Home Boffalora s. Ticino
Category

Boffalora s. Ticino

scala1

Danni ingenti, ma per fortuna nessun ferito nella notte appena trascorsa a Boffalora sopra Ticino.

Alle 21 circa di giovedì in via Foscolo si è verificato un incendio presso un’abitazione con le fiamme che hanno raggiunto il tetto. Sono servite tre ore di lavoro per i vigili del fuoco volontari di Magenta giunti sul posto con autoportante e scala.

Insieme ad una squadra da Legnano e altri mezzi da Milano. Hanno dovuto soperchiare parte del tetto per fermare l’avanzamento del fuoco. Giunta sul posto anche un’ambulanza per prevenzione.

6 aprile 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
received_10215776289428712

Il Santuario della Madonna della Acquanegra, poco dopo la località Magnana a Boffalora sopra Ticino, è uno dei più belli che conosciamo. Oggi era la festa dell’Acquanegra, una tradizione popolare che fa risalire all’intercessione della Madonna la salvezza di tanti abitanti del luogo in occasione di un disastrosa alluvione ottocentesca durante la quale le acque del Ticino strariparono arrivando fino al Santuario, dove ancora oggi è segnato il livello di acqua raggiunto.

La Madonna intervenne e lasciò delle caratteristiche pozze di acqua nera. È una tradizione nella quale il popolo boffalorese crede e anche oggi la gente era tantissima ad affollate il Santuario per il bacio della Reliquia. Bancarelle , piccole mostre e giochi hanno caratterizzato questo evento. Servizio d’ordine svolto da Polizia locale e volontari guardie ambientali.

25 marzo 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
IMG_1279

IMG_1283Un boato nel cuore della notte a Boffalora sopra Ticino. L’ennesimo bancomat che salta in aria. Cinque o sei malviventi, poco dopo le 4 hanno raggiunto piazza Matteotti, di fronte alla chiesa, e hanno fatto saltare il bancomat della Banca Intesa San Paolo usando del gas. “Abbiamo sentito un rumore fortissimo – ha detto un uomo – e poi abbiamo allertato i carabinieri”. Qualcuno si è affacciato e ha notato un’auto sfrecciare verso via Calderari e un’altra dalla strada opposta. I militari della stazione di Magenta sono arrivati subito sul posto. L’edificio è stato danneggiato soprattutto per gli infissi e gli arredi, ma è stato dichiarato agibile. Nessuno, per fortuna, ha riportato ferite.

22 marzo 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
locale-boffalora

Sono stati denunciati a piede libero per furto grazie alle indagini andate a buon fine della polizia locale di Boffalora sopra Ticino. Nella notte tra domenica e lunedì due giovanissimo avevano forzato il distributore della tabaccheria di via San Defendente a Boffalora rubandone il contenuto.

Erano incappucciati e viaggiavano con una bicicletta. La mattina dopo la titolare della tabaccheria ha allertato la polizia locale che ha visionato le immagini delle telecamere di videosorveglianza. Si notavano questi due ragazzi, ma il volto non era chiaramente riconoscibile. Le indagini sono continuate visionando anche le altre telecamere privare dislocate nella zona che riprendevano la via di fuga dei due ladruncoli. Il mattino seguente due ragazzi sono stati notati proprio in quella zona. Stesso abbigliamento e stessa biciletta che si vedeva nelle immagini delle telecamere.

Gli agenti della polizia locale li hanno portati al comando per l’identificazione e hanno scoperto che erano proprio loro. Sono stati così denunciati a piede libero. Sono residenti a Castano e Bernate. Inoltre il sospetto è che siano gli autori di analoghi furti commessi nelle scuole di Bernate Ticino e a Cuggiono. In quest’ultimo caso gli accertamenti stanno continuando ad opera dei carabinieri.

15 marzo 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
001

005Le cause dell’incidente sono ancora al vaglio delle forze di polizia. Di certo si sa che le due autovetture si sono scontrate frontalmente. Una Citroen C3 guidata da una donna di 51 anni e una Toyota Q guidata da un uomo di 49 anni si sono scontrate all’altezza della cava Palmieri (ecpcentro di Marcallo) sulla Sp. 224. Le condizioni dei feriti non era gravi, ma la donna è stata elitrasportata al San Carlo di Milano. L’uomo invece soccorso dalla Croce Bianca di Magenta è stato portato al Fornaroli. Sul Posto per i rilievi la Polizia Locale di Marcallo

12 marzo 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
boffalora vittuone

E’ biancoverde il derby tra Boffalora e Vittuone; la squadra guidata dal duo Pastorino-Annese riesce a portare a casa, con il punteggio 71-59, una partita nella quale il Baskettiamo cede solamente nell’ultimo quarto, ma che gioca fino all’ultimo secondo. Il primo parziale si apre con gli uomini di Simone Bagatti che impongono subito un ritmo molto alto al match, caratterizzato da un’intensa difesa, che aiuta su tutti i pick n’roll centrali tra Banfi e Scrocco, e da un gioco in transizione che esalta le doti atletiche di giocatori rapidi sui 28 metri, quali Molgora e Chiaia (quest’ultimo autore di una prova da 20 punti e 6 rimbalzi). Vittuone chiude, quindi, avanti 13-16. Nel secondo periodo Boffalora riesce prendere le misure in difesa, anche se fatica ancora a contenere le incursioni in area degli ospiti, e in attacco comincia a far valere la maggiore fisicità, grazie ai centimetri di De Franco, che fa ammattire a rimbalzo l’intera difesa vittuonese. Si sblocca anche Cagner dall’arco e, con il fallo tecnico fischiato a Malazzi con conseguente tiro libero realizzato da Banfi e un canestro sulla sirena firmato dalla stessa guardia boffalorese, la Doria arriva all’intervallo avanti 29-27. E’, comunque, una sfida molto tesa, giocata sul filo dei nervi: lo testimoniano le diverse proteste dei giocatori rivolte agli arbitri e molte provocazioni tra avversari. Il terzo periodo si apre sull’onda dei precendenti, con Vittuone attaccata alla partita grazie  a Malabarba (12 punti con 4/8 dalla lunga distanza), che con tre triple di fila manda avanti i suoi, prima del break firmato Jacopo Banfi, che comincia a sfornare assist e a creare grattacapi al Baskettiamo. Si arriva all’ultimo decisivo quarto con i padroni di casa sopra 45-42. Ed è qui che l’attacco dei biancoverdi comincia a macinare punti (lo testimoniano i 26 segnati in quest’ultima fase), creando lo strappo decisivo per portare a casa due punti utili per l’obbiettivo playoff. Animi tesi a fine partita, tensione causata da uno striscione sfottò nei confronti di Vittuone, non ben gradito, per usare un eufemismo, da alcuni giocatori. Boffalora sarà impegnata ancora in casa con Buccinasco, in una partita molto ostica, venerdì 9 marzo alle 21.30, mentre Vittuone si giocherà le ultime speranze di salvezza tra le mura amiche contro Luino sabato 10 marzo alle 18, anch’esso match molto complicato.

7 marzo 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts