Home Borsano
Category

Borsano

aa229ddc9e397d13bfb5d0e1710a980d

Non è un caso che ieri sera a Borsano abbiano presentato il quadro raffigurante ‘San Martino e il povero’, opera settecentesca di autore ignoto, recentemente restaurata, di proprietà della Parrocchia dei Ss. Apostoli Pietro e Paolo. Il dipinto è raro e il restauro è stato reso possibile dai ‘portafogli’ dei settantenni del luogo, gli unici che ricordano il vecchio libro di lettura (oggi i ragazzi delle elementari hanno 18 quaderni nello zaino, oltre non so quanti libri) dov’era raccontato l’episodio di San Martino che, cavalcando avvolto nel suo mantello di guardia imperiale, incontra un povero tremante e, a quella vista, sguaina la spada e fa due pezzi del suo mantello, dandone la metà al povero.

Nella civiltà contadina c’era il proverbio: L’estate di San Martino dura tre giorni e un pochino, Quest’anno è durata un po’ di più. Comunque la data odierna – 11 novembre –  era quella degli sgomberi. E l’ha ricordato bene Olmi nell’Albero degli Zoccoli. ‘Fare San Martino’ significava andare via da un’altra parte in un’altra cascina…

FOTO  Quadro di San Martino, prima e dopo il restauro

11 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
aa229ddc9e397d13bfb5d0e1710a980d

BORSANO – Venerdì 10 novembre, alle ore 21, nella Sala di Comunità Aurora di via San Pietro 15 a Borsano, sarà presentato il quadro raffigurante “San Martino e il povero”, opera settecentesca di autore ignoto, recentemente restaurata, di proprietà della Parrocchia dei Ss. Apostoli Pietro e Paolo.

Il dipinto è l’unico del genere esistente in città, nonostante l’ampia diffusione del culto di san Martino. Il restauro ha letteralmente fatto tornare alla luce l’opera di un pittore certamente dotato di estro e capacità tecniche e aggiornato sulle tendenze pittoriche dell’epoca.

Durante la serata, la restauratrice Isabella Pirola spiegherà le operazioni eseguite per il recupero dell’opera e il prof. Giuseppe Pacciarotti l’analizzerà sotto l’aspetto storico e artistico; infine sarà ricordata la figura di Martino di Tours, vero santo pan-europeo, “padre dei poveri” e testimone della Carità.

Il quadro è stato restaurato, e così restituito alla comunità di Borsano, per iniziativa dei borsanesi nati nel 1947, che in questo modo hanno voluto ricordare il loro settantesimo compleanno.

L’opera sarà collocata nella chiesa parrocchiale, dove sarà benedetta all’inizio della messa vigiliare alle ore 18 di sabato 11 novembre, festa di San Martino di Tours.

8 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest