Home Marcallo
Category

Marcallo

ecocentro

Sono stati arrestati i tre uomini di nazionalità romena che nella serata di sabato si erano introdotti all’ecocentro di Marcallo con Casone per rubare del materiale ferroso.

L’arresto è stato operato dai carabinieri di Magenta allertati da un cittadino che ha notato movimenti sospetti in discarica. All’arrivo dei militari i tre erano ancora intenti a rubare.

Si tratta di un 24enne residente nella stessa Marcallo, un 43enne e un 17enne di Milano. Quest’ultimo è stato affidato ad una comunità, gli altri due sono in attesa di direttissima.

 

20 marzo 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
auto-carabinieri

Tre persone,  due uomini e una donna, si sono introdotti questa sera nell’ecocentro di Marcallo con Casone.

Il magentino Franco Palmieri, proprietario della cava vicina, si è accorto della presenza di individui intenti a trafugate del materiale e ha prontamente allertato il 112.

Sul posto sono giunti immediatamente i carabinieri con diverse pattuglie che sono riusciti a bloccarli. Sul fatto seguiranno aggiornamenti.

18 marzo 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
17238402

17238402_1377465918940423_961247569_nLa Fondazione Sacra Famiglia, insieme ai genitori di bambini con autismo organizza APERITIVO IN BLU.

L’aperitivo si terrà il 2 aprile, giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo a Marcallo con Casone, Presso la sala polivalente “San Marco” alle ore 18.00.

Gli organizzatori invitano l’intera comunità a partecipare, poiché l’autismo è un tema di cui si parla tanto ma con poca consapevolezza e chiarezza.

Ci Spiegano: “Vorremo che almeno per un giorno le persone si avvicinassero a questo mondo e che tutti  partecipando, ne facessero parte. Importante che la presenza di persone esterne, permettano alle mamme che sono aiutate da noi, non si sentano sole e siano protagoniste dell’evento

Partecipate Numerosi!

10 marzo 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
massimiliano

Una doverosa precisazione riguardo l’articolo che ha visto protagonista il marcallese Massimiliano Piroli. Al 43enne, che lunedì pomeriggio ha bivaccato davanti al comune di Marcallo in segno di protesta, non è stato assegnato alcun alloggio a tempo di record. Per ottenerlo è, infatti, necessario aspettare il relativo bando e presentare la documentazione necessaria. Quello che il Comune sta facendo è semplicemente l’attivazione delle procedure di legge previste. “

Cominciando – ha spiegato ieri sera il sindaco Massimo Olivares –dalla rete parentale e tutte le pratiche successive”. La soluzione più fattibile, nell’immediato, sarà quella di ricercare un’altra casa dell’Accoglienza nel territorio.

 

28 febbraio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
piroli

Buone notizie per Massimiliano Piroli, 43 anni di Marcallo con Casone. Siamo andati a trovarlo mentre bivaccava davanti al comune di Marcallo lunedì pomeriggio, ed era disperato. Invalido, aveva terminato la sua esperienza alla Casa dell’Accoglienza di Magenta e si trovava senza abitazione.

Ha protestato in maniera pacifica portandosi dietro tutti i suoi averi. Ha trascorso la nottata da parenti e, questa mattina, tutto sembra essersi risolto.

“Ringrazio tantissimo chi si è occupato di me. Un grazie ai volontari della Casa dell’Accoglienza, al Comune di Marcallo, a Corriere Altomilanese e al Giorno che si sono interessati al mio caso. Ma, soprattutto, al comandante della Polizia locale Schintu che si è prodigato tantissimo”, ha detto.

 

28 febbraio 2017 0 comment
1 Facebook Twitter Google + Pinterest
piroli2

Tutto quello che possiede lo ha messo sull’erba del parco Ghiotti, davanti al comune di Marcallo con Casone. Qualche sacco con le scarpe, gli abiti, le camicie più belle. E poi la foto di mamma scomparsa un anno fa.

Lui è Massimiliano Piroli, 43 anni nato e cresciuto a Marcallo. Un incidente stradale lo ha reso invalido e per questo percepisce una pensione di poco meno di 300 euro al mese. Nell’ultimo anno è letteralmente caduto in disgrazia.

La morte dei genitori lo ha reso un uomo solo. Impossibilitato a pagare un affitto con il suo unico e basso reddito si è ritrovato senza casa. Ha chiesto aiuto e lo ha trovato nei volontari che gestiscono la Casa dell’Accoglienza di strada Pontevecchio a Magenta.

Sono delle persone eccezionali – ha detto Piroli – Mi hanno fatto rinascere. Grazie a loro sono tornato ad essere un uomo e ho conosciuto la carità cristiana. Non finirò mai di ringraziarli”. Purtroppo, conclusa l’esperienza con la Casa dell’Accoglienza, che può durare solo per tre mesi, Massimiliano si è trovato nuovamente senza un futuro.

piroli1

tutto quello che ha Massimiliano è in questa foto

Nei mesi scorsi abbiamo inoltrato numerose richieste di aiuto al comune di Marcallo – continua – Ma senza ottenere risposta”. E così ieri pomeriggio ha preso i suoi averi e ha cominciato a bivaccare davanti al palazzo municipale. In attesa che qualcuno arrivasse a dirgli qualcosa. Su invito della Polizia locale ha cercato e trovato un alloggio di fortuna per ripararsi dal freddo e dalla pioggia. Riparo che questa mattina alle 6 dovrà lasciare. “Ho chiamato la Polizia locale per chiarire la mia posizione – ha aggiunto – Non volevo incappare in un reato e mi sono cautelato. Loro mi hanno risposto che non stavo commettendo nessun reato e, anzi, sarebbero passati a trovarmi per vedere come andava. Auspico che il Comune mi aiuti in qualche modo”.

28 febbraio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts