Home Legnanese
Category

Legnanese

Locandina-4ospedali_2017_v2

Locandina-4ospedali_2017_v2Ogni anno vengono organizzate le giornate del Ciclamino durante le quali nelle piazze italiane viene offerto il fiore simbolo, il Ciclamino appunto, scelto come il fiore che sopporta le basse temperature, e presso gli ospedali aderenti all’iniziativa vengono effettuati controlli capillaroscopici gratuiti volti alla diagnosi precoce della sclerodermia. Come ormai consuetudine consolidata, l’Asst Ovest Milanese parteciperà allo screening capillaroscopico gratuito presso L’UO di Medicina di Legnano e da quest’anno anche l’UO di Reumatologia di Magenta rispettivamente il 22 settembre a Legnano e il 29 settembre a Magenta. A conclusione della settimana del ciclamino si terrà un grande spettacolo “Solidarietà e Divertimento” Organizzato dalla Fondazione degli Ospedali Onlus presso il teatro Galleria di Legnano il 30 settembre i cui ricavi saranno devoluti al GILS (Gruppo italiano per la lotta alla Sclerodermia onlus) per premettere la continuità dei progetti a favore dei pazienti, già in uso e per nuovi progetti di ricerca.

Come detto la raccolta fondi ha come finalità il sostegno delle attività del GILS, dal 1993 impegnato nell’attività di informazione, formazione, sensibilizzazione e di promozione della Ricerca scientifica e supporto dei malati di sclerodermia e dei loro famigliari. A tal proposito il GILS presieduto dalla Dott.ssa Carla Garbagnati, organizza da anni una campagna per la diagnosi precoce della sclerodermia mediante una sensibilizzazione tramite i media e l’esecuzione della capillaroscopia a titolo gratuito, esame che, indolore e non invasivo, permette di anticipare la diagnosi e il trattamento molti anni prima che i danni di tale malattia diventino irreversibili.

La Sclerodermia, è una malattia sistemica autoimmune, che colpisce i piccoli vasi arteriosi e gli organi interni (cuore, polmone, esofago, intestino e rene) che predilige il sesso femminile (F/M 7-8:1) e in cui spesso il sintomo più precoce e che precede di anni lo sviluppo della malattia è il fenomeno di Raynaud (cioè il cambiamento del colore della cute delle zone esposte e in particolare delle mani in relazione alle variazioni di temperatura)

E’ quindi importante eseguire la diagnosi il più precocemente possibile ed essere seguiti e monitorati da un centro specializzato che preveda la cooperazione di più specialisti esperti nella gestione delle possibili complicanze.

Grazie al GILS sono state istituite Scleroderma Units in Italia, e in particolare nella Regione Lombardia è stata organizzata una rete tra alcune strutture ospedaliere specializzate nel trattamento della sclerodermia (Scleronet) a cui aderisce anche l’ASST Ovest Milanese.

19 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
pace copertina

pace3Milano,    settembre 2017- Domenica 1^ ottobre torna “Vuoi La Pace? Pedala!”, biciclettata per la pace promossa dal Coordinamento La Pace in Comune e dalle ACLI Milanesi, con il patrocinio del Comune di Milano, in collaborazione con Caritas Ambrosiana, Cisl Milano, Fiab Legambiente Lombardia.

L’edizione di quest’anno, l’ottava, sarà dedicata  al tema dell’Europa e del suo ruolo rispetto alla gestione delle migrazioni e delle politiche di accoglienza e sviluppo.

La manifestazione prevede sette percorsi che attraverseranno 80 comuni delle provincie di Milano, Varese, Monza e Brianza, Lodi e Pavia con arrivo in Piazza Duomo a Milano, tra le 12 e le 13 per un evento finale.

Ogni percorso è associato ad un colore che richiama la bandiera della pace: rosso, arancione, giallo, verde, azzurro, blu e viola. Dopo l’attenzione ai temi della povertà, dell’efficienza energetica e del diritto al cibo e della sostenibilità, al centro della manifestazione di quest’anno le migrazioni e la sfida europea per l’accoglienza.

pace2Al Coordinamento La Pace in comune partecipano i Comuni di: Agrate Brianza, Arluno, Bellusco, Bresso, Canegrate, Caponago, Carugate, Cavenago, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese,  Cormano, Corsico, Cusano Milanino, Inzago, Lacchiarella, Lainate, Locate di Triulzi, Melzo, Mezzago, Milano,  Novate M.se, Ossona, Pero, Pieve Emanuele, Pioltello, Pregnana Milanese, Rho, Rozzano, Senago, Sesto San Giovanni, Vanzago, Vimodrone, Unione Basiano e Masate

La manifestazione sarà inoltre  l’occasione per sensibilizzare i partecipanti alle tematiche della pace, del bene comune, della sostenibilità e dei diritti umani. “Vuoi la pace? Pedala!”, infatti, si caratterizza da sempre come prezioso momento di formazione per la cittadinanza sia nella sua fase preparatoria sia negli eventi che caratterizzeranno la biciclettata stessa. Ciascuno dei sette percorsi, inoltre, prevede una tappa intermedia durante la quale si ribadiranno i messaggi al centro della manifestazione.

Impegni sui quali la rete del Coordinamento La Pace in Comune, le ACLI Milanesi, i comuni e le associazioni promotrici dell’iniziativa lavorano quotidianamente insieme alle comunità locali per costruire città di pace, giustizia e legalità.

Aderiscono all’iniziativa i comuni di: Abbiategrasso, Assago, Bareggio, Binasco, Bollate, Buccinasco, Busto Garolfo, Caronno Pertusella, Cassano d’Adda, Colturano, Cornaredo, Dresano, Meda, Mediglia, Muggiò, Noviglio, Ornago, Pantigliate, Pozzuolo Martesana, Rescaldina, San Donato Milanese, Saronno, Segrate, Settimo Milanese, Trezzano sul Naviglio, Villa Cortese, Vizzolo Predabissi, Zibido San Giacomo.

Il pieghevole

Per informazioni:

Coordinamento La pace in comune

c/o Acli Milanesi

via della Signora 3, 20122 Milano 02 7723405

paceincomune@aclimilano.com

www.paceincomune.it

Evento Fb

#vlpp17

 

I NUMERI DI VUOI LA PACE?PEDALA! 2017

350 KM DI PERCORSO

500 BANDIERE DELLA PACE

2000 PALLONCINI COLORATI

1 KM DI STRISCIONI COLORATI

5 PROVINCE COINVOLTE

19 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
stazione_abbiategrasso1

Roma – Sovraffollamento, ritardi, soppressione di corse anche in orari strategici. È questa la situazione che affligge tutti i giorni i pendolari della “Freccia delle risaie”, la linea ferroviaria Milano-Mortara. Una situazione divenuta insostenibile, che ha portato molti cittadini, tra Lombardia e Piemonte, a costituirsi in comitati di pendolari per chiedere alle istituzioni Francesco-Prinamaggiore incisività. Invito raccolto dal deputato dell’Est Ticino Francesco Prina che proprio in questi giorni ha presentato un’interrogazione al Ministro Delrio in cui chiede, in vista della prossima legage di bilancio, di stanziare le risorse mancanti per il completamento dell’opera del raddoppio della tratta ferroviaria Albairate-Parona. “Stiamo parlando di un’opera fondamentale per il sistema del trasporto pubblico locale metropolitano” dichiara l’esponente democratico, “non sono più accettabili ritardi sulla realizzazione di un’infrastruttura che già nell’accordo di programma con RFI 2012-2016 risultava tra quelle programmabili entro il 2017. Per questo ho presentato un’interrogazione al Ministro Delrio in cui chiedo, in vista della legge di bilancio (che in ottobre approderà in Parlamento), di stanziare le risorse necessarie per completare un’opera che risolverebbe, nel contempo, anche la definitiva chiusura dei tre passaggi a livello di Abbiategrasso. Questa legislatura si è distinta per investimenti su infrastrutture senza precedenti, oggi serve un grande sforzo anche sul trasporto pubblico locale, in favore di una mobilità sempre più sostenibile che renda più facile la vita di studenti e lavoratori”. La palla ora torna al Governo, in attesa di conoscere su quali siano le sue reali intenzioni.

 

19 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
G2017_plan_mag16_021

Per la prima volta un grande giro partirà fuori dai confini del Vecchio Continente, la 13esima dall’estero. La Corsa Rosa proporrà tre tappe sul territorio israeliano e partirà con una cronometro individuale da Gerusalemme. Israele e il Giro ricordano Gino Bartali. Contador e Basso, vincitori del Giro d’Italia, presenti all’evento.

Gerusalemme, 18 settembre 2017 – Quella del 4 maggio sarà una data storica per il Giro d’Italia e per tutto il mondo del ciclismo. La Grande Partenza della Corsa Rosa – in programma dal 4 al 27 maggio e organizzata da RCS Sport/ La Gazzetta dello Sport – infatti sarà in Israele, per la prima volta fuori dai confini dell’Europa e per la tredicesima fuori dai confini italiani. Nell’occasione è stata ricordata la figura di Gino Bartali, che il 10 ottobre 2013 venne insignito “Giusto fra le Nazioni”, il cui nome è impresso sul muro d’onore del Giardino dei Giusti nel Mausoleo della Memoria Yad Vashem a Gerusalemme. Alla presentazione hanno partecipato anche due assi del pedale, che hanno vinto due volte a testa il Giro, come Alberto Contador e Ivan Basso.

IL PERCORSO IN ISRAELE
Tre tappe, una a cronometro e due in linea adatte alle ruote veloci del gruppo: questo il menù della Grande Partenza da Israele.

prima tappaSi comincia venerdì 4 maggio con una prova contro il tempo individuale a Gerusalemme di 10,1 km. Percorso molto articolato all’interno dell’abitato, con l’arrivo a ridosso delle mura della città storica. Si affrontano in sequenza numerose svolte tra vie cittadine in un susseguirsi di saliscendi che costeggerà alcuni luoghi simbolo come il Parlamento (Knesset) e le mura storiche. Finale tutto in salita da leggera a impegnativa.

T13_Jesolo_altSabato 5 la prima frazione in linea che porterà il gruppo da Haifa a Tel Aviv dopo 167 km. Dopo la partenza si affrontano le uniche asperità di giornata con i saliscendi attorno ad Acri e in particolare con il GPM di Zikron Yakov. Nella seconda parte l’altimetria della corsa si addolcisce notevolmente fino a divenire sostanzialmente piatta su strade ampie man mano che ci si avvicina all’arrivo. Gli ultimi chilometri sono in parte all’interno dell’abitato di Tel Aviv con arrivo sul rettilineo del lungomare.

Ultima tappa in terra israeliana di 226 km, domenica, da Be’er Sheva a Eilat sul Mar Rosso. Tappa interamente allineata in direzione sud. Dopo la partenza si affrontano le uniche asperità che portano al deserto del Negev ed in seguito fino alle rive del Mar Rosso. Si attraversa in particolare l’abitato di Mitzpe Ramon dopo il quale una lunga discesa conduce fino all’arrivo di Eilat.

19 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Moroni Pizzimenti Picozzi

Dal 5 all’8 Ottobre Milano ospiterà i Campionati Italiani Seniores, Uomini, Donne e Master di Tiro a Segno e alcuni atleti di Legnano saranno protagonisti di questa importantissima tappa sportiva.

Sono ben cinque i tiratori di Viale Cadorna ad aver avuto accesso alle Finali e ciò conferma ancora una volta l’alta preparazione raggiunta dalla storica sezione di Legnano.

Antonio Fresoli (categoria A) dopo l’ottima sesta posizione conquistata negli assoluti dello scorso anno, si ripresenta in finale sempre per la disciplina carabina libera a terra a 50 metri.

Nella carabina ad aria compressa, Bodan Moroni, campione italiano 2016 di fascia B nella specialità carabina libera a 3 posizioni, nonché habitué delle finali nazionali, quest’anno cercherà di dare il meglio di se con la carabina a 10 metri ad aria compressa.

Angela Pizzimenti, la più giovane fra i finalisti legnanesi, dopo aver ottenuto nei due anni precedenti l’accesso alle finali Juniores, parteciperà per quella che viene definita la disciplina regina delle carabine a fuoco, ovvero la 3 posizioni. Angela, inoltre può vantare il suo esordio nella categoria Donne in fascia A.

Per le pistole, Renzo Gamba gareggerà in ben tre discipline: pistola grosso calibro a 25 metri, pistola aria compressa 10 picozzimetri e pistola standard a 25 metri. Renzo ha partecipato diverse volte alle Finali Nazionali, raggiungendo anche il podio.

Infine un altro nome noto nel panorama del Tiro a Segno: Francesca Picozzi, ex nazionale Juniores nonché ex campionessa di categoria agli assoluti, ancora una volta ha centrato il suo obiettivo e si presenterà alle Finali per pistola sportiva 25 metri.

Grande soddisfazione per la sezione di Legnano che, ancora una volta, può contare su un gruppo di atleti preparati e competitivi.

18 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
IMG_2186

IMG_2189Mai come oggi dobbiamo restare uniti. Stiamo vivendo un momento difficile della nostra storia, ma voglio pensarla in maniera positiva e so che ce la faremo“.

Oggi, nella sala consiliare del comune di Magenta si sono radunati volontari appartenenti all’associaziona nazionale dei Vigili del Fuoco provenienti da tutta Italia. Anche dalla zona di Benevento e da Trieste. Un evento importante che cade in un periodo in cui il volontariato è ancora una volta messo in discussione.

calati pompieriA pronunciare quelle parole che virgolettiamo è stato il presidente nazionale dell’associazione, Luca Bonello che abbiamo intervistato solo pochi giorni fa. Ieri sera l’associazione ha incontrato i rappresentanti delle amministrazioni del territorio e oggi nuovamente il sindaco di Magenta Chiara Calati e l’assessore alla protezione civile Rocco Morabito. Presenti, ovviamente, i consiglieri nazionali e tra di loro Marcello De Loprenzis per la Calabria e volontario a Magenta.

Tutto è stato preceduto da un momento di festa con la fanfara dei Vigili del Fuoco diretta da Imerio Castiglioni. Poi sono cominciati i lavori con l’esposizione delle diverse problematiche. I distaccamenti volontari sono ben 4 nella nostra zona, Magenta, Corbetta, Inveruno e IMG_2217Abbiategrasso. Tutti con una tradizione antica, tutti elogiati dalla popolazione. Impossibile anche soltanto pensare che il volontariato nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco possa scomparire. E non scomparirà di certo. Erano presenti anche il vice presidente dell’associazione Rolando Fagioli e tutti i rappresentanti arrivati, anche con viaggi di ore, da diverse zone d’Italia.

Alla fine del congresso i partecipanti si sono trovati d’accordo nel chiedere che venga tolta l’indennità di uscita per il volontario, esigendo nel contempo maggiore tutela considerando la delicatezza e il rischio che si corre durante gli interventi.

18 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts