Home Busto Garolfo
Category

Busto Garolfo

g002

IMG_2348E’ stata una giornata speciale quella odierna alla Casa Famiglia  di Busto Garolfo di Fondazione Mantovani Onlus  Sodalitas Onlus dove il signor Antonio Gianazza originario di Cerro Maggiore, che lo scorso 16 giugno ha tagliato il traguardo del primo secolo di vita, è stato insignito della Croce di Guerra al valore militare.

Il signor Antonio è un reduce della Seconda Guerra Mondiale. Ha combattuto prima sul fronte occidentale in Francia, quindi, è partito IMG_2404nell’ottobre del 1940  per la campagna di Grecia infine all’inizio del 1942 venne mandato in Russia. Da quell’esperienza tragica ritornò a casa solo grazie a tanto spirito di volontà e, soprattutto, facendosi forza l’un l’altro con i suoi commilitoni.  Così oggi a distanza di quasi 75 anni la Patria ha voluto tributare i giusti onori al Fante Gianazza. Numerose le autorità presenti.

A partire dal Colonnello Mario Arnò Comandante del Centro Documentale di Milano, accompagnato da Luigi Cuomo responsabile del cerimoniale.  Con loro il Cavalier Angelo Mario Succati  Segretario Nazionale dell’Associazione Fanti d’Italia, la dott.ssa Nuccia Berra sindaco di Cerro Maggiore, g003l’Assessore all’Ecologia Viabilità Mauro Zanzottera del Comune di Busto Garolfo con in collega di Giunta Giovanni Rigiroli Assessore ai Lavori pubblici,  Tarcisio Martinotto Presidente dell’Associazione Anziani di Cerro Maggiore, Re Garbagnati delegato di zona dell’Associazione Combattenti e Reduci. Con loro il dottor Giacomo Agrati storico locale di San Vittore Olona autore del volume “Quelli della neve” dedicato alla campagna di Russia e, in particolar modo, ai quei 378 ragazzi dell’Alto g005Milanese che non fecero mai ritorno a casa.  Per il gruppo Fondazione Mantovani Onlus Sodalitas Onlus erano presenti il Direttore Generale Michele Franceschina insieme alla Viceg001 coordinatrice di struttura Laura Vismara. “Siamo particolarmente onorati – ha detto il DG Franceschina – di poter oggi ospitare qui questa cerimonia. Lo facciamo con un grande sentimento di gratitudine nei confronti del signor Antonio e di tutti quelli come lui: oggi se viviamo in un Paese libero, lo dobbiamo a queste persone. Hanno combattuto e si sono sacrificati perché le future generazioni potessero vivere in pace e prosperità”.

 

1 agosto 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
4059_scazzosi_web

BUSTO G. – Roberto Scazzosi è stato eletto presidente del collegio sindacale della Federazione Lombarda delle Bcc. Dopo la nomina del febbraio 2017, il presidente della Banca di Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate è stato indicato dall’assemblea della FedLo che si è svolta domenica 24 giugno a Milano a presiedere l’organismo che vigila sull’osservanza della legge e dello statuto, sul rispetto dei principi di corretta amministrazione ed in particolare sull’adeguatezza dell’assetto organizzativo, amministrativo e contabile adottato dalla Federazione Lombarda delle Bcc e sul suo concreto funzionamento.

«Sono molto onorato di questo incarico», osserva Scazzosi. «Questa è una nomina di rilievo che permette alla nostra banca di continuare a giocare un ruolo importante in ambito regionale. Viene riconosciuto non solamente l’operato della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, ma anche l’importanza del territorio nel quale operiamo da oltre 120 anni».

La Federazione Lombarda delle Banche di Credito Cooperativo è il soggetto di riferimento per tutte le Bcc che operano in Lombardia. Fornisce alle banche rappresentanza, assistenza e consulenza, erogando servizi alle proprie associate. Si propone inoltre di promuovere la costituzione di Banche di Credito Cooperativo, di rafforzare il rapporto con le comunità locali di cui tali banche sono espressione, nonché di agevolare il loro sviluppo nell’interesse comune e nel rispetto dell’autonomia propria di ciascuna banca. La Federazione Lombarda costituisce, insieme alle altre 14 Federazioni locali ed a Federcasse, la struttura associativa nazionale delle Bcc.

«In un momento delicato come l’attuale, il credito cooperativo si conferma come un modello diverso di fare credito», prosegue Scazzosi. «Il modello Bcc è motore di sviluppo che propone e sostiene una crescita che parte dal basso; parte dall’economia reale. E l’apertura della Federazione ai rappresentanti delle singole Bcc è la dimostrazione di come la rete creata rappresenti effettivamente il territorio a cui si rivolge dando risalto ai tre valori fondanti e caratteristici della Bcc: cooperazione, mutualità e localismo».

Oltre a Scazzosi, la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate esprime anche un consigliere di amministrazione all’interno del CdA di FedLo: si tratta di Mauro Colombo, vicepresidente vicario della Bcc dell’Altomilanese e del Varesotto.

 

25 giugno 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
002i

001iOggi verso le 11.34 sulla SP 12 al confine con Arconate.  Un incidente ha visto coinvolti tre veicoli un furgone, una autovettura e una Mietitrebbia. Nello  scontro sono rimaste interessate quattro persone.

Sul posto per dare socorso tre ambulanze e un’automedica. E’ arrivato anche l’elisoccorso, ma, fortunatamente il suo intervento non è stato necessario.

Alla guida della vettura una donna di 75 anni, condotta in codice giallo al pronto soccorso di Legnano.

Sull’auto con lei anche un uomo di 73 anni. Anche l’uomo alla guida del furgone che si è ribaltato è stato trasportato all’ospedale per accertamenti.

Sul posto ad effettuare le verifiche del caso il comandante la Polizia Locale di Busto Garolfo e gli agenti del Comando di Arconate che con i colleghi hanno bloccato per diversi minuti la viabilità all’incrocio tra la Sp12 e la via Olcella.

A mettere in sicurezza l’area e i mezzi incidentati i Vigili del Fuoco di Legnano.

Foto Gimmy Arena

19 giugno 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5384_BGsera2017_web

BUSTO G. – Torna puntale venerdì 8 giugno la Busto Garolfo di Sera, corsa non competitiva sulla distanza dei 6 km che quest’anno festeggia i 10 anni. Organizzata dallo Sci Club Tre Esse e dal Gruppo Alpini, con il sostegno della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate e il patrocinio del Comune di Busto Garolfo, è un appuntamento che nel corso degli anni ha saputo affermarsi quale momento di grande socialità oltre che di sport. «Nel rispetto della nostra tradizione, abbiamo voluto confermare tutti gli ingredienti che hanno portato la Busto Garolfo di Sera ad essere una manifestazione caratterizzata soprattutto dalla voglia di stare insieme», spiegano gli organizzatori. «Testimonianza sono i numerosi gruppi che hanno sempre dato la loro adesione dandosi “battaglia” a suon di iscrizioni; testimonianza è anche la voglia di fare quattro passi per il nostro paese per poi fermarsi a mangiare assieme al punto ristoro che viene allestito».

Al suo fianco fin dalla prima edizione, la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate ha riconfermato la propria presenza, con un sostegno alle due associazioni organizzatrici. «La corsa è un elemento di sicuro grande interesse per i molti appassionati del running», osserva il presidente della banca Roberto Scazzosi. «Ma la socialità è la caratteristica che maggiormente contraddistingue questo appuntamento. Una peculiarità che ci permette di riaffermare la nostra vicinanza al territorio nel solco dei principi di mutualità e cooperazione che rendono unica una banca di credito cooperativo».

Il programma prevede alle 19 il ritrovo alla sede del Gruppo Alpini di Busto Garolfo in via San Domenico Savio, 37 (nelle vicinanze del bocciodromo). Il via alla gara sarà alle 20. Al termine si svolgeranno le premiazioni: sono previsti riconoscimenti con prodotti alimentari al primo uomo e alla prima donna classificati, oltre ai primi cinque gruppi più numerosi.
Per iscriversi è possibile rivolgersi fino al 7 giugno (per i gruppi fino al 6 giugno) all’Ottica Paganini in via Sant’Ambrogio a Busto Garolfo; informazioni allo 0331.569592 (Emilio) o al 338.3550302 (Sci Club Tre Esse). È possibile dare la propria adesione direttamente alla partenza fino a 15 minuti prima del via. Il costo per i primi 350 iscritti è di 4 euro e prevede un riconoscimento in omaggio. Per gli altri, la quota è di 2 euro. La manifestazione si svolgerà con qualsiasi condizione di tempo.

5 giugno 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5375_CdA_web

BUSTO G. – Roberto Scazzosi è stato riconfermato presidente della Banca di Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate. La nomina è arrivata nella sera di martedì 29 maggio, durante il primo consiglio di amministrazione della Bcc dopo l’assemblea dei soci di domenica 27 maggio, che ha confermato la squadra degli amministratori uscenti. Due le vicepresidenze assegnate: Mauro Colombo (vicario) per l’area di Busto Garolfo e provincia di Milano; Diego Trogher per l’area di Buguggiate-Varese e provincia di Varese.

«Sono onorato, in primo luogo, dell’appoggio che i soci in assemblea hanno dimostrato a questo CdA: è la prova che siamo stati all’altezza del momento complesso vissuto dal nostro territorio. Il mio personale grazie, poi, va a tutti i consiglieri che mi hanno rinnovato la fiducia per un triennio che si annuncia particolarmente impegnativo», osserva il presidente Scazzosi. 50 anni nativo di Cuggiono (MI), di professione avvocato e alla guida della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate dal settembre 2010, Scazzosi è consapevole che nel prossimo futuro «non dovremo soltanto continuare a garantire supporto a famiglie e imprese per intercettare e sostenere la ripresa, ma affrontare l’ultimo passaggio del processo di riforma con l’adesione al Gruppo bancario cooperativo Iccrea». Da una parte, quindi, la storia e i valori che hanno sempre caratterizzato il Credito Cooperativo, dall’altra il futuro. «La coerenza con il nostro passato è la vera forza del nostro futuro», sintetizza il presidente della Bcc. «Il lavoro che abbiamo fatto all’interno della nostra Bcc ci pongono in una posizione di vantaggio: i più che positivi numeri di bilancio che abbiamo presentato in assemblea sono la garanzia che, anche all’interno del Gruppo, potremo avere quell’autonomia decisionale necessaria per assicurare il pieno sostegno al territorio che ci ha visto crescere e rafforzarci da 120 anni a questa parte. La scelta di preadesione al Gruppo Iccrea, che verrà ratificata entro la fine dell’anno, è stata una scelta di coerenza con la nostra storia e con i valori fondanti del Credito Cooperativo. La fiducia che l’assemblea dei soci ha riconosciuto a questo CdA è la miglior testimonianza che siamo sulla strada giusta».

Il consiglio di amministrazione nella sua prima seduta ha nominato anche i componenti del Comitato esecutivo: vi fanno parte Giuseppe Barni, confermato alla presidenza, Diego Trogher (vicepresidente) e Mauro Colombo.

Il consiglio di amministrazione della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate per il triennio 2018 – 2020 risulta così composto: Roberto Scazzosi presidente, Mauro Colombo vicepresidente vicario, Diego Trogher vicepresidente; consiglieri: Giuseppe Barni, Danila Battaglia, Rinaldo Borsa, Vittorio Pinciroli, Paolo Malnati e Andrea Rinaldi.

In allegato foto del CdA. Da sinistra: Trogher, Colombo, Barni, Scazzosi, Borsa, Battaglia, Rinaldi, Pinciroli e Malnati.
Qui le immagini del CdA e del presidente in alta definizione

30 maggio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5374_assembleat_web

BUSTO G. -La Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate incassa la piena fiducia dei soci. L’assemblea di domenica 27 maggio, che si è svolta al Teatro Sociale di Busto Arsizio, ha dato una chiara indicazione di continuità: è stato approvato all’unanimità il Bilancio 2017 ed è stata riconsegnata la fiducia al Consiglio di amministrazione uscente. Un passaggio importante che rafforza la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate in vista dell’adesione al Gruppo bancario cooperativo Iccrea attesa per la fine dell’anno. «È stato un momento importante per l’attività della nostra Bcc», ha osservato Roberto Scazzosi, presidente uscente della banca confermato all’interno del CdA dell’istituto di credito, che in apertura dell’assemblea ha voluto osservare un minuto di silenzio per ricordare Giorgio Francesco Rossi, sindaco effettivo della Bcc, scomparso sabato 26 maggio. «La fiducia che l’assemblea ha dato al Consiglio della banca scegliendo la continuità e la promozione del Bilancio “a pieni voti” conferiscono alla nostra Bcc la forza necessaria e la giusta convinzione che siamo sulla strada giusta. Il processo di adesione al Gruppo bancario cooperativo Iccrea rappresenta un nodo fondamentale per la costruzione del nostro futuro e per riaffermare il nostro ruolo, necessario quanto indispensabile, per il sostegno del territorio».

La Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate si è presentata in assemblea con i conti in regola (il bilancio ha chiuso con un utile lordo di oltre 4 milioni e 300mila euro) e tutti i valori in crescita. «È cresciuta la raccolta indiretta, trainata dalla componente del risparmio gestito che nel 2017 ha registrato un +15% e rappresenta ormai il 65% della raccolta indiretta», ha osservato il direttore generale della Bcc Luca Barni nella sua relazione. «Gli impieghi hanno fatto segnare una crescita del 5,8% e sono il segno tangibile che la Bcc ha colto la ripartenza del proprio territorio ed è stata pronta a sostenerla. Sono crescite inoltre le erogazioni dei finanziamenti alle famiglie per l’acquisto della casa per il primo anno dall’inizio della crisi sono in aumento anche i finanziamenti di breve termine legati all’andamento dei fatturati aziendali, e questo è un segno positivo non solo per la banca ma, soprattutto, per le aziende».
Nel 2017 la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate non ha fatto mancare il proprio sostegno alle comunità locali. «Sono stati distribuiti oltre 450mila euro – sotto forma di donazioni, contributi, sponsorizzazioni e patrocini – per sostenere l’attività di oltre 160 realtà impegnate in ambito sociale, culturale, sportivo e di promozione del territorio», ha ricordato Scazzosi. «È questo un impegno che vogliamo continuare – e stiamo continuando – anche nel 2018 secondo quello spirito di mutualità e di vicinanza al territorio che contraddistingue la nostra Bcc da oltre 120 anni».
La buona gestione è stata rafforzata dalla scelta di confermare il Consiglio di amministrazione. Con l’eccezione di Ignazio Parrinello (non candidabile a regolamento interno per limiti di età), il CdA uscente è stato riconfermato. Unica new entry Paolo Malnati, eletto in rappresentanza dell’area di Buguggiate-Varese. Il consiglio risulta così composto: Giuseppe Barni, Danila Battaglia, Rinaldo Borsa, Vittorio Pinciroli e Roberto Scazzosi (area Busto Garolfo), Mauro Colombo (area provincia di Milano), Paolo Malnati e Diego Trogher (area Buguggiate-Varese) e Andrea Rinaldi (area provincia di Varese). Nei prossimi giorni, i componenti del Consiglio nomineranno il presidente, il vicepresidente e il comitato esecutivo.
A chiusura dell’assemblea sono stati premiati i soci che hanno raggiunto i 25 anni di adesione alla compagine sociale: Stefano Bottini, Giacinto Caccia, Cesarino Ceriotti, Bruno Chiari, Renato Clementi, Vincenzo Clementi, Giordano Dell’acqua, Giovanni Di Laus, Carlo Ferrario, Angelo Filisetti, Marino Fusar Poli, Dario Gaio, Angelo Luigi Garzotto, Giuliano Giamberini, Cesarino Gorla, Nazzareno Grassetto, Manuela Lozza, Alessandro Mainini, Italo Marazzini, Antonio Marzullo, Michele Marzullo, Mauro Papalillo, Bruno Parotti, Emilio Pavan, Virginio Pinciroli, Franco Scantamburlo e Silvestro Travaini.

28 maggio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts