Home Corbetta
Category

Corbetta

IMG_9808

IMG_9823Conosciamo la storia di Enrica Testa dagli “Attivisti dell’Est Ticino”  del M5S, Paola Lombardo, Marco Fiumara, Maurizio Bacchi e Andrea Codazza.

Sono parecchi mesi che si stanno occupando di Enrichetta, ci accompagnano in questo reportage sociale che, speriamo, qualcuno che ha il potere di prendere decisioni in merito, possa aiutare l’anziana signora.

enricaEnrichetta è rimasta vedova e ha anche perso una figlia, tutti e due i suoi cari sono deceduti per tumore. Rimasta sola, vive nelle case Aler di via Europa a Corbetta. L’abitazione di cui è assegnataria, da sempre ha avuto problemi resistenza all’umidità. Enrichetta ci racconta: “fino a circa 2 anni fa, quando era vivo mio marito, essendo anche lui un muratore, nel bene o nel male, riusciva in qualche modo a contrastare il fenomeno dell’infiltrazione dell’acqua – ci fa un sorriso, alza le spalle e con un tono quasi rassegnato continua – adesso cosa posso fare, sono invalida e seriamente malata, anche per colpa di tutta questa umidità, non riesco nemmeno ad uscire di casa, ho bisogno davvero di qualcuno che mi aiuti

IMG_9806Gli Attivisti dell’Est Ticino ci racconta: “seguiamo la signora da Luglio 2016, qui si tratta davvero di un emergenza umanitaria – sottolineano fortemente – ci vergogniamo che una nostra concittadina, nel 2017, possa vivere in queste condizioni. Enrichetta è dallo scorso Maggio che non può uscire di casa. Qualcuno deve fare qualcosa

Sulla situazione abitativa dell’anziana signora si potrebbe scrivere molto, in casa non c’è solo umidità, nei giorni di pioggia la soletta imbarca acqua da tutte le parti. Enrica è costretta, quando piove, a mettere un cellophane sopra il letto per far scorrere l’acqua ai lati. Non può uscire di casa, perché l’appartamento si trova al 3° piano e non c’è l’ascensore, impossibile per lei fare la rampa di scale che la porterebbe a rivedere il sole.

Il nostro reportage continua con il filmato che abbiamo realizzato nell’abitazione di Enrichetta, non lo commentiamo, ci limitiamo a mettere un NON MI PIACE, su questa situazione.

17 febbraio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
derby

E’ finita con un roboante tre a zero per la squadra ospite il derby andato in scena oggi pomeriggio allo stadio comunale tra Magenta e Corbetta.

Le squadre militano della categoria Promozione girone F con una classifica, che dopo questa partita, vede il Magenta quinto con 33 punti e i cugini, vittoriosi oggi, ottavi con 31.

Sugli spalti anche gli assessori Paolo Razzano ed Enzo Salvaggio che hanno tifato Magenta senza però portare fortuna ai canarini.

 

12 febbraio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
SAMSUNG

E’ stata ritrovata sana e salva la donna di circa 80 anni che si era allontanata dalla propria abitazione di Corbetta da diverse ore.

La signora che aveva perso l’orientamento è stata segnalata verso le 12.30 di oggi nella zona di via Silvio Pellico dove sono intervenuti i carabinieri e un equipaggio della Inter Sos.

A scopo precauzionale è stata accompagnata, in codice verde, al pronto soccorso dell’ospedale di Magenta.

 

11 febbraio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Incontro Auser_Comune 2

Incontro Auser_Comune 1Venerdì 3 Febbraio 2017, presso il Palazzo Comunale, di via Cattaneo si è tenuto un incontro tra una delegazione di Auser Corbetta e l’Assessore ai Servizi Sociali Linda Giovannini. Si consolida in maniera sempre più importante la collaborazione tra l’Amministrazione Comunale corbettese e l’Associazione Auser Corbetta che garantisce sul territorio la presenza e l’attività di ben 30 nonni vigili.
“Il contributo dei nonni vigili è importante – ha affermato l’assessore Giovannini – perché si tratta di un’attività volontaria preziosa, spesa al servizio della città e dei nostri giovani cittadini”.
Durante l’incontro l’Amministrazione Comunale ha consegnato ai nonni vigili apposite fascette catarifrangenti da  indossare sul braccio, per una maggiore riconoscibilità sul territorio, durante i servizi volontari.

8 febbraio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Farmacia Abbiategrasso 3

Aveva rubato una borsa di marca contenete 500 euro alla farmacia di via Matteotti ad Abbiategrasso. Ma gli è andata male perché i carabinieri della Compagnia di Abbiategrasso lo hanno rintracciato grazie ai fotogrammi video.

Lui è un operaio di 38 anni incensurato. La donna alla quale è stata rubata la borsa è la moglie di Manuel Agnelli, 50 anni, nativo di Corbetta e fondatore del gruppo rock italiano Afterhours, ma anche l’uomo del momento nella vesta di acclamato giudice di X Factor, insieme a Fedez, Alvaro Solar e ad Arisa.

2 febbraio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
D3R_0534

Magenta e Corbetta sono sconvolte per la tragedia che ha strappato alla vita un lavoratore. Pietro Acri di 55 anni viveva a Corbetta dove era sposato con figli e lavorava alla Guala Closures Group di strada cascina Peralza. Ed è morto sul posto di lavoro schiacciato da un macchinario verso le 22 dell’altra sera. Una morte assurda. Il fratello Carlo, già segretario della sezione magentina del Partito della Rifondazione Comunista, si affida a facebook per manifestare pubblicamente il suo dolore. “Abbiamo condiviso cosi tanti ricordi: – scrive – la nostra educazione, i nostri genitori, i giorni della nostra vita. Tu sarai per sempre accanto a me”. Ieri il cielo grigio rendeva ancora più triste lo stabilimento dove si era appena verificato il dramma. Fuori le solite auto parcheggiate, il traffico della statale 526 e tutt’attorno i campi. Dentro il dolore dei colleghi che l’altra sera stentavano a credere a quello che era appena successo.

La Guala si occupa di produzione di tappi per bottiglie e lo stabilimento di strada cascina Peralza venne ampliato con tanto di inaugurazione in pompa magna nel mese di luglio del 2012. Un evento che venne definito ‘di rilevanza nazionale’ alla presenza di autorità importanti pronte a scommettere sul futuro del polo produttivo magentino. Ma cos’è accaduto lunedì sera? Se c’è stata qualche mancanza nella sicurezza dell’ambiente di lavoro saranno le indagini e gli accertamenti che continueranno anche nei prossimi giorni a stabilirlo.

Ora è solo il momento del dolore e delle lacrime. “Le responsabilità dovranno essere accertate con chiarezza e tempestività – recita una nota della Cgil Lombardia – In ogni caso, qualsiasi sarà l’esito, si tratta ancora una volta di un incidente di troppo. Siamo e saremo vicini alla famiglia e ai colleghi in ogni modo possibile. La Slc – Cgil continuerà la sua battaglia per la sicurezza sul lavoro e perché questa lunga catena di denunce e incidenti abbia fine”.

 

31 gennaio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts