la sfida tra le mascotte il varesino Giangallo e il legnanese Albertino, la gara di tiro da tre punti e, per contribuire maggiormente alla scopo benefico e coinvolgere tutti i fedelissimi del basket, l’asta volante delle maglie dei rispettivi capitani – Giancarlo Ferrero per Varese e Federico Maiocco per Legnano – appositamente griffate per la BCC Cup.

Il progetto. La seconda edizione della BCC Cup sostiene il progetto della cooperativa sociale il Volo del Gabbiano per l’inserimento lavorativo dei giovani diversamente abili. L’iniziativa, avviata da Giusy e Alessandro Lamperti insieme con lo chef Massimo Vallogini (titolare del ristorante “Lè Ris” di Suno) e con la professoressa Chiara Carabelli (referente per l’inclusione all’istituto superiore Falcone di Gallarate), vedrà dal prossimo autunno l’apertura a Olgiate Olona (VA) del ristorante “Lè Ris un risotto per un sorriso”, locale interamente dedicato al riso dove lavoreranno giovani diversamente abili inseriti in un percorso verso l’autonomia.

I biglietti per la BCC Cup sono disponibili in prevendita su http://legnanobasket.bookingshow.com e presso la segreteria del Legnano Basket Knights in via Parma 77 a Legnano, tutte le sere dalle 17 alle 19. Costo: 5 euro per la curva e la tribuna non numerata; 10 euro per la tribuna silver e gold numerata.

FOTO –  I protagonisti di Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, Pallacanestro Openjobmetis Varese e FCL Contract Legnano Basket Knights alla presentazione della manifestazione.

19 febbraio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5242_gruppo_web

CASTELLANA  – Si disputerà giovedì 22 febbraio al PalaBorsani di Castellanza (VA) la seconda edizione della BCC Cup. Promossa dalla Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, dalla Pallacanestro Openjobmetis Varese e dalla FCL Contract Legnano Basket Knights vedrà in campo le rispettive prime squadre delle due società cestistiche per beneficenza: il ricavato della manifestazione, che sarà raddoppiato dalla Banca di Credito Cooperativo, verrà infatti devoluto alla cooperativa sociale Il Volo del Gabbiano onlus, realtà impegnata nella realizzazione di un ristorante ad Olgiate Olona (VA) per l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità.

Rispetto alla prima edizione, il programma si amplia prendendo vita già nel pomeriggio e aprendo anche ai settori giovanili delle due società. Fin dalle 17 infatti, sul parquet del PalaBorsani si sfideranno le formazioni Under 13 (anno 2005) e gli Aquilotti (anno 2007) di Varese e Legnano. In un crescendo di agonismo, alle 20.30 sarà il turno della Pallacanestro Openjobmetis Varese e della FCL Contract Legnano Basket Knights in una serata di festa caratterizzata dal grande sport e dalla condivisa solidarietà.

«Partiamo dal successo dell’anno scorso per guardare alla seconda edizione della BCC Cup. Una manifestazione che si è dimostrata capace di coniugare sport, territorio e solidarietà, valori nei quali la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate crede profondamente e che hanno fatto da elemento di unione con Pallacanestro Openjobmetis Varese e FCL Contract Legnano Basket Knights», dice Roberto Scazzosi, presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. «Accanto allo sport presentato ai massimi livelli, al territorio che diventa protagonista e alla solidarietà che è motore fondante di ogni Banca di Credito Cooperativo, quest’anno mettiamo i giovani. La novità di questa edizione è infatti l’apertura alle squadre giovanili per condividere con loro le finalità della manifestazione e renderle partecipi di un progetto che guarda oltre il risultato della partita. Il ricavato, che la Bcc si è impegnata a raddoppiare, sarà destinato ad una realtà nascente che propone un bel progetto imprenditoriale e sociale per l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità. Non resta che rivolgere a tutti l’invito a intervenire alla BCC Cup».

«Anche quest’anno partecipiamo con entusiasmo e con grandi motivazioni alla seconda edizione della BCC Cup», afferma Claudio Coldebella direttore generale della Pallacanestro Openjobmetis Varese. «Ritroviamo con piacere Legnano Basket Knights, società con la quale già lo scorso anno abbiamo dato vita ad una bellissima serata di basket impreziosita dal risvolto benefico. Si tratta di una partita speciale che giochiamo con una società amica della Pallacanestro Varese permettendo ai tifosi di poter assistere ad un incontro fra i due maggiori club del territorio. E quando lo sport fa sistema ed è capace anche di fare beneficenza la valenza dell’evento diventa ancora più importante. Personalmente mi auguro di vedere un PalaBorsani tutto esaurito e rivolgo fin d’ora un invito ai tifosi di partecipare numerosi: il confronto tra Varese e Legnano di sicuro offrirà spettacolo e divertimento per tutti».

«Sono felice di poter organizzare il secondo appuntamento di questa partita/evento, che ha lo scopo di promozionare il basket di alto livello nel nostro territorio, oltre allo sfondo benefico a cui teniamo molto. Mi fa piacere che questa iniziativa abbia trovato un rinnovato entusiasmo organizzativo da entrambe le parti, segnale che abbiamo intrapreso la strada giusta da un anno a questa parte insieme alla Pallacanestro Varese», commenta Marco Tajana, presidente della FCL Contract Legnano Basket Knights. «Sarà come lo scorso anno una serata divertente, che verrà anticipata da gare del settore giovanile delle nostre società, in modo che la partita delle due prime squadre sia la punta dell’iceberg di un evento più ampio, e che vogliamo strutturare sempre meglio nei prossimi anni con la Pallacanestro Varese. Come nella passata stagione, la serata sarà a sfondo benefico e in questa occasione, devolveremo l’incasso alla Onlus “Il Volo del Gabbiano”; spero quindi che aumenti anche la presenza del pubblico, già piuttosto numeroso lo scorso anno».

«È un onore poter essere al centro della seconda edizione della BCC Cup. Davanti alla scelta fatta dagli organizzatori non possiamo che ringraziare per l’attenzione ricevuta», premette Giusy Lamperti presidente della cooperativa sociale il Volo del Gabbiano onlus. «Circa due anni fa, presso l’I.S. Falcone di Gallarate, abbiamo organizzato il primo incontro per esporre il nostro progetto, io e mio marito Alessandro ci siamo sorpresi della vicinanza che abbiamo riscontrato. Ad aprile dello scorso anno è stata costituita la cooperativa sociale Il volo del Gabbiano onlus, per un progetto che permetterà a ragazzi diversamente abili di inserirsi nel mondo del lavoro e, come dice il nome della cooperativa “volare con le proprie ali”. Entro l’autunno dovremmo riuscire a terminare i lavori e ad aprire in Olgiate Olona, il primo ristorante “Lè Ris un risotto per un sorriso”, un ristorante dove il riso – declinato in ogni sua forma – sarà il grande protagonista, ma soprattutto dove i ragazzi con disabilità potranno raggiungere, attraverso il lavoro, la propria autonomia. Il progetto, nato grazie alla collaborazione dello chef Massimo Vallogini e alla professoressa Chiara Carabelli referente per l’inclusione al Falcone di Gallarate, si è sviluppato attorno al percorso fatto da nostro figlio Riccardo, diplomato presso l’I.S. Falcone, e permetterà a ragazzi della stessa scuola di continuare il loro percorso di inclusione attraverso il lavoro. Ed è bello sapere che il nostro sogno si realizzerà anche grazie alla BCC Cup».

I biglietti per la BCC Cup sono disponibili in prevendita su http://legnanobasket.bookingshow.com e presso la segreteria del Legnano Basket Knights in via Parma 77 a Legnano, tutte le sere dalle 17 alle 19. Costo: 5 euro per la curva e la tribuna non numerata; 10 euro per la tribuna silver e gold numerata.

Per immagini della presentazione: http://bit.ly/2BG9304

30 gennaio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5163_pre_web

CASTELLANZA – Giovedì 16 novembre oltre 600 alunni di Castellanza vanno a “Lezione d’Opera”. Il progetto promosso dalla Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, che dal 2009 ad oggi ha coinvolto quasi 6.000 studenti delle scuole dell’Altomilanese e del Varesotto, approda a Castellanza con la messa in scena de “Le nozze di Figaro” di Mozart. Tre gli spettacoli proposti dalla Compagnia dell’Opera e dall’orchestra Amadeus al teatro di Via Dante: due al mattino riservati agli alunni di terza, quarta e quinta elementare delle scuole Manzoni e De Amicis e agli studenti delle medie Da Vinci; il terzo alla sera per tutti (inizio alle 21, ingresso libero).

L’iniziativa, nata dalla collaborazione tra il Comune di Castellanza, la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, il Circolo Culturale Ricreativo della Bcc e le scuole cittadine, ha un duplice scopo: «Innanzitutto creare un primo contatto tra i ragazzi e l’opera. Avvicinarsi fin da piccoli alla musica d’arte, potendo entrare in contatto con un direttore, musicisti e cantanti può aiutare a far scoprire l’opera», spiega Roberto Scazzosi presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. «Non certo secondo, la possibilità di offrire alla città di Castellanza un momento di grande cultura. Siamo convinti che la musica arricchisca ogni persona che vi si accosta, specie i bambini in un’età, come è quella scolare, in cui le capacità di apprendimento e la curiosità sono ai livelli massimi. La peculiarità di una banca di credito cooperativo è nella sua vocazione: l’attività bancaria è finalizzata al sostegno del territorio sia che si tratti di creare strumenti nuovi per imprese e famiglie, sia che si tratti di promuovere occasioni di cultura».
L’iniziativa, culturale e didattica allo stesso tempo, ha trovato l’Amministrazione Comunale di Castellanza attenta. «Siamo molto contenti di questa iniziativa – dichiara il sindaco della città di Castellanza, Mirella Cerini – che testimonia l’ottimo rapporto instaurato dall’Amministrazione Comunale con la Banca di Credito Cooperativo. Un rapporto che quest’anno ha già portato in città il concerto del mese di giugno e che ora prosegue con questo importante appuntamento. Portare la musica, in particolare l’opera, nelle scuole ritengo sia una iniziativa di grande cultura. Sono convinta che la musica possa contribuire in maniera sostanziale allo sviluppo armonico del bambino. Grazie quindi alla Bcc e a tutti coloro che hanno voluto e sostenuto questa iniziativa».
Il progetto parte da lontano e ha visto protagonista l’associazione Amadeus che, sotto la direzione artistica del maestro Marco Raimondi, ha realizzato una versione dell’opera per coinvolgere i ragazzi. «L’obiettivo è andare oltre una fruizione della musica frontale, ma arrivare ad una fruizione consapevole», spiega il maestro Raimondi. «Questo sia per le rappresentazioni previste per i ragazzi, sia per lo spettacolo in programma alla sera e aperto a tutti. Mi piace fare un raffronto con la cucina: quando ci sediamo a tavola non pensiamo a nutrirci, ma anche e soprattutto a gustare un determinato piatto. Così dovrebbe essere anche per la musica: vogliamo far gustare un’opera e per arrivare a questo è necessario far capire, rendere il pubblico parte attiva».

Nella foto allegata da sinistra: Gianni Bettoni – Assessore alla Cultura della Città di Castellanza; Laura Landonio – Dirigente scolastico Istituto Comprensivo Castellanza; Rosangela Olgiati – Consigliere Comunale delegato all’Istruzione della Città di Castellanza; Mirella Cerini – Sindaco della Città di Castellanza; Simone Mantovani – Responsabile relazioni esterne ente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate; Maria Carla Ceriotti – Presidente del Circolo culturale e ricreativo della Bcc; Marco Raimondi – Direttore artistico Compagnia dell’Opera e Orchestra Amadeus

Per l’immagine in alta definizione: http://bit.ly/2ia4yDN

LE NOZZE DI FIGARO
Le “Nozze di Figaro” KV492, ossia la folle giornata, è un’opera lirica di Wolfgang Amadeus Mozart. Il libretto è tratto dalla commedia “Le mariage de Figaro” di Beaumarchais. È una delle più famose opere di Mozart, realizzata in collaborazione con il librettista Lorenzo Da Ponte, che ha portato anche alla creazione del “Don Giovanni” e di “Così fan tutte”. L’opera è in quattro atti e ruota attorno alle trame del Conte d’Al­maviva, che si è invaghito di Susanna, la cameriera della Contessa, pro­messa sposa di Figaro. La vicenda si svolge attraverso una serie vorticosa di situazioni comiche ed azioni drammatiche, tresche ed inganni, in cui tutti i personaggi si troveranno coinvolti nel corso di una sola giornata che si concluderà con un sospirato lieto fine.

Compagnia dell’Opera AMADEUS:
• Susanna, cameriera della Contessa: Olga Angelillo, soprano
• Figaro, factotum del Conte: Davide Rocca, baritono
• La Contessa di Almaviva: Cecilia Son, soprano
• Il Conte di Almaviva: Luca Vianello, baritono
• Cherubino, paggio: Camilla Antonini, mezzosoprano
• Marcellina, dama di corte: Mizuki Watanabe, mezzosoprano
• Don Bartolo, medico di Siviglia: Roberto Termine, basso
• Basilio e Don Curzio: Luca Lotorto, tenore

Solisti dell’Orchestra AMADEUS:
• Stefano Grossi, violino
• Ivan Zarrilli, violino
• Luca Antepolla, viola
• Lucio Corrente, violoncello
• Luigi Correnti, contrabbasso
• Enrico Raimondi, pianoforte

Presentatore e voce recitante: Danilo Lamperti

Direttore artistico: Marco Raimondi

13 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
gennaro

Una vera e propria esecuzione. Un uomo di 38 anni è stato crivellato di colpi e il suo corpo è stati trovato questa mattina, verso le 8.30, in via Tasso. La vittima è Gennaro Tirino, originario di Napoli, viveva a Castellanza in provincia di Varese.Legnano - Omicidio via Tasso

Questa mattina si apprestava a raggiungere la sua autofficina a Legnano quando è stato avvicinato da qualcuno che gli ha esploso contro sette colpi di pistola. A nulla sino serviti i soccorsi, ormai per il 38enne non c’era più niente da fare. Sul posto sono arrivati i carabinieri della Compagnia di Legnano per l’avvio delle indagini.

27 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts