Home Inveruno
Category

Inveruno

inveruno

E’ stata chiusa anticipatamente la fiera di Inveruno, a causa delle avverse condizioni meteo che stanno imperversando sulla zona.

Il sindaco Sara Bettinelli si è vista costretta ad anticipare la conclusione dell’evento più importante del paese perché il vento forte stava creando problemi piuttosto seri.

E così i padiglioni hanno abbassato le serrande per il canonico arrivederci all’edizione del prossimo anno.

13 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
fiera inveruno

Dura la vita per chi è affetto da una invalidità. Oltre ai disagi della vita quotidiana ci sono anche i problemi di non poter trascorrere, in autonomia, alcuni momenti di svago. Le fiere che si svolgono nei nostri paesi ben raramente cercano di realizzare dei punti dove poter parcheggiare tranquillamente per coloro che hanno una forma di disabilità.

Ci sono giunte alcune segnalazioni in merito a proposito della fiera di San Martino a Inveruno. Anche lì il problema si è ripetuto. Una volta raggiunta la fiera in auto c’è chi, affetto da invalidità, ha dovuto parcheggiare in un punto ben distante. Per poi percorrere un lungo tratto a piedi. Auspichiamo che, per le prossime edizioni, si cerchi di porre un rimedio a questo problema.

12 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
bigo

La puntata odierna di “Tra me e te”, condotta da Francesco Bigogno, vede ospite in studio Gianni Mainini, Presidente del Centro Studi Marcora. Si parlerà dell’antica fiera di San Martino a Inveruno:

Cos’è il centro Studi Marcora? E’ intitolato al senatore Marcora, personaggio inverunese la cui morte è avvenuta nel 1983. La prima cosa che ho fatto diventando sindaco nel 1985, per conservarne la memoria, è stata quella di creare un centro che mettesse insieme una serie di amici per continuare a ricordarlo attraverso una serie di eventi. Abbiamo fondato questo centro studi che ne continua, in questo modo, l’attività. Io ne sono diventato il presidente. Parliamo della Fiera di San Martino.

Quando nasce? Facendo delle ricerche mi ero fermato al 1680 come data di nascita, ma altri sono risaliti addirittura al 1607. In ogni caso, le origini sono antichissime. Alcuni documenti ne parlano, come fiera di merci e di bestiame. Il clou della fiera, e che ha portato a farla diventare importante, è sempre stato l’aspetto agricolo. Che è poi la nostra vocazione. Ad un certo punto siamo riuscita a farla diventare un punto di riferimento per la razza bovina frisona insieme a quella di Codogno. Dal programma vedo che il radicamento agricolo è ancora presente.

Oggi a livello economico, fiere come quella di San Martino sono in grado di spostare soldi? No. Ai tempi delle mostre della razza frisona era importante ricevere una medaglia. Indirettamente per gli agricoltori garantiva successo. Oggi non credo che sia così. La fiera è una manifestazione a cielo aperto non soggetta all’acquisto di un biglietto ed è accessibile a tutti. Non ha introiti, anzi ci sono dei costi importanti. I ricavi sono relativi e riguardano, più che altro, gli stand del lunedì. C’è poi il piano della sicurezza da stilare preventivamente. E’ una fiera che interessa tantissimo i giovani. Si fa vedere al mungitura e si fa vedere ai ragazzi come si fa il latte. Si vuole far capire alla gente come si fa il pane e tanto altro. Che è poi la nostra vocazione. Ad un certo punto siamo riuscita a farla diventare un punto di riferimento per la razza bovina frisona insieme a quella di Codogno. Dal programma vedo che il radicamento agricolo è ancora presente.

Oggi a livello economico, fiere come quella di San Martino sono in grado di spostare soldi? No. Ai tempi delle mostre della razza frisona era importante ricevere una medaglia. Indirettamente per gli agricoltori garantiva successo. Oggi non credo che sia così. La fiera è una manifestazione a cielo aperto non soggetta all’acquisto di un biglietto ed è accessibile a tutti. Non ha introiti, anzi ci sono dei costi importanti. I ricavi sono relativi e riguardano, più che altro, gli stand del lunedì. C’è poi il piano della sicurezza da stilare preventivamente. E’ una fiera che interessa tantissimo i giovani. Si fa vedere al mungitura e si fa vedere ai ragazzi come si fa il latte. Si vuole far capire alla gente come si fa il pane e tanto altro. Che è poi la nostra vocazione. Ad un certo punto siamo riuscita a farla diventare un punto di riferimento per la razza bovina frisona insieme a quella di Codogno. Dal programma vedo che il radicamento agricolo è ancora presente. 

Come avete fatto per pubblicizzare la fiera? Con Giambattista Gornati, nostro comandante dei vigili purtroppo scomparso, siamo andati allo stadio di San Siro e su tutte le macchine, prima della partita, abbiamo volantinato. Da quel periodo la gente è arrivata a valanghe. Ed è tuttora così.

 

11 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
0161

E’ ancora ricoverata in gravissime condizioni all’ospedale di Varese la suora di 76 anni coinvolta in un incidente stradale ieri mattina a Inveruno. La religiosa arrivava da Sacconago, quartiere di Busto Arsizio, ed era in auto con una consorella più anziana quando un camioncino ha invaso la corsia lungo la strada provinciale 12 andando ad impattare dapprima contro la loro auto e successivamente contro altri due veicoli.

Ad avere la peggio, tra le sei persone coinvolte, è stata proprio la madre superiora di 76 anni trasferita in elicottero all’ospedale di Circolo di Varese dove è stata sottoposta ad un delicato intervento. L’altra religiosa era stata accompagnata all’ospedale di Legnano, ma per fortuna è stata subito dimessa.

20 ottobre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
IMG_0257
Il Progetto “Allenarsi per il Futuro” descritto da Bosch:
IMG_0270Allenarsi per il Futuro è un progetto per contrastare la disoccupazione giovanile ideato da Bosch Italia con la collaborazione con Randstad e con la partecipazione di enti, istituzioni ed altre imprese su tutto il territorio italiano.  L’obiettivo è quello di orientare i giovani al loro futuro, offrendo loro opportunità di Alternanza Scuola-Lavoro attraverso la metafora dello sport: passione, impegno,responsabilità e soprattutto “allenamento” sono i principali valori trasmessi dai testimonial sportivi di fama internazionale che ci accompagnano in questa esperienza“.

Giovedi, presso il Cine Teatro Brera il Marcora, grazie alla commissione Alternanza scuola – lavoro dell’IIS Inveruno, guidata dal prof. Nunziante Montefusco, in collaborazione con Randstad, multinazionale olandese che si occupa di risorse umane ha organizzato il Convegno “ASL: Allenarsi per il futuro”.

IMG_0263L’incontro aveva lo scopo di favorire e creare le condizioni utili affinché i giovani abbiano maggiore possibilità di occupazione, dando valore agli strumenti di orientamento e crescita professionale e promuovendo il sistema di Alternanza Scuola-Lavoro per sviluppare competenze ed esperienze, aumentando il successo formativo degli studenti.

All’incontro hanno parteciperanno le classi terze dell’Istituto inverunese (le classi quarte e quinte avevano già partecipato lo scorso anno scolastico) accompagnati dai loro docenti.

IMG_0285Dalla Pagina Facebook di Allenarsi per il Futuro ieri e comparso questo post: “Un grandissimo #AndiamoAVincere dall’ISS Marcora di Inveruno (MI) con le nostre splendide Rachele Sangiuliano e Daniela Masseroni!

Le due Atlete assieme a Francesco Ramenghi Silvia Salute di Ranstad sono stati i veri promoters dell’evento, peraltro seguitissimo dai ragazzi.

La Brochure Informativa di Bosch

 

20 ottobre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
007

011E’ stata elitrasportata all’ospedale di Circolo a Varese la suora coinvolta nell’incidente di questa mattina ad Inveruno. Sarebbe proprio la religiosa la più grave, tra i sei coinvolti nel sinistro avvenuto verso le 10 lungo la strada provinciale 12 che collega Inveruno a Busto Garolfo e Legnano.

018Dai rilievi che la Polizia locale di Inveruno sta conducendo, un camioncino scoperto, il cui conducente stava percorrendo l’arteria da Inveruno a Legnano avrebbe invaso la 008corsia andando ad urtare una Fiat Punto con due suore a bordo, una Hyundai e una Nissan.

Quattro ambulanze, oltre all’automedica, all’elisoccorso e ai vigili del fuoco hanno raggiunto Inveruno per le operazioni di soccorso. La suora è stata accompagnata in eliambulanza a Varese. Gli altri feriti, in codice verde e giallo, negli ospedali di Magenta e Legnano. La strada è stata riaperta al traffico alle 12.25.

 

 

19 ottobre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts