Home Albairate
Category

Albairate

impianto biogas

Il consiglio comunale di Albairate, in occasione della seduta dello scorso 24 luglio, ha approvato un documento riguardante le linee di indirizzo in merito alla possibile realizzazione di una nuova sezione all’interno dell’impianto di compostaggio di strada per Marcatutto, che trasformerà l’attuale biogas, prodotto dalla degradazione della frazione organica, in metano che verrà immesso nella rete di trasporto e distribuzione del gas naturale di proprietà della Snam, Rete Gas S.p.A., invece di essere bruciato per produrre energia elettrica come avviene attualmente.

Non si tratta, quindi, di un potenziamento dell’impianto, bensì della possibilità da parte di Ecoprogetto Milano S.r.l., la società che gestisce l’impianto con Ladurner Ambiente S.p.A., di realizzare un importante salto di qualità ambientale e tecnologico in avanti, oltre che rappresentare un’opportunità anche per l’ottimizzazione della gestione dei rifiuti nelle “città”, attivando meccanismi virtuosi di economia circolare.

Inoltre, il metano prodotto, se trasformato in forma liquida, potrebbe anche avere una seconda destinazione e precisamente: essere utilizzato come carburante per autotrazione.

Ecoprogetto Milano, così come previsto nel decreto ministeriale sul biometano dello scorso marzo, avrebbe accesso a degli incentivi statali appunto per la produzione di metano dalla lavorazione del biogas prodotto dai rifiuti organici. In consiglio la maggioranza, guidata dal sindaco Giovani Pioltini, si è espressa a favore del documento. Le minoranze invece hanno votato contro.

Non è stata ancora siglata nessuna nuova convenzione, ma semplicemente con questo documento sono state fissate delle linee di indirizzo che permetteranno alla società di elaborare un piano economico e un progetto da presentare in autunno all’amministrazione comunale e alla cittadinanza.

Un incontro pubblico con i tecnici della società si terrà, mercoledì 12 settembre alle ore 21.00, nella sala consiliare del municipio (via Cesare Battisti, 2). L’Amministrazione ha fissato dei paletti, in particolare l’assoluta non disponibilità a diminuire le royalties che ogni anno devono essere versate da Ecoprogetto Milano al Comune di Albairate, ovvero 370 mila euro dal 2018 (cifra che è aumentata di 100 mila euro rispetto all’importo del 2017). La società, infatti, aveva proposto una diminuzione delle royalties, a fronte dell’investimento necessario per costruire la nuova sezione per la produzione di metano. Invece, l’Amministrazione è disponibile a concedere un incremento al massimo di 15 anni sul diritto di superficie, oltre ai 25 anni già in essere (scadenza nel 2055, anziché nel 2040).

Lo scopo della società, previo accordo con il Comune di Albairate, è di mantenere l’impianto di compostaggio sempre moderno, sicuro, altamente tecnologico e competitivo, installando un sistema che consenta la produzione ecosostenibile di metano da fonte rinnovabile (il rifiuto organico biocompostabile).

In aula consiliare, lo scorso 24 luglio, le minoranze hanno presentato degli emendamenti al documento, in particolare quello del capogruppo Giuseppe La Barbera, in cui si chiedeva di destinare il 50% dei proventi della futura produzione del biometano al Comune, in sostituzione del mancato guadagno per la vendita del 50% del compost prodotto, derivante dalla trasformazione della frazione organica. In realtà, il compost prodotto nell’impianto, non è venduto ma donato gratuitamente agli agricoltori che ne fanno richiesta in quanto ottimo ammendante per il terreno. Inoltre, Ecoprogetto Milano non potrebbe mai cedere il 50% dei proventi della produzione di metano, in quanto non riuscirebbe a sopportare i costi di realizzazione e della successiva gestione della nuova sezione tecnologica e adempiere agli impegni economici verso il Comune. Tale mozione votata da tutte le minoranze ha dimostrato palesemente che le pretese di rinvio del punto all’ordine del giorno avanzate più volte dalla minoranza erano solo scuse per “impantanare” un progetto di cui la maggioranza ha certamente dimostrato di credere. Si conferma che non è stata ancora siglata alcuna convenzione ma solo dettati degli indirizzi indispensabili per passare alle successive fasi.

Il sindaco Giovanni Pioltini ha colto l’occasione per rilevare che l’Amministrazione comunale è consapevole degli eventi odorigeni che periodicamente, specialmente nel periodo estivo, si intensificano e creano disagio alla popolazione. Giovedì 26 luglio si è svolta una riunione della Commissione di controllo istituita dal Comune, i cui componenti sono il dott. Bartolomeo Corrari ed il geometra Luca Quarti, supportata dal geometra Ettore Bortolotti e da tecnici della società Ecoprogetto Milano/Ladurner, che con impegno e professionalità stanno affrontato il problema con l’obiettivo di giungere rapidamente ad una definitiva risoluzione.

Nello stesso tempo anche l’Amministrazione si è sempre attivata chiedendo alla proprietà una maggiore attenzione nella gestione dell’impianto e di effettuare le necessarie verifiche del caso per superare il problema, affinché non si arrechino disagi alla popolazione.

Il sindaco ha invitato i cittadini a segnalare e in maniera dettagliata (in primis orario, durata e luogo) eventuali nuovi episodi odorigeni all’Ufficio tecnico comunale (mail responsabile.utc@comune.albairate.mi.it o sportello utc@comune.albairate.mi.it), affinché si possa incidere di più sugli enti preposti al controllo. Finora solo poche persone, oltre al sindaco in persona e qualche consigliere di maggioranza (ultimamente anche di minoranza) segnalano gli eventi odorigeni.

Nelle prime settimane di agosto, come già programmato, sarà avviato, dalla società Osmotech di Pavia, il monitoraggio olfattivo a cui solo due persone di Albairate hanno aderito. Questo studio si pone l’obbiettivo di valutare l’impatto olfattivo sul territorio di Albairate mediante indagini in campo. Non esiste, infine, alcun nesso tra i casi sporadici di emissioni odorigene e la futura sezione per il biometano.

 

31 luglio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
gaggiano2

Giovedì 14 giugno, presso il Centro Socio-Sanitario, si è tenuta la prima assemblea della Pro Loco Gaggiano con conseguente elezione del Consiglio di Amministrazione della stessa. I 32 soci iscritti alla neonata associazione hanno votato gli 11 consiglieri facenti parte del direttivo, i quali hanno designato al loro interno i mandatari delle singole cariche: Lorenzo Benassi (Presidente), Giovanna Lombardi (vice-presidente), Jacopo Finocchi (segretario), Donatella Bertaggia (tesoriera), Chiara Riso, Maria Rosa Minniti, Emanuela Viaro, Renato Cassani, Marcello Giannini, Pietro Nugnes e Antonella Baiguera. Così come espresso nello statuto, la Pro Loco Gaggiano sarà l’organo competente dell’organizzazione d’iniziative culturali, d’intrattenimento e sociali del paese svolgendo una funzione di aggregazione all’interno della comunità e di promozione del territorio. Punti cardine saranno la massima apertura a tutti coloro che si renderanno pronti a dedicare del tempo al proprio paese, senza avere alcuna affiliazione politica o partitica e soprattutto cercando di stimolare la collaborazione tra cittadini, associazioni, commercianti e istituzioni presenti sul territorio. Obiettivo del prossimo futuro dovrà quindi essere la definizione dell’immagine della Pro Loco, con l’attivazione di canali di comunicazione atti a facilitare il coinvolgimento di tutti coloro che ne volessero fare parte e seguirne i lavori, per giungere, con la Festa Patronale di questo autunno, alla prima sfida pubblica. Il gruppo entusiasta di persone che in questi mesi ha lavorato all’avvio della Pro Loco e i soci che hanno deciso di credere in questo progetto dimostra come gli abitanti di Gaggiano abbiano a cuore il proprio paese, la voglia di creare qualcosa di nuovo e di essere sempre più cittadini attivi. L’invito a partecipare fattivamente con idee , progetti e altro è aperto a tutti !!!   gaggiano 1 

25 giugno 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
rifiuti

È tempo di arginare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti nei luoghi pubblici che ha conseguenze negative per l’ambiente, la salute dei cittadini e i conti pubblici. Il Consorzio dei Comuni del Navigli, facendo da apripista su scala nazionale, ha predisposto un sistema innovativo ed efficace di analisi, monitoraggio, prevenzione e intervento contro l’abbandono dei rifiuti a vantaggio dei 20 comuni consorziati dell’Ovest Milanese (Abbiatense, Castanese e Magentino).

Il Consorzio, infatti, gestisce il ciclo integrato dei rifiuti nei seguenti comuni: Albairate, Arluno, Bernate Ticino, Besate, Bubbiano, Busto Garolfo, Calvignasco, Casorate Primo, Cassinetta di Lugagnano, Castano Primo, Cisliano, Corbetta, Cusago, Inveruno, Mesero, Morimondo, Nosate, Ozzero, Vanzaghello e Vittuone.

Alla presenza dei sindaci dei 20 Comuni consorziati e dei giornalisti, martedì 26 giugno 2018 alle ore 10.15, nella sala consiliare del Municipio di Albairate (via Cesare Battisti, 2), saranno presentati tre specifici progetti contro l’abbandono dei rifiuti.ultima foto

Interverranno: Carlo Ferrè (presidente del Consorzio dei Comuni dei Navigli); Giovanni Pioltini (sindaco di Albairate); Giorgio Ghiringhelli (presidente di ARS Ambiente S.r.l.); Enzo Gasparutti (presidente di Idealservice Soc. Coop.); Christian Migliorati (direttore del Consorzio dei Comuni dei Navigli).

Comunicato ricevuto.

21 giugno 2018 0 comment
1 Facebook Twitter Google + Pinterest
bambini

È iniziato il conto alla rovescia per il tradizionale “Concerto d’Estate” del Corpo Musicale Albairatese che dal 1892 ha formato più generazioni di musicisti albairatesi.locandina

L’evento pubblico è patrocinato dall’Amministrazione comunale e si terrà, sabato 23 giugno 2018 alle ore 21.00, nel cortile dell’Auditorium parrocchiale (piazza don Bonati).

«Questa edizione del concerto è dedicata a due importanti commemorazioni. – rileva il presidente Eugenio MontorfanoInfatti, nel 2018 ricorrono il Centenario della fine della Prima Guerra Mondiale e il 150° Anniversario della morte del compositore Gioacchino Rossini, famoso per alcune grandi opere liriche, tra queste: “La gazza ladra”, “L’italiana in Algeri”, “Guglielmo Tell”, “Tancredi”. Ecco perché il Corpo Musicale Albairatese che è diretto dal 2004 dal maestro Massimo Oldani sabato 23 giugno eseguirà dei brani ad hoc».

 Il sindaco Giovanni Pioltini aggiunge: «È un evento culturale molto atteso che coinvolge la cittadinanza, un valido momento di aggregazione nel periodo della bella stagione.

Il Corpo Musicale Albaimusicistiratese è un’istituzione seria e solida del paese che progressivamente sta attuando un ricambio generazionale. È da sempre supportata anche dall’Amministrazione comunale. Oggi conta 40 elementi, cui si aggiungono gli allievi. La musica richiede impegno e passione. E i nostri giovani ci danno tante soddisfazioni».

 Comunicato ricevuto.

21 giugno 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
concorso_letteratura (3)

La maggioranza dei vincitori aspiranti scrittori è di sesso femminile

Albairate è terra di scrittori in erba. Lo scorso 25 maggio, nella sala consiliare del Municipio, si è svolta la cerimonia del “Concorso letterario per giovani scrittori” indetto dalla Biblioteca comunale “Lino Germani”, in collaborazione con l’Amministrazione comunale e la Fondazione per Leggere.

concorso_letteratura (1)Alla presenza di numerosi cittadini e del sindaco Giovanni Pioltini sono stati consegnati i premi previsti per le due categorie del concorso: Junior (ragazzi tra i 13 e i 17 anni) e Senior (ragazzi tra i 18 e i 26 anni). I partecipanti hanno presentato entro lo scorso 6 aprile un racconto di massimo quattro cartelle a partire da diversi incipit consultabili sul bando del concorso. I racconti sono stati valutati da una giuria presieduta da Laura Conti.

In occasione della cerimonia di premiazione Valeria Pedretti, in nome della giuria, ha così commentato: «Complimenti a tutti i partecipanti. Abbiamo notato diversi aspetti positivi, che meritano un’attenzione particolare. I racconti dei Senior sono accomunati principalmente da riferimenti storici, tragedie ed eventi che risuonano ancora oggi e su cui gli scrittori hanno voluto riflettere. Altri invece sono incentrati su temi ricorrenti, come l’amicizia e il lutto.

Tuttavia, quello ad averci più stupito è il sogno. Il motivo risiede nell’attenzione verso l’interiorità, una richiesta che cela forse il bisogno di essere guardati al di là dell’apparenza.

Gli Junior ci hanno riportato alla concretezza della realtà. I più giovani hanno spostato il focus verso l’esteriorità. I loro racconti sono spaccati di vita quotidiana, così come la vivono, fra conflitti e riconciliazioni, frenesia e pace e in cui è evidente trovino ancora una innegabile bellezza. Ciò che, invece, accomuna i lavori di entrambe le categorie è il finale, che trasmette messaggi di speranza e positività».

I premi sono stati consegnati nel corso della cerimonia del 25 maggio e precisamente per la Categoria Junior a: 1° classificato Alessandro Arnoldi (250 euro); 2° classificato Marco Dorigo (200 euro); 3° classificato Elisa Barbierato (150 euro); premio giuria di 100 euro a Camilla Lazzati. Mentre per la categoria Senior a: 1° classificata Elisa Baitelli (250 euro); 2° classificata Irene Artusa (200 euro); 3° classificata Chiara Bagini (150 euro); premio giuria di 100 euro a Giovanni Cingolani. Per entrambe le categorie dal 4° al 10° classificato sono stati consegnati premi di partecipazione. La maggioranza dei vincitori del concorso sono donne.

29 maggio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
percorso_vita

Sabato 19 maggio 2018 alle ore 16.30 inaugurazione del percorso vita

È possibile fare sport all’aperto e in modo semplice nel territorio comunale di Albairate. L’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Giovanni Pioltini, ha provveduto alla riqualificazione del parco pubblico Bellini, in via Milano, nonché per opera della consigliera delegata allo Sport e Tempo libero Marta Pirota e del consigliere delegato al Verde pubblico Marco De Vecchi, alla realizzazione di un percorso vita che parte dal parco e prosegue verso l’esterno articolandosi in cinque stazioni.

Il percorso è pronto e sarà inaugurato ufficialmente sabato 19 maggio 2018 alle ore 16.30, con ritrovo davanti all’ingresso di parco Bellini. La cittadinanza è invitata a partecipare numerosa e di presentarsi in tenuta sportiva per provare il percorso con la guida del personal trainer Simona Cerri.

«Questa iniziativa vuole essere un piacevole momento di aggregazione sociale all’insegna dello sport, nonché l’occasione per fare conoscere al meglio e utilizzare questo “percorso vita” che non è una palestra all’aperto, bensì un sentiero attrezzato che si snoda attraverso il paese. – afferma Marta Pirota – La personal trainer spiegherà come fare in modo corretto dei semplici esercizi per mantenersi in forma».

Il sindaco Giovanni Pioltini aggiunge: «Il “percorso vita” è un intervento rivolto in particolare ai giovani ma anche ai “meno giovani” che si inserisce nel programma di riqualificazione del territorio comunale elaborato dall’amministrazione, ponendo sempre come priorità gli interessi e il benessere della maggioranza dei cittadini e delle cittadine del paese che vogliono vivere il proprio paese. Il percorso può potenzialmente essere utilizzato da tutti nel tempo libero, ovviamente in modo appropriato sulla base delle proprie condizioni fisiche e abilità».

È stato realizzato un “sentiero della salute” che interessa diverse aree verdi pubbliche.

Nello specifico sono state installate cinque “stazioni”: la prima, di partenza, al parco Bellini, consiste in una “palestrina” con tre postazioni (spalliera, barra bassa e anelli); la seconda e terza, rispettivamente scala orizzontale (per esercizio “mano dopo mano” per braccia) e serie da tre ostacoli (per esercizio di coordinamento), nella zona adiacente il Cimitero, lungo la strada vicinale della Brera; una quarta, con barre per distensioni e piegamenti braccia, nell’area verde di via Colombo; una quinta, con barra inclinata per salti gambe, nell’area di via alla Brera, nei pressi di piazza Papa Paolo VI.

Per ogni stazione si prevedono cartelli di segnalazione e spiegazione attrezzo.

Al termine del percorso vita sarà servito ai partecipanti un rinfresco a cura di Sodexo.

 

15 maggio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts