Home Altomilanese
Category

Altomilanese

IMG_7981
fiume

Ewaso Ngiro River, nei pressi della Missione, nella stagione delle piogge. Si vedono uomini che con l’utilizzo di pompe, immagazzinano l’acqua per i periodi di siccità. Notare il colore dell’acqua.

Un interessante progetto di solidarietà e cooperazione coinvolge alcune classi dell’Istituto Marcora. Si tratta della progettazione di pannelli solari che serviranno per far funzionare un pozzo nell’area di Archers Post nel distretto di Samburo nel Kenia del nord, una zona semiarida con situazione di criticità per quanto riguarda l’acqua.

Ci troviamo in una missione cattolica e gli abitanti hanno sempre preso l’acqua da un vecchio pozzo a vento e da un fiume che scorre nei pressi ma nel quale si abbeverano anche gli animali con tutti i rischi che ne conseguono.

archerNel 2015 è stato scavato un pozzo nuovo e nella fase di distribuzione dell’acqua interviene la scuola inverunese che ha conosciuto questa realtà del Kenia attraverso il progetto “Vieni e vedi“, una esperienza formativa per i ragazzi per renderli consapevoli delle difficoltà che incontrano altre persone nel mondo.

archer2Gli studenti seguiti da un loro insegnante, Giuseppe Rescaldina, sono impegnati nei lavori per dare energia elettrica in grado di pompare acqua dal pozzo che raggiungerà dei tank della capacità di 26.000 litri l’uno dai quali per gravità l’acqua verrà distribuita nelle diverse strutture della missione. La scuola inverunese realizzerà la struttura metallica, che sarà posta sui pilastri dell’esistente ricovero mezzi, sulla quale saranno posati i pannelli solari che forniranno energia elettrica al pozzo e ad altre strutture come il centro sanitario.

Nel progetto sono coinvolte le classi 4°D manutenzione, le classi seconde del chimico biologico e la 5^A grafici. Il tutto si concluderà entro il giugno di quest’anno.

19 gennaio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Screen Shot 2017-01-17 at 13.26.26

La prima mail della signora Forlani, inviata ai comuni di Bernate e Cuggiono, risale al Luglio 2016. Il testo della Mail diceva: “volevo segnalare che il canale che costeggia Via Cicogna, andando verso Bernate, e il tratto di canale dietro la Villa Annoni (sempre partendo da Via Cicogna) sono pieni di rifiuti abbandonati“.

Dopo un certo periodo, la signora, convinta che la sua missiva fosse stata ascoltata, ripassa di li, è 21 Novembre del 2016. Con suo rammarico, scopre che l’immondizia è ancora li. La signora non demorde e certa che qualcuno l’ascolterà rimanda una mail ai due comuni.

Martedì 17 Gennaio 2016, la signora che sta facendo una passeggiata, con suo rammarico nota che nessuno ha pulito.  Nel 2016 aveva già scattato e conservato una foto, decide di fare una foto comparativa e scrive la terza mail: “Ho segnalato questi rifiuti abbandonati il 21 LUGLIO 2016, li ho risegnalati il 29 NOVEMBRE 2016. Oggi sono passata e li trovo ancora li’. E’ vergognoso che non si faccia niente e non si perda nemmeno tempo per rispondere ai messaggi dei cittadini“.

Una risposta la Signora Forlani l’ha ricevuta subito dopo l’invio della terza mail. Le ha scritto il Comandante della Polizia Locale di Bernate Domenico Abbrescia, cosi: ” Buongiorno Signora Forlani, dopo la telefonata intercorsa verso le ore 14.45 di oggi 17/01/2017, le comunico che la Via Cicogna e  il tratto di canale dietro la Villa Annoni, sono sul territorio del Comune di Cuggiono. Quanto sopra per opportuna e doverosa conoscenza.  Responsabile P.O. Area Polizia Locale e Commercio, Commissario Domenico ABBRESCIA“.

Una cosa la Signora Forlani l’ha scoperta, la spazzatura è di competenza del Comune di Cuggiono. Un grande passo avanti! – scusi la battuta – In tono amichevole la chiamo Stefania. Stefania continua con le mail e sicuramente qualcuno risponderà! Hai la nostra Solidarietà!

Politica, Etimologia del termine

Dal greco antico politikḗ (“che attiene alla pόlis“, la città-stato), con sottinteso téchnē (“arte” o “tecnica”); per estensione: “arte che attiene alla città-stato”, talvolta parafrasato in “tecnica di governo (della società)”.

Dalla stessa radice (πόλις, pόlis, “città-stato”) derivano anche il sostantivo polī́tēs (πολίτης, “cittadino”) e l’aggettivo polītikós (πολιτικός, “politico”).

19 gennaio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
16144066_390684257952576_297110886_n

Fotografar Viaggiando” organizzato dal “Gruppo Artistico Occhio” di Cuggiono è una rassegna culturale che vuole fare dei fotografi i protagonisti. Viaggiando, attraverso le loro immagini raccontano le loro esperienze, un vero e proprio documentario fotografico.

I paesi e l’emozioni congelate in uno scatto sono molteplici e conducono il pubblico presente a confrontarsi con mondi lontani.

16128619_390684267952575_976719606_nIl 13 Gennaio 2017 a Castelletto di Cuggiono, presso la Scala di Giacobbe (sede prestigiosa di eventi), la serata conclusiva dell’edizione 2016 di “Fotografar Viaggiando” in compagnia di Alessandro Pellegatta. Il titolo era “Pietre – La Memoria e il Tempo“, una conferenza/incontro su Armenia, Eritrea ed Etiopia, con la colonna sonora di Ilaria Tortorelli.

Gli protagonisti, delle serate precedenti sono stati: Marco Invernizzi con “il giro del mondo in bici”,  Fausto Monti con la Patagonia, Academia Peregrini con “il cammino di Santiago” e Luigi Paoli con la “Cina”. Da segnalare che il 10 Febbraio sarà riproposta una serata a Castano Primo con Marco Invernizzi e il suo giro del mondo in bici.

Gimmy Arena

18 gennaio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
index

indxMi voglio scusare con i membri del motoclub se solo ora pubblico della loro tradizionale iniziativa “befana benefica” organizzata, come sempre, dal Motoclub Europa di Buscate.

Quest’anno, i motociclisti buscatesi, si sono recati presso le strutture di assistenza per anziani E. Azzalin  di Inveruno, alla Fondazione Opera Pia iexColleoni  e sempre a Castano Primo all’Opera Don Guanella. Qui hanno portato qualche dono e un po’ di allegria. Il Sindaco Fabio Merlotti sottolinea: E’ molto bello che un’associazione “vitale” e guascona come il motoclub si ricordi di chi ha bisogno di assistenza e compagnia”.

16 gennaio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
IMG_8205-1170x780

Per gentile concessione della collega Sara Riboldi, riproponiamo il suo articolo preso dal suo sito Il Giornale del Castanese:

Cuggiono – Un comandante della Polizia locale temporaneamente sospeso dalla sua funzione di responsabile e un procedimento di verifica da parte del Comune nei confronti di un agente di Polizia locale e dello stesso comandante, in qualità della sua funzione di responsabile e quindi del suo ruolo di controllo. Questa è la situazione attuale a Cuggiono. Bisognerà attendere però per capire se effettivamente ci siano responsabilità e di che tipologia.

Bocche cucite sul provvedimento

La notizia sta facendo il giro del paese e sono in tanti a chiedersi i motivi di questa decisione da parte del sindaco di Cuggiono, Flavio Polloni. A Cuggiono girano parecchie voci ma il sindaco Polloni per il momento spiega senza sbilanciarsi. “E’ in corso da parte del segretario un procedimento di verifica nei confronti di un agente e del comandante, data la sua funzione di responsabile e quindi di controllo. L’amministrazione tiene a mettere in campo controlli accurati. Di conseguenza, in via preventiva, abbiamo deciso di sospendere il comandante dalla sua funzione di comando fino a quando non sarà concluso l’iter di verifica, che dovrebbe chiudersi entro la fine di gennaio. Per il momento a fare le veci del comandante è il suo vice, Gabriele Pellegatta. Il provvedimento è temporaneo – sottolinea Polloni – Comandante e agente continuano a lavorare e la vigilanza prosegue normalmente. Ci è sembrata la soluzione migliore nell’interesse del cittadino”.

Le reazioni

Bocche cucite sulle motivazioni, dunque. Non è il caso di dare giudizi o dare alito a voci non verificate. Certo è che la decisione del sindaco di non spiegare i motivi, almeno in generale, che hanno portato al procedimento di controllo non è stata apprezzata né dai cittadini né dalle forze d’opposizione. “Non sappiamo niente sulla vicenda – commenta Maria Teresa Perletti (Lega Nord) – Stiamo valutando se presentare un’interrogazione perché si vorrebbe un documento ufficiale che spiegasse la situazione. Chiarezza e trasparenza ci devono essere”.

Sulla questione interviene anche Lidia Gualdoni (‘Lavoriamo per Cuggiono’): “Non conoscendo tutti i dettagli e, dunque, la gravità della situazione, non so dire se la sospensione decisa dal sindaco sia un atto dovuto e necessario o una semplice precauzione. Quello che posso dire è che il comandante mi è sempre parso una persona corretta e attenta nello svolgere con serietà il proprio ruolo. Se ci sono stati problemi (e il condizionale è d’obbligo), forse sono stati causati da un eccesso di fiducia che potrebbe aver portato il comandante a sottovalutare la possibilità di potenziali illeciti. Quello che auspico è che le procedure di controllo terminino presto, le responsabilità (qualora ci fossero) vengano accertate e che il comandante possa riottenere il proprio ruolo. Circa il silenzio del sindaco e dell’amministrazione che, per motivi comprensibili – ma fino a un certo punto – evita di chiarire la situazione ai cittadini, posso solo dire che non c’è nulla di nuovo. Forse, una dichiarazione congiunta, concordata con il comandante, lungi dal condizionare l’esito dei controlli, metterebbe fine alle voci e alle supposizioni che circolano in paese”.

16 gennaio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
16118435_10211719490686961_85346463_n

Riceviamo e Pubblichiamo:

Arconate, 16 gennaio 2017 – L’Amministrazione comunale di Arconate ha provveduto all’assunzione a tempo pieno e indeterminato di un nuovo agente di Polizia locale. La nuova vigilessa, operativa a partire da oggi, lunedì 16 gennaio, si chiama Noemi De Luca, ha 34 anni ed è laureata in scienze politiche-studi europei all’Università di Palermo.
L’agente De Luca vanta già un’esperienza di due anni in Polizia Locale: ha lavorato nei Comuni di Verona, Travedona Monate, Darfo e Capo di Ponte.
16128838_10211719491126972_1512291988_nCon la sua assunzione, l’Amministrazione comunale ha completato l’organico del comando di Polizia locale, che può dunque operare nel pieno delle sue funzioni e della sua efficienza. “De Luca – dichiara il comandante della Polizia locale di Arconate e Busto Garolfo, Antonello Grassiha superato e vinto un concorso ed è certamente una figura valida e preparata. Ora affronterà un periodo di formazione obbligatoria, richiesto da Regione Lombardia, e poi potrà lavorare nel pieno delle sue funzioni”.
Siamo soddisfatti e pieni di aspettative per l’avventura professionale della nuova vigilessa – dichiara il sindaco di
Arconate, Andrea Colombo – finalmente, dopo più di due anni, abbiamo un agente assunto a tempo indeterminato. A De Luca le congratulazioni di tutta l’Amministrazione comunale e un grosso in bocca al lupo”.

Il Comune di Arconate

16 gennaio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts