Home Bareggio
Category

Bareggio

bareggio

Una ragazza di 17 anni e un ragazzo appena maggiorenne sono finiti all’ospedale a causa delle ferite riportate in un incidente stradale avvenuto sulla solita ex statale 11, all’altezza di Bareggio ieri pomeriggio. Lui in auto e lei a bordo di un motociclo.

Le cause del sinistro sono al vaglio della Polizia locale di Bareggio giunta sul posto. Oltre a due ambulanze è arrivato a Bareggio anche l’elisoccorso.  Dopo essere stati stabilizzati i due giovani sono stati trasferiti al Niguarda e all’ospedale San Carlo di Milano.

2 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
IMG_8236-585x390-1

È andata male a due truffatori smascherati dai carabinieri di Bareggio in quel di Cisliano. Sono due cugini che avevano macchinato, ai danni di un ignaro automobilista, il classico raggiro dello specchietto. Quello di fingere di essere stati urtati, chiedendo soldi per risolvere bonariamente la questione. I due, dell’età di 42 e 36 anni, sono stati notati l’altro giorno nel parcheggio del cimitero di Cisliano mentre discutevano, in maniera animata, con un uomo. La terza persona era un 62enne italiano accusato dai due cugini di avere urtato e danneggiato lo specchietto retrovisore della loro auto durante un tentativo di sorpasso. In realtà non era così, ma si trattava di un tentativo truffaldino messo in atto dai due cugini per estorcere denaro alla vittima di turno. I carabinieri si sono insospettiti e si sono avvicinati per capire cosa stesse succedendo. Scoprendo che le cose non stavano come i due le raccontavano. In realtà i due truffatori avevano scagliato dei bulloni contro l’auto della vittima invitandola poi ad accostare nel parcheggio del cimitero.

Quindi, al 62enne, hanno fatto notare lo specchietto penzolante e la presenza di alcuni segni sulla carrozzeria dell’auto. A quel punto è scattata la richiesta di denaro. Meglio risolvere tutto in questo modo, perché segnalare il fatto all’autorità avrebbe comportato un esborso economico ben maggiore per il responsabile. I carabinieri della stazione di Bareggio sono però riusciti a bloccare la truffa. Hanno perquisito il veicolo dei due cugini trovando alcuni bulloni e i pastelli a cera spezzati. Quelli che potrebbero essere stati utilizzati durante la truffa. I pastelli sono ritenuti idonei per essere lanciati contro le carrozzerie dei veicoli sui quali riescono a lasciare segni ben visibili.

L’uomo di 42 anni è stato arrestato, mentre per il 36 enne è scattata la denuncia a piede libero. Arresto convalidato dal giudice per la direttissima che lo ha condannato a sei mesi con divieto di ritorno nel comune di Cisliano.

1 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
ccforestali-1170x658

“E’ assolutamente necessario che Regione Lombardia faccia i dovuti controlli a Bareggio per assicurarsi che la salute dei cittadini non sia messa in pericolo” è il commento del Vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia Fabrizio Cecchetti (Lega Nord) che ha presentato un’interrogazione a Palazzo Pirelli in merito allo stoccaggio di rifiuti pericolosi all’aria aperta da parte della ditta “Il Recupero” di Bareggio in provincia di Milano. Infatti sono stati ritrovati nella ditta in questione, dopo un controllo da parte del nucleo forestale, quattrocento metri cubi di rifiuti stoccati all’aperto, fra cui alcuni materiali pericolosi come amianto, eternit, solventi e polveri.

“ATS e Arpa si sono già attivate –  prosegue Cecchetti –  ma questo non basta. Serve un monitoraggio costante, coinvolgendo tutti gli enti territoriali interessati, sulla qualità dell’aria in tutta la zona di via De Gasperi a Bareggio per arginare ogni possibile fonte di inquinamento e rassicurare la cittadinanza preoccupata dai rischi alla propria salute. La situazione – conclude Cecchetti – non deve essere sottovalutata e occorre mettere in campo tutte le misure per tutelare l’ambiente e i cittadini.” (comunicato ricevuto)

 

 

 

24 ottobre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
ccforestali

Sacchi di fibre di amianto stoccati all’esterno di un capannone, esposto agli agenti atmosferici e, quindi, pericoloso per la salute a causa della natura volatile. Sono stati i Carabinieri Forestali a porre sotto sequestro un’area di un’azienda di Bareggio e a denunciare per deposito incontrollato di rifiuti il rappresentante legale della società di smaltimento rifiuti ‘Il Recupero’ di Bareggio che ha sede in viale De Gasperi. I Carabinieri Forestali hanno operato su disposizione del Tribunale di Milano sequestrando un’area dell’azienda e disponendo lo smaltimento immediato di 400 metri cubi di rifiuti risultati in eccedenza rispetto all’autorizzazione in possesso dell’azienda stessa.

Provvedimento emesso lo scorso 12 ottobre. Successivamente i sacchi di fibre di amianto, insieme ad altre sostanze pericolose, sono state inviate a una ditta in Germania. Come è noto le fibre di amianto rilasciate nell’ambiente rappresentano un gravissimo pericolo per la salute. Sono in corso ulteriori indagini da parte delle autorità sanitarie per accertare se esista pericolo per i lavoratori della ditta e per i residenti. Oltre ai carabinieri Forestali le operazioni vengono svolte da Arpa Lombardia e Ats che stanno analizzando i campioni e hanno installato centraline per verificare il livello di inquinamento dell’area.

19 ottobre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
received_10214395830638105

Stava potando una pianta nel giardino della propria abitazione, quando è caduto dalla scala. Da un’altezza di circa un metro e mezzo, riportando ferite che hanno reso necessario il trasferimento, in codice giallo, all’ospedale di Legnano.

Coinvolto nell’incidente è un uomo di 59 anni che, oggi a mezzogiorno, stava lavorando presso la sua abitazione di via Antonio Canova. L’uomo è stato soccorso da un equipaggio della Inter Sos del distaccamento di Cisliano e dall’autoinfermieristica. Era cosciente all’arrivo dei soccorritori, è stato stabilizzato e trasferito in ospedale con traumi su varie parti del corpo.

17 ottobre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
cara-1170x878

I Carabinieri di Bareggio hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Milano, nei confronti di S.G., 53enne residente a Bareggio. L’uomo si è reso responsabile di ripetuti atti persecutori nei confronti della ex moglie che lo ha denunciato.

Lo stesso bareggese, più volte, ha violato la prescrizione della misura di allontanamento dalla casa famigliare, cui era stato sottoposto. Ora si trova nel carcere milanese di San Vittore.

 

8 ottobre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts