Home Castano Primo
Category

Castano Primo

castano-1170x780

Riceviamo e Pubblichiamo

Sabato notte il Sindaco di Castano Primo Giuseppe Pignatiello è stato oggetto di un atto intimidatorio presso la sua abitazione.
Dopo molto trambusto tra le h 1 e 2 di notte, al mattino si è trovato in giardino un finocchio con un biglietto con scritto “assassino”. Ritenendo che con questo atto si sia superato la soglia del sopportabile ed accettabile si trasmette il seguente Comunicato stampa a nome dei sindaci dei 22 Comuni della zona omogenea dell’Alto Milanese:

I Sindaci sono, anche in momenti tesi e difficili, l’ultimo baluardo della Democrazia.

Il loro compito è quello di amministrare, secondo le regole del buon padre di famiglia, le proprie comunità e dare loro una prospettiva.

Talvolta ci si riesce al meglio, talvolta meno, ma l’impegno è sempre al massimo…nonostante tutto e tutti.

Per il meglio di tutti si accetta il confronto, anche quando è acceso; si accettano le critiche, anche quando talvolta sono infondate; si accettano gli sfottò, anche se talvolta fanno male.

Quello che però non si può e non si deve accettare è la violazione della sfera privata, della propria abitazione, della propria famiglia.

Quando ciò accade, magari di notte, magari per lanciare una accusa assurda si esce dalla Democrazia e si entra nella intimidazione.

Noi non ci stiamo. Il limite è stato superato!

Per questo motivo siamo tutti a fianco del Sindaco Pignatiello.

Perché quanto accaduto a lui non deve accadere…a nessuno.

Chi agisce per il bene della comunità lo fa alla luce del sole con le proposte, le critiche, nelle sedi opportune.

Chi non lo fa si nasconde nelle tenebre.

Noi siamo a fianco del Sindaco Pignatiello. “

18 aprile 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
casa

Nel corso delle nostre indagini per Capire cosa fosse successo o chi era responsabile del vile attacco notturno al Sindaco Pignatiello, era inevitabile porre la domanda ai membri di Casapound. Abbiamo sentito Stefano Casari, il quale ci ha sottolineato che, nelle loro proteste ci mettono sempre la faccia.

13346950_10206892223960099_2393063615805555114_nQuello di cui stiamo parlando è un gesto vile e che dev’essere totalmente condannato”. Molti si sono chiesti il perché della scritta “Assassino” sul foglio, Casari risponde: “Se l’accusa al sig. Sindaco è conseguenza dell’incidente stradale che ha provocato la morte di un giovane castanese siamo certi e confidiamo nell’operato della magistratura che sta portando avanti le indagini (non solo a carico del sindaco castanese) soprattutto a tutela della famiglia del defunto – sottolinea – deve comunque far riflettere il fatto che questa amministrazione, nella persona del sindaco, riceve frequentemente attacchi” Finisce con: “questi gesti vanno condannati a prescidere!

15 aprile 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
castano-1170x780

Un Post del Sindaco di Castano è apparso questa mattina su Facebook diceva: “Una brutta nottata: i cani che abbaiano, macchine che sfrecciano, paura, sgomento, tensione e poi al mattino la brutta sorpresa. Un messaggio, una sola parola, contro di me, una parola infamante, assurda, fuori luogo. INACCETTABILE!!! Non si può sopportare tutto questo!!! Non si può entrare nell’intimità di una famiglia, durante la notte, intimorendo, distruggendo ogni tranquillità, mettendo in allarme una casa intera. Chiunque voi siate: FATE SCHIFO!!!!

Abbiamo sentito il Sindaco Giuseppe Pignatiello il quale cui ha raccontato: “durante la notte ho sentito dei rumori strani, insospettito sono uscito sul balcone diverse volte, ma in realtà non ho visto nessuno – continua -Solo dopo un paio d’ore che i rumori continuavano, i cani abbaiavano, ho visto quattro persone salire in auto, partire sgommando e dileguarsi nella notte”. Solo in un secondo momento, il Sindaco Castanese, si accorge che quelle persone gli hanno lasciato qualcosa. Ci assasinodice: “Ho scoperto un foglio, stampato al computer con su scritto la parola Assassino e lì vicino c’era un finocchio – ribadisce che – non ho paura, anzi, il fastidio è che vengono coinvolte le persone che ami. Quando ho capito che i quattro non erano ladri , visto che ritengo il fatto gravissimo, non ho potuto fare altro che denunciare ai Carabinieri e alla Polizia Locale cosa è accaduto

La nota finale del Sindaco è “Non di può entrare nell’intimità di una famiglia, durante la notte, intimorendo, distruggendo ogni tranquillità, mettendo in allarme una casa intera”.

La vicenda è condannata da noi di CAM e diamo la nostra solidarietà a Giuseppe Pignatiello.

15 aprile 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
30221735_1725453980852540_1039300573146497099_n

IMG_1812Finalmente è stato posizionato il Defibrillatore Automatico Esterno donato dal Dott. Gianfranco Facchera, con un totem apposito nelle immediate vicinanze della Clinica Dentale di proprietà del Facchera situata in Piazza Mazzini.

Cominciava cosi il nostro articolo del Febbraio 2016, quando il Dott. Gianfranco Facchera e il Dott. Andrea Vanzaghi donavano il DAE alla città di Castano Primo. Consegnando l’apparechiatura salvavita nelle mani.

Il loro impegno continua anche oggi. il DAE va mantenuto e preservato, cosi i membri dello studio dentistico hanno deciso di regalare nuove piastre, continuando cosi il loro impegno preso. Un altro gesto che va elogiato.

13 aprile 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
received_10215906073833241

Sì temevano gravi conseguenze per l’incidente avvenuto questa sera sulla Boffalora Malpensa tra Castano e Busca,  nei pressi di una galleria. Due veicoli sono entrati in collisione e la sala operativa del 112 ha inviato sul posto ambulanza e automedica in codice rosso e vigili del fuoco di Inveruno.

Fortunatamente una persona coinvolta ha riportato ferite non gravi e viene trasferita in codice verde al pronto soccorso.

9 aprile 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
ferrario 2

La nota giornalista presenterà il suo libro ‘Orgoglio e pregiudizi. Il risveglio delle donne ai tempi di Trump’.

Giornalista, conduttrice di telegiornali (prima donna ad andare in onda in orario serale), autrice di programmi di informazione e attualità, inviata in territori di guerra, e negli ultimi anni, corrispondente da New York,  Tiziana Ferrario è una testimone unica del nostro presente. Da sempre attenta ai problemi dei giovani e del lavoro, negli ultimi tempi si è interessata in modo particolare al tema della parità di genere. Nel suo ultimo libro – già un successo editoriale  – ha raccontato storie di donne più o meno famose: da Michelle Obama a Filomena Grimaldi, la libraia italiana che regala un caffè a chi compra un libro di scienza per una bambina.
Un viaggio tra donne determinate e coraggiose, in un momento in cui la questione ha conquistato le prime pagine dei giornali di tutto il mondo.

L’incontro è aperto a tutti.

3 aprile 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts