Home Sport
Category

Sport

anna mei1

anna mei 2l’impresa era ambiziosa. Veniva presentata cosi: “Anna Mei, campionessa mondiale ed europea di ultracycling, tenterà di aggiudicarsi un nuovo Guinness World Record pedalando per 12 ore consecutive su pista indoor. L’iniziativa è in programma il 21 gennaio e si terrà al velodromo di Grenchen, in Svizzera. La sfida si presenta ambiziosa: Anna Mei dovrà tentare di superare il muro dei 400km”. Purtoppo il Record dei 400 km non è caduto. Ma Anna ha battuto il record delle 12 ore per gli AGE GROUP 50-60.

Seguiranno Aggiornamenti, Cliccando sulla foto la diretta delle fasi finali della prova_

anna mei 3

22 gennaio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
giro

Nell’ultimo giorno della settimana della moda di Milano anche il Giro d’Italia ha presentato la sua collezione con le nuove maglie 2018 e la Madrina. Presso la prestigiosa location di Gessi Milano, nel pieno centro della città, hanno sfilato le casacche che i leader della Corsa Rosa indosseranno durante la manifestazione in programma dal 4 al 27 maggio prossimo. Alice Rachele Arlanch, Miss Italia 2017, sarà la Madrina del Giro 2018 e nell’occasione è stata anche la presentatrice del vernissage insieme al giornalista de La Gazzetta dello Sport, Nino Morici. Il countdown dell’evento è stato scandito da TAG Heuer, Official Timekeeper del Giro d’Italia.

maglieLe maglie del Giro d’Italia 101 sono prodotte da Manifatture Valcismon – col famoso marchio dello scorpione, Castelli, che ne ha curato anche il design e i particolari – realizzate tutte con lo speciale tessuto SITIP.

Le maglie da gara 2018 sono state studiate per essere leggere ed aerodinamiche. I tagli seguono l’ergonomia dell’atleta in bici e garantiscono una perfetta vestibilità. Il peso complessivo della maglia è di soli 124 gr. Segni particolari: loghi a rilievo 3D “Giro d’Italia” e “Trofeo Senza Fine” su fondi manica e sul carré dietro per valorizzare al meglio i loghi della corsa.

  • MAGLIA ROSA – sponsorizzata da ENEL – leader della Classifica Generale
  • MAGLIA CICLAMINO – sponsorizzata da SEGAFREDO – leader della Classifica a Punti
  • MAGLIA AZZURRA – sponsorizzata da BANCA MEDIOLANUM – leader del Gran Premio della Montagna
  • MAGLIA BIANCA – sponsorizzata da EUROSPIN – leader della Classifica dei Giovani

Photo Credit: LaPresse

19 gennaio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
samardo

Ospite d’onore al Pala Pertini di Vittuone. Infatti a scendere sul campo della società del Baskettiamo, per una sessione di allenamento pomeridiana, è Samardo Samuels, per i più passionali il centro titolare dell’Olimpia Milano campione d’Italia 2014. Il giocatore giamaicano, che vanta anche un’esperienza oltreoceano ai Cleveland Cavaliers del post LeBron James e che ha trascorso una stagione non molto felice al Barcellona, si trova attualmente svincolato, dopo aver giocato per sei mesi al Partizan Belgrado, squadra con uno dei migliori pubblici in Europa. Tutt’ora Samuels si sta allenando con Groane, la quale si trova proprio nel girone di Vittuone e sta lottando per ottenere un posto ai playoff, dietro alla corazzata Cantù, quest’ultima guidata da un’altra vecchia conoscenza del massimo campionato di basket: si tratta di Christian Digiuliomaria, lungo classe 1979 di 210 centimetri, che ha militato nella Pallacanestro Cantù e a Varese, vincendo anche l’oro nei giochi del Mediterraneo nel 2005.  Il centro romano ha in mano le chiavi dello spogliatoio di una compagine con un roster molto collaudato, nel quale sono amalgamati giovani e uomini d’esperienza con tanti punti nelle mani.

Intanto Samardo continua ad allenarsi con impegno e costanza, in attesa che qualche big europea, del calibro di CSKA o Fenerbache, lo contatti per vivere, chissà, un’altra volta le emozioni provate con la canotta biancorossa della società di Giorgio Armani.

 

17 gennaio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
basket

Si apre con una sconfitta il girone di ritorno per il Baskettiamo Vittuone, che cade tra le mura amiche con il Basket Casoratese per 69-73. Una partita nella quale gli ospiti partono molto forte, chiudendo il primo quarto di gioco avanti 10-20, con un ispiratissimo Turano, vero enigma della difesa della compagine di coach Bagatti per tutto il primo tempo. Il secondo quarto di gioco è sullo stesso copione del primo, con la formazione di coach Lazzarini a condurre, giungendo all’intervallo lungo avanti di nove lunghezze 26-35.

Da qui in poi la partita cambia totalmente, poiché i padroni di casa rientrano in campo con uno spirito totalmente diverso, caratterizzato da una difesa asfissiante, che inceppa totalmente l’intero sistema offensivo casoratese, e da un attacco che comincia a macinare punti. Nel terzo quarto, grazie alle triple di Malazzi e Molgora, rispettivamente 11 e 14 punti, e alle incursioni di Tonella, autore di 14 punti e 7 assist, Vittuone riesce a toccare il più due 44-42, costringendo pertanto l’allenatore avversario a chiamare timeout.

Da questo momento in poi la partita si sporca molto e diventa tesa sia in campo che sugli spalti, a causa di alcuni fischi arbitrali abbastanza rivedibili nei confronti della squadra di casa. Tuttavia Casorate si riprende dallo spavento durato buona parte del terzo quarto e riesce ad arrivare agli ultimi dieci minuti avanti 48-50. Vittuone lotta con le unghie e con i denti fino alla fine del match, portandosi addirittura a -2 con palla in mano a 21 secondi dal termine della gara. A causa di un’infrazione di passi, però, l’offensiva finale non si concretizza e Casorate riesce a centrare una vittoria che può dare morale e fiducia a tutto l’ambiente. Il Baskettiamo, invece, si vede arrivare una sconfitta in una partita giocata con molta intensità e voglia, elementi che, però, non sono bastati a portare a casa i due punti.

Il prossimo impegno in programma per i ragazzi di Simone Bagatti sarà domenica 21 gennaio alle ore 18 contro Milano 3, squadra che all’andata è uscita vincitrice dal centro sportivo Bongiorno con il punteggio di 80-86, conseguito dopo un tempo supplementare.

13 gennaio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
punti

Si conclude con una sconfitta il girone B d’andata del campionato C2 Silver di pallacanestro per il Baskettiamo Vittuone, che cade sul campo di Cassano Magnago per 60-48. I ragazzi di coach Simone Bagatti partono forte, riuscendo a concludere il primo quarto di gioco in vantaggio. Tuttavia la squadra di casa riesce a riprendere subito le redini del match, piazzando un break abbastanza importante e terminando il primo tempo in vantaggio di due lunghezze 29-27. Nella ripresa la compagine varesina respinge gli assalti degli ospiti, piazzando l’allungo deciso nel quarto ed ultimo periodo, conseguendo pertanto la quinta vittoria stagionale. Un’altra delusione per Vittuone che perde una partita tutt’altro che giocata in malo modo, guidata dai 17 punti di Roberto Tonella e dai 5 punti ma conditi da ben 12 rimbalzi di Fabio Oldani.

Il prossimo impegno che vedrà di scena il Baskettiamo sarà sabato 13 gennaio alle ore 18 presso il centro sportivo Bongiorno contro il Basket Casoratese, squadra che non naviga in buone acque, essendo anch’essa relegata nelle zone basse della classifica. La partita sarà tutta da seguire, in quanto scendono in campo due squadre molto giovani e con tanta voglia di rifarsi dopo il turno d’andata abbastanza deludente; Vittuone è una squadra che ha molta voglia di fare, caratterizzata da una forte tenacia e un’intensità difensiva non da sottovalutare. La formazione ospite, guidata da coach Lazzarini, presenta anch’essa molti giovani tra le sue fila, tra cui la guardia classe 1996 Turano Francesco, autore fino ad ora di ottima stagione, come lo dimostra il quinto posto nella classifica marcatori con ben 16 punti di media. Sulla carta Casorate entra da favorita, ma attenzione alla fiammate e i parziali da parte di Vittuone che potrebbero cambiare l’inerzia della partita e, perché no, della stagione che fino ad ora lo ha vista sempre all’ultimo posto ma capace di impegnare squadre molto organizzate situate nelle zone alte della classifica. Sarà la partita giusta per invertire la rotta?

Samuele Acri

12 gennaio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
annamei21

L’iniziativa straordinaria per raccogliere fondi per sostenere Debra Sudtirolo, l’Associazione dedicata ai bambini affetti da epidermolisi bollosa

Anna MeiMilano, 11 gennaio 2018 – Anna Mei, campionessa mondiale ed europea di ultracycling, tenterà di aggiudicarsi un nuovo Guinness World Record pedalando per 12 ore consecutive su pista indoor. L’iniziativa è in programma il 21 gennaio e si terrà al velodromo di Grenchen, in Svizzera. La sfida si presenta ambiziosa: Anna Mei dovrà tentare di superare il muro dei 400km.

Forte delle recenti vittorie, quella al campionato europeo di 24h  che si è tenuto a Dobrovnik in Slovenia il 15/16 luglio; quella nella Coppa del mondo Time Trial 12h tenutasi a Borrego Springs, in California, nella quale si è aggiudicata  il terzo posto overall ed il gradino più alto del podio nella classifica generale  del  12h  World  Championship e la vittoria  nella classifica di categoria +50 della Umca  2017 24h World Championship  , Anna, milanese, classe 1967, torna in pista non solo per battere il record delle 12 ore su pista, ma anche per sostenere Debra Sudtirolo (www.debra.it) l’Associazione che si occupa di aiutare i bambini affetti da epidermolisi bollosa, una patologia che rende la pelle di chi ne soffre molto fragile.

 meiSi tratta di una malattia genetica che porta chi ne è affetto a dover convivere tutta la vita con vesciche e piaghe dolorose generate da ogni minimo sfregamento della pelle. Da qui il nome “bambini farfalla”, alludendo appunto alla delicatezza della loro pelle.

Anna, che è insegnante in una scuola elementare in provincia di Lecco, è testimonial dell’Associazione dal 2009, anno in cui ha partecipato a una gara di endurance a Cesenatico a sostegno dei  bambini farfalla. È stato dopo quella gara che la record woman ha deciso di impegnarsi per un obiettivo preciso: far conoscere la epidermolisi bollosa e raccogliere fondi per finanziare la ricerca affinché si possa arrivare a garantire a questi bambini una vita il più possibile normale.

Proprio per questo il prossimo 21 gennaio, presso il Tissot velodrome, a Grenchen (Svizzera) Anna Mei sarà nuovamente in sella alla sua bicicletta per superare il   Guinness World Record. Secondo la Mei  il carattere dei bambini farfalla mostra delle affinità con quello di un ciclista: entrambi hanno una grandissima voglia di vivere e una grande capacità nel sopportare il dolore. La differenza è data dal fatto che la sofferenza del ciclista ha una fine, mentre quella di questi bambini no. Ecco perché la ricerca è l’unica arma a disposizione oggi per cercare di curare chi soffre di questa patologia che colpisce circa mille persone in Italia e 500.000 nel mondo.

A questo scopo è partita una raccolta fondi online, raggiungibile al seguente link: https://www.retedeldono.it/it/progetti/tennis-club-premeno-asd/12h4debra.

#12h4Debra è l’hashtag per seguire l’impresa di Anna Mei sulla sua pagina Facebook.  

annaNel corso della sua carriera agonistica Anna Mei, oltre ai record più recenti, Anna si  è aggiudicata molti titoli italiani e mondiali e  ben cinque altri record mondiali indoor in diverse categorie (record mondiale femminile di 1000km indoor percorsi in 35 ore, record mondiale femminile di 398km in 12 ore, record delle 24 ore con 738 Km , record delle 100 miglia in 4 ore 35 minuti e record delle 200 miglia in 9 ore e 45 minuti).

12 gennaio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts