Home Regionale
Category

Regionale

DSC07690-1170x878

TURBIGO – Il Centrodestra ha sommato 2052 voti, mentre il Centrosinistra 823 e il Movimento Cinque Stelle 893.  

Michela Vittoria Brambilla – eletta alla CAMERA DEI DEPUTATI –  ha ricevuto 2052 voti e, specificatamente, i voti sottesi ai partiti che sostenevano la sua candidatura sono stati i seguenti:

LEGA: 1145 (29,56%);

MOVIMENTO 5 STELLE: 847 (21,86%);

FORZA ITALIA: 633 (16.34%)

FRATELLI ‘ITALIA: 241 (5,44%)

Al SENATO, all’uninominale, Ignazio La Russa è stato eletto anche con 1896 voti turbighesi così suddivisi per singoli partiti:

LEGA: 1061 (29,26%);

CINQUE STELLE: 782 (21,56%);

FORZA ITALIA 568 (15.66%);

FRATELLI D’ITALIA: 213 (5,87%).

Nelle elezioni politiche del 24-25 febbraio 2013 votarono 4405 elettori  (il 4 marzo scorso 4131) e i voti fondamentali andarono al ‘Popolo della Libertà’ che ottenne 1114 voti; il Partito Democratico 929 voti (22%); Lega Nord 595 (14%); il Movimento Cinque Stelle (la novità del tempo) 792 (18,7%); Fratelli d’Italia 60 (1,42%). Tra le altre infinite liste che hanno preso pochi voti c’era già ‘Casa Pound’ che prese 4 voti, il 4 marzo molti di più. 

Per le politiche del 4 marzo, a fare una visita pastorale a Turbigo, è venuto solamente Ignazio La Russa (nella foto, a sponsorizzare la candidatura di Soldadino alla Regione, terza fra gli eletti con circa 2000 voti, potrebbe farcela), mentre alla Camera non è stata eletta Lucrezia Mantovani da Arconate nella lista della Meloni, nonostante l’impegno del padre, che non era stato ricandidato per Forza Italia ed è anche per questa ragione che i consensi verso il partito del Cavaliere si sono ridotti vistosamente. Il Cinque Stelle, dopo cinque anni, ha preso più o meno gli  stessi voti del 2013. Un grande balzo in avanti lo hanno fatto i ‘Fratelli d’Italia’ (da 60 a 213 voti) grazie anche ad una concomitanza di cause di cui abbiamo detto sopra.    

 

 

FOTO A destra il neo senatore Ignazio La Russa, candidato all’uninominale nel centrodestra, ha  doppiato il senatore uscente del PD, Francesco  Prina di Corbetta

6 marzo 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5262_web_Marina_Lazzati

2 - Ricky scuola materna

TURBIGO – L’ex sindaco di Cerro Maggiore ed ex assessore provinciale, che fa parte della lista Fontana Presidente, condivide una riflessione leggera su ciò che sperimentano i candidati di ogni schieramento: dal continuo confronto gli elettori, tra piazze e social, fino ai momenti di fibrillazione durante lo scrutinio. «Vada come vada, rimarrà l’orgoglio di essersi messi al servizio dei cittadini»

La campagna elettorale tipo di un candidato alle regionali inizia quando sa che il suo nome è stato inserito in una lista.

Comincia il delirio di onnipotenza: sono in lista, hanno scelto me tra tanti nominativi inviati, significa che sono il più bravo, ce la posso fare!

Dopodiché, il candidato inizia a ordinare centinaia di manifesti, migliaia di santini con la sua effigie,compra spazi sui giornali, partecipa ai talk show, chatta sui social, fa cose che non si sarebbe mai sognato di fare in vita sua, tipo andare al mercato a stringere mani alle persone.

Poi, a metà campagna, cominciano i dubbi.

Innanzitutto quando capisce che in lista non c’è solo lui, ma anche altre 25 persone. Che hanno ordinato manifesti, santini, chattano sui social, fanno cose che mai si sarebbero sognate di fare tipo andare al mercato a stringere mani alle persone. Eccetera.

I dubbi si rafforzano soprattutto quando, al mercato, le persone alle quali avrebbe voluto spiegare il proprio programma, le persone a cui avrebbe voluto stringere le mani calorosamente, calorosamente lo respingono con improperi tipo: «Andate a casa! Siete tutti uguali! È tutto un magna magna!».

Il giorno delle votazioni, si vede il candidato girare disperatamente per i seggi, sperando che qualche elettore si ricordi della sua faccia vista sui santini, e soprattutto scriva il suo nome sulla scheda giusta, e nello spazio giusto.

Quindi arriva il momento più atteso, quello dello scrutinio dei voti. Ecco che il nostro, dopo la prima scheda in cui non compare il suo nome, e dopo la seconda scheda dove ancora il suo nome è assente, e dopo la terza scheda che un nome ce l’ha, ma non è il suo, passa prima da uno stato di torpore vegetativo per poi degenerare nello sconforto, fino ad avere bisogno di supporto psicologico.

Il giorno dopo lo scrutinio, forte del fatto che di candidato ne è passato soltanto uno, come Highlander, si consolerà pensando che in effetti lui ce l’ha messa tutta, sono gli elettori che non lo hanno capito.

Sembra una barzelletta, ma è proprio così! Sigh!

Resta però io credo per tutti, per me sicuramente, vada come vada, l’orgoglio di averci provato. Di essersi messi al servizio dei cittadini, per portare avanti le proprie idee, mettendoci la faccia, in prima persona.

Un impegno che per me continuerà certamente, come continua da più di vent’anni a questa parte, per cercare di fare cose concrete e utili per il mio territorio.

A tutti i candidati, un grande e sincero “in bocca al lupo”!

Marina Lazzati

Marina Lazzati, classe 1957, sposata con due figlie, ex sindaco di Cerro Maggiore (1995-2004) ed ex assessore provinciale di Milano all’istruzione e all’edilizia scolastica (2009-2014), è candidata alle elezioni regionali della Lombardia per la Circoscrizione di Milano nella lista Fontana Presidente.

www.marinalazzati.it

Facebook https://www.facebook.com/MarinaLazzatiinRegione/

#marinainregione.

 

FOTO Marina Lazzati venne Turbigo nel 2011 all’inaugurazione dell’Asilo Nido di Villa Tatti

2 marzo 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
DSC07690

TURBIGO – In un bar turbighese, domenica 25 febbraio, è arrivata una delegazione di ‘Fratelli d’Italia’, guidata da Ignazio La Russa che tutto il mondo conosce, e da Carlo Fidanza, già europarlamentare, uno dei 12 fondatori di ‘Fratelli d’Italia’, la formazione politica guidata da Giorgia Meloni che sembrerebbe avere buone chances nelle elezioni di domenica prossima.    

 

26 febbraio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
FOTO_MARCORA_FONTANA

VILLA CORTESE- Domenica 25 febbraio, alle ore 11.30, il candidato Marco Marcora per le elezioni regionali in provincia di Milano incontrerà i cittadini di Villa Cortese e dei comuni limitrofi per un aperitivo, come momento di confronto e scambio di opinioni sulle esigenze e le priorità per l’Alto Milanese.

Si tratta della penultima tappa di una serie di incontri locali organizzati da Marcora e finalizzati all’approfondimento diretto con i cittadini dei temi di maggiore interesse del territorio.

Un appuntamento per conoscere il candidato Marco Marcora, 52 anni, professionista del settore tessile, candidato numero 3 della lista «Fontana Presidente» per la circoscrizione di Milano e provincia, dare suggerimenti diretti relativi alle iniziative da portare in Consiglio Regionale e commentare personalmente col Candidato quale sarà il suo programma di lavoro una volta eletto.

L’appuntamento è alle ore 11.30, presso il Bar Rabbolini, in via B. Speroni 2 a Villa Cortese.

23 febbraio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5262_web_Marina_Lazzati

Per le elezioni 2018 Renovate Italy chiede ai candidati di prendere posizione a favore degli interventi per ammodernare gli immobili nel segno dell’ecosostenibilità. La candidata della lista Fontana Presidente firma il manifesto contro lo spreco energetico in Lombardia

Una Lombardia a basse emissioni: è un obiettivo al quale Marina Lazzati, in corsa per il Consiglio Regionale della Lombardia, lavora da sempre. Ed è per questo che ha aderito al manifesto proposto ai candidati delle prossime elezioni regionali da Renovate Italy, movimento che raccoglie numerose realtà imprenditoriali e del no profit impegnate in progetti per la riqualificazione energetica del patrimonio costruito in Italia.
«La lotta allo spreco energetico è un tema che mi sta molto a cuore –dichiara Lazzati–. Nei miei cinque anni da assessore provinciale all’istruzione, tanti sono stati gli interventi per aumentare l’efficienza energetica degli edifici delle scuole superiori. Sono stati installati numerosi impianti fotovoltaici e anche il primo impianto geotermico in una scuola della provincia di Milano. Per questo sottoscrivo il manifesto di Renovate Italy volto a incentivare la riqualificazione degli edifici».

I candidati alle Regionali che sottoscrivono il manifesto di Renovate Italy si impegnano ad adoperarsi affinché vengano applicate le previsioni del Piano Energetico e Ambientale Regionale (PEAR) che attualmente prevede un risparmio di energia pari al 55% dagli edifici, sia pubblici che privati. Altre necessità sottolineate nel manifesto sono quella di dare nuovo impulso alla certificazione energetica (che ha perso molta della propria credibilità, anche a causa dell’insufficienza del sistema dei controlli pubblici); di rafforzare il dialogo permanente tra governo nazionale ed enti locali sui temi della riqualificazione; di rendere gli immobili della Pubblica Amministrazione il primo buon esempio di riqualificazione energetica da comunicare ai cittadini; di promuovere la collaborazione con i diversi soggetti della filiera industriale e finanziaria per mettere in campo azioni efficaci.

Marina Lazzati, classe 1957, sposata con due figlie, ex sindaco di Cerro Maggiore (1995-2004) ed ex assessore provinciale di Milano all’istruzione e all’edilizia scolastica (2009-2014), è candidata alle elezioni regionali della Lombardia per la Circoscrizione di Milano nella lista Fontana Presidente.

19 febbraio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5262_web_Marina_Lazzati

CERRO MAGGIORE – Il 4 marzo si vota per eleggere il nuovo Governatore della Lombardia e per la Circoscrizione di Milano arriva una candidatura che punta su esperienza, concretezza e conoscenza del territorio. È quella di Marina Lazzati, conosciutissima in provincia di Milano e in particolare nell’Altomilanese, dove è nota per essere stata sindaco di Cerro Maggiore per due mandati e assessore provinciale di Milano all’istruzione e all’edilizia scolastica.

Anni spesi al servizio del territorio con una particolare attenzione a temi quali ambiente, scuola, giovani, servizi alla persona, mobilità. Lazzati ha scelto di sostenere la corsa di Attilio Fontana con la lista Fontana Presidente: «Una lista di persone capaci, serie e determinate –spiega la candidata–. Con Fontana condivido l’impegno per una Lombardia vivibile, efficiente e vitale. Una Lombardia che ha di fronte molte sfide: il dopo Expo, la Città Metropolitana, la sicurezza, l’ambiente e i trasporti. Per affrontarli, al primo posto dev’esserci l’ascolto dei bisogni del territorio e io sono pronta a mettere al servizio dei cittadini la mia esperienza e le mie competenze».

Marina Lazzati, classe 1957, è sposata e ha due figlie. Al lavoro nell’azienda di famiglia ha sempre affiancato l’impegno politico: dal 1995 al 2004 è stata sindaco di Cerro Maggiore, dove è ricordata soprattutto per aver condotto la battaglia per la chiusura della discarica, e dal 2004 al 2010 è stata assessore all’istruzione e all’edilizia scolastica della Provincia di Milano, con la responsabilità di oltre centomila studenti degli istituti superiori distribuiti in più di 160 plessi. «Servizi alla persona, attenzione all’ambiente, valorizzazione della cultura del territorio sono i temi di cui mi sono occupata di più nei miei anni da amministratore –spiega–. Ora voglio affrontarli in una nuova dimensione, quella regionale, dove si affiancheranno a questioni cruciali quali l’autonomia lombarda, il lavoro, l’impresa, la sanità. Sarò la voce del territorio in Regione per quanto concerne tutti questi problemi».

Per sostenere la propria candidatura, Marina Lazzati ha deciso di puntare sull’incontro diretto con gli elettori, cominciando mercoledì 14 febbraio, al mercato della “sua” Cerro: «Il contatto con le persone è ciò che mi ha sempre contraddistinta e lo ritengo fondamentale anche per un consigliere regionale» dichiara.

Seguiranno numerosi appuntamenti che si possono seguire anche tramite il sito www.marinalazzati.it e la pagina Facebook “Marina Lazzati in Regione” (https://www.facebook.com/MarinaLazzatiinRegione/) #marinainregione.

13 febbraio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts