Home Bareggio
Category

Bareggio

pensionato

E’ ancora spaventato il pensionato di Bareggio che ha subito un tentativo di truffa l’altro giorno. Sventato grazie all’impiegato dell’ufficio postale di via Francesco Gallina che ha allertato i carabinieri. “Ancora adesso non riesco a capire cosa sia successo – ha raccontato l’uomo – Mi hanno detto che gli avevo provocato un danno con la mia auto e io non credevo alle loro parole. Ma erano così insistenti che alla fine ho ceduto”. Da Cesano Boscone, dove è stato avvicinato dai tre, l’uomo si è diretto nella sua Bareggio a ritirare ben 1.400 euro alla Posta. La somma che i tre gli avevano chiesto per porre fine alla questione in maniera amichevole, senza l’intervento dell’assicurazione.

E che ha insospettito l’impiegato. Era talmente agitato l’ottantenne da arrivare in fretta e furia all’ufficio postale e parcheggiare sul marciapiede. “Parlavano in italiano con accento del nord – aggiunge l’uomo – insomma, non davano l’impressione di essere delinquenti. C’era anche una donna che teneva in braccio un bambino”. Tutto, invece, era programmato per raggirarlo. Compresa, forse, la donna con il bimbo. Usato per intenerire le vittime inconsapevoli. Solo il pronto intervento dei carabinieri della stazione di Bareggio ha impedito che la truffa andasse a buon fine. I due uomini sono stati arrestati e con l’accusa di tentata truffa e rilasciati con obbligo di firma. La donna soltanto denunciata a piede libero proprio per la presenza del bimbo. Stratagemma usato dalla truffatrice per alleviare le sue responsabilità nel caso in cui le cose si mettessero male, come è stato. Resta lo sconforto per quanto è successo.

Ancora una volta ci troviamo in presenza di personaggi senza scrupoli che non si fanno remore e attaccano le persone deboli incutendo su di loro una pressione psicologica violenta tale da indurle a fare tutto quello che chiedono. Il pensionato bareggese vive da solo. Non è uno sprovveduto e sa come comportarsi. Ma l’azione dei malviventi è stata ferma e decisa. E’ un uomo onesto e ha sempre vissuto credendo nella buona fede della gente. Non è così per i tre truffatori che hanno tentato di raggirarlo facendogli credere che il graffio sulla sua Fiat 500 rossa lo aveva provocato lui, quando in realtà erano stati loro a piazzare quei segni. “Ringrazio i carabinieri che mi sono stati vicini e l’impiegato della Posta”, conclude.

 

4 dicembre 2016 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
croce-bianca

Ha riportato un grave trauma cranico e ha perso conoscenza. Un incidente sul lavoro si è verificato oggi pomeriggio, verso le 16.30, alla Sedrianese Spurghi di via Papa Giovanni XXIII a Bareggio.

Vittima un uomo di 54 anni che, nel cadere dal camion, ha picchiato violentemente la testa. Soccorso dai presenti, che hanno allertato il numero unico del 112, sul posto sono giunti un equipaggio della Croce Bianca di Sedriano e l’automedica.

Le sue condizioni erano critiche e, dopo essere stato stabilizzato, è stato trasferito, in codice rosso, al pronto soccorso del Niguarda di Milano. A chiarire le cause dell’incidente sono arrivati sul posto i carabinieri della locale stazione.

 

 

2 dicembre 2016 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
truffa

Ecco il video, preparato e divulgato dai Carabinieri, che evidenzia le diverse fasi che hanno consentito di portare all’arresto delle persone che hanno tentato di raggirare un pensionato di Bareggio.

Fondamentale si è rivelata la prontezza dell’impiegato dell’ufficio postale che ha allertato i militari. Nel video il comandante della stazione bareggese Maresciallo Merolli parla con la vittima che, per fortuna, non ha subito anni.

 

 

2 dicembre 2016 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
magenta-carabinieri1

E’ andata male la classica truffa dello specchietto che aveva visto come vittima predestinata un pensionato di Bareggio. L’altro giorno due uomini e una donna, pregiudicati di Cinisello Balsamo, avevano avvicinato l’ottantenne alla Sacra Famiglia di Cesano Boscone dove si era recato.

I tre lo hanno raggirato dicendogli che aveva causato un danno alla loro auto, quando in realtà era già danneggiata, e pretendevano 1.400 euro per i danni. Per avvalorare il raggiro, mentre uno dei
truffatori ha distratto la vittima, i complici hanno tracciato alcune strisce sulla carrozzeria della sua auto utilizzando cera nera in stick. Lo hanno convinto dicendogli che era meglio non tirare in ballo l’assicurazione e ci si poteva mettere d’accordo. Il pensionato bareggese però non aveva una somma così elevata ed è tornato a Bareggio per prelevarla dall’ufficio postale. Fortuna vuole che l’impiegato della Posta si è accorto che quell’uomo era la vittima di una truffa ed è riuscito ad allertare i carabinieri in tempo. I due uomini di 30 e 21 anni sono stati arrestati, la ragazza di 23 solo denunciata a piede libero perchè aveva con sé il figlio di due anni.

L’accusa nei loro confronti è di tentata truffa perchè il pensionato non ha ritirato il denaro. La perquisizione della loro vettura ha permesso di rinvenire e sequestrare una coppia di specchietti retrovisori nuovi, predisposti per sostituire quelli in uso, di colore diverso, già danneggiati allo scopo di rendere credibile il raggiro. Nell’abitacolo sono stati rinvenuti anche una scrittura privata, attestante il sinistro e la riscossione del risarcimento, e un gran numero di bulloni, da lanciare all’indirizzo delle altre vetture, per simulare il rumore dell’impatto durante i finti incidenti. I due arrestati sono stati scarcerati con obbligo di firma.

2 dicembre 2016 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
foto-linda-colombo

Riceviamo e Pubblichiamo

Lunedì 21 novembre si è svolto a Bareggio il congresso cittadino per l’elezione del nuovo Segretario di Sezione.

Dopo Angelo Cozzi, restato in carica per 3 anni, è il turno di Linda Colombo, classe 1988, Laurea in Architettura, iscritta fin da piccola alla sezione bareggese: “Ringrazio tutti i militanti e i sostenitori della Sezione di Bareggio – commenta il Segretario uscente, Angelo Cozzi – per il supporto ricevuto  in questi anni e per il lavoro svolto tutti insieme. Una sezione che è cresciuta e che nelle recenti elezioni provinciali ha anche espresso un membro nel direttivo del Ticino. D’altra parte Bareggio, insieme a Magenta, ha da sempre rappresentato una Sezione storica di riferimento per tutto l’Est Ticino. Rivolgo pertanto un grosso in bocca al lupo al nuovo Segretario di Sezione”.

Prima di tutto voglio ringraziare tutti i  militanti che mi hanno dato fiducia – commenta il neo Segretario,  Linda Colombo – sostenendomi in questa nuova avventura. Insieme a mio padre ho iniziato a seguire la Lega Nord fin da piccola, credendo fortemente negli ideali e nei valori del movimento fondato da Umberto Bossi. Sono fiera di fare parte di un gruppo come quello di Bareggio che riesce a coniugare momenti di aggregazione come le feste locali e le gazebate con l’attività istituzionale svolta dai nostri due consiglieri comunali. Ci aspettano mesi impegnativi che culmineranno nelle prossime elezioni amministrative a cui ormai lavoriamo da tempo. Invito chiunque voglia entrare a fare parte del nostro gruppo a contattarci attraverso i social o passando a trovarci presso la nostra sede di via IV Novembre, durante le consuete riunioni che si svolgono tutti i lunedì sera. Aspettiamo comunque i bareggesi domenica 27 alla nostra festa al centro polifunzionale per un pranzo in compagnia e per approfondire le tematiche del referendum e delle motivazioni per sostenere il NO”.

 

25 novembre 2016 0 comment
1 Facebook Twitter Google + Pinterest
auto-carabinieri12-600x480

Si è conclusa una settimana terribile nel magentino, per quanto riguarda i furti. I ladri hanno colpito un po’ dappertutto, a volte accontentandosi di miseri bottini.

Nella serata di giovedì i malviventi sono tornati, per l’ennesima volta, a Magenta. Hanno preso di mira un appartamento di via Caslini, scappando con un bottino ancora da quantificare. Sempre giovedì sera furto anche in via Cusago a Bareggio.

A destare incredulità è il fatto che la stessa abitazione, soltanto il giorno prima, aveva registrato un furto. Due episodi nel giro di 24 ore ha dell’incredibile, ma evidentemente ai ladri poco importa. Sabato sera furti anche a Marcallo con Casone e Corbetta.

Nel primo caso i ladri sono arrivati in via Verne, nel secondo in via Sant’Ambrogio. I danni sono ancora da quantificare.

 

 

 

20 novembre 2016 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts