Home Daily Archives
Daily Archives

10 novembre 2017

Ballarini

Il sindaco di Corbetta Marco Ballarini si complimenta con la polizia locale e con i carabinieri perché hanno saputo dare una risposta immediata sull’incendio al campo rom di questa mattina arrestando la presunta responsabile nel giro di pochissimo tempo. La polizia locale di Corbetta, in particolare, è intervenuta per prima mettendo l’area circostante in sicurezza.

Continueremo con i controlli negli insediamenti nomadi esistenti in città – commenta il primo cittadino – già dai prossimi giorni proseguiremo con le verifiche a scopo preventivo“.

10 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
campo

E’ stata rintracciata e arrestata Germila Halilovic, 40enne domiciliata nel campo rom di viale Borletti a Corbetta dove questa mattina si è sviluppato un vasto incendio che ha completamente distrutto l’insediamento.

Sarebbe stata proprio la donna ad incendiare, con del liquido infiammabile, il campo nomadi e alcune auto che si trovavano all’interno. Il movente sarebbe riconducibile ad alcuni litigi pregressi e mai risolti con i parenti.

10 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
controlli

E’ stata ritrovato questa mattina, nel centro di Magenta, un Suv BMW risultato essere stato rubato lo scorso 28 ottobre. Il furto era avvenuto in piazza Kennedy. I ladri hanno successivamente abbandonato il veicolo in via San Martino, tra la chiesa e l’oratorio.

Pare si trovasse parcheggiato in via San Martino da almeno una settimana, tanto che alcuni cittadini insospettiti hanno allertato la polizia locale. Il Suv è stato restituito al legittimo proprietario.

10 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
muro

Muro-di-Berlino28 anni fa cadeva il muro di Berlino, “moriva” il comunismo e il mondo tornava ad essere libero”. A qualcuno potrebbe scappare una risata leggendo queste ultime due affermazioni. Già, perché, per quanto riguarda la prima, come ha detto molto bene Marcello Veneziani “il comunismo è morto ma le sue eredità sono molto pesanti”. Oggi i discendenti ideali di quella dottrina hanno creato un nuovo tipo di totalitarismo, che è culturale e mascherato da democrazia. Sempre Veneziani definisce il nuovo PC: da Partito Comunista a Politicamente Corretto, la nuova arma usata per mettere a tacere chiunque la pensi diversamente. E in ogni campo aggiungerei: dai c.d. diritti civili, ai migranti, fino al concetto stesso di Stato-Nazione. Con la caduta del muro il Popolo tedesco poté festeggiare la riunificazione, mentre oggi si plaude ai golpisti Catalani o peggio si auspica l’abbattimento delle frontiere e la cancellazione dei confini nazionali in nome di un’uguaglianza che è soltanto annullamento di migliaia di anni di Storia e Tradizione. Per quanto riguarda la seconda affermazione invece -“il mondo tornava ad essere libero”- fa sorridere muro-berlino2considerare un Paese che non ha nemmeno il potere di stampare moneta come libero. Se poi si pensa che sul territorio italiano ci sono basi militari americane e che i nostri soldati vengono impiegati in guerre per cui il nostro Paese non ha alcun interesse il sorriso lascia subito spazio a una smorfia piena di rabbia. La democrazia e la libertà esportate con le bombe, e solo a patto che se ne possa ricavare qualcosa, unite al consumismo che annulla il concetto stesso di persona, sostituendolo con quello di soggetto-consumatore, sono soltanto un’altra forma di violenza e “dittatura”, ma questa volta su scala mondiale. Il comunismo ha fallito, e fallirà anche il capitalismo. Noi di Fratelli D’Italia-AN Magenta e Gioventù Nazionale siamo per la terza via, quella che Giorgia Meloni ha definito “Europa dei Popoli”, un’Europa in cui le Nazioni, ognuna con la sua identità, collaborino tra loro nel rispetto delle proprie e altrui tradizioni, così da creare, questa volta per davvero, un mondo libero

10 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
rom

Questa mattina il consigliere comunale, Riccardo Grittini, si è prontamente recato al campo nomadi di viale Borletti dove era da poco stato domato un incendio. Sul posto, parlando con alcuni cittadini e testimoni, ha appreso che, almeno dalle prime ricostruzioni, l’incendio sembrerebbe essere conseguenza di un litigio tra famiglie del campo.

“La situazione è inaccettabile. Già in passato lo stesso campo nomadi aveva evidenziato situazioni problematiche, come ad esempio l’allontanamento del camper che da settimane soggiorna per le vie del paese. Ora, dopo i disagi del passato, dobbiamo annoverare anche un incendio nel quale, fortunatamente, nessuno è rimasto coinvolto. Occorre ripristinare immediatamente una situazione di sicurezza e decoro affinché in futuro non si verifichino nuovamente fatti simili”. Così Riccardo Grittini, membro del gruppo consiliare Lega Nord, in merito all’incendio avvenuto stamane al campo rom di viale Borletti.

10 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
computer

La scelta del Medico di Medicina Generale può essere effettuata:

  • Direttamente presso gli sportelli Scelta e Revoca della Asst Ovest Milanese
  • Collegandosi al sito della Regione all’indirizzo:  http://www.crs.lombardia.it , selezionando “Servizi online per il cittadino”, se in possesso di codice PIN o password;  in mancanza  possono essere richiesti all’Ufficio Scelta e Revoca più vicino.
  • Trasmettendo via mail, all’Ufficio Scelta e Revoca:
  • copia del documento d’identità del richiedente e Codice fiscale
  • modulo di richiesta, debitamente compilato, su cui dovranno essere indicati, in ordine di priorità, i nominativi di almeno tre medici
Abbiategrasso scelta.revoca.abbiategrasso@asst-ovest.it
Magenta scelta.revoca.magenta@asst-ovestmi.t
Legnano scelta.revoca.legnano@asst-ovestmi.it
Castano Primo/Cuggiono scelta.revoca.castano@asst-ovestmi.it

L’Ufficio Scelta e Revoca provvederà :

  • all’assegnazione del medico secondo la disponibilità del massimale e le priorità indicate dall’assistito
  • ad inviare, via mail all’assistito o, in mancanza di indirizzo di posta elettronica, all’Ufficio del Comune di residenza,  la stampa della scelta effettuata. Nel secondo caso l’assistito provvederà al ritiro presso il Comune.
10 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts