Home Cuggiono
Category

Cuggiono

IMG_3914

22686_1106358572713834_3820257535918685777_nA prescindere non si può piacere a tutti. Da sempre esistono esistono le preferenze. L’italia è sempre stata divisa in due, un esempio lo fa il ciclismo, 50% tifava per Bartali l’altro 50% tifava per Coppi. Stesse preferenze ai tempi di Saronni e Moser, i tifosi divisi in due.

Piccola premessa per dire che so che al 50% di voi non piaccio, vedrò di farmene una ragione. Negli Articoli che scrivo, tento di non offendere mai nessuno. Non sono un moderato, anzi, ci sono moltevolte che vorrei farlo,ma conoscendo le responsabilità di uno che è molto letto, tento di moderarmi.

Non solo noi di CAM, stiamo aspettando da mesi di conoscere realmente le ragioni della sospensione del Comandante della Polizia Locale di Cuggiono Roberto Manduci e di un suo sottoposto (ricordo che Manduci da Lunedi 24. Sabato abbiamo scritto un articolo che ha infastidito qualcuno. Non gli è piaciuto il termine OMERTA’ nel titolo.

Quando scrivo qualcosa lo faccio mettendoci una firma, mettendoci la faccia, voi che leggete sapete chi sono!

Beh! questa persona che si firma solo “Piero” ci scrive dandoci dei malati di mente. Credo che sia sicuramente un’offesa, ma non m’interessa fa parte del gioco.

Tutti sanno che col giornalismo e conseguentemente con la lingua italiana sono un autodidatta. Ma la cosa di fare sempre i professori mi infastidisce di più che l’offesa.

Il testo originale mandanto da “Piero” che ci dà lezioni d’italiano (ha copiato da wikipedia):

Se Polloni e Perletti ti querelassero per il penoso articolo sui vigili di Cuggiono il giudice ti assolverebbe comunque
per ignoranza cronica tua e dei tuoi pseudo giornalisti, quindi non punibili ma malati da curare.

1) OMERTA’ = Forma di solidarietà tra consociati, volta alla copertura di condotte delittuose, celando l’identità di chi ha commesso un reato o comunque tacendo circostanze utili alle indagini dell’autorità giudiziaria

2) Quando in un consiglio comunale si parla di fatti personali riguardanti una persona lo stesso per regolamento si tiene a porte chiuse.

La mia risposta a questa  mail è stata semplice:

Grazie dell’informazione… ma c’è un intera giunta che non parla… quindi omertà ci sta…  Poi la sicurezza è un diritto di tutti i cittadini e i dipendenti della Polizia Locale non sono privati cittadini… quindi in questo caso non protetti da privacy!… inoltre esiste la libertà di opinione. …  Poi sarebbe carino che ti firmassi, Piero é un po’ poco… cosi se t’incontro per strada ti offro caffè“.

IMG_3886La Seconda Mail di “Piero” ci fa pensare che sia uno che abbia accesso ad atti importanti che non tutti possono vedere (Sappiamo che tra Manducci e l’Amministrazione c’è un patto di riservatezza) e quest’uomo ha letto documenti riservati o almeno lo crediamo, scrive:

Sta anche scritto nel verbale di conciliazione. Sul termine improprio di omertà avevo ragione, non lo hai ancora capito“.

Nessun Giornalista ha mai avuto o letto il Verbale di Conciliazione.  Se ce lo fa avere lo leggiamo, la mia mail la conosce.

Anzi, mi sa che il Sindaco le è molto vicino, nel caso la vede, le può dire che aspetto sempre un suo comunicato sulla vicenda, oppure se preferisce facciamo una bella video intervista, a cui se vuole può partecipare anche lei. Così alziamo il livello della trasparenza amministrativa. E le offro il caffè promesso.

PERO PER CONCLUDERE LEZIONE D’ITALIANO (da Garzanti):

omertà

[o-mer-tà] n.f. invar.

1) solidarietà, silenzio su mancanze, colpe altrui per salvaguardare propri interessi, per timore di conseguenze negative ecc.

2) forma di solidarietà propria della malavita, per cui si mantiene il silenzio su un delitto o sulle sue circostanze in modo da ostacolare la ricerca e la punizione del colpevole

Pe me vale la PRIMA. Per capirci la numero uno, mi sto preoccupando perchè per lei vale la seconda, devo dubitare che c’è molto di più sulla vicenda?

Poi definiamo la parola DELITTO a lei tanto cara:

In particolare, il termine viene utilizzato con due diversi significati:

  • nel diritto civile di alcuni ordinamenti di Civil Law, designa una delle due categorie in cui si dividono gli illeciti civili etracontrattuali (delitto civile);
  • nel diritto penale di vari ordinamenti di Civil Law, designa una delle due o tre categorie in cui si dividono i reati (delitto penale).

Inoltre le devo ricordare che la Maria Teresa Perletti in Consiglio Comunale gridò più volte alla TRASPARENZA amministrativa sulla vicenda a Polloni. Ora che tocca a lei “omette?”

Manca una sola cosa, S.R. l’altro Vigile coinvolto nella vicenda, il 1* di Agosto rientrerà, scade il periodo di sospensione. Mi stanno già chiedendo in molti come verrà impiegato dall’amministrazione. E’ solo una domanda.

 

24 luglio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
IMG_8205-1170x780
Foto d'archivio

Foto d’archivio

Eravamo presenti quando si parlò in consiglio comunale della vicenda della sospensione dei due agenti della Polizia Locale. Ne fecimo un articolo che spiegava che Polloni, aggrappandosi alla privacy, ci “buttò” letteralmente fuori dal consiglio comunale.

Allora la Perletti e i suoi furono invitati a rimanere perchè, secondo Polloni, loro avevano il diritto di sapere cosa era successo.

La Polizia Locale è alle dirette dipendenze del Sindaco che è votato dal popolo e al popolo deve riferire, qui la privacy non esiste.

Abbiamo sentito il Sindaco di Turbigo, Christian Garavaglia, il quale ci ha confermato che da Lunedi 24, il Comandante Fabrizio Rudoni gestira part time anche il Comando di Cuggiono. Garavaglia ha avuto parole di elogio per Rudoni: “Questa convenzione di tre mesi col comune di Cuggiono ci fa capire che, quando un comune è in difficoltà si può collaborare fattivamente tra amministrazioni – parlando del Comandante Rudoni afferma – è un ottimo elemento, sono fiero che il Sindaco di Cuggiono abbia richiesto espressamente lui. Inoltre sarà sicuramente un esperienza che porterà cose buone anche al nostro comando. Personalmente ho la responsabilità politica del Comando di Turbigo ormai da 15 anni e sappiamo che portemo la nostra capacità di lavorare anche al Comando di Cuggiono “.

Conosciamo personalmente da anni Fabrizio Rudoni, sappiamo della sua capacità di operare e gioverà sicuramente al comando di Cuggiono. Una domanda ce la dobbiamo porre “ma le amministrazioni locali stanno lavorando per unirsi e formare un comando unico tra più comuni, oppure semplicemente, prima Polloni e adesso la Perletti non sanno come gestire la vicenda dei due vigili”.

Nel frattempo Cuggiono, come abbiamo scritto precedentemente “Ha la Guarnigione Sguarnita!

Una giornalista, nostra amica, ci ha segnalato che ci sarà un comunicato stampa sulla vicenda da parte del Sindaco Maria Teresa Perletti. Lasciamo al Sindaco la mail personale del direttore che ci fa sapere che lo aspetta con ansia.

Un Sindaco ha il dovere d’informare i suoi cittadini, specie su vicende che mettono delle problematiche alla sicurezza.

La Mail del Direttore di CAM è francesco@corrierealtomilanese.com

23 luglio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
manduci

Roberto Manduci, da poco reintegrato nel ruolo di comandante della Polizia locale di Cuggiono da lunedì sarà in mobilità. Una vicenda sulla quale regna ancora il mistero.

Da lunedì il ruolo di comandante verrà assunto, nuovamente e part time, dal già comandante della Polizia locale di Turbigo Fabrizio Rudoni. (seguiranno aggiornamenti nelle prossime ore)

 

21 luglio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
19987583_1926014710748212_1091333773_n

Riceviamo e Pubblichiamo

Paolo Sassi

Paolo Sassi

Comunichiamo che, a seguito delle dimissioni di Annachiara Blandino, la carica di Presidente del movimento civico Agorà viene assunta da Paolo Sassi. Annachiara Blandino ha avanzato le sue dimissioni per sopraggiunti impegni personali. La vice-presidenza passa a Marzia Festa; Luca Paganini rimane Segretario.

Il nuovo Presidente sarà portavoce e referente ufficiale di Agorà.

17 luglio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
lanca

La lanca a Bernate Ticino è sicuramente un paradiso naturale a pochi passi da casa. Un’oasi tra natura, animali, storia e tantissimo altro ancora. Vera e propria palestra naturale per gli amanti della mountain bike e del trail running. Cosa c’è di meglio? Eppure è ancora poco frequentata, anche se per certoi versi è meglio così. Che resti patrimonio naturale per chi sa apprezzare la natura ancora incontaminata o quasi. Gli altri che se ne stiano a casa. Oggi noi di Corrierealtomilanese.com l’abbiamo sperimentata per l’ennesima volta.lanca1

Percorrere i sentieri che separano Bernate Ticino da Castelletto di Cuggiono è bellissimo. Si corre in mezzo a rovi tra mille insidie e si sbuca a Castelletto dove sembra quasi di ritornare sul pianeta terra brulicante di gente. Siamo in prossimità del fiume e ci si accorge che i sentieri sono finiti dal vociare della folla che si accalca al Ticino. Oggi, giornata caldissima di luglio, erano centinaia e centinaia i vancanzieri della domenica al fiume. Non piùì di due o tre i bikers che abbiamo incontrato lungo il sentiero della lanca.

Un paradiso anche di storia. Si entra a contatto con le marcite. Hanno origini antichissime i campi coltivati a marcita e vederle dal vivo rappresenta sicuramente un’esperienza. Siamo vicini alla canonica Agostiniana di Bernate. Un tuffo nella storia passata, tra cultura, sport e natura. questo è la lanca. Paradiso a pochi chilometri da casa.

 

16 luglio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
19964712_10211958405468560_719797046_n

20067921_10211958397428359_1670732439_nQuarant’anni e non sentirli, Simona Gioli fa il suo ingresso nel Gorla Volley targato Cosmel. Lo sponsor Cuggionese ha ospitato presso la sua azienda la presentazione ufficiale dell’atleta.

La voglia di ripartire di rimettersi in gioco in una società seria e ambiziosa come quella del presidente Ivan Travaini e di portare tutta la sua esperienza al servizio di una squadra neopromossa in B1 e che punta molto in alto.

La Gioli durante la presentazione ha sottolineato “Sono molto contenta della mia scelta e non ho avuto problemi nell’accettare un club di B1 come il Gorla. Non volevo chiudere la mia carriera con una retrocessione e sono pronta a ripartire e a dare come sempre il massimo. L’obiettivo è molto stimolante“.

Promosso cinque volte in cinque anni, il Gorla, con l’ingresso della campionessa Simona Gioli punta ancora più in alto. Con gli Sponsor con la campionessa e con i tecnici capaci, non si punta solo a vincere ma ad elevare l’immagine dell’intero complesso sportivo.

Il Gorla Volley è prima squadra, ma non solo, sottolinea il presidente: “Negli anni scorsi abbiamo investito tanto anche nel settore giovanile e abbiamo portato a Gorla Minore un ottimo coach come Giordano Maiocchi, prima a Castellanza. I frutti si sono visti tanto che nell’ultima stagione l’Under 16 ha raggiunto le finali provinciali e l’Under 14 ci è andata vicinissima“.

13 luglio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts