Home Monthly Archives
Monthly Archives

marzo 2017

box

Nella notte tra giovedì e venerdì i ladri hanno fatto tappa nuovamente a Magenta. Precisamente in uno stabile di via Casati dove sono penetrati in tre box in cerca di biciclette. Ne hanno aperti tre e in un caso sono riusciti ad arraffare una mountain bike di valore.

Questa mattina i condomini si sono accorti dell’accaduto. Cosa strana: non erano presenti segni di effrazione nei box. Nessun segno di scasso che potesse far pensare all’azione dei ladri, evidentemente dotati di strumenti appositi per riuscire ad aprire le porte.

Sul marciapiede è stata ritrovata un’altra bicicletta gettata in terra. Probabilmente rubata in un altro posto. I condomini hanno provveduto ad allertare i carabinieri raccontando loro tutto quello che era successo.

 

31 marzo 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
auto-carabinieri12-600x480

Prima, insieme ad un complice, ha rubato il portafogli di un uomo che era seduto ad un tavolino all’interno del centro commerciale Il Destriero di Vittuone. Quindi, a bordo di una Renault vista dalla vittima che si era accorta di avere subito il furto e subito segnalata ai carabinieri, si è diretto verso il Bennet di Sedriano. Dove è stato intercettato dai militari.

Alla vista degli uomini in divisa il malvivente è scappato. Il complice è stato però fermato proprio mentre si apprestava ad acquistare gioielli per un valore di circa 1.500 euro usando la carta di credito della vittima. Il ladro era anche riuscito a sostituire la foto della patente della vittima con la sua.

Accusato di furto con destrezza, sostituzione di persona, tentato utilizzo indebito di carta di credito e falsità materiale è stato processato per direttissima e ha patteggiato un anno di reclusione. Ora si trova a San Vittore.

 

31 marzo 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
schianto

Incidente sulla strada provinciale 114 nel pomeriggio di oggi a Cisliano. Poco prima delle 17 il conducente di una Fiat Punto che, da Albairate viaggiava verso Cusago, all’approssimarsi della prima rotonda è stato sorpassato a destra da un veicolo a folle velocità che stava svoltando verso Vittuone.

L’autista della Punto, d’istinto, ha frenato per evitare la collisione, andando a sbattere contro la segnaletica e abbattendola in parte. E’ intervenuto un carro gru pesante della GPS di Vittuone per poter sollevare la Punto perché i pali della segnaletica abbattuti facevano da perno sotto il veicolo che non poteva essere tirato indietro.

Fortunatamente tutto è avvenuto senza feriti. La dinamica è al vaglio dei carabinieri di Bareggio.

31 marzo 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
gibo

Si è sentito tirato in causa Gilberto Rossi, consigliere comunale di opposizione ad Ossona. Si è sentito tirato in ballo dal recente comunicato stampa dell’assessore regionale Massimo Garavaglia nella parte in cui dice che “la politica deve fare sintesi e decidere. Senza i mal di pancia e gli equilibrismi politici di alcuni la partita era già chiusa da un anno ed i lavori sarebbero già iniziati”. Come dire che quelli che hanno manifestato negli anni passati hanno solo creato un danno per il territorio. Se non ci fossero stati gli oppositori i lavori sarebbero già partiti. Verrebbe da dire: per fortuna che non la pensiamo tutti allo stesso modo. E che c’è ancora qualcuno capace di avere delle opinioni proprie senza seguire l’onda del politico che conta o leccargli i piedi.

Quando Gilberto Rossi ci ha chiesto di poter dire la sua sulla questione abbiamo accettato ben volentieri e lo abbiamo incontrato in uno dei luoghi storici della nostra città, davanti alla Casa Giacobbe. “Non cogliamo le provocazioni, – continua Rossi – ma vogliamo parlare di cultura e qualità della vita. Mi sto impegnando, in qualità di consigliere comunale ad Ossona, nel presentare mozioni, nel sollecitare chi ha le competenze ad intervenire sulla qualità dell’aria”. Le battaglie che Gilberto Rossi, da tutti conosciuto come Gibo sono sempre queste da anni. La qualità dell’aria, i trasporti pubblici, la necessità di contrastare il consumo di suolo e le autostrade inutili. “O si valorizza il parco del Ticino o si fanno le autostrade. – dice – A Palazzo Isimbardi, sede della Città Metropolitana, l’altra sera si è parlato di trasporto metropolitano, interesse pubblico o speculazione? E’ un peccato che nessun giornalista fosse presente all’incontro. Non siamo in pochi ad avere contrastato la tangenziale e a continuare a non volerla, l’anno scorso ricordiamo cosa è successo con la maggioranza Invernizzi sul fatto della tangenziale. La nostra bellezza sono le ville settecentesche che sono un incanto. Tempo fa abbiamo realizzato un video a Robecco sul Naviglio alla Fiera di San Majolo sul ponte degli scalini sul Naviglio Grande. Pensate in quella zona incantevole di sentire il rumore delle macchine a pochi metri”. Gibo non si è perso mai una manifestazione contro la tangenziale.

“Non mi sentirò mai in colpa per avere manifestato contro il mostro d’asfalto – continua – Ho avuto modo di conoscere ancora di più e apprezzare il nostro territorio. Se non fosse stato per questo sciagurato progetto molti non avrebbero nemmeno saputo che Alessandro Manzoni ha trascorso le vacanze a Castellazzo dè Barzi. Lo abbiamo valorizzato, abbiamo percorso le nostre campagne in bicicletta e ci siamo informati sulla nostra storia”. Un No Tangenziale che continuerà per sempre, quindi, ed è una somma di tanti si, all’aria pulita e alla necessità di valorizzare l’Est Ticino.

31 marzo 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
villa annoni, gente, coda
Marco Polloni, sindaco di Cuggiono - taglio nastro

Marco Polloni, sindaco di Cuggiono – taglio nastro

In attesa della attesa e  grande Festa di primavera che si terrà domenica tutto il giorno , il Sindaco Flavio Polloni con l’amministrazione invita tutta la cittadinanza ad un appuntamento importante per la vita civica ed istituzionale: il “Resoconto di fine mandato”.  Una presentazione ai cittadini del lavoro di cinque anni per Cuggiono ed i cuggionesi, tra problematiche affrontate e realizzazioni. Non mancate!

Un resoconto a 360° sulla città da parte del Sindaco e degli assessori di Giunta.

l'assessore Marco testa ed il Sindaco Flavio Polloni, in un momento di Consiglio comunale

l’assessore Marco testa ed il Sindaco Flavio Polloni, in un momento di Consiglio comunale

La cittadinanza è invitata a partecipare.

Venerdì 31 marzo 2017 alle ore 21 in Villa Annoni, Sala Consiliare.

31 marzo 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
parco

Nuove opportunità per disoccupati o inoccupati. Il Parco del Ticino ha indetto un bando per la formazione di due elenchi di diplomati o laureati a cui attingere per l’attivazione di tirocini di inserimento lavorativo   presso gli uffici del Parco per gli anni 2017 -2019 Il progetto prevede l’opportunità per giovani disoccupati o inoccupati di acquisire competenze professionali spendibili sul mercato del lavoro.  Il tirocinio avrà durata di sei mesi e potrà essere eventualmente prorogato al massimo per ulteriori sei mesi. E’ prevista la presenza di 32 ore settimanali da articolarsi  secondo le esigenze dell’uffici ed indicate nel progetto formativo individuale.

Al tirocinante verrà corrisposta una indennità  di partecipazione di 300 euro più la corresponsione di buoni pasto. Possono partecipare al bando le persone di età compresa tra i 18 e i 32 anni, che abbiano la cittadinanza italiana o di un paese dell’Unione Europea, che non abbiano condanne penali, che hanno conseguito uno o più titoli di studio, che sono inoccupati o disoccupati, che non hanno  avuto esperienze lavorative pregresse documentate né attività  precedenti di tirocinio con curriculare,. E’ richiesto l’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche  più diffuse e  la conoscenza della lingua italiana. La  domanda è  scaricabile dal sito internet  del Parco www.parcoticino.it , oppure può essere  ritirata presso l’ufficio del personale dal lunedì al giovedì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16.30 il venerdì dalle 9.30 alle 12

Le domande dovranno essere protocollate entro il periodo di validità del bando ossia il   30 giugno 2019

http://ente.parcoticino.it/bandi/bando-candidatura-lattivazione-tirocini-formazione-inserimento-lavorativo-anni-2017-2019/

 

31 marzo 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts