Home Cuggiono
Category

Cuggiono

proroga cuggiono

Le promesse elettorali ormai di questi tempi sono sempre disilluse. Una di queste il Centro Destra Unito l’aveva fatta sulla pista ciclabile e diceva testualmente nel loro programma: “Studio di una Nuova Viabilita’ necessaria dopo la realizzazione della Pista Ciclabile di collegamento Buscate – Castano Primo – Cuggiono – Castelletto in corso di progetto defi nitivo (bando fi nanziato da Regione Lombardia)“. la notizia finale è che oltre a evitare di “buttare” soldi per lo studio di una nuova viabilità, la pista cilabile non si farà.

Notizia che abbiamo visto oggi, con delibera n° 89 del 30/10/2017 e pubblicata il 10/11/2017, vengono confermati i noleggi delle attrezzature per la sosta a pagamento. Questa notizia non è piaciuta ai commercianti cuggionesi e qualcuno di loro ce l’ha segnalato. Leggiamo all’interno della delibera: “RITENUTO OPPORTUNO non interrompere l’attuale servizio al fine di effettuare le opportune verifiche e lo sviluppo di eventuali ed ulteriori provvedimenti di regolazione della sosta“.

Fino al 31/12/2017 i parcheggi blu saranno ancora a pagamento. Rcordatevelo quando parcheggiate. Noi ci ricordiamo che proprio il Sindaco era contro i parcheggi a pagamento quando era all’opposizione.

Rimane aperta sempre la questione Polizia Locale, di cui sembra non trapelare nulla. Chissà se il Vice Sindaco Vener un giorno farà una conferenza stampa sulla vicenda. La questione Comando Polizia Locale è uno dei punti in cui la maggioranza è divisa. Per il Sindaco, di questi tempi, la parola d’ordine unica e indiscutibile sembra essere RESISTERE!

Cliccando qui vedrete il programma eleetorale con cui si presentava il Centro Destra Cuggionese

La Delibera N° 89 sui parcheggi

14 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
mariam scandroglio

Una delle cose a cui crede da sempre Mariam è che il mondo non si ferma in Italia. La sua cultura va al di là dei nostri confini. Ivoriana di nascita, adottata da una famiglia italiana, ha un desiderio, da sempre, valorizzare la terra in cui è nata, con la chiara mentalità della “milanese che è in lei.

Il nostro direttore la conosce da sempre. l’ha vista crescere e formarsi, con questa intervista la vuole far conoscere ad un pubblico più ampio.

Seguitela nel nostro video:

10 novembre 2017 0 comment
1 Facebook Twitter Google + Pinterest
ciclabile

Riceviamo e Pubblichiamo

agorà cuggiono-2Il tema delle piste ciclabili è una esigenza sentita dalla maggioranza dei cittadini ed è un tema imprescindibile per rendere migliore Cuggiono.
Noi di Agorà nel programma elettorale abbiamo inserito l’esigenza di dare una risposta congiunta, con un approccio di progettualità integrata, ai temi piste ciclopedonali, circonvallazione e viabilità cittadina. Pur ringraziando il sindaco per aver spiegato le ragioni che hanno portato a non poter rendere operativo il progetto, non accettiamo la sufficienza con cui ha posticipato il tema piste-ciclabili a data da destinarsi. Le piste ciclabili devono rimanere un punto qualificante per la trasformazione del nostro paese e deve essere considerato assieme al tema viabilità che include a sua volta il tema circonvallazione.

Ogni tentativo di scorporare questi temi porterà a risultati sommari e parziali. Pur non condividendo in toto il progetto proposto dall’ex-amministrazione di centrosinistra, per via della modalità di delimitazione delle piste (dipinte sulla sede stradale), per l’ampio sacrificio di parcheggi e per la totale esclusione delle strade bianche/vicinali, ci rammarichiamo con il Sindaco Perletti per aver “barattato” le piste ciclabili con la circonvallazione.
A questo punto, suggeriamo al Sindaco di indire un tavolo dove maggioranza e opposizione, insieme, partecipino alla costruzione di una idea integrata che potrà essere resa operativa attraverso il lavoro dell’attuale e delle future amministrazioni.

Il Gruppo consigliare Agorà – “L’unica lista civica”

7 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
mantovani
MG_9173

Mantovani in Villa Clerici a Cuggiono

Per Mario Mantovani, Ex Sindaco di Arconate, Ex Euro Parlamentare, Ex Senatore, Ex Vice Governatore Lombardo e Ex Assessore alla Sanità Lombarda, ancora guai con la giustizia. L’accusa questa volta è peculato. Secondo la Procura di Milano, tra le Onlus a lui riconducibili e la società ‘Spem Srl’, avvrebbe stipulato falsi contratti di locazione. Sottraendo, in questo modo, ingenti somme di denaro dalle casse di cooperative sociali da lui controllate.

Il G.I.P. Teresa De Pascale, accogliendo la richiesta del pubblico ministero Giovanni Polizzi, ha ordinato il sequestro preventivo di 1,3 milioni di euro sui conti correnti di Mantovani.

La nuova indagine è legata all’inchiesta ‘Entourage’ che portò in carcere nell’Ottobre del 2015 Mario Mantovani. Da quegli accertamenti, gli inquirenti, avrebbero messo in rilievo una serie di illeciti allo scopo di far uscire denaro delle casse delle cooperative. Denaro che poi sarebbe finito a Mantovani. Assieme al politico arconatese risultano indagate altre 9 persone, tutte per concorso in peculato.

Dal Corriere della Sera leggiamo che la Gdf ha sequestrato, oltre ai soldi su conti correnti, la settecentesca Villa Clerici di Cuggiono.

7 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
giunta

Una conferenza stampa difficile per l’amministrazione Perletti. Dire no a soldi pubblici già stanziati non è mai semplice. CAM per motivi già preannunciati non c’era in conferenza stampa, ma fortunatamente l’abbiamo seguita dalla diretta di Logos

mappa ciclabileMolti i punti prevedibili del no alla pista ciclabile. Uno dei punti che non condividiamo è l’affermazione della Perletti che dice: “Noi regali al comune di Buscate non ne facciamo, quel tratto costa troppo!”. Il tratto in questione è di soli 890 metri, secondo gli amministratori cuggionesi costerebbe 337,0786516854 € al metro, circa 300.000 €. Sono stato attento alle virgole, perché nel Filmato reso pubblico da Logos, la Soldadino, presente in conferenza ci tiene parecchio ai decimali. Torniamo sul pezzo, dal nostro punto di vista, potete seguire il Video integrale di Logos, il No è solo politico.  Crediamo che si sia detto no alle centinaia di persone che preferiscono la bici ad ogni altro mezzo di locomozione. Una scelta errata, in un momento che si spinge la politica verso l’ecologia, il territorio e non ultima la sicurezza.

logosIn compenso la dichiarazione del Sindaco che si farà la ciclabile Cuggiono/Inveruno (lì i soldi ci sono?) e una circonvallazione che dalla rotonda di Casate che porterà in via Cicogna che, secondo gli amministratori, toglierà il traffico pesante da via Beolchi. La ciclabile Villoresi/Naviglio oppure Cuggiono/Castano (già in parte finanziata) si poteva fare e il Sindaco Perletti e i suoi hanno detto di no, il resto aspettiamo e vedremo, convinti nella frase più in uso in questo momento: “non ci sono i soldi – oppure – non si può sforare i patto di stabilità”.

La delibera Ufficiale al No alla Ciclabile Castano/Cuggiono

Un Grazie a LOGOS per averci fornito le foto

6 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
IMG_0672

Ecco un’altra puntata interessante di “Tra Me e Te” condotta da Francesco Bigogno. Ospite in studio Enrico Rainoldi, componente del consiglio direttivo del Museo Storico Civico Cuggionese Era da parecchio che non vedevo il museo ed è veramente bello.

13533139_1161824583849032_2407423181730269020_nQuando è nato? Trentacinque anni fa in quanto il comune acquisì villa Annoni e diede parte dei locali ad un gruppo di amici che si erano già messi a raccogliere del materiale ed utensili in uso nell’epoca. Tutti i mesi c’è sempre qualcosa di nuovo. Ogni oggetto ha sempre una storia da raccontarci.

Riusciresti a spiegare come è fatto il museo a chi non lo ha mai visto? E’ dislocato in Villa Annoni che è anche sede comunale, in piazza XXV Aprile, nel centro di Cuggiono. Prendiamo l’ala della villa che era museo001della servitù ed occupa il piano terra e quello superiore per un totale di 18 sale a tema. Quella dell’agricoltura, dei mestieri, la cucina che è forse il locale più bello perchè è stato oggetto di restauro conservativo di oggetti dell’epoca. C’è poi la sala dei ciabattini, mentre di sopra abbiamo numerose sale dedicate alla storia contando anche il grandioso torchio che troviamo all’esterno.

411184_405336136164551_1656585009_oQuanti pezzi avete catalogato? Più di tremila sono catalogati, ma abbiamo alle spalle un magazzino tanto da poter aprire un altro museo Quali sono i pezzi più importanti? Il numero uno è la nostra autobotte del 1915. Nato come autocarro militare per il trasporto merci e truppe (sembra abbia fatto la ritirata di Caporetto). Poi venduta dall’esercito e acquistato dal comune di Cuggiono serviva per l’anti incendio attivo in quegli anni anche a Cuggiono. All’epoca ogni paese aveva il suo nucleo anti incendio. Il Museo è aperto tutte le domeniche pomeriggio da maggio e ottobre compreso. Poi ci sono aperture straordinarie come l’8 dicembre in concomitanza con il mercatino di Natale all’interno di Villa Annoni.

Ecco la video intervista integrale:

 

 

4 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts