Home Arluno
Category

Arluno

pista-ciclabile

Singolare incidente lungo la pista ciclabile ad Arluno. A scontrarsi, poco prima delle 11 di questa mattina lungo la pista ciclabile, sono stati due ciclisti. Un uomo di Arluno è caduto riportando ferite non gravi.

Si è reso necessario però l’invio di un equipaggio della Croce Bianca di Magenta e dell’automedica. Ha ricevuto le prime cure sul posto ed è stato accompagnato, in codice giallo, al pronto soccorso dell’ospedale di Magenta. Anche la Polizia locale di Arluno ha raggiunto il luogo dello scontro per accertarne la dinamica.

 

22 marzo 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Sedriano - Ritrovato corpo

Sono in corso tutte le indagini del caso per ricostruire la dinamica della tragedia che, nella serata di mercoledì, ha strappato alla vita un uomo di nazionalità albanese di 35 anni. L’uomo è stato travolto dal Freccia Rossa sulla linea dell’alta velocità tra Sedriano e Arluno.

I carabinieri hanno ritrovato, lungo la pista ciclabile accanto alla linea ferroviaria, una bicicletta che pensano possa appartenere al 35enne. Era ben appoggiata e non gettata in terra a caso. Inoltre dal treno il macchinista avrebbe notato una sagoma proiettarsi sui binari. Ovviamente tutto è ancora avvolto nell’incertezza perché il treno percorreva la linea a velocità sostenuta.

L’uomo viveva a Cuggiono e si sta indagando anche nella sua vita. Le indagini sono di competenza della Polizia ferroviaria e dei Carabinieri della Compagnia di Legnano.

 

 

 

9 marzo 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Sedriano - Ritrovato corpo

Un uomo è stato travolto dal treno questa sera sui binari tra Sedriano e Arluno lungo la linea dell’alta velocita’. Inutili i soccorsi giunti sul posto con un equipaggio della Croce Bianca di Sedriano, l’automedica e i vigili del fuoco.

L’uomo sarebbe di nazionalità albanese. I carabinieri stanno cercando di ricostruire l’accaduto.

8 marzo 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
camion

Si è ribaltato con il suo carico di blocchi di acciaio lungo la provinciale 34 alla rotonda di Arluno. Se l’è vista brutta un camionista dipendente di una ditta del bresciano che oggi, poco prima delle 13, ha preso in malo modo la curva andando a sbattere contro il guard rail e rovesciando una parte del carico.camion1

I soccorsi sono partiti con la massima urgenza portando sul posto un equipaggio della Croce Bianca di Magenta e i vigili del fuoco, oltre alla polizia locale. Fortunatamente l’autista, un italiano di 53 anni, ha riportato solo lievi contusioni.

E’ stato accompagnato in codice verde al pronto soccorso del Fornaroli di Magenta. La strada è stata bloccata per consentire la rimozione del mezzo incidentato.

 

12 gennaio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
auto-carabinieri12-600x48021

Una potente esplosione nella notte ha svegliato i rfesidenti di via Turati ad Arluno e anche nelle zone limitrofe. Un boato talmente forte che perfino a Corbetta qualcuno lo ha sentito.

Erano dei ladri che hanno fatto saltare il bancomat dell’ufficio postale di Arluno. I danni sono ingenti. Sul posto sono giunti i carabinieri per l’avvio delle indagini.

 

30 novembre 2016 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
carab-700x4601

I ladri che entrano in casa. Il padrone che se ne accorge. Prende la pistola che tiene nella propria abitazione. Esplode un paio di colpi e li mette in fuga. Nella giornata di ieri è circolata questa notizia riferita alla frazione di Rogorotto ad Arluno. Accaduta un paio di sere prima in una villetta di via Santa Caterina.

Cosa c’è di vero in questa notizia? Secondo i carabinieri soltanto il tentativo di furto avvenuto nella villetta di via Santa Caterina. Nessun colpo d’arma da fuoco è stato esploso secondo i militari. E’ semplicemente scattato l’allarme che ha fatto fuggire i ladruncoli. E’ quindi giunta sul posto la pattuglia per il sopralluogo di rito. Il collega del Corriere della Sera, per scrupolo, si è recato sul posto una prima volta per accertare i fatti. I carabinieri potrebbero avere taciuto l’esplosione dei colpi di pistola, non si sa mai. Il collega ha sentito quattro, cinque testimoni che vivono in via Santa Caterina e nessuno ha sentito spari.

I proprietari, vittime di questo tentativo di furto, non erano presenti in casa e, quindi, la sera il collega è tornato a Rogorotto per ascoltare anche la loro versione. Che conferma quella dei testimoni, nessuno sparo. Qualcuno però ha detto di averli sentiti.

E allora chi chiediamo: per quale motivo i carabinieri negano che siano stati sparati dei colpi? Per questioni di sicurezza? Per tutelare il padrone di casa? O, peggio ancora, non lo sanno? Di chi ci dobbiamo fidare noi giornalisti per poter dare una versione veritiera dei fatti di cronaca? Dei carabinieri? Dei testimoni? Di qualcuno che ha sentito qualcosa e l’ha raccontata al bar? Noi le nostre certezze, da cronisti di campagna, le abbiamo. Cercheremo sempre di dare una versione il più corretta possibile dei fatti. Quello di cui non siamo certi dobbiamo evitare di divulgarlo. Cercheremo sempre di seguire questa banalissima regola…

 

20 novembre 2016 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts