Home Daily Archives
Daily Archives

13 giugno 2017

luigi_alberto_tarantola2017

Riceviamo e Pubblichiamo

La lista civica del candidato sindaco Tarantola ottiene l’8,42% delle preferenze

La lista civica RIcominciamo Insieme del candidato a sindaco di Abbiategrasso, Luigi Alberto Tarantola, alle elezioni comunali di domenica 11 giugno 2017, ha ottenuto l’8,42% delle preferenze (1.026 voti), posizionandosi al quarto posto tra le sette formazioni in corsa.

«È un risultato molto importante per una lista civica pura, cioè non sostenuta da partiti, formata da persone nuove e competenti che hanno messo la propria professionalità al servizio della comunità. – afferma Tarantola – Un risultato che è stato raggiunto grazie: al lavoro di una squadra compatta, dinamica e motivata; a un programma chiaro, concreto e sostenibile; all’ascolto dei reali bisogni della città di Abbiategrasso, attraverso un confronto diretto e serrato con i cittadini e i rappresentanti delle diverse realtà sociali e produttive.

È il primo passo in avanti di RIcominciamo Insieme, di un progetto civico che continuerà a evolversi per contribuire al rilancio della città nel territorio. La squadra farà la sua parte, sia in consiglio comunale attraverso i propri consiglieri eletti, sia fuori dal Palazzo aggregando tutti coloro che vorranno condividerlo e dare il proprio contributo».

Al ballottaggio del prossimo 25 giugno, come più volte dichiarato durante la campagna elettorale, la lista civica RIcominciamo Insieme non sosterrà nessuno e, quindi, non darà alcuna indicazione di voto lasciando ai propri elettori la facoltà di scegliere liberamente secondo coscienza.

In consiglio comunale rispetterà il “patto” che aveva proposto ai candidati sindaci delle altre coalizioni in campo, ossia garantirà la massima collaborazione sui punti comuni in tutti i programmi elettorali, affinché possano essere discussi e approvati a vantaggio esclusivo dei cittadini in via prioritaria. Per tutto il resto, invece, assicurerà un’opposizione seria, concreta e propositiva. RIcominciamo Insieme lavorerà per la città e dalla parte dei cittadini e mai contro qualcuno.

«Dispiace rilevare che pure ad Abbiategrasso il primo partito è quello dell’astensionismo, mediamente un cittadino su due non ha votato. – conclude Tarantola – Questo conferma la crescente disaffezione della gente verso i partiti e soprattutto verso un modo vecchio di fare politica.

La lista civica RIcominciamo Insieme farà la sua parte per aumentare gli standard di qualità della vita e coinvolgere il maggior numero possibile di cittadini nella gestione della cosa pubblica, attraverso processi democratici di ascolto, partecipazione e condivisione delle proposte e delle iniziative che saranno promossi nei prossimi cinque anni».

13 giugno 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
agorà cuggiono-2

“712 grazie”

In seguito ai risultati conseguiti in quella che è stata la nostra prima e vera prova elettorale, intendiamo ringraziare tutti i nostri elettori per la fiducia che hanno posto in noi (20%), assicurandoli che non smetteremo di ascoltare le istanze e le esigenze dei nostri concittadini.

In merito al nostro posto in Consiglio comunale, intendiamo applicare un principio di rotazione in base al quale ognuno dei nostri candidati presenti in lista potrà diventare consigliere e avvicinarsi direttamente all’esperienza amministrativa.

I più sinceri auguri di buon lavoro, infine, a Maria Teresa Perletti, che troverà in noi un’opposizione ferma e decisa ma sempre costruttiva.

 

13 giugno 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
giovanni caso 5 stelle magenta fb-2

Riceviamo e Pubblichiamo

Il MoVimento 5 Stelle di Magenta, il candidato sindaco Giovanni Caso e l’intera lista dei candidati consiglieri ringraziamo tutti i cittadini che hanno voluto accordarci la loro fiducia. Eravamo preparati a qualunque esito e questo ci soddisfa perchè un punto di partenza sicuro, prima inesistente e ora presente. Lasciamo le analisi e controanalisi ai cosiddetti “professionisti della politica” , noi, in pieno spirito del MoVimento, crediamo che qualunque cittadino possa farsi Stato, pertanto la “litania” dei soggetti sconosciuti non ci tocca minimamente.

Così come riteniamo essenziale presentarci da soli col nostro simbolo, per rimanere persone libere da compromessi di qualunque sorta. Perseguiamo questo cambiamento culturale, lento ma inesorabile. Abbiamo promosso il gruppo , evitando la classica campagna elettorale con santini ed esaltazioni singole. Per alcuni è stato un errore , per noi è stata la naturale conseguenza del lavoro collegiale svolto in questi anni, senza mollare mai , ciascuno col proprio apporto e le proprie competenze. Ci abbiamo messo la faccia , il coraggio e l’impegno costante, senza interruzioni e con la coscienza di non appartenere ad alcuna lobby clientelare. Siamo aperti a tutta la società civile e continueremo per questa strada, non abbiamo voluto un’ammucchiata per raccattare voti, non ci interessa: siamo cittadini che condividono un percorso , coscienti delle difficoltà ma compatti negli intenti da perseguire. Si prosegue, più determinati di prima e con più cittadini attivi : la Politica è di tutte le persone serie e corrette che vogliono essere parte attiva della società e che decidono in prima persona senza input partitici evidenti o nascosti da liste civiche farlocche. Noi ci siamo e Vi aspettiamo. GRAZIE a tutti i
nostri sostenitori.

Staff comunicazione
MoVimento 5 Stelle Magenta

13 giugno 2017 0 comment
1 Facebook Twitter Google + Pinterest
IMG_8582

Riceviamo e Pubblichiamo

17952976_1450471554974047_1022631575174826055_nIl primo turno rispecchia i rapporti di forza del 2012. Avanti per una Magenta aperta, trasparente e solidale
Fine primo tempo, palla al centro. Il risultato del primo turno fotografa uno scenario che sostanzialmente riconferma gli stessi rapporti di forza del 2012. L’alleanza elettorale del centrodestra sfiora il 47% dei voti, come cinque anni fa (quando la somma delle preferenze raccolte rispettivamente da PDL-UDC e Lega Nord superava il 49%); il bacino elettorale del centrosinistra, forte del 32% raccolto da Marco Invernizzi, si conferma intorno al 37% se si assommano le percentuali raccolte dalla lista “Assieme. Ripartiamo.”.
Guardando i dati aggreggati, insomma, la fotografia emersa dalle urne domenica 11 giugno assomiglia molto a quella del primo turno di cinque anni fa.
Palla al centro, allora, perché ora ci sono quindici giorni in cui rimboccarsi le maniche, incontrare i cittadini, raccontare loro i nostri progetti per la città.
“Continuiamo a lavorare per una Magenta aperta – commenta il candidato sindaco Marco Invernizzi –. Per una città che ha i suoi pilastri nella solidarietà, nella trasparenza e nella legalità. Continuiamo l’impegno per un’amministrazione amica, vicina al cittadino,

13 giugno 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
IMG_5538

gimkana 2017Una due giorni, patrocinata dal Comune di Robecco s/n ed il Parco del Ticino, dedicata alla bici, sotto diverse interpretazioni e alla beneficienza.

Si inizierà Sabato 17 Giugno ore 15,00 presso l’Oratorio di Casterno con una gimkana gratuita riservata ai bambini dai 5 ai 13 anni con la collaborazione di asd Casterno e cicli Battistella Gadget e merenda per tutti i partecipanti.

La giornata proseguirà alle ore 21,30, sempre presso l’Oratorio di Casterno, con una libera escursione notturno nel Parco del Ticino alla scoperta del nostro territorio.

Domenica 18 Giugno dalle 8,30 si svolgerà il 6^ BRONTOLO BIKE DAY, cicloturistica aperta a tutti e alle 9,00 pedalata per le Famiglie. Una manifestazione che nelle annate precedenti ha visto al via più di 600 partecipanti e sarà ripresa dalle televisioni in bbday2017 v1chiaro su canali nazionali, Bike Show TV e Bike Channel.

Il contributo dell’evento andrà all’Associazione ONLUS Sindrome di Pitt-Opkins (condizione geneticamente determinata che rientra nel gruppo delle malattie rare, in particolare nell’ambito delle sindromi con disabilità intellettiva e anomalie fisiche minori).

Quest’anno sarà presente l’Associazione La Quercia Onlus e all’insegna della inclusione sociale verranno proposte le Cargo Bike. Importante progetto che punta ad abbattere le barriere architettoniche e a migliorare sempre di più la qualità della vita dei diversamente abili.

Lo sport, il ciclismo come divertimento, inclusione sociale ed importante veicolo turistico.

13 giugno 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
ciclabili

L’impatto dell’italiano medio con Copenaghen è senza dubbio strano. Una città con pochissime auto in circolazione, in compenso le biciclette sono tantissime. Hanno un grandissimo rispetto per l’ambiente e lo dimostrano con i fatti, non a parole come solitamente facciamo noi. Siamo rientrati dalla capitale danese con la speranza che anche nel nostro paese le cose possano finalmente cambiare. Come? Avvicinandoci al modello Copenaghen dove le piste ciclabili sono vere piste ciclabili e tutti, ma proprio tutti, utilizzano la biocicletta per gli spostamenti.ciclabili1

Dal medico all’avvocato, dall’impiegato all’operaio, non è raro vedere uomini e donne in tuta da lavoro recarsi in ditta o uomini in giacca e cravatta e donne con le scarpe con i tacchi a spillo sulla due ruote. Anzi, è la normalità. Tutti rigorosamente con il casco per proteggere la testa. Dato importante: tutti, ma proprio tutti, rispettano il codice della strada. Se il ciclista trova il rosso si ferma, anche se è certo che non arriva nessuno da ambo i lati. E’ una questione di civiltà e cultura che quel paese ha raggiunto e il nostro è ancora lontano dall’intravedere. Vengono in mente le polemiche infinite sulla strada alzaia del Naviglio Grande che non è una ciclabile, le piste ciclopedonali che non sono ciclabili ma solo per pedoni, le piste ciclabili che finiscono nel nulla e altre schifezze tipicamente italiane dove troviamo sempre mille problemi senza mai una soluzione. In Danimarca le soluzioni le hanno trovate. Sono troppo intelligenti loro o siamo indietro noi? Hanno semplicemente adottato pochi e semplici accorgimenti.

ciclabili2I tratti per i ciclisti sono riservati solo ed esclusivamente alle biciclette e sono delle strade vere e propèrie. A lato c’è il tratto per pedoni. Mentre il primo è liscio e pedalabile, quello per pedoni e più ruvido. Una tecnica per disincentivarne l’uso ai ciclisti. Anche se in Danimarca tutti fanno quello che devono fare e non abbiamo visto un ciclista che fosse uno pedalare sul tratto pedonale e viceversa. C’è una rete ciclabile ben studiata che copre tutti i punti importanti della città. E’ chiedere troppo se anche da noi si possa arrivare ad una rete ciclabile come in Danimarca?

 

13 giugno 2017 0 comment
1 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts