Home Vittuone
Category

Vittuone

20170505-k8057

Mostra dei quadri e tableaux vivants, laboratori di robotica e performance di acro-danza. Presentazione dei corsi di filosofia, psicologia e latino e premiazioni Sabato alle 17 inaugurazione e spettacoli

Appuntamento sabato 19 e domenica 20 maggio, a Villa Resta (piazza G. Resta 9), per conoscere i progetti della scuola media Enrico Fermi di Vittuone. L’inaugurazione della rassegna si terrà sabato 19, a partire dalle 17, con performance e premiazioni.

  20170505-k8220ARTE Per tutto il finesettimana, la villa ospiterà la mostra d’arte “Superfici a colori”, che propone le 170 tele realizzate dagli studenti delle scuole medie, nonché altre 60, preparate dagli alunni di quinta elementare. Per dipingere i quadri, gli allievi hanno frequentato un corso d’arte pomeridiano, tenuto dalla professoressa Maria Carmela Suppa. I ragazzi delle classi più alte “hanno lavorato sul tema del colore e del segno, imparando le diverse tecniche in un ambiente sereno, liberi di esprimersi senza pensare al voto e confrontandosi tra loro, lavorando gomito a gomito con amici di altre classi e di età diverse” spiega l’insegnante. Per i bambini di quinta, invece, il corso d’arte è stato un assaggio delle attività che troveranno in prima media. I “piccoli” hanno lavorato ispirandosi a un’opera di Andy Warhol, “Flowers”, realizzando piccole tele. E i fogli su cui si esercitavano sono stati recuperati per dare vita a un quadro di tre metri per uno, assemblato con la tecnica del frottage e dell’acquarello dagli allievi delle medie. In mostra ci saranno anche delle fotografie scattate dai ragazzi di terza media, dopo un lavoro ad hoc per imparare a utilizzare il cellulare non solo per chattare.

TABLEAUX VIVANTS – Con indosso tutù, scarpette e grandi nastri, alcune allieve della scuola daranno vita a dei “Quadri viventi” ispirati alle ballerine dipinte da Edgad Degas.

ROBOTICA E SCIENZA – La mostra sarà anche l’occasione per vedere una gara fra veicoli costruiti dagli studenti con materiali semplici e di riciclo. Piccoli robot realizzati nei laboratori proposti dagli insegnanti di scienze, ispirati al “Tinkering”, metodologia educativa sviluppata dall’Exploratorium di San Francisco, per l’apprendimento di scienza, ingegneria, matematica, tecnologia e design e utilizzata in Italia al Museo della Scienza e della Tecnica di Milano.  Per costruire i veicoli-robottini “I ragazzi hanno dovuto affrontare i problemi di un simile progetto: il tipo di baricentro necessario a farli ruotare, la traiettoria da calcolare, eccetera. Già dalla prima media, utilizzare questa metodologia dà una grande carica motivante agli
alunni”. Il laboratorio promuove, infatti “un uso consapevole della tecnologia, del coding e della programmazione, senza tralasciare la manualità per la costruzione degli oggetti”. Ma che succede quando la musica si unisce alla scienza? Lo scoprirete in mostra, provando a suonare con i puzzle sonori e una speciale batteria “piatta”, che si suona coi piedi, sul pavimento.

ACRO DANZA – L’acrosport è una ginnastica di tipo acrobatico, in cui i ragazzi eseguono movimenti e coreografie: una disciplina che migliora l’equilibrio, la mobilità, la coordinazione e la concentrazione. E sviluppa la fiducia in se stesso e negli altri, dato che le figure sono eseguite a coppie o a piccoli gruppi. Alla mostra, gli allievi di prima e terza media si esibiranno in performance di acro danza.

20170505-k7905LATINO, FILOSOFIA E PSICOLOGIA – Se i vostri figli a casa vi parlano dell’inconscio, del “super Io” e pretendono di coinvolgervi nelle “antilogie”, non sgranate gli occhi: sono alcuni degli argomenti affrontati da loro, con grande entusiasmo, nei corsi pomeridiani di filosofia, psicologia e latino proposti dalla scuola ai ragazzi di terza media. Il più gettonato? Il corso di latino con 28 iscritti, ma anche quello di filosofia e psicologia, con venti alunni.  “Questi corsi sono un’occasione di orientamento, scoprono materie che affronteranno alle superiori e magari li aiutano nella decisione dell’istituto da frequentare dopo l’esame di terza media. I ragazzi hanno avuto un ottimo profitto e dimostrato grande lavoro nelle relazioni finali. Il latino poi è piaciuto così tanto, che ci hanno chiesto un secondo corso” spiegano dalla scuola.

IL PRESIDE, l’ingegner Pasquale Aprea spiega: “Compito della scuola è anche coltivare le eccellenze e l’obiettivo dei corsi di questo tipo è proprio questo”.

 Comunicato Ricevuto

17 maggio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Cuggiono (MI) 04/05/2018Villa Annoni Esf 2018 protagonisti della fotografiaNella foto :

Venerdì 4 maggio, la pioggia battente non ha tenuto a casa gli appassionati di fotografia, che sono convenuti numerosi alla Villa Annoni di Cuggiono per assistere alla inaugurazione della plurimostra EsF Esperienze fotografiche, giunta alla sua quarta edizione.

Da un’idea vincente del Collettivo Talpa di Cuggiono, che ha voluto quattro anni fa riunire gli appassionati e i gruppi fotografici della zona in una manifestazione non competitiva, per valorizzare i luoghi del territorio, è nata EsF. Ospitata nella splendida cornice della villa Annoni, questa manifestazione unica , è cresciuta negli anni , ottenendo sempre più riconoscimento dai Comuni dei gruppi partecipanti, il cui patrocinio, unito a quelli di Regione Lombardia, Città Metropolitana di Milano, Fondazione per Leggere, Fondazione Cariplo, Parco Ticino e al contributo di numerose aziende sponsor, hanno reso la manifestazione di quest’anno ancora più ricca di eventi.

I protagonisti di quest’edizione , oltre al Collettivo Talpa e al Gruppo Artistico Occhio di Cuggiono, sono i gruppi: The Framers di Gaggiano, Scattografiamo di Bareggio, ObiettivaMente di Arluno, Le Cascine di Oggiona S.Stefano, Chiaroscuro di Busto Garolfo e Il Tavolo Fotografico di Turbigo.

IL tema di quest’anno è “ I non Luoghi”, un termine introdotto nel 1992 dall’antropologo francese Marc Augè , nel suo libro “Non-lieux.Introduction à une anthropologie de la surmodernitè”. Il termine italiano, registrato come neologismo nel 2003, ora è accolto nei lessici di tutti i vocabolari italiani.

Marc Augè definisce “ non luoghi” tutti quegli spazi che hanno la prerogativa di non essere identitari, relazionali e storici. Fanno parte dei non luoghi sia le strutture necessarie per la circolazione accelerata delle persone e dei beni (autostrade, stazioni ), sia i mezzi di trasporto, i centri commerciali gli outlet, i campi profughe,le sale d’aspetto, le stazioni di servizio, i campi sportivi, gli ascensori eccetera. Spazi in cui milioni di individualità si incrociano senza entrare in relazione, sospinti o dal desiderio frenetico di consumare o di accelerare le operazioni quotidiane o come porta di accesso a un cambiamento (reale o simbolico). Un tema non facile, soprattutto se da sviluppare rimanendo legati al territorio di appartenenza, ma che tutti i gruppi partecipanti hanno saputo rendere con tecniche fotografiche e interpretazioni diverse, mai banali e, a volte, anche ironiche e surreali.

Oltre alle mostre dei gruppi, la manifestazione prevede serate gratuite a tema fotografico, tenute da esperti dei vari circoli partecipanti: un’occasione per approfondire tematiche legate al mondo della fotografia rivolte a tutti, anche a chi fotografo non è, ma ha un interesse artistico/culturale. Questi incontri,che si svolgono in villa Annoni, iniziati domenica 6maggio con Marzia Rizzo che, per The Framers ha parlato di come costruire un portfolio,proseguiranno nei giorni di martedi 8, giovedì 10, martedì 15, giovedì 17,sempre alle ore 21 e termineranno domenica 20 maggio alle ore 15,30.

La plurimostra in villa Annoni sarà aperta nelle giornate di: sabato 5/12/19 maggio e domenica 6/13/20 maggio, dalle 10/13 e dalle 15/18,30 .

9 maggio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
basket immagine di repertorio

Finale di stagione in crescendo la squadra allenata da Simone Bagatti che, dopo le vittorie conquistate a Daverio e contro ABA Legnano, seguite dalla sconfitta in trasferta contro la corazzata Cantù, ritrovano i due punti, battendo Cassano Magnago tra le mura amiche del centro Sandro Pertini. Una partita di autorità per i gialloblu, sempre avanti e sotto controllo nella durata di tutto il match. Questa vittoria, arrivata con un avversario di pari livello, fa ben sperare soprattutto per la prossima stagione, in quanto, nel finale di campionato, è uscita la forza di un gruppo coeso formato da giocatori che giocano assieme da un po’ di anni, quindi consci dei propri limiti e quelli del compagno. I padroni di casa chiudono avanti il primo quarto di gioco 21-16 e arrivano all’intervallo lungo sopra di dieci lunghezze, sul 40-30. Gli ospiti provano a rientrare nella ripesa ma il Baskettiamo è brava ad amministrare il vantaggio grazie a contropiedi e buone percentuali soprattutto dalla lunga distanza (11/33 a fine gara). Grande prestazione di Tonella che mette a referto 23 punti, a cui si aggiungono 5 assist, e di Malazzi, autore  di 18 punti e 7 rimbalzi. Per quanto riguarda gli ospiti, da sottolineare l’ottima prova di Bernasconi e di Poggiolini che fanno registrare rispettivamente 25 e 17 punti. I varesini ora cercheranno in tutti i modi di mantenere la loro permanenza in C2 contro Social Osa, squadra giunta al dodicesimo posto nel girone A e il cui punto di riferimento offensivo è Finzi, il quale ha chiuso la stagione regolare con una media 13.2 punti di media ad uscita.

2 maggio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
con01

con03Gianmaria e Gianandrea Bardelli. Due imprenditori che fanno piastrelle da tre generazioni. Non solo imprenditori, ma anche attenti ai bisogni del mondo. Il nonno, ormai diversi anni fa, ha avviato una collaborazione con Cuori Grandi Onlus e oggi continuano loro, Gianmaria e Gianandrea, a donare piastrelle per la missione in Togo della magentina Maristella Bigogno. Il nuovo container partirà la settimana prossima e siamo andati a vedere come procede. “Per noi è un progetto antico e nuovo allo stesso tempo è bello vedere che questo container si sta caricando di piastrelle per il Togo”. Tramite Francesco Bigogno si potranno poi vedere i risultati di queste spedizioni. A distanza di mesi quelle piastrelle saranno cuori grandiservite per una scuola, una chiesa, un ospedale. “Adesso stiamo costruendo la nuova scuola – dice Bigogno – queste piastrelle copriranno la struttura al pian terreno e ne cont02serviranno altre per i lavori successivi. Sarà una scuola che accoglierà un gran numero di bambini”.

Ringraziamenti a tutti coloro che si sono prodigati a caricare il container in partenza per il Togo. In meno di un mese il container, con le sue 25 tonnellate di piastrelle, arriverà a Lomé. A giugno verranno utilizzate per il piano terra della scuola. Servono poi detersivi, medicine, cibo, stoffe e tanto altro come spiega Bigogno nel video.

Chi vuole vada sulla pagina facebook di Cuori Grandi Onlus per avere informazioni su come dare un eventuale contributo.

28 aprile 2018 0 comment
1 Facebook Twitter Google + Pinterest
bernate-ticino-polizia-locale1

Scuole ancora nel mirino di vandali e ladruncoli da quattro soldi. Ieri mattina a Vittuone i dipendenti hanno trovato il vetro di una classe della scuola elementare di via Gramsci, vicino all’ingresso, infranto. Qualcuno aveva lanciato un sasso rompendolo. Nessun tentativo di furto, ma semplicemente voglia di fare danni.

Anche a Bernate Ticino, sempre ieri mattina, sono state scoperte due intrusioni in altrettante scuole. All’asilo nido di via De Amicis dove si sarebbero limitati a scardinare l’ingresso. Sono penetrati anche alla scuola dell’infanzia di via XXV Aprile per rubare un televisore. A Bernate le intrusioni nelle scuole sono state numerose negli ultimi tempi. Per cercare di porre un freno a tali episodi l’amministrazione ha predisposto l’installazione di telecamere in ogni plesso.

24 aprile 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
ttn1

Un incendio si è sviluppato, poco prima delle 14 di oggi, alla ditta TTN Trattamenti Termici di Vittuone. Sono arrivati sul posto, in via Ghandi (proprio vicino alla stazione ferroviaria), tre mezzi dei vigili del fuoco da Legnano e Rho, un’ambulanza della Croce Bianca di Sedriano per prevenzione, i Carabinieri e la polizia locale di Vittuone.

Primi ad intervenire le squadre anti incendio della TTN che hanno evacuato immediatamente gli operai. Nessuno ha riportato ferite. L’incendio è partito all’interno della struttura dove ha preso fuoco una sabbiatrice usata per la pulitura dei metalli e le operazioni di spegnimento sono ancora in corso.

L’incendio è stato spento prontamente e non c’è stato nessun ferito, grazie anche alle procedure interne sulla sicurezza .

18 aprile 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts