Home Castano Primo
Category

Castano Primo

cambridge day 20

cambridge day (15)Nella mattinata di sabato 23 settembre si è tenuto all’Istituto Torno di Castano Primo il Cambridge Day, primo evento d’eccezione dell’anno 2017/2018. Durante la manifestazione sono stati festeggiati i ragazzi che hanno da poco conseguito il certificato PET o FIRST rilasciato dalla Cambridge University.

‘Nel mondo dell’università e del lavoro - ha ricordato Arianna Binaghi, animatrice dell’iniziativa – non basta sapere l’inglese, ma bisogna dimostrare di saperlo! Quale mezzo migliore di una certificazione?’ Al Torno conseguire un riconoscimento di questo tipo è più facile: i docenti della scuola organizzano specifici corsi al pomeriggio e l’Istituto stesso è sede degli esami Cambridge. In realtà le lingue straniere sono da sempre un punto di forza della scuola, che offre percorsi di certificazione anche di francese, spagnolo, tedesco e russo.

Ecco quindi che il numero dei ragazzi che ha conseguito il PET o il FIRST è aumentato di anno in anno: nel 2007 sono stati poco più di una trentina i ragazzi con ‘inglese certificato’, quest’anno sono 146. E, mentre un tempo i ragazzi puntavano al PET, ora osano anche il FIRST, di livello più alto.

cambridge day (13)Soddisfatte le docenti Licia Berra, Evalda Caccia, Eva Cesare, Giulia Fonsato, Nicoletta Lovati e Debora Pinciroli che hanno curato la preparazione dei ragazzi e li hanno premiati di persona; soddisfatti Fabio Loi e Francesca Tallarida del Cambridge Centre; soddisfatti i rappresentanti del Comitato dei Genitori, sempre partecipi alle iniziative dell’istituto..

Soddisfatta naturalmente Maria Merola, da un anno dirigente scolastica del Torno, che si prepara a varare un momento importante: il trentennale della sede di piazzale don Milani, inaugurata proprio nel 1987. Soddisfatti più di tutti i ragazzi. ‘All’inizio proprio non volevo – confessa uno di loro – e mi sono iscritto solo per la prof, ma ora sono contento: è stata una piccola vittoria per me, solo per me.

Lia Sabbadini

24 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
IMG_2034

IMG_2039Venerdi sera, presso la sala civica del Comune di Buscate, Casapound Altomilanese con Lucio Ruggeri e Stefano Casari, hanno introdotto Marco Carucci che insieme a Paola Ramella è l’autore del libro su Sergio Ramelli.

Sottotitolo del libro: “Quando uccidere un Fascista non era reato”. Un pò IMG_2022di storia dobbiamo farla. Il 13 marzo 1975: un ragazzo di 18 anni viene aggredito sotto casa. Due persone gli spappolano il cranio a colpi di chiave inglese. Muore dopo 47 giorni di agonia. Questo ragazzo era un militante di destra e si chiamava Sergio Ramelli.

Sergio Ramelli era un ragazzo come tanti altri, che viveva i suoi 18 anni diviso tra lo studio, la passione per il calcio (giocava nelle squadre di quartiere, come si vede nelle foto), la fidanzata e… la militanza politica nel Fronte della Gioventù. Frequentava l’Istituto tecnico Molinari di Milano, quando fu bollato con il marchio di “fascista” solo per aver scritto un tema in classe in cui IMG_2072biasimava gli omicidi delle Brigate Rosse. Erano gli anni Settanta, gli anni in cui vigeva la barbara legge dell’ “antifascismo militante” in base alla quale chiunque non professasse idee comuniste era considerato un nemico da colpire e, possibilmente, da abbattere. Fu così che Sergio dovette subire un “processo popolare” nella sua scuola, indifeso dai professori, dal preside, dai suoi stessi compagni. Fu così che venne aggredito più volte ed espulso dall’Istituto senza che le autorità scolastiche, la stampa, la magistratura o la polizia si opponessero a questa che era ormai solo una delle tante, troppe violenze perpetrate dalla sinistra.

IMG_2048Presente alla serata anche il cantante Federico Goglio in arte Skull. Ne abbiamo approffitato per chiedere al Casari cosa ne pensa della legge Fiano, questa la sua risposta: “La legge Fiano è una legge liberticida e proprio contro quella democrazia che solo a parole vuole difendere. È stata fatta per distrarre gli italiani, a mascherare i fallimenti del governo. Di certo non fermerà la nostra attività politica quotidiana, da questo punto di vista non cambierà nulla per noi!”

Vi lasciamo alla presentazione del libro, con il video dove Marco Corucci presenta il suo lavoro:

19 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Cuore-di-Donna_sfilata_Castano_15sett2017_ritaglio

L’associazione “Cuore di donna G.O. Di Milano e Provincia e il Comune dicuore di donna la prevenzione sempre di moda Castano Primo vi invitano venerdì 15 settembre presso la Villa Rusconi ad una sfilata di moda .
Tutte le modelle sono donne operate di tumore al seno, che con la loro gioia di vivere, la loro forza e soprattutto la loro bellezza sfileranno indossando capi gentilmente messi a disposizione per la serata dal negozio di abbigliamento “Nenette” e le creazioni di “It’s Milly” .

Make up artist : Caniglia Simona
Acconciature: Tagli e dettagli di Pozzoni Oriana

“Sarà una serata meravigliosa ….”, caldeggia la solare Marzia Pinotti, coordinatrice e fondatrice dell’associazione che opera e coinvolge gli undici comuni del castanese. “Le donne, soprattutto quelle che stanno affrontando la malattia, hanno bisogno di sentirsi bene … convegni e serate informative sono necessarie, ma noi puntiamo a coinvolgere le donne in un progetto di salute e benessere globale. Prima durante e dopo l’evento della malattia”. Ed è proprio vero.

Cuore di Donna ha già saputo dare prova di grande entusiasmo e determinazione, rendendosi fautrice di numerose iniziative sul territorio, in collaborazione con gli enti locali e tante associazioni (sportive, culturali…) che hanno voluto affiancare queste splendide “ragazze” nel proprio progetto di sostegno e rinascita.

Un appuntamento da non mancare, domani sera, Villa Rusconi, Castano Primo.

Alessandra Branca

14 settembre 2017 0 comment
1 Facebook Twitter Google + Pinterest
Valfornace 1 A

Riceviamo e Pubblichiamo:

La domanda è semplice: “COME SONO STATI UTILIZZATI  I FONDI CHE ABBIAMO RACCOLTO?”

Valfornace1Le foto che potete vedere qui  sono la risposta. Sono state scattate a Valfornace  comune nato nei mesi scorsi dalla fusione delle municipalità di Pievebovigliana e Fiordimonte comuni colpiti dal sisma dello scorso agosto. Quella che vedete è la cucina prefabbricata della struttura scolastica inaugurata il 6 settembre, cucina realizzata attraverso la raccolta fondi effettuata da associazioni, comuni e parrocchie del nostro territorio.

Valfornace 1Capofila del progetto cucina l’organizzazione di Volontariato “Mondo in Cammino” con la quale alcuni volontari cuggionesi collaborano da tempo . Una realizzazione questa della cucina che completa quelle delle aule scolastiche donate a questo comune dalla ditta Salini Impregilo.

Alla inaugurazione della scuola era presente una delegazione della nostra zona composta dal Sindaco di Castano Primo Pignatiello, di Valfornace 2Nosate Cattaneo, degli assessori castanesi Fusetti e Canziani, dal segretario comunale Olivieri e da Oreste Magni in rappresentanza delle associazioni di volontariato cuggionesi che si erano attivate tempestivamente sul territorio con numerose iniziative individuando poi il progetto “prefabbricato cucina”  proposto in seguito ai comuni del castanese, progetto che aveva trovato in essi convinta adesione.
Un bell’esempio di collaborazione territoriale che ha visto mercoledì 6 settembre completare questo percorso con l’inaugurazione di questa struttura scolastica.

10 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
start 2

start 8Sono già a scuola 130 ragazzi delle classi prime dell’Istituto Torno di Castano Primo. Per tutti le lezioni iniziano il 12 settembre, ma tanti ‘primini’ del Torno dal 4 all’8 sono impegnati in un campus di avviamento alla nuova esperienza scolastica. La partecipazione allo Start-Torno era facoltativa, ma la proposta è piaciuta e circa la metà degli iscritti alle prima ha aderito.

Non si tratta di lezioni vere e proprie, ma di attività di tipo diverso da svolgere in gruppo: alcune sono pensate per tutti i ragazzi, altre sono differenziate in relazione al tipo di studi scelti. Quest’anno partiranno 13 nuove classi prime: 2 di Liceo Scientifico, 4 di Liceo delle Scienze Umane, 2 di Chimica e Microbiologia ambientale, 1 di Costruzione Ambiente e Territorio e 4 di Economico. Ma in questi giorni per i ragazzi del campus l’unica cosa che conta è il colore del gruppo in cui sono inseriti: fucsia, argento, turchese, viola o arancione. In questo modo, seguendo il colore, ogni ragazzo può sapere momento per momento qual è il laboratorio o l’attività a lui riservata.

start 1Ce ne sono tanti, molto variegati: giochi linguistici, giochi sportivi, giochi matematici, laboratori di lingua straniere, di informatica, workshop video e altro ancora. A guidare i neoarrivati, oltre ai docenti, anche studenti più grandi, e addirittura studenti appena diplomati.

Siamo alla prima edizione dello Start-Torno e – dichiara la dirigente scolastica Maria Merola – non ci aspettavamo tante adesioni per una proposta facoltativa, non obbligatoria. Pensata per aiutare i ragazzi ad acclimatarsi più facilmente ai nuovi spazi e ad avvicinarsi alla nuova esperienza con maggior entusiasmo e meno timori’.

Chiudono le giornate una festa finale e l’esibizione del gruppo di teatro musicale dell’istituto. Poi il 12 settembre, ore 8, si comincia con le lezioni in classe.

Lia Sabbadini

10 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
terremoto

Mercoledì 6 settembre alle 12,30 nel comune terremotato di Vafornace (già Pievebovigliana) verrà inaugurata la nuova struttura scolastica comprendente il prefabbricato cucina realizzato attraverso la raccolta fondi delle nostre associazioni e dei comuni del castanese. Nel nostro piccolo è stato un esempio di solidarietà concreta, di collaborazione tra realtà diverse e di controllo dal basso delle risorse raccolte.

Maggiori info a pagina 4 e 5 della Citta Possibile dell’Eco Istituto:

Città Possibile n° 4 del 2017

6 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts