Home Monthly Archives
Monthly Archives

luglio 2017

cassinetta

Trovarsi faccia a faccia con i ladri nella propria abitazione. E’ successo al proprietario di una villa di Cassinetta di Lugagnano nella serata di venerdì. Erano circa le 23 quando l’uomo ha sentito dei rumori strani e, improvvisamente, ha visto la luce delle torce dei malviventi.

Fortunatamente i ladri non hanno abbozzato una reazione, ma sono scappati facendo perdere le tracce con pochi soldi appena arraffati dalla casa. Il bottino è ancora da quantificare. A Cassinetta quello dell’altra sera è l’ultimo di una serie di furti avvenuti in paese. In precedenza si era verificato un altro episodio sempre in via Roma.

E anche in via Madonna di Fatima dove i ladri hanno tagliato la cassaforte arraffando oro e gioielli per un valore di circa 60mila euro.

 

31 luglio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Foto dispositivo automatico stazione

È arrivata la nuova macchina per l’emissione automatica dei biglietti nella stazione di Magenta. Impegno mantenuto, quando le istituzioni, insieme,  si pongono al servizio della collettività, nessun risultato diventa impossibile e i benefici per i cittadini sono evidenti“.

È questo il commento del sindaco di Magenta Chiara Calati e dell’Assessore regionale all’innovazione Luca Del Gobbo, politico del territorio, in relazione alla recente collocazione di un dispositivo per l’emissione automatica dei biglietti nell’atrio della stazione ferroviaria di Magenta. Da alcuni giorni, i pendolari possono acquistare i titoli di viaggi pagandoli in contanti e nelle prossime settimane sarà attivata anche la possibilità di utilizzare le carte bancomat. “E’ la dimostrazione- dichiara il sindaco Calati - che la sinergia tra istituzioni produce risultati importanti a favore dei cittadini e della comunità; da ex pendolare, che conosce bene le difficoltà che spesso si riscontrano negli spostamenti, l’arrivo di questo dispositivo è un’ottima notizia che risponde alle esigenze dei fruitori della nostra linea ferroviaria all’insegna di un servizio sempre più efficiente”.  
Trenord ha riconosciuto l’importanza dell’attivazione di questo strumento, considerato l’alto numero di viaggiatori in transito da Magenta anche nei giorni festivi, durante i quali molte strutture per la vendita dei biglietti rimangono chiuse.  “Si tratta di un impegno assunto è mantenuto nei confronti dei cittadini di Magenta e della zona – spiega Luca Del Gobboche garantisce a viaggiatori e pendolari uno strumento utile e attivo 24 ore. Il gioco di squadra ha garantito i suoi frutti: abbiamo coinvolto il collega assessore ai trasporti Alessandro Sorte e il personale di Trenord, grazie ai quali è stato possibile concretizzare questo servizio superando ostacoli e difficoltà legate alla proprietà della stazione ferroviaria di Magenta, che non è di Trenord ma di Ferrovie dello Stato. L’attenzione ai particolari rientra nel più ampio progetto di potenziamento del trasporto ferroviario in Regione Lombardia: di pochi giorni fa l’investimento di 1,6 miliardo di euro annunciato dal presidente Maroni per l’acquisto di 160 nuovi convogli“.

31 luglio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
beltrami

Riceviamo e pubblichiamo una nota congiunta dei Sindaci della tratta Magenta/Boffalora sopra Ticino – Vigevano in merito alla vicenda delle dimissioni richieste dal Movimento 5 Stelle al Presidente del Parco del Ticino Gian Pietro Beltrami.

Alla luce della richiesta di dimissioni del Presidente del Parco del Ticino avanzata dal Movimento cinque stelle, i Sindaci della tratta Vigevano, Ozzero, Abbiategrasso, Robecco sul Naviglio, Magenta e Boffalora sopra Ticino esprimono solidarietà alle dichiarazioni di Beltrami in favore della Superstrada. Egli, nella sua autonomia e approfondita conoscenza del territorio, ha valutato che lo sviluppo dello stesso possa coniugarsi positivamente con la realizzazione di una infrastruttura di primaria importanza per la collettività quale sarà il completamento della strada Malpensa‘.

31 luglio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
referendum

Riceviamo e pubblichiamo da Progetto Magenta: Il 22 ottobre ogni cittadino lombardo, compresi quelli nati il giorno prima, aprendo gli occhi potrà dire di aver speso 2,20 euro per dotare i seggi elettorali della nostra regione di tablet che verranno utilizzati per votare.

Per il referendum di ottobre il voto sarà elettronico. “La tecnologia al servizio della democrazia?” commenta Silvia Minardi, leader di Progetto Magenta, “Un’ottima idea. Ma come risponderanno gli elettori che non hanno dimestichezza con il mondo informatico? Il timore è che una fetta di popolazione, che non ha dimestichezza con le tecnologie, finisca per restare esclusa dalla possibilità di votare se non altro per il timore di non essere all’altezza del gravoso impegno.” Sicuramente è una decisione che va nella direzione opposta di chi vorrebbe combattere il non voto.

“Sarebbe stato preferibile iniziare a introdurre questa rivoluzione in modo graduale, magari in un numero anche importante di seggi,” aggiunge Valentina Campana, esponente di Progetto Magenta, che punta il dito anche su un altro aspetto altrettanto importante. “23 milioni di euro per un turno referendario sono tanti anche se è vero che i tablet verranno poi lasciati in dotazione alle scuole.” Anche su questo punto, Silvia Minardi non si lascia sfuggire l’occasione di una riflessione amministrativa. “I Comuni soffrono a causa del rispetto del patto di stabilità, la Regione no: può spendere anche fino a 23 milioni per dotare tutti i seggi della Lombardia di tablet. Due pesi e due misure lasciano perplessi. E soprattutto se l’intenzione è, comunque, quella di favorire le scuole e se davvero si hanno tante risorse NOSTRE a disposizione, perché non incrementare le risorse del Piano per il Diritto allo Studio?” Anche in questa occasione si ribadisce il vecchio e mai tramontato detto che spendere i soldi degli altri è quanto di più facile ci possa essere.

 

31 luglio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
camion

Un incidente che ha visto coinvolti due camion e un furgone è avvenuto questa mattina, verso le 8, lungo l’autostrada A4 all’altezza di Novara Est. Ancora da chiarire la dinamica di un sinistro che ha registrato tre feriti, di cui uno elitrasportato al Niguarda. Una cisterna ha perso il carico di benzina.camion1

Sul posto sono giunte tre ambulanze, due della Croce Bianca di Magenta e la Croce Azzurra di Buscate, oltre ai vigili del fuoco. Altri due feriti sono stati portati in codice verde e giallo negli ospedali di Novara e Magenta. Gravi le ripercussioni sul traffico con i veicoli riversati sulla ex strada statale 11.

 

31 luglio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
20375781_1755106128120081_456862331_n
20375781_1755106128120081_4568623387327045091_n

La Vignetta di “GHISBERTO”

Non si vuole fare del Razzismo, credo che la vignetta di Ghisberto sia lo specchio dei tempi. Un immigrato Ivoriamo  ferisce a coltellate un autista di pulman a Monteriggioni (Siena). Sembra che sia scoppiata una lite tra l’autista e il 19 africano. Nella colluttazione che ne è scaturita, il ragazzo abbia inferto parecchie coltellate all’autista. I carabinieri arrivati sul posto, per fermare la furia dell’extracomunitario che si era lanciato anche contro di loro, per fermarlo, hanno dovuto colpirlo con un colpo di pistola alla gamba.

L’autista è stato portato in gravi condizioni all’ospedale Le Scotte di Siena.

L’africano è piantonato in reparto. Nessun carabiniere è rimasto ferito.

31 luglio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts