Home Busto Garolfo
Category

Busto Garolfo

scrittura-creativa

Giancarla Colombo, insegnante di arte e immagine e Formatrice Certificata di “MetodoCaviardage di Tina Festa, il quale consiste in una tecnica di scrittura poetica creativa che è ‘adattabile’ alla persona che la sperimenta. Non sono richieste particolari competenze, se non quella di sperimentare e ‘giocare’ con le parole. Il tutto proposto dal gruppo “Anziani e Pensionati di Busto Garolfo nell’àmbito dell’Università del Tempo Libero”. Gli incontri si svolgeranno sempre di venerdì, il 17, 24, 31 di marzo; il 7, 14, 21 di aprile ed il 5 maggio, presso la Scuola Media dell’Istituto Comprensivo Tarra, via Correggio, 80, a Busto Garolfo.

L’altro corso voluto sempre dal gruppo Anziani e Pensionati di Busto, propone il Corso Base d’Intarso Ligneo, una tecnica decorativa antica che gioca su forme e contrasti. Condotto da Giovanni Vernia, si svolgerà di lunedì, il 20 e 27 marzo, il 3 ed il 10 aprile, l’8, 15, 22, 29 maggio dalle ore 14,30 alle 16 (i materiali occorrenti saranno a carico di chi deviderà di iscriversi), sempre presso la Scuola Mediadell’Istituto Comprensivo Marra (indirizzo vedi sopra). Iscrizioni fino ad esaurimento posti, presso il Gruppo Anziani, p.zza Diaz,1, lunedì e venerdì dalle 9 alle 11. Tel. 0331 568248 La presentazione del laboratorio avrà luogo mercoledì 15 marzo alle ore 14,30 e si parlerà dei relativi costi.

2 febbraio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
1379637_1415420515341362_770713424_n

15965906_1814574305425979_7436555069076171308_nIl 04 Febbraio 2017 ORE 21.00 Presso la sala consiliare di Busto Garolfo, con la partecipazione straordinaria di Davide Gualtieri, docente d’improvvisazione del conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e con le Coreografie di Mais Nouriev e i Costumi Vincenza Aurilio, si esibirà la Compagnia Orizon Danza.

lo spettacolo è realizzato con la collaborazione e partecipazione l’amministrazione comunale di Busto Garolfo

28 gennaio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
4704_manifesto_gambini2

 

BUSTO GAROLFO – È in programma domenica 29 gennaio a Busto Garolfo, nell’auditorium Don Besana della BCC di Busto Garolfo e Buguggiate (inizio alle 17.30) lo spettacolo musicale “Nutrimento dell’anima” del musicista e compositore ipoudente Daniele Gambini. Un evento sostenuto dalla Fondazione Pio Istituto dei Sordi, da Iovedodicorsa brand di Marco Frattini, da PASSin – Piattaforma Accessibilità Servizi persone con disabilità Sensoriali per l’Inclusione – e dalla BCC di Busto Garolfo e Buguggiate.

«È per noi un grande onore poter ospitare questo concerto-spettacolo – esordisce il presidente della BCC Roberto Scazzosi -. I motivi di orgoglio non risiedono esclusivamente nella particolarità della proposta, quanto nel messaggio che questo evento trasmette: la musica non si ferma al solo suono, ma può essere un grande strumento per veicolare emozioni e contenuti. Non certo ultimo, il poter valorizzare e far conoscere un artista del nostro territorio»

Residente ad Arluno, Daniele Gambini è stato definito dalla scrittrice Paola Magi nell’omonimo libro come “Il pianista che ascolta con le dita” (Edizioni Archivio Dedalus). Nonostante sia ipoudente dalla nascita, Gambini è pianista, musicologo e compositore affermato. Lo spettacolo che propone a Busto Garolfo non si presenta come un semplice concerto quanto «un viaggio che giunge ai moti segreti della nostra memoria, della nostra spiritualità, dei miti dell’uomo e dell’amore umano e divino contemplando la natura. Un viaggio in cui luci, parole e musica si fondono in atmosfere impressionistiche, barocche, romantiche e moderne», come lo descrive l’artista. Gambini presenta uno spettacolo musicale con proprie composizioni introdotte da brevi spiegazioni poetiche. La presentazione è di Paolo Colombo, compositore e ricercatore del suono, inventore del metodo “Music in you”; la regia è di Mauro Rondanini.

L’evento è accessibile alle persone sorde e con disabilità uditiva grazie al fatto che la musica viene accompagnata da immagini poetiche e le letture sono sottotitolate e interpretate in modo artistico nella lingua italiana dei segni da Laura Santarelli (interprete di Rai Tg1 edizione LIS).

Il concerto spettacolo è il frutto di un crowdfunding di successo del progetto “Nutrimento dell’anima” di Daniele Gambini, sulla piattaforma musicale Musicraiser, che ha permesso anche la realizzazione di un CD di sue composizioni.

Inizio alle 17.30; l’ingresso è libero.

Chi è Daniele Gambini: https://sites.google.com/site/danielegambini2/home

24 gennaio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
4699_luca_barniweb1

«Versare oltre 400 mila euro al fondo nazionale per la risoluzione delle crisi bancarie. Questa la richiesta arrivata alla mia Bcc da Banca d’Italia il 28 dicembre. Cioè il più lontano possibile dal Natale e dall’ultimo giorno dell’anno. Mica che, visto il periodo di festa, lo potessi interpretare come un regalo!

Ora, battute a parte, non sono qui a lamentarmi o a piangere e ho ben chiaro che Banca d’Italia, facendo solo il suo lavoro, ha chiesto questo contributo straordinario a tutte le banche italiane.
Ma ho anche chiaro che per una banca dalle dimensioni della mia, in anni di crisi, questo obolo non può che far male. Inoltre quegli oltre 400 mila né andranno a patrimonio né torneranno in quota parte al territorio e alle comunità del Varesotto e dell’Altomilanese che li hanno generati. E a questo aggiungo il fatto che la mia Bcc già eroga un contributo ordinario annuo di 210 mila euro al fondo nazionale per la risoluzione delle crisi bancarie.
Non mi lamento, dicevo, ma due cose vanno dette chiaramente.
La prima -che già da sola potrebbe bastare- è che la mia banca è una Bcc, quindi una cooperativa del credito che ha il proprio fondo di risoluzione delle crisi. Cioè che si aiuta da sé. In altre parole: quando una delle tante Bcc italiane ha avuto problemi, mai un euro è stato chiesto allo Stato (e quindi ai cittadini) o alle altre banche. E le crisi ce le siamo risolte con il contributo delle sole Bcc.
La seconda -e questa la trovo quantomeno bizzarra- è che mi chiedono di aiutare chi mi ha fatto concorrenza fino a ieri, così che possa andare avanti a farmi concorrenza. Mi spiego: non è passato molto tempo da quando chi stiamo per aiutare si proponeva ai risparmiatori e alle aziende con tassi decisamente fuori mercato. Tassi che, a me era chiaro, avrebbero portato grandi problemi. E infatti così è stato.
E adesso? Adesso “Pantalone”, mazziato e gabbato, deve pagare…»

Luca Barni
Direttore generale Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate

22 gennaio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
ps1-700x460-700x460

“Gli accertamenti clinici condotti sul cinquantenne di Canegrate ricoverato domenica 8 gennaio in Rianimazione presso l’ospedale di Legnano con evidenti segni di sepsi hanno evidenziato la presenza di stafilococco nel sangue (responsabile della sepsi) e di meningococco. L’evidenza del meningococco ha reso necessario il percorso della profilassi nei contatti del paziente e nel personale del pronto soccorso. L’uomo e’ vigile e contattabile, le sue condizioni sono stabili”. Lo ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera commentando i risultati delle analisi compiute dall’equipe medica dell’ospedale civile di Legnano sull’uomo ricoverato ieri mattina al reparto di Malattie Infettive.

“Distinto – ha precisato l’assessore – il caso del paziente di 49 anni di Busto Garolfo ricoverato, sempre nel reparto di Malattie Infettive dell’ospedale legnanese, con il fondato sospetto di meningite venerdi’ 6 gennaio. Le indagini microbiologiche hanno evidenziato una meningite da pneumococco il cui trattamento antibiotico ha portato un netto miglioramento delle condizioni dell’uomo. Ribadiamo che, come da norma, in questo caso non si provvede alla profilassi dei contatti”. (Lnews)

9 gennaio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
4671_natale_parrocchia_web

BUSTO GAROLFO – Le note del corpo musicale Santa Cecilia hanno accompagnato quello che è un appuntamento tradizionale per Busto Garolfo: il concerto di Natale con la consegna delle beneficenze della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. Sabato 17 dicembre, in un auditorium Don Besana letteralmente gremito di pubblico, la Bcc ha rinnovato il suo legame con il territorio, in particolare con la comunità che l’ha vista nascere e crescere. Oltre 35mila euro sono stati consegnati a dieci realtà no profit di Busto Garolfo che si sono distinte per la loro azione in campo sociale, educativo, culturale e sportivo.

«È il segno di una costante vicinanza al territorio e, nello specifico a Busto Garolfo. Con questo gesto vogliamo dire il nostro grazie alla comunità che non solamente ha visto nascere questa banca, ma con la quale ha saputo creare una rete partendo dai concetti di cooperazione e mutualismo che sono alla base del Credito Cooperativo», ha esordito il presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate Roberto Scazzosi. «Il Natale di quest’anno ha un sapore e un significato del tutto particolari. Ci troviamo infatti alla vigilia di un anno importante per la nostra banca: nel 2017 festeggeremo i 120 di fondazione e affronteremo la riforma del Credito Cooperativo forti degli ottimi risultati che il nostro istituto sta ottenendo a livello di operatività. Sarà quindi un anno impegnativo che vogliamo condividere con il nostro territorio».

Le beneficenze sono state consegnate al gruppo volontario di Protezione Civile che oltre ad un’attività costante di monitoraggio sul territorio, fa anche un’azione di educazione e prevenzione nelle scuole cittadine; all’associazione Akuna Matata che ha come finalità la promozione umana nell’ambito dell’educazione ai minori; all’associazione GPU – Genitori per la Promozione Umana, gruppo che opera al fianco dei ragazzi con disabilità; alla corale parrocchiale Santa Cecilia che anima momenti religiosi e civili; al CSG – Centro Sportivo Giovanile – che promuove l’attività sportiva in ambito oratoriano; alla banda Santa Cecilia che ha messo al centro della propria attività l’educazione musicale ed è stato protagonista anche delle due date del concerto di Natale; all’associazione sportiva La Rete che promuove l’integrazione attraverso lo sport; alla sezione di Busto Garolfo della Croce Azzurra Ticinia che aiuta le persone con disabilità e gli anziani nei trasferimenti verso i centri di cura; all’oratorio Sacro Cuore e alla comunità parrocchiale di Busto Garolfo. Da tutti è arrivato il sentito ringraziamento nei confronti della Bcc per il prezioso contributo ricevuto. A chiusura della consegna delle beneficenze, anche il sindaco Susanna Biondi è stato chiamato sul palco per portare i saluti dell’amministrazione comunale di Busto Garolfo.

22 dicembre 2016 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts