Home Legnano
Category

Legnano

5328_2017_web

LEGNANO – Quattro scuole per un viaggio nel mondo della danza e della musica dell’Est. È in programma venerdì 27 aprile (inizio ore 21), al Teatro Città di Legnano “Talisio Tirinnanzi”, il secondo Festival di Danza e Musica dal Mondo “La Fabbrica del Canto”. L’evento, organizzato dall’Associazione Musicale Jubilate con il patrocinio del Comune di Legnano e di Regione Lombardia e il supporto della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, è inserito nel calendario della stagione musicale di ScenAperta del teatro “Tirinnanzi”.

Protagonista assoluta della serata sarà la grande tradizione della danza di carattere e della musica che nei Paesi dell’Est trova le sue forma più espressive. Saranno infatti rappresentati, attraverso queste due arti l’Ucraina, la Romania, la Russia, il Kazakistan e il Kirghizistan con lo scopo di far avvicinare le nuove generazioni a queste disciplina facendo conoscere le tradizioni e i costumi di ciascun Paese.
Novità di quest’anno l’inserimento della manifestazione ne “La Fabbrica del Canto”: il canto in coro si affianca all’arte della danza con la doppia finalità del Festival di far avvicinare le nuove generazioni ai cori e alla danza di carattere e far conoscere attraverso queste discipline le tradizioni, i costumi e la musica di ciascun Paese.
Il Festival sarà anche l’occasione per presentare per il secondo anno a Legnano il corpo di ballo della Scuola di Danza Jubilate Pinat Dance, progetto nato dall’Associazione legnanese grazie alla collaborazione con la coreografa russa Natalia Piskareva per proporre un nuovo ambito che potesse completare un percorso dedicato all’arte già ampiamente sviluppato attraverso gli oltre 25 anni di attività della Scuola di Musica Jubilate.

«La danza di carattere consiste nello studio delle danze folkloristico-popolari», spiega Natalia Piskareva, direttore artistico del Festival. «Questa disciplina rientra nella tradizione e nella storia della danza classica, e conserva il legame con le tradizioni e i folklori, espressi anche dall’abbigliamento della terra in cui è nata. La danza di carattere è fondamentale per migliorare l’espressività e l’interpretazione del danzatore ed inoltre è un valido aiuto per sviluppare la musicalità e il senso del ritmo». Un progetto affascinante che, come l’anno scorso, ha coinvolto la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. «Siamo onorati di essere al fianco dell’Associazione Jubilate in questo Festival, non solamente per la grande qualità della proposta, ma soprattutto perché è un’iniziativa che, partendo dal territorio, si apre al mondo», osserva il presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate Roberto Scazzosi. «La danza e la musica sono arti capaci di trasmettere emozioni e raccontare storie. E noi ci mettiamo all’ascolto nella consapevolezza di aver sostenuto un’eccellenza».

Per la seconda edizione del Festival sono stati selezionati alcuni corpi di danza che sono tra le eccellenze in questa particolare disciplina. Si esibiranno sul palco del teatro Tirinnanzi: il Gruppo Vatra di Torino, direttore artistico Iurie Raileanu, vincitore assoluto del Festival 2017, l’Associazione Kirghizistan-Italia di Burmachach Tomoeva e la Compagnia di Danza Jubilate Pinat Dance di Legnano – direttore artistico Natalia Piskareva. A rappresentare la musica dell’est sarà il coro Solovushka proveniente dall’Ucraina, Odessa, direttore artistico Inga Selena, composto da ragazzi dai 10 ai 14 anni e sarà alternato da solisti.

Il Festival, seppur a carattere non competitivo, assegnerà alcuni premi attraverso il giudizio di una giuria di esperti e rappresentanti delle istituzioni legnanesi. Faranno parte della giuria: in rappresentanza del Comune di Legnano Federica Farina, consigliere comunale; Gianpaolo Podini insegnante alla Scuola di danza della Scala ed ex primo ballerino del Teatro alla Scala; Romano Pucci, concertista ed ex primo flauto della Scala; Alessandro Pettinicchio, organizzatore eventi e spettacoli; Maura Giunta, giornalista.

Sponsor tecnici della manifestazione sono: La Dolce Legnano (di via Abruzzi, 14 a Legnano) e il Salone di bellezza “Le Petit Salon” (di corso Magenta, 64 a Legnano).

2° Festival di Danza e Musica dal Mondo “La Fabbrica del Canto”
Venerdì 27 aprile 2018, ore 21
Teatro Città di Legnano “Talisio Tirinnanzi”
Piazza IV Novembre – Legnano (MI)

Per i biglietti: http://cultura.legnano.org/teatro/85/217/7945/

26 aprile 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
cardio

E’ stato presentato oggi, all’ospedale di Legnano, il progetto ‘Bambino con cuore sano’. Alcune alterazioni congenite alterano la conduzione dell’impulso elettrico cardiaco e possono causare aritmie molto pericolose. Altre anomalie dello sviluppo di strutture cardiache possono rimanere silenti alla nascita ma possono determinare patologie nell’età adulta. Nella grande maggioranza dei casi il semplice elettrocardiogramma (ecg), la visita specialistica cardiologica, la misurazione della pressione arteriosa può mettere in evidenza queste patologie e/o identificare soggetti a rischio.

Target

Il progetto prevede la valutazione dei bambini all’età di 9 anni (IV anno della scuola primaria) mediante l’esecuzione di un elettrocardiogramma, misurazione della pressione arteriosa e valutazione specialistica cardiologica, e un successivo ed eventuale completamento diagnostico di secondo livello in ambiente ospedaliero nei bambini risultati positivi. Si considera questa età della vita del bambino in quanto spesso ha inizio un’attività semi-agonistica. Inoltre, presumibilmente, sono passati alcuni anni dall’ultima valutazione cardiologica pediatrica (ECG al momento della nascita).

Modalità di esecuzione

L’elettrocardiogramma a riposo, la determinazione della pressione arteriosa e la visita cardiologica viene svolta nelle scuole di Legnano da parte di uno specialista cardiologo e di un infermiere, previo consenso scritto da parte dei genitori. L’ecg permette di valutare aritmie cardiache, situazioni pro-aritmiche, presenza di cardiopatie congenite. La misurazione della pressione arteriosa di intercettare la presenza di eventuali alterazioni distrettuali come nel caso della coartazione aortica, valori alterati nei bambini obesi. La visita specialistica cardiologica, infine, può indagare l’eventuale presenza di soffi cardiaci e le caratteristiche dei polsi periferici.

Valutazione dei risultati

Da questa indagine ci si aspetta che una percentuale intorno al 3% dei bambini possa essere avviata a esami di secondo livello da effettuare presso la struttura ospedaliera (ecocardiogramma, ecg sec Holter, test ergometrico, RMN-cardiaca).

Personale coinvolto

Medici specialisti: dottor Maurizio D’Urbano (Direttore Unità operativa di Cardiologia ASST Ovest Milanese); dottor Paolo Vicinelli (Dirigente Medico Unità operativa Cardiologia Magenta) Personale infermieristico degli ambulatori di Cardiologia di Legnano: Amelia Zava, Elena Bollati, Simona Salmoiraghi, Adele Bocchino, Roberta Podda.

A che punto siamo

L’attività ha preso il via a fine marzo 2018. Attraverso il Comune di Legnano sono state interessate le scuole elementari presenti sul territorio cittadino: 11 scuole, 27 classi, per un totale di 584 bambini. A oggi hanno aderito 5 scuole primarie: Arca dell’Istituto Tirinnanzi,  Manzoni, Pascoli, Mazzini e Deledda. I bambini esaminati sono 63 (le tre classi quarte dell’Arca): nessun bambino ha richiesto approfondimenti clinici di secondo livello. Il Progetto è realizzato con il contributo economico della Fondazione Ticino Olona (che ha donato 4mila euro), della Fondazione degli Ospedali di Abbiategrasso, Cuggiono, Legnano, Magenta onlus (che ha donato 4mila euro) e dell’Associazione Amici del cuore Altomilanese (800 euro). L’associazione Collaboratrici volontarie dell’Ospedale di Legnano ha donato un elettrocardiografo specificatamente per l’indagine.

 

 

20 aprile 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
135561_oriz

Sospesa per 15 giorni la sala Bingo a Legnano. Troppi i problemi causati all’ordine pubblico e così ieri mattina la squadra di Polizia Amministrativa del Commissariato di Legnano ha proceduto a notificare al titolare della licenza il provvedimento sospensiva del locale di via Alberto da Giussano.

Un provvedimento disposto dal Questore su proposta del Commissariato e motivato dai risultati degli ultimi controlli dai quali sono emerse condotte non conformi alle prescrizioni della legge, oltre alla presenza di alcuni frequentatori che hanno recato disturbo. Lo scorso 14 marzo la sala Bingo di via Alberto da Giussano è stata teatro di incresciosi episodi che hanno destato allarme. Risse che hanno provocato lesioni ad alcuni dei coinvolti con tanto di intervento di ambulanze. Tale episodio di cronaca ha imposto la segnalazione di rito all’autorità giudiziaria di sei persone coinvolte, tra frequentatori e conduttori dell’attività.

Ad indagare su tale episodio è stata la squadra anticrimine di Legnano, sia raccogliendo informazioni sul posto con le testimonianze e sia attraverso la visione di immagini video registrate dell’impianto di sorveglianza. Ieri gli agenti hanno apposto i sigilli alla sala Bingo. Gli uomini del commissariato vigileranno affinché il provvedimento dell’autorità provinciale di pubblica sicurezza venga rispettato.

18 aprile 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5317_corxleg_web

LEGNANO – La solidarietà spinge ancora più in alto la Correre x Legnano. Più di mille i partecipanti che sono attesi domenica 15 aprile alla seconda edizione della manifestazione promossa dal centro sportivo B.Fit, con il patrocinio dei Comuni di Legnano e di San Vittore Olona e il supporto, tra gli altri, della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. Un evento che quest’anno si arricchisce della presenza di As.P.I.: la sezione legnanese dell’associazione Parkinson Insubria porta la sua testimonianza alla corsa, facendo di un’iniziativa prettamente podistica, un momento di sensibilizzazione su una malattia che colpisce sempre più persone.

«La Correre x Legnano è tre corse in una – spiega Ezio Vinco patron del B.Fit e promotore insieme con Loredana Gimigliano, Roberto Damiani e Alessandro Marcandalli della manifestazione -: il programma prevede tre distanze, tre possibilità di fare dell’attività fisica sulla base delle proprie possibilità e del proprio allenamento. Innanzitutto vi è la 21 km: una distanza considerevole che potrebbe essere assimilata ad una mezza maratona e per la quale attendiamo quasi esclusivamente gli sportivi più esperti. In secondo luogo proponiamo la 10 km che quest’anno prende il nome di Run for Parkinson. Abbiamo infatti deciso di fare nostro il messaggio di As.P.I. inserendo il loro appuntamento annuale che si svolge in tutto il mondo in una manifestazione più ampia per dare loro maggior visibilità. Non certo ultima, c’è la 3 km: è la Family Run che, come dice il nome, è dedicata alle famiglie, a quanti vogliono approfittare della manifestazione per stare all’aria aperta, senza l’obbligo di tenere sempre sott’occhio il cronometro. La Correre x Legnano è quindi un’iniziativa per tutti».

Qualificante la presenza di As.P.I..Legnano, che nel suo decimo anniversario dall’inizio delle attività, si affianca al B.Fit nell’organizzazione della manifestazione. «Andremo a proporre a fine delle tre corse una camminata molto particolare: con i suoi 600 metri di lunghezza la “Cammina per il Parkinson” vuole essere un momento di condivisione e di solidarietà; è una camminata dedicata ai malati di Parkinson ma alla quale ci piacerebbe potessero partecipare tutti per dimostrare in modo concreto la vicinanza e il sostegno che queste persone hanno bisogno perché camminare fa bene al corpo, ma soprattutto al cuore », dice la presidente della sezione legnanese di As.P.I. Rosanna Carnovali. «Di Parkinson si parla ancora troppo poco nonostante sia una malattia estremamente diffusa e che sta arrivando a interessare soggetti sempre più giovani. È una malattia neurodegenerativa per la quale ancora oggi non esistono cure definitive. Accanto ad una terapia che riesce a controllare solo in parte i sintomi motori è possibile rallentarne il decorso facendo degli esercizi mirati e tenendosi in attività. Nella nostra associazione, oggi punto di riferimento per una settantina di malati, promuoviamo una serie di attività mirate al controllo/miglioramento delle sintomatologie motorie e cognitive senza tralasciare un supporto psicologico ai familiari e ai caregiver. Essere loro vicini attraverso iniziative come quella di domenica 15 aprile è importante per non farli sentire soli. La Run for Parkinson è anche l’occasione per sostenere la nostra attività e contribuire alla ricerca su questa malattia».

La presenza della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate alla Correre x Legnano si inserisce in un preciso cammino che la Banca di Credito Cooperativo ha fatto. «Questa manifestazione non è solo sportiva, ma racchiude un messaggio sociale importante», osserva il presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate Roberto Scazzosi. «Il binomio sport e solidarietà ci è molto caro perché esprime al meglio il nostro essere banca del territorio. Confermiamo la nostra vicinanza alla Run for Parkinson, che già l’anno scorso avevamo sostenuto a Legnano, e ci affianchiamo al B.Fit nel promuovere un’iniziativa che indubbiamente è di valore e che si propone non solamente di diventare un punto di riferimento per tutti gli amanti della corsa, ma anche di essere momento di aggregazione, socialità e crescita per il nostro territorio. Una Bcc si muove infatti lungo i binari della cooperazione, quindi il lavorare insieme, della mutualità ovvero l’aiutarsi reciprocamente del localismo, cioè le famiglie, le imprese e le associazioni che qui lavorano e vivono. Nella Correre x Legnano ritroviamo questi tre elementi di valore».

Il programma della Correre x Legnano prevede il ritrovo al Castello di Legnano (piazza I maggio) alle 8.30. Alle 9.30 il via alle tre prove: la 21 km, la Run for Parkinson e la Family Run. Al termine le premiazioni: saranno premiati i primi tre classificati per ogni percorso, sia maschile sia femminile e il gruppo più numeroso.
Il percorso della Correre x Legnano va a interessare il territorio di Legnano e parte di quello di San Vittore Olona. Da piazza Primo Maggio, accanto al castello di Legnano si arriva alla rotonda di via XX settembre per prendere via D’Annunzio e via Boccaccio, quindi costeggiare la ferrovia. Il tracciato va a interessare anche le vie Alberto da Giussano, via Macello, piazza Carroccio, via Gilardelli, corso Italia, piazza Monumento, via Gaeta. Da via Boccaccio si torna su viale Toselli per entrare nel parco Castello dove è previsto mezzo giro nell’area verde (2 volte per chi corre la 21 km) per poi passare dal mulino meraviglia a San Vittore Olona e tornare al castello. La 21 km si allunga ancora per le vie della città prima dell’arrivo sempre al castello.
Per le iscrizioni è possibile registrarsi sul sito www.mysdam.net oppure su www.bfit.it effettuando il pagamento della quota di iscrizione on-line, oppure al centro sportivo B.Fit in via Luigi Galvani 49 a Legnano non oltre le 12 di sabato 14 aprile. Possibile iscriversi anche il giorno stesso della gara direttamente al castello entro le 8.30. Società e gruppi hanno tempo per iscriversi fino alle 22 di venerdì 13 aprile; eventuali aggiunte gruppi entro le 20 di sabato 14 aprile solo online.

Le quote sono di 10 euro per la Family Run (bambini fino ai 7 anni compiuti gratis, dagli 8 ai 14 anni 5 euro senza pacco gara), 15 euro per la Run for Parkinson e 20 euro per la 21 km.

Info: http://www.bfit.it/news/342-1504—correre-x-legnano.html

Nella foto allegata: da sinistra: Roberto Damiani, Ezio Vinco, il consigliere della Bcc Vittorio Pinciroli, Andrea Arnaudo responsabile filiale di Legnano della Bcc, Rosanna Carnovali e Valerio Borghi vicepresidente As.P.I.. Qui l’immagine in alta definizione.

10 aprile 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Unknown

LEGNANO – Lo sport porta un messaggio: seguire stili di vita corretti. Debutta a Legnano (MI) domenica 25 marzo la “Camminata per la Vita”, manifestazione podistica non competitiva organizzata dalla Lilt – Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori – in collaborazione con Nordic Walking Altomilanese, il patrocinio del Comune di Legnano e il supporto – tra gli altri – della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. I due percorsi previsti in questa prima edizione – 3 km e mezzo e 5 km che toccheranno le strade di Legnano e i sentieri del parco Castello – la rendono accessibile a tutti.

«La vera novità di questa manifestazione è che i partecipanti diventano testimonial», spiega Anna Daverio, coordinatrice della sezione legnanese della Lilt. «Il messaggio da portare con sé e diffondere è quello della prevenzione: adottare stili di vita sani e consapevoli è il primo passo per preservare la propria salute. Alimentazione, attività fisica e controlli periodici sono alla base del messaggio che la Lilt diffonde e che, con questa prima Camminata per la Vita, chiede sia amplificato da tutti».

Confermando una collaborazione più che decennale, accanto alla Lilt è scesa la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. «Abbiamo sostenuto le numerose campagne che la delegazione legnanese della Lega Italiana per Lotta contro i Tumori ha portato avanti e abbiamo voluto sostenere anche questa iniziativa», osserva il presidente della Bcc, Roberto Scazzosi. «La Camminata per la Vita coniuga un doppio valore: raccoglie l’importante messaggio della prevenzione e dà la testimonianza diretta proponendo della sana attività fisica».

Il programma prevede alle 9 il ritrovo e l’apertura delle iscrizioni sul piazzale antistante il parco Castello di Legnano. Il via alla camminata verrà dato alle 10. Al termine, verso le 11, ci sarà la presentazione del progetto Nordic Walking da parte della coach Adriana Sabetta. Per informazioni e iscrizioni è possibile rivolgersi alla segreteria della Lilt, dalle 15 alle 17, chiamando il numero 0331.450080 oppure scrivendo a legnano@legatumori.mi.it.

La quota di partecipazione è di 10 euro (gratis per i bambini). L’intero ricavato sarà devoluto alle attività di prevenzione della Lilt – delegazione di Legnano.

Per la locadina dell’evento: http://bit.ly/2pmBHz2

19 marzo 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Charlize_Theron_2017

Il Coordinamento Donne SPI CGIL e la CGIL Ticino Olona vi invitano a partecipare alla iniziativa organizzata in occasione della Giornata internazionale della Donna “8 MARZO” alla proiezione del film North Country La Storia Di Josey presso la Sala Ratti – Corso Magenta – Legnano alle ore 15,00 Il film riprende una storia vera, quella di Josey Aimes, che dopo essere fuggita da un marito violento, ritorna nel Minnesota dai genitori. La Donna per garantire ai propri figli una vita dignitosa, sceglie di lavorare in miniera dove è sottoposta a continue minacce, umiliazioni e violenze fisiche e psichiche. Si ribella e, con coraggio, porta in giudizio l’azienda per affermare dignità e parità delle donne nei luoghi di lavoro e nella società. Il film è diretto da Niki Caro con Charlize Theron,France McDormand, Elle Peteson, Thomas Curtis, Sean Bean. Al termine del film ci sarà un approfondimento dei temi posti con: CAROLINA PERFETTI della Segreteria SPI CGIL Lombardia CRISTINA GUALTIERI della Segreteria CGIL Ticino Olona ALESSANDRA LOCATI Psicologa Filo Rosa di Legnano.

DA ANNI “L’OTTO MARZO” E’ UNA RICCORRENZA DOVE LE DONNE RICORDANO LE CONQUISTE SOCIALI, POLITICHE ED ECONOMICHE OTTENUTE, NONCHE’ LE DISCRIMINAZIONI E LE VIOLENZE DI CUI SONO STATE OGGETTO E, PURTROPPO, LO SONO ANCORA. QUEST’ANNO LA NOSTRA COSTITUZIONE E’ IN VIGORE DA 7O ANNI SARA’ ANCHE L’OCCASIONE PER PUNTUALIZZARE QUANTO ANCORA C’E’ DA FARE PER AFFERMARE I PRINCIPI E VALORI IN ESSA SANCITI.

7 marzo 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts