Home Corbetta
Category

Corbetta

auto-carabinieri12-600x480

Tanto spavento e una borsa sparita. Una donna di 61 anni è rimasta vittima di uno scippatore nel pomeriggio di giovedì a Vittuone. Erano più o meno le 16 e la signora si trovava in via IV Novembre, tra le scuole e il parco Lincoln, quando è arrivata una Fiat Punto di colore nero che l’ha avvicinata. Ad un certo punto qualcuno, il conducente o il passeggero, ha tirato giù il finestrino e le ha afferrato la borsa. La vittima ha tentato di resistere riuscendo almeno a trattenere il telefono cellulare.

Ma il malvivente è riuscito ad impossessarsi della borsa. Ha schiacciato sull’acceleratore dileguandosi per le vie di Vittuone facendo perdere le tracce. La donna ha allertato immediatamente la Polizia locale di Vittuone e i carabinieri arrivati sul posto per chiarire l’accaduto e raccogliere eventuali testimonianze. Il bottino è ancora da accertare nel suo ammontare, ma sarebbe di pochi euro. Purtroppo il tentativo di prendere la targa dell’auto fuggita non è andato a buon fine. Il veicolo, infatti, viaggiava senza targa. Unico dato positivo, la signora non ha riportato ferite. Non sono trascorsi che pochi minuti dallo scippo avvenuto a Vittuone che il malvivente, a bordo della stessa auto, ha percorso la ex strada statale 11 per raggiungere la vicina Corbetta.

Pochi minuti di strada su un’auto sospetta, che poteva benissimo essere intercettata dalle forze dell’ordine, per tentare un altro scippo. Questa volta senza riuscirci. E’ successo nella zona di via Verdi. Anche in questo caso si è rivelato impossibile prendere la targa del veicolo perché ne era sprovvisto. Unico indizio: si trattava di una Fiat Punto di colore nero. La stessa di pochi minuti prima. I carabinieri hanno avviato le ricerche nelle strade limitrofe.

 

24 marzo 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
IMG_9849

IMG_0333Tempi duri per chi non è in regola con il proprio mezzo di trasporto. Il Comune di Corbetta, grazie anche ad un bando sulla sicurezza che è stato concesso da Regione Lombardia ha investito il denaro ricevuto, in nuove tecnologie di controllo del traffico.

Per il momento verranno realizzati due varchi sulla SS11, dotati di telecamere speciali, collegate alla sala operativa della Polizia Locale, grazie ad un software di ultimissima generazione, nel giro di pochi secondi, riconosceranno le autovetture prive di assicurazione, revisione, sottoposte a fermo amministrativo o rubate.

Questa nuova tecnologia, è stata vista dagli amministratori in una politica di prevenzione e repressione. Registrando ogni vettura che transiterà dai varchi, in caso di furto o rapine o atti vandalici, si potrà ottenere anche, attraverso un calcolo delle auto passate in quelle ore, un dato in più da fornire alle forze di polizia per risalire ai colpevoli.

Verrà acquista anche una macchina “civetta”, del tipo anonimo che la polizia locale userà per controlli in incognito, garantendo così una maggiore sicurezza per i propri cittadini.

IMG_0306Il Sindaco Marco Ballarini rimarca:stiamo utilizzando da un po’ di tempo la vigilanza privata che ci ha messo a disposizione una guardia che controlla Corbetta dalle 22 alle 5, orario in cui la Polizia Locale non è presente –  il Sindaco continua evidenziando – a breve, le famiglie che lo vorranno, con una quota di abbonamento bassissima, potranno anche loro usufruire di una convenzione con la società di vigilanza privata. Avere un auto che gira in paese tutta la notte vuol dire che, in meno di 5 minuti, in caso di allarme, la vigilanza sarà sul posto”.

Oggi in paese ci sono 13 agenti di Polizia Locale, abbiamo nuove assunzioni in corso – prosegue Ballarini – contiamo a breve di arrivare ai 18 agenti in servizio consentiti dalla legge che, numeri alla mano, è un agente ogni 1000 abitanti

Corbetta e i suoi Amministratori, con l’utilizzo delle nuove tecnologie, vogliono fare un passo in avanti verso la sicurezza e la prevenzione.

22 marzo 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
IMG_0299

IMG_0301Il Sindaco Marco Ballarini, nella conferenza stampa sui temi dell’Ecologia e Sicurezza incide fin da subito che chi non si adeguerà alle normative vigenti sarà sanzionato senza possibilità di replica.

Spiega subito la vicenda della Mastella per la raccolta dei rifiuti: “Sono state consegnate quasi tutte, ma circa un 200 non sono state ritirate, noi come amministratori ci chiediamo dove queste persone ripongano i loro rifiuti – avverte utilizzando il nostro articolo - chi non si è adeguato al passaggio alla mastella nel Comune di Corbetta e non avrà scuse opportune per non averla ritirata, sicuramente incapperà in una sanzione”.

Presenti in conferenza stampa l’assessore all’Ambiente e Tutela del Territorio Chiara Lavazza e dal consigliere delegato all’Ecologia Luciano Bisatti che insieme al Sindaco hanno fatto il punto sulla situazione organizzativa dei rifiuti in città. Ragionamento che ha portato ad una logica conclusione l’ecologia si unisce alla sicurezza e al buon senso civico.

Il Comune sta cercando di potenziare un servizio più efficiente che ha come obbiettivo finale la ‘tariffa puntuale: un sistema di calcolo della tariffa rifiuti legato alla reale produzione di rifiuti.  L’equazione per risparmiare soldi è semplice il cittadino produce meno rifiuti indifferenziati e in questo modo meno spende.

L’amministrazione Corbettese punta molto sulle nuove tecnologie di prevenzione e repressione.

L’abbandono dei rifiuti, sul territorio comunale, grazie a “persone incivili” è diventato un costume che gli amministratori non tollereranno più. La polizia locale verrà dotata di una telecamera mobile e due foto trappole, con lo scopo di scoprire i “furbetti” dei rifiuti. Queste telecamere di ultima generazione, posizionate a sorpresa e in posti sensibili, registreranno chi commetterà il reato dell’abbandono dei rifiuti,

In questo modo, avvertendo preventivamente anche attraverso questo articolo del prossimo uso di queste nuove attrezzature, l’amministrazione corbettese fa prevenzione: “chi vuole perseguire questo tipo di reato saprà che Corbetta è dotata di strumenti tecnologici che potranno far scoprire i colpevoli – commenta l’Assessore Chiara Lavazza – una volta scoperti verranno sanzionati per il reato commesso”.  Prevenire e reprimere questo assurdo malcostume: “È davvero un atteggiamento stupidosottolinea il Sindaco di Corbetta - va represso e punito”.

22 marzo 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
17426024_1787938087889209_7096828045289211689_n

IMG_0455Un grande momento dedicato alla pace insieme agli alunni delle scuole di Corbetta. Questa mattina il cortile del palazzo comunale si è trasformato in un insieme di colori per la Giornata della mia Scuola per la Pace. “Pace intesa come educazione alla convivenza civile . spiegano gli organizzatori – in cui si riscopre il valore dell’altro diverso da sé, la differenza come ricchezza e occasione di confronto, la collaborazione come risorsa e arricchimento.” E continuano: “Lo slogan scelto dice Armiamo che diventa Amiamo cancellando la R: allo stesso tempo IMG_0476ARMIAMO e AMIAMO la pace : e’ la pace intesa come assenza di guerra ed e’ la pace che affonda le sue radici nei nostri comportamenti cooperativi, dialoganti, di attenzione all’altro e che vivono e attraversano il conflitto in modo costruttivo utilizzando la nonviolenza”. La figura di Riferimento e’ Mohandas Karamchard Gandhi, detto il Mahatma (in sanscrito significa Grande Anima, soprannome datogli dal poeta indiano R. Tagore): fondatore della nonviolenza e padre dell’indipendenza indiana.

Le Fot dell’evento:

21 marzo 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
17353235_10208982414492713_353126955898691095_n

Riceviamo e Pubblichiamo

Un tuffo nella storia del ciclismo. Contemporaneamente allo svolgimento della “classicissima” dei professionisti, come tradizione l’Equipe Corbettese del presidente Enrico Sangalli organizza la consueta gita sociale per soci, familiari e sostenitori con pedalata da Albenga a Sanremo. Quest’anno si è voluto aggiungere un evento per pedalatori di lunghe distanze,

la Milano – Sanremo – Milano in due tappe sulla distanza complessiva di 560 km. che ha richiamato al via ben 38 partecipanti, tutti regolarmente arrivati al traguardo. Partiti alle 5 del mattino dalla frazione di Cerello hanno affrontato il celebre percorso con la scalata al Passo del Turchino e i capi della Riviera di Ponente arrivando nella località del festival poco prima di Kwiatkowski, Sagan e compagni. Domenica il ritorno transitando per Sassello, Acqui Terme e Alessandria. Cinque i tesserati dell’Equipe Corbettese : Osvaldo Dolfini, Fulvio Gambaro. Fausto Roda, Gianluca Ventura e Olga Maffei, che con Roberta Larghi e Ilaria Sambo completa il tris delle fantastiche protagoniste.

Oltre a cicloamatori del circondario milanese si sono avute presenze da Piemonte, Liguria, Trentino Alto-Adige, Veneto e Emilia-Romagna.

La società più rappresentata è risultata il Passolento di Rovellasca con ben dieci partecipanti. Nadia Landoni e Enzo Ferrarese hanno partecipato alla “Milano – Sanremo Vintage” con bici e abbigliamento d’epoca e compiuto parte del tracciato di ritorno con il gruppo. Eccezionale il contributo del team di assistenza sull’ammiraglia con Gabriele Polo e Ettore Rossotti.

Un grazie per l’ospitalità e l’efficenza all’Hotel Europa di Arma di Taggia e all’Hotel La Lucciola di Santo Stefano al Mare.

20 marzo 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
IMG_0199

IMG_0212Un traguardo importantissimo quello raggiunto dal Club Ondaverde. Il Centro Sportivo Corbettese, nato dall’idea di Delfino Colombo 30 anni orsono, grazie alla capacità del suo ideatore e presidente di aggiornarsi sempre, è oggi, più attivo che mai.

Nella direzione del centro sportivo è affiancato dal figlio Michele Colombo che ricopre il ruolo di Vice Presidente. Lo incontriamo nel suo ufficio per l’intervista e il messaggio che vuole dare da subito è questo: “Oggi Ondaverde compie 30 anni, ma non ha raggiunto questo traguardo grazie solo a me, è un traguardo che ho raggiunto insieme a tutti i soci - Colombo ci sottolinea che non sono clienti – che da sempre hanno creduto in noi“.

A fondo articolo la Video intervista al Colombo e qui alleghiamo il messaggio per il trentennale che ha dedicato a tutti i suoi soci.


IMG_0217Signori Soci, A tutti il più festoso Benvenuto nel trentesimo anniversario di attività della Ondaverde. E qual è il modo più semplice per non sentire il peso degli anni? Beh è senza dubbio quello di abbracciare la filosofia che Ondaverde da sempre propone ovvero quella di essere attivi nel corpo e nella mente. Questo è lo spirito che ha sempre animato Ondaverde, che in questi anni

non è mai stata ferma, ma instancabilmente ha continuato a portare innovazioni alle proprie strutture e alle proprie attività e ciò sempre con grande coerenza con quanto sempre promesso.

A prova di ciò basta rileggere le lettere ai Soci inviate negli anni precedenti, che sono la dimostrazione tangibile che nessun impegno è stato vanificato.

Naturalmente l’impegno continua e dall’inizio di quest’anno è stata introdotta una eccellente innovazione con un sistema del tutto naturale che porta a vitalizzare tutta l’acqua (sia delle piscine che quella sanitaria) utilizzata in Ondaverde, innovazione che creerà grande giovamento per tutti.

Sempre a riprova di quanto sostenuto negli anni precedenti, l’attenzione verso i prezzi è sempre stata una priorità assIMG_0184oluta, tant’è che da ben sette anni non sono stati introdotti aumenti di sorta, e non è cosa piacevole, talvolta udire malumori da parte di qualche Socio che pretende l’impossibile o peggio che magari polemizza sul nulla mancando di rispetto alla Direzione Ondaverde che da 30 anni tenacemente mantiene in essere in modo efficiente, ovviamente grazie ai Soci, una attività molto complessa come la gestione di un impianto polisportivo con migliaia di abbonati. E poiché la ricorrenza di quest’anno è molto importante e va gratificata,  la Direzione Ondaverde offre in via straordinaria a tutti, la possibilità di  sottoscrivere nel ondaverde cittàmese di marzo, degli

ONDABOND Speciali Anniversario del valore di 100 euro al prezzo scontato del 30%, che potranno poi essere utilizzati nel corso dell’anno in base alle regole che verranno comunicate, e comunque che lasceranno inalterati tutti gli altri benefici che fossero maturati a favore dei Soci.

Ora qualcuno si chiederà come festeggeremo questa ricorrenza: coerenti con il nostro concetto di sobrietà che ci ha accompagnato per tutti questi anni eviteremo ogni festeggiamento esagerato, senza però escludere di organizzare eventi gioiosi volti armonizzare sempre più il rapporto fra i Soci.

Grazie a tutte le Persone che hanno contribuito a raggiungere questo traguardo!

Delfino e Michele Colombo

 

17 marzo 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts