Home Associazioni
Category

Associazioni

4941

Un lungo week end all’insegna della musica con Musik Factory , l’associazione che a Magenta è ormai una realtà consolidata per musicisti e band di ogni genere musicale.

 Sabato 23 giugno dalle 14.30, presso la tensostruttura del Palazzetto di Magenta,  24 band (12 composte interamente da Allievi dell’Accademia e 12 da Soci utilizzatori delle sale prova) si sfideranno sotto gli occhi di una giuria d’eccezione capitanata da Andrea Rock di Virgin Radio. Non mancheranno esibizioni dei musicisti  insegnanti e la consueta performance della Cooperativa “La Cometa” di Abbiategrasso, Associazione che si occupa di ragazzi diversamente abili, alla quale Musik Factory mette a disposizione gratuitamente i propri spazi e le proprie sale prova.palco

Super ospiti della serata gratuita di sabato, organizzata in collaborazione con Out of Control produzioni, sarà la band degli Andead  . Domenica 24 si partirà invece alle 10.30 del mattino con il consueto saggio di fine anno, dove si alterneranno oltre 100 Allievi per le esibizioni di strumento singole o con formazioni di gruppo e corali. Seguiranno gli ensemble, le orchestre e in finale la Cooperativa “La Ruota” di Parabiago presenterà il brano composto presso le nostre sale prova. Dalle 18.00 si alterneranno,ad animare la tensostruttura fino a mezzanotte,  le band dei ragazzi dell’Accademia  , intervallati dagli ospiti “Steamroller” e dalle band degli Insegnanti. Per entrambi i giorni il servizio bar e cucina sarà sempre attivo.

Doveroso spendere due parole sulla Musik Factory.palco2

Con gli oltre 550 Mq coperti della struttura che accolgono quattro sale prova professionali (la più grande –“Audition Room” di 38 Metri quadri, distribuiti su più livelli, totalmente insonorizzata e sonorizzata, con ricircolo d’aria e filtraggio attivo, climatizzatore e visiva oscurabile verso la hall e lo studio di registrazione), aule dedicate ai corsi di musica e allo studio individuale riservati agli oltre 800  Soci, Musik Factory si colloca come punto di riferimento per la musica e la cultura musicale  del Magentino e oltre. Da sempre impegnata nella “causa sociale”, mette a disposizione i propri spazi gratuitamente per associazioni di ragazzi “diversamente abili” e offre corsi integrativi (musica d’insieme, teoria e armonia musicale…) e seminari gratuiti, inseriti durante l’anno accademico, oltre ad offrire spazio per esibizioni Live in importanti locali e Club della zona, con cui si è creata una partnership artistica. I due saggi “canonici” (Natale e fine anno) sono diventati con il tempo, veri e propri eventi attesi non solo dai nostri Soci, ma anche dalla cittadinanza, data l’elevata qualità degli stessi e le partecipazioni straordinarie di testimonial d’eccezioindexne.sala prove All’interno della struttura polifunzionale è presente il “Chiodo Studio”, uno studio di registrazione indipendente dall’associazione gestito autonomamente da Alex Chiodini, dove sono stati registrati e mixati oltre duecento album anche di artisti di altissimo calibro, tra cui Alex Britti, Renato Zero, Ron e molti altri. Per rilassarsi prima, durante o dopo le sessioni musicali, Musik Factory mette a disposizione oltre all’ampia relax room interna dotata di Tv, distributori di bevande e di snack , una zona esterna con tavoli e ombrelloni e un comodo parcheggio gratuito antistante la struttura, la posizione in zona industriale facilmente raggiungibile dalla SS11, dalla SS Magenta-Malpensa e dalla SS526 Magenta-Abbiategrasso contribuisce ad essere un luogo comodo anche per chi viene da fuori .

20 giugno 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
9

6Chi, oggi, passeggiava in  centro col naso all’insù o transitava in piazza mangiando un gelato, o sedeva al fresco dei dehors , non ha potuto fare a meno di notare la nuova installazione che i commercianti della via Pretorio hanno voluto offrire alla Città: decine di ombrelli colorati che , come farfalle variopinte, ondeggiavano al sole, appesi con fili invisibili, a far da soffitto aereo a tutta la via, trasmettendo una nota di fresca allegria in questa calda giornata estiva. Abbiamo raccolto molte testimonianze positive di cittadine e cittadini al riguardo, ma anche la domanda che tutti si sono posta: “cosa significano?”  La maternità dell’idea è della città di Agueda, in Portogallo, dove, nel 2012, furono utilizzati come installazione artistica, poi, grazie alle foto ed ai selfie di cittadini e turisti, si diffuse a Barcellona e in tutta la Spagna. Dal 2013 l’installazione è stata replicata decine di volte in tutta Europa, e il successo è dovuto al fatto che proteggono dal sole e al tempo stesso danno una pennellata di colore anche alla via più anonima.

8Questo modo di allestire le strade si è diffuso anche in Italia per numerosi eventi di natura culturale, turistica e non solo…Rossano Calabro, Firenze, Marina di Pietrasanta, Assisi , Arona sono solo alcune delle località dove gli ombrelli sono diventati i protagonisti degli eventi locali. A Genova sono stati  il simbolo dell’ Euroflora 2018 . Per lo più vengono utilizzati in varie colorazioni per creare un gioco di colori e di forme con la loro ombra sulle strade, in alcuni vicoli o strade poco illuminate si è scelta la trasparenza del bianco, ma non mancano le occasioni dove il colore prevalente è il rosa (per eventi dedicati alle donne), anche perché l’origine di questo oggetto fin dall’antichità,  è sempre stato associato all’universo femminile (in Egitto e in India, l’ombrello viene associato alle dee della fertilità e del raccolto).

Foto di copertina di Vincenzo di Lernia ( Dolce Vita),  foto a destra di Roberta Barenghi.

 

8 giugno 2018 0 comment
1 Facebook Twitter Google + Pinterest
pubblico2

Sulla scia della scorso incontro avvenuto a Magenta il 22 marzo u.s., mercoledì 23 maggio a S. Stefano, si è tenuta la serata ” Autismo? Parliamone! “

moderatoAl “microfono” il relatore Prof. Lucio Moderato , sottolinea che l’autismo NON è una malattia, ma , bensì, una condizione di vita ed , in quanto tale, non si può curare.

Esistono tanti tipi di autismo, le combinazioni sono infinite spiega Moderato: “pensate con 7 note quante musiche sono state realizzate e quante se ne realizzeranno”.

Durante il convegno si sono evidenziati molti aspetti dello ” spettro autistico “come l’essere seriali nella processazione delle immagini e delle attività, l’essere rigidi e poco inclini ai cambiamenti, avere overloading sensoriali che impediscono il normale svolgimento  delle attività quotidiane.

pubblico3Grazie all’intervento del Prof. Moderato e della Dott. Adriana Campi, è emerso come la ” pulizia degli ambienti ” (intesa come l’eliminazione di elementi superflui che nuociono all’attenzione), domestici, di lavoro, pubblici e la strutturazione degli spazi e delle attività, siano fondamentali.

I soggetti con autismo sono “cittadini del Mondo” ed , in quanto tali, devono essere messi in condizione di  vivere una vita sociale  al meglio.  Spetta a noi, alle istituzioni, al mondo del lavoro che si sta pian piano aprendo all’ “orizzonte blu”, accogliere ed aiutare i soggetti autistici a vivere un’esistenza come tutti

Serve maggiore conoscenza ed inclusione.

pubblicoIl “Moderato pensiero” funziona, esiste, è reale e tangibile e mettele famigle  in condizione  di riuscire ad interagire nella maniera corretta con il soggetto autistico, formando tutti i componenti della famiglia stessa.

Come dice lui  dobbiamo essere ” evident based “, bisogna passare da un paradigma curativo assistenziale ad un paradigma educativo esistenziale.

Noi di CAM sosteniamo questo progetto inclusivo e le serate informative e di confronto continueranno.

pubblico4Ringraziamento speciale da parte degli organizzatori al Sindaco di S. Stefano Dario Tunesi che li ha ospitati, al Prof. Lucio Moderato, alla Dott. Adriana Campi, a Michela Bosi dell’Ass. Crescere Insieme, a Cuori grandi Onlus e un grazie a tutti i nostri figli ” speciali” che ogni giorno, a modo loro, ci insegnano a vedere la vita da un altro punto di vista.

Come ha detto Temple Grandin: ” Il Mondo ha bisogno di tutti i tipi di mente”….e per citare Seneca: ” Non è perchè le cose sono difficili che non osiamo, è perchè non osiamo che sono difficili.

Perchè d’ora in poi alla domanda : Autismo ?…..la risposta sarà …..SI PUO’ FARE !

25 maggio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Locandina DEFINITVA

Locandina DEFINITVAIl giorno 10 maggio presso la sede della CGIL in Via 29 Maggio n.120 a Legnano, alle ore 21.00, si terrà un evento organizzato da CGIL Ticino Olona, l’associazione Le Rose di Gertrude e il gruppo Altomilanese LGBT, sulla discriminazione nell’ambito lavorativo delle persone con diverso orientamento sessuale o identità di genere. L’evento viene realizzato in vicinanza della Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia, che si celebra ogni anno il 17 maggio ed ha l’obiettivo di promuovere eventi di sensibilizzazione e informazione sulle tematiche LGBT, in particolare al fine di arginare il preoccupante fenomeno dell’omofobia.

Il convegno avrà come relatori l’avvocato Alessandra Maino, specializzata in discriminazioni in ambito lavorativo, e il dottor. Carmine Lops, psicologo e psicoterapeuta.

L’avvocato Maino collabora da anni con la CGIL e ha messo al centro del suo impegno lavorativo il sostegno legale verso persone che vivono condizioni lavorative sfavorevoli e ostili (mobbing, straining, stress e discriminazioni); lo psicologo Lops è socio dell’associazione LGBT Le Rose di Gertrude. L’evento è un’occasione per socializzare e discutere insieme sulle difficoltà delle persone LGBT nel contesto lavorativo.

La CGIL Ticino Olona nasce a fine anni ‘80 come comprensorio autonomo da quello di Milano e include le aree omogenee dell’alto milanese e del magentino abbiatense.

Si batte quotidianamente contro le ingiustizie, le discriminazioni e le disuguaglianze nei luoghi di lavoro e si impegna anche a diffondere la promozione di nuovi diritti nel rispetto dell’orientamento sessuale o identità di genere di ogni persona.

Le Rose di Gertrude è un’associazione culturale che si propone di combattere tutte le forme di discriminazione, attraverso la conoscenza dei fenomeni e delle persone, lo scambio di esperienze personali e la testimonianza concreta e diretta sul territorio. Opera principalmente nell’altomilanese, con sede a Magenta, dove propone serate a tema, approfondimenti letterari, punti informativi, occasioni di ritrovo ludico-culturali. Collabora con altre associazioni ed è presente ed attiva nel Coordinamento Arcobaleno di Milano e Provincia e iscritta nella lista Associazioni del Comune di Magenta e Milano.

Altomilanese LGBT è un gruppo informale di persone con differente identità di genere e orientamento sessuale. Da gennaio 2017 è una delle realtà associative stabili che opera nel territorio dell’altomilanese per garantire spazi accoglienti, protetti e luoghi di socializzazione per le persone LGBT. Il gruppo inoltre ha l’obiettivo di promuovere e sviluppare la cultura LGBT, sensibilizzando e coinvolgendo diverse fasce d’età e interfacciandosi con le istituzioni locali. Collabora con altre realtà associative che promuovono la difesa e il riconoscimento dei diritti umani.

Comunicato Ricevuto

7 maggio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
testa

Sabato 5 maggio, presso lo stadio comunale di Sedriano, si terrà la partita di calcio tra la “nazionale italiana magistrati artisti Tv” e le glorie del magentino e sedrianese. La partita, a scopo benefico, sarà un’amichevole e alle ore 16 potremo vedere le due squadre giocare. la Kermesse Sportiva è stata organizzata da Gianpiero Testa.

Tra i vari personaggi che saranno presenti allo stadio, di cui alcuni famosi e altri dello spettacolo, saranno presenti sia Giampiero Testa, il presidente del Sedriano Calcio Cardamone e delle glorie del Magentino, sia il sindaco Angelo Cipriani, che rappresenta tutto il comune di Sedriano.

L’invito è esteso a tutto il pubblico e il fine della gara, ossia quello benefico, si spera possa coinvolgere più cittadini possibili.

3 maggio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
IMG_2592

31180027_1626688007449972_8704893104696989034_nQuindicimila chilometri per attraversare tutta l’Europa. Da Milano a Capo Nord per ritornare seguendo un’altra rotta. E’ l’impresa che Cristian Malagnino di Turbigo, disabile al quale è stato amputato il braccio, ha voluto fortemente. Domenica 6 maggio alle 10 partirà da via Della Commenda (zona Policlinico di Milano) alla volta della Darsena e, quindi, lungo la strada alzaia passerà da Robecco, Magenta, Boffalora e via via più su fino ad Arona. “Alla prima tappa invito tutti a venire con me – ha detto Cristian che abbiamo avuto ospite in redazione – Questo viaggio ha anche un’altra finalità che è quella di sostenere la ricerca contro la sclerodermia avviando 30697842_831203930401398_2896752824967654858_nuna raccolta fondi da devolvere al Gils, il Gruppo Lotta alla Sclerodermia”. Malagnino è un cicloturista. Non fa agonismo. Pedala per il gusto di scoprire posti nuovi. Tutto senza avversari e senza alcun tempo da battere. Passerà da numerose capitali europee, una più bella dell’altra. Fino a raggiungere Capo Nord, uno dei luoghi più belli del mondo. Evento che è reso possibile grazie alla partecipazione di numerosi sponsor che hanno fornito un contributo. Cristian oggi ha raggiunto la redazione di CAM con la sua bicicletta che userà per l’impresa. Viaggerà carico di bagagli. Con la sua tenda che utilizzerà se sarà possibile, altrimenti alloggerà nel primo ostello che troverà. Potete seguire Cristian nella sua impresa direttamente dalla sua pagina Facebook. Riordiamo che ha già compiuto due imprese in Italia. Questa sarà di gran lunga più dura. Ascoltiamolo nel video che vi proponiamo:

25 aprile 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts