Home Rescaldina
Category

Rescaldina

5437_locandinaRIMALAVOGLIA

RESCALDINA – Il folk cantautorale dei Rimalavoglia ritorna a La Tela. L’osteria sociale di Rescaldina ospita sabato 7 luglio (inizio alle 21.45) il gruppo varesino che in dieci anni di attività si è ritagliato un posto di primo piano nel panorama musicale impegnato. E impegnato è il repertorio che viene proposto, composto da cover di autori quali Fabrizio de Andrè, Roberto Vecchioni, Eugenio Bennato e Rino Gaetano. Impegnati sono anche gli inediti cui i Rimalavoglia hanno dato vita, raccontando la difficile condizione degli emigrati dal Mezzogiorno e ispirandosi alle favole telefoniche rodariane.

Quello che è stato definito come combat-folk trova nei Rimalavoglia una nuova energia e una rinnovata interpretazione. Gabriele Martorana alla voce e chitarra, Marco Mazzocchi alle chitarre,Tony Invidia alla batteria e percussioni, Gianluca Ciurleo alle tastiere ed Emiliano Michelon al basso partono da un inconfondibile stile folk per poi spaziare nell’universo rock, condendo i loro concerti con elementi funk e raggae. E il risultato è tutto da ballare.

Inizio alle 21.45, ingresso libero.

La Tela è un bene sequestrato alla criminalità organizzata, affidato al Comune di Rescaldina e gestito dalla Cooperativa ARCADIA insieme con altre associazioni del territorio. È diventato ristorante e centro di aggregazione e di promozione sociale e culturale.

Info: Osteria sociale del buon essere “La Tela” Strada Saronnese, 31 Rescaldina (MI)
cell. 328 6845452
www.osterialatela.it
Facebook:  https://www.facebook.com/osterialatela/

 

5 luglio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5418_locandinaAFTEREIGHT

RESCALDINA – La Tela di Rescaldina si apre al rock più genuino. Quello che arriva direttamente dall’America degli anni 60/70 e che è capace di spaziare dal country fino al blues. The After Eight Band è l’ospite musicale di sabato 23 giugno dell’osteria del “buon essere”. Formazione che ha mantenuto intatta la voglia di fare buona vecchia musica, The After Eight Band coniuga il British Blues al Rock nelle sue forme più tradizionali, il Folk classico ed intellettuale alle diverse esperienze musicali della West Coast fino al divertimento del Country come genuina semplicità di espressione musicale.

Nata dall’affiatamento di Luigino Restelli e Pietro (Piero, Peter) Bottini, conosciutisi nel lontano 1964 grazie alla comune passione per la chitarra e la musica, ha subito nel tempo varie trasformazioni senza però mai perdere la propria identità e le proprie radici. Anche nella formazione più attuale è chiara l’impronta della musica targata USA, anni 60/70, sia per le cover più conosciute sia per i momenti musicali di loro composizione. Il gusto del suono dal vivo, così coinvolgente, acustico o elettrico, la tendenza ad armonizzare con più vocalità e sicuramente il piacere di far musica e di trarre gioia dalla musica stessa sono alla base di tutta la loro attività.
The After Eight Band è composta da Pietro Bottini (chitarra acustica, chitarra elettrica, mandolino, armonica e voce), Giuseppe Posillico (basso elettrico, contrabbasso e voce), Walter Anselmi (batteria) e Alessandro Restelli (chitarra acustica, chitarra resofonica, chitarra elettrica e voce).

Inizio alle 21.45, ingresso libero.
La Tela è un bene sequestrato alla criminalità organizzata, affidato al Comune di Rescaldina e gestito dalla Cooperativa ARCADIA insieme con altre associazioni del territorio. È diventato ristorante e centro di aggregazione e di promozione sociale e culturale.

Info: Osteria sociale del buon essere “La Tela” Strada Saronnese, 31 Rescaldina (MI)
cell. 328 6845452
www.osterialatela.it
Facebook:  https://www.facebook.com/osterialatela/

22 giugno 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5406_locandinaCIULANDARI

RESCALDINA – Il dialetto laghèe approda a La Tela. L’osteria del “buon essere” di Rescaldina ospita sabato 16 giugno (inizio alle 21.45) i Ciulandari, cover band di Davide Van De Sfroos. Andrea Gornati (voce), Innocente Gornati (chitarra, cori), Nicolò Borsani (chitarra), Nicola Gallo (fisarmonica, cori), Alessandro Luè (basso) ed Ettore Zanzottera (percussioni) hanno fatto proprie le canzoni del cantautore comasco riproponendole in un efficace live. Dal folk alle ballate, i brani di Van De Sfroos raccontano sempre una storia e le persone, trasformando talvolta una situazione in una parodia.

I Ciulandari, che devono il proprio nome al titolo della prima musicassetta che Davide Bernasconi pubblicò con il gruppo Van De Sfroos all’inizio degli anni 90, sul palco de La Tela ripercorreranno i successi del cantautore laghèe, dagli esordi fino al successo nazionale raggiunto con la partecipazione al festival di Sanremo nel 2011, classificandosi al quarto posto con il brano “Yanez”. Da brani che hanno fatto la storia dei suoi concerti come “La balàda del Genesio” e “Ninna nanna del contrabbandiere” fino a “Goga e Magoga”, il sestetto renderà omaggio a Van De Sfroos e alla sua carriera; al suo modo di raccontare un territorio e la sua gente, istantanee di uomini e donne che resteranno di fatto “impressi” per sempre.

Inizio alle 21.45, ingresso libero

 

La Tela è un bene sequestrato alla criminalità organizzata, affidato al Comune di Rescaldina e gestito dalla Cooperativa ARCADIA insieme con altre associazioni del territorio. È diventato ristorante e centro di aggregazione e di promozione sociale e culturale.

 

Info: Osteria sociale del buon essere “La Tela” Strada Saronnese, 31 Rescaldina (MI)

cell. 328 6845452

www.osterialatela.it

Facebook:  https://www.facebook.com/osterialatela/

 

16 giugno 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5379_locSESSANTOTTO

RESCALDINA – Uno sguardo rivolto a quanto avvenuto mezzo secolo fa. Cosa è rimasto di quegli anni e come sono cambiate le persone. Per la rassegna “Incontro con l’autore”, l’osteria sociale La Tela di Rescaldina (MI) ospita martedì 5 giugno (ore 21) Tiziana Viganò curatrice del libro “Noi e il Sessantotto” di recentissima pubblicazione con Macchione Editore. In una serata fatta di letture, delle musiche di Renato Franchi e dell’intervento dell’artista Tiziano Riverso che realizzerà un quadro in diretta, si volgerà lo sguardo a 50 anni fa, andando a leggere cosa è stato il Sessantotto e cosa ne è rimasto. Del resto, il Sessantotto è mito e simbolo: un modello che va preso con la giusta dose di senso critico e con la capacità di vederne lucidamente i limiti, ma che rappresenta ideali intramontabili per l’essere umano e per la società. Un mito potente da suscitare emozioni contrastanti e opposte; un simbolo di un desiderio di cambiamento che fu talmente intenso da coinvolgere e mettere in movimento un’intera generazione di giovani con una passione totale e pervasiva, come raramente si è visto e come, sicuramente, non si è più visto da allora. Scopo del libro è raccontare le storie della gente comune, negli anni dal 1968 al 1978, storie private che si innestano nel collettivo, di ragazzi e ragazze che vivevano la vita di tutti i giorni e avevano esperienze diverse a seconda del contesto sociale, della città, dello studio, del lavoro. In “Noi e il Sessantotto”, Viganò ha raccolto scrittori che hanno vissuto quel periodo e giovani che lo guardano con gli occhi di chi vive oggi: storie quotidiane, a volte rumorose, a volte riservate di una rivoluzione culturale basata sugli ideali e sulla passione di viverli.

Inizio alle 21, ingresso libero.

Laureata in Lettere Moderne, redattrice e iconografa per molti anni, Tiziana Viganò ha lavorato nel campo della psicologia, della comunicazione e della medicina naturale, studiando a fondo i rapporti tra mente e corpo. Appassionata di cultura, arte e letteratura, scrive da sempre: ha pubblicato saggi e articoli, trovando nuovi spazi nella narrativa. È attiva nel volontariato sociale a favore delle donne. Nel 2014 è stata nominata “Ambasciatrice di Pace” dalla Women’s Federation for World Peace, ong accreditata alle Nazioni Unite che è attiva in 120 paesi del mondo in campo sociale, educativo e culturale al fine di contribuire a diffondere la cultura della Pace e il rispetto dei diritti umani secondo le direttive dell’ONU. Nel 2012 pubblica la raccolta di 12 racconti “Come le donne” (edizioni Monti) con cui ha vinto il Premio Internazionale Nuove Lettere, sezione Narrativa, dell’Istituto Italiano di Cultura di Napoli; nel 2013 partecipa all’antologia con opere di dodici scrittori “Una rondine sul filo” (Marco Del Bucchio Editore). Con il giallo “Mal di psiche mal di cuore” nel 2012 ha vinto il premio speciale nel XXV concorso “Borgo degli artisti” di Milano. Nel 2016 ha pubblicato “Sinfonia nera in quattro tempi” e a marzo 2017 “L’onda lunga del Titanic” (Macchione editore), illustrato con foto storiche del Titanic e un servizio fotografico su Varenna. È autrice di due blog: http://tizianavigano.blogspot.it e http://ilgiustoeilgusto.blogspot.it.
La Tela è un bene sequestrato alla criminalità organizzata, affidato al Comune di Rescaldina e gestito dalla Cooperativa ARCADIA insieme con altre associazioni del territorio. È diventato ristorante e centro di aggregazione e di promozione sociale e culturale.
Info: Osteria sociale del buon essere “La Tela” Strada Saronnese, 31 Rescaldina (MI)

cell. 328 6845452

www.osterialatela.it

Facebook: https://www.facebook.com/osterialatela/

5 giugno 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5372_locandinaMADEO1

RESCALDINA – Per la rassegna “incontro con l’autore”, l’osteria del buon essere La Tela di Rescaldina (MI) ospita martedì 29 maggio Carmine Madeo. Lo scrittore calabrese, milanese d’adozione, presenta il suo romanzo “L’ultimo rigore” (editrice La Ruota). Un libro che, a dispetto di titolo e copertina, non riguarda il calcio. Il pallone non è la storia principale, ma costituisce solo un’indicazione riguardo al periodo in cui è ambientato il libro, ovvero nell’estate del 1994 durante i mondiali. Il calcio però diventa l’elemento unificatore di una storia di lotta alla mafia. Siamo in Calabria, per la precisione nel caratteristico, quanto inventato, paesino di Saba Marina. Una comunità all’apparenza moderna ma intimamente chiusa, dove “tutti immaginavano, ma nessuno sapeva”. Qui si svolge la storia di Gino e alcuni ragazzi che, in un modo o nell’altro, vengono toccati dalla ‘ndrangheta e dalle attività malavitose. Nel mezzo si inserisce un prete, don Luca, ispirato come dice l’autore stesso a don Emilio Andriano scomparso nel 2016 in seguito a un grave male. E proprio don Luca col suo animo sincero, mite, umile ma giovanile e pregno di esuberanza tipica, riesce ad attrarre e attirare i giovani. Con sullo sfondo le partite di calcio di un mondiale che vide l’Italia arrivare in finale (persa ai rigori col Brasile), sono proprio i giovani a trovare riscatto e a iniziare la lotta contro la ‘ndrangheta. Il ricavato della vendita del libro viene devoluto all’associazione Stampo Antimafioso.

Inizio alle 21, ingresso libero.

Carmine Madeo è nato a Cariati (CS) il 28 febbraio 1987. Laureato in Relazioni Internazionali presso l’Università degli Studi di Milano, vive e lavora nel capoluogo lombardo. Nel 2015 ha conseguito con lode un master in Scienze criminologico-forensi presso l’Università La Sapienza di Roma. È appassionato e studioso di terrorismo internazionale e criminalità organizzata. Ama leggere ed è un fan sfegatato di Stephen King. Solo da pochi anni si sta confrontando con il mondo della scrittura. Risulta tra i vincitori dell’esperimento letterario “8 Corde tese”. “L’ultimo rigore” è il suo primo romanzo.

La Tela è un bene sequestrato alla criminalità organizzata, affidato al Comune di Rescaldina e gestito dalla Cooperativa ARCADIA insieme con altre associazioni del territorio. È diventato ristorante e centro di aggregazione e di promozione sociale e culturale.

Info: Osteria sociale del buon essere “La Tela” Strada Saronnese, 31 Rescaldina (MI)
cell. 328 6845452
www.osterialatela.it
Facebook: https://www.facebook.com/osterialatela/

28 maggio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5358_locandinaGIPSY_DEULA

RESCALDINA – È il jazz manouche il vero protagonista del concerto in programma sabato 12 maggio a La tela di Rescaldina (MI). Fabio Bruccoleri e Alessandro Centolanza, in arte i Gipsy Deula, portano sul palco dell’osteria sociale lo swing e il suono inconfondibile del gipsy jazz, quello stile che è nato dall’esperienza e dal talento del grande chitarrista Django Reinhardt. È stata infatti proprio la passione per il musicista tzigano a portare alla creazione nel duo nel 2013. Da una parte, Alessandro Centolanza, che dopo un soggiorno di un paio di anni a New Orleans passato a suonare una magnifica chitarra gipsy, è tornato nella “sua” Milano per dare il via al suo progetto “delle canzoni”, con brani originali in cui suona anche il piano e canta la vita, la rabbia, l’amore dei giorni nostri; dall’altra, Fabio Bruccoleri, siciliano trapiantato in Lombardia, che ha fondato il trio Al Taim Jazz col quale si esibisce nei locali della zona. In mezzo: Django Reinhardt. I due iniziano a suonare insieme valorizzando i brani meno conosciuti del maestro e arrivano, piano piano, a lavorare su brani originali, di propria composizione.

A La Tela il Gipsy Deula propone un singolare concerto che di fatto ripercorre il cammino dei due musicisti. Nella prima parte il duo propone brani dal repertorio del grande chitarrista tzigano Django, mettendo in risalto le meravigliose doti solistiche di Fabio e il suo gusto per la scelta del repertorio, nonché alcune sue composizioni originali; nella seconda parte trovano invece spazio alcuni brani originali del repertorio di Centolanza e composizioni di Piero Ciampi, spaziando per alcuni brani swing anni ’30.

Inizio alle 21.45, ingresso libero.

La Tela è un bene sequestrato alla criminalità organizzata, affidato al Comune di Rescaldina e gestito dalla Cooperativa ARCADIA insieme con altre associazioni del territorio. È diventato ristorante e centro di aggregazione e di promozione sociale e culturale.

Info: Osteria sociale del buon essere “La Tela” Strada Saronnese, 31 Rescaldina (MI)

cell. 328 6845452

www.osterialatela.it

Facebook: https://www.facebook.com/osterialatela/

11 maggio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts