Home Daily Archives
Daily Archives

19 dicembre 2017

2017-12-19-20-27-56-

I Carabinieri della Compagnia di Abbiategrasso hanno chiuso il cerchio su alcuni incendi dolosi di auto avvenuti recentemente ad Abbiategrasso. Nel pomeriggio di lunedì sono state notificate due ordinanze di custodia cautelare ad altrettanti soggetti già ristretti nel carcere di Pavia. Si tratta di Marco B. di 59 anni, di Ottavio B.. Oltre a loro c’è anche un indagato a piede libero, fratello del primo arrestato. Le indagini dei carabinieri sono state meticolose e hanno portato alla ricostruzione di tutti gli episodi dolosi avvenuti. Indicazioni importanti sono arrivate dai frame delle telecamere di videosorveglianza che hanno ripreso le fasi degli incendi, o almeno alcuni di essi.

Vengono contestati alcuni episodi nello specifico. Lo scorso 14 settembre un’auto venne incendiata in via fratelli Cervi, nel quartiere dell’Aler di Abbiategrasso. Mentre la notte successiva un forte boato venne udito in via Magenta, dove un altro veicolo era stato dato alle fiamme. Vengono contestati dalla Procura altri due episodi risalenti al 19 settembre e un altro qualche giorno dopo. Quanto alle motivazioni che hanno spinto gli arrestati ad incendiare le auto, sono ancora piuttosto oscure, come ha spiegato l’avvocato Roberto Grittini. Si parla di vendette, ritorsioni e altro ancora. In un caso l’auto incendiata risultò essere di proprietà di un uomo accoltellato in corso san Pietro ad Abbiategrasso lo scorso 14 settembre. Episodio per il quale erano stati arrestati gli stessi destinatari dell’ordinanza emessa l’altro giorno.

Ma chi sono gli arrestati? Marco B. ha un lungo curriculum criminale che comprende anche la rapina e numerosi altri episodi. Oltre ad un conflitto armato, avvenuto negli anni ’80, con le forze dell’ordine durante il quale vennero utilizzate anche armi da guerra come i kalashnikov. Mercoledì verranno resi noti ulteriori elementi sulla vicenda che ha scosso molto la città di Abbiategrasso dove gli incendi di auto sembrava non finissero mai. “Si parla di episodi limitati alla sola Abbiategrasso – aggiunge Grittini – Gli incendi di auto avvenuti in altre località, soprattutto a Magenta o nella vicina Robecco non vengono contestati al mio assistito”.

19 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
auto1

Sarebbe responsabile dell’incendio di quattro auto ad Abbiategrasso nel mese di settembre l’uomo sulla cinquantina arrestato dai carabinieri della Compagnia di Abbiategrasso.

L’arresto è avvenuto in mattinata. L’uomo è difeso dall’avvocato Roberto Grittini. (Seguiranno aggiornamenti)

19 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
elenco_ricicloni1

Nella classifica provinciale dei Ricicloni 14 comuni su 28 sono del Consorzio

e12fef818c6a67971c30febb3b0c4673Il Consorzio dei Comuni dei Navigli emerge con successo nel rapporto 2017 di LegambienteComuni Ricicloni Lombardia”, grazie alle performance dei propri comuni dell’Ovest Milanese, in cui gestisce in maniera innovativa ed efficace il sistema della gestione integrata dei rifiuti con una media di raccolta differenziata vicina all’80%.

Il rigido criterio adottato per far parte della classifica dei “Comuni Ricicloni 2017” è da ricercare nella frazione indifferenziata, il cosiddetto secco non riciclabile. Per l’accesso alla graduatoria infatti, sono considerati solo i comuni che, oltre a raggiungere o superare il 65% di raccolta differenziata, hanno conferito meno di 75 kg all’anno di rifiuto secco non riciclabile per abitante entrando così a par parte dei Comuni Rifiuti Free. Sono 258 i comuni che hanno raggiunto questo risultato e che entrano di buon grado nella classifica dei Comuni Rifiuti Free, con oltre 1,3 milioni di lombardi ricicloni.

Per quanto riguarda la provincia di Milano, ecco i dati raccolti: 134 comuni, 3.218.201 abitanti, 462,11  di  PSR – Procapite secco residuo per kg/anno/abitante, 57,6% di RD – Raccolta differenziata, 28 comuni rifiuti free. Nel rapporto sono elaborati i dati raccolti nel 2016 dagli enti preposti.

Nella cIassifica dei “Comuni Rifiuti Free” della provincia di Milano, sono rientrati solo 28 comuni e la metà di questi fanno parte del Consorzio dei Comuni dei Navigli, che addirittura piazza al primo posto il Comune di Cisliano.

testata_homeEcco quali sono i 14 Comuni del Consorzio sugli unici 28 entrati nella classifica provinciale: Cisliano (classificato al 1° posto con 4.867 abitanti, 29,9 di PSR Procapite secco residuo per kg/anno/abitante, 82,1% di RD – raccolta differenziata); Bernate Ticino (classificato al 3° posto con 3.076 abitanti, 39,9 di PSR, 79,6% di RD); Cassinetta di Lugagnano (classificato al 9° posto con 1.911 abitanti, 48,2 di PSR, 82,3% di RD); Mesero (classificato al 10° posto con 4.159 abitanti, 50,7 di PSR, 78,7% di RD); Calvignasco (classificato al 12° posto, con 1.209 abitanti, 54,0 di PSR, 84,2% di RD); Besate (classificato al 13° posto, con 2.064 abitanti, 54,1 di PSR, 79,5% di RD); Inveruno (classificato al 14° posto con 8.608 abitanti, 54,1 di PSR, 80,4% di RD); Ozzero (classificato al 15° posto con 1.489, 55,1 di PSR, 81,5% di RD); Bubbiano (classificato al 16° posto con 2.401 abitanti, 56,6 di PSR, 78,5%di RD); Nosate (classificato al 18° posto con 682 abitanti, 60,7 di PSR, 84,1% di RD); Busto Garolfo (classificato al 20° posto con 13.850 abitanti; 63,5 di PSR, 71,4% di RD); Arluno (classificato al 22° posto con 11.909 abitanti, 66,3 di PSR, 76,8% di RD); Corbetta (classificato al 24° posto con 18.366 abitanti, 69,7 di PSR,  77,1% di RD); Albairate (classificato al 26° posto con 4.708 abitanti, 72,7 di PSR, 76,5% di RD).

Legambiente nel rapporto Comuni Ricicloni 2017, ha anche voluto premiare le esperienze più virtuose fissando la soglia dei 100 kg/abitante/anno di umido e focalizzandoci su due gruppi di Comuni: le città maggiori di 50.000 abitanti e i piccoli comuni con meno di 5.000 abitanti. Riguardo i piccoli comuni, si è voluto evidenziare come anche nelle situazioni territoriali più disperse è possibile intercettare grandi quantità di umido e destinarle a impianti di compostaggio centralizzati, ottimizzando i trasporti scegliendo correttamente i veicoli e le stazioni. Nell’elenco basato sulla frazione organica maggiore di 100kg/ab nei comuni fino a 5.000 abitanti è rientrato Morimondo, con 1.138 abitanti, 106,0 di umido per abitante/kg/anno e 70,1% di raccolta differenziata.

«Il comportamento virtuoso dei cittadini da un lato, l’innovativo sistema di gestione integrata dei rifiuti dall’altro, stanno permettendo di raggiungere, anno dopo anno, elevatissimi standard di qualità nel rispetto dell’ambiente. –  afferma Carlo Ferré, presidente del Consorzio – Questi risultati che ci spronano a continuare questo percorso che sta valorizzando dal livello provinciale a quello nazionale il lavoro finora svolto per i comuni consorziati».

Il Consorzio dei Comuni dei Navigli, costituito da 21 Comuni del Milanese, gestisce il ciclo integrato dei rifiuti in 20 Comuni consorziati per un bacino di circa 120 mila abitanti, nei territori di: Albairate, Arluno, Bernate Ticino, Besate, Bubbiano, Busto Garolfo, Calvignasco, Casorate Primo, Cassinetta di Lugagnano, Castano Primo, Cisliano, Corbetta, Cusago, Inveruno, Mesero, Morimondo, Nosate, Ozzero, Vanzaghello e Vittuone. In 12 di essi è in vigore la “tariffa puntuale”.

Nel rapporto 2017 di Legambiente si rileva anche l’evoluzione della Tariffa puntuale e la sua applicazione in Lombardia. Il Consorzio dei Comuni dei Navigli è stato riconosciuto pioniere in merito all’applicazione della Tariffa puntuale che è composta da due parti: la quota fissa che serve a coprire i costi di esercizio e la quota variabile che dipende direttamente dai rifiuti prodotti dall’utente. Permette di soddisfare il principio “chi più inquina, più paga”, e rappresenta uno strumento di equità oltre che di spinta verso gli obiettivi dell’economia circolare (eco fiscalità) che permette di raggiungere stabilmente gli obiettivi di raccolta differenziata stabiliti dal PRGR – Programma Regionale Gestione Rifiuti.

Nel rapporto si evidenzia che in Lombardia ci sono i Comuni che hanno applicato la Tariffa puntuale da pionieri fin dal 1997 (Consorzio Comuni dei Navigli) e da allora, nonostante l’incertezza normativa del sistema, 85 Comuni hanno già applicato questo sistema e molti altri sono in procinto di applicarlo. La distribuzione dei Comuni che hanno applicato forme di Tariffa puntuale è perfettamente sovrapponibile con quella dei “Comuni Rifiuti Free” della Lombardia. La Tariffa puntuale è uno degli elementi fondamentali per il raggiungimento delle migliori performance di riduzione rifiuti indifferenziati e incremento della raccolta differenziata e dell’avvio a recupero. In 11 comuni dei 20 consorziati il modello di tariffazione del servizio rifiuti adottato con successo è quello della Tariffa puntuale (e dal 1 gennaio 2018 diventeranno 12 perché sarà attivato anche a Corbetta).

Altro elenco del rapporto di Legambiente è quello dei Comuni SuperRicicloni in cui rientrano: Inveruno (tra quelli superiori a 5000 abitanti e tra i soli due individuati nella provincia di Milano); Calvignasco, Nosate, Cassinetta di Lugagnano, Cisliano, Ozzero (per quelli con meno di 5000 abitanti, tra l’altro gli unici in assoluto per la provincia di Milano).

L’innovativo sistema di raccolta dei rifiuti del Consorzio dei Comuni dei Navigli si caratterizza per la raccolta porta a porta spinta che prevede il prelievo a domicilio delle tipologie di rifiuto urbano più comuni. Altra peculiarità è l’introduzione su tutto il territorio consortile, dal mese di febbraio 2015, di un contenitore da 40 lt., la cosiddetta “mastella”, per l’esposizione del resto secco indifferenziato da parte delle utenze domestiche, dotato di microchip ad alta frequenza.

Albairate, 19 dicembre 2017

19 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
camion

Pubblichiamo le immagini inedite dell’incidente stradale avvenuto lunedì, nel tardo pomeriggio lungo la Boffalora Malpensa nel tratto compreso tra Magenta e Mesero sud all’altezza del comune di Marcallo con Casone. Coinvolti nel sinistro un bilico della Catrans, ditta di Magenta e due auto.camion1

Il conducente del mezzo pesante sarebbe stato costretto ad una sterzata repentina per evitare l’impatto con un automobilista che sopraggiungeva. Scontro che comunque c’è stato, anche se in maniera lieve, causando la perdita di parte del carico del bilico. Anche una seconda auto è rimasta coinvolta nello scontro. Due i feriti trasferiti in codice giallo negli ospedali di Magenta e Rho. La dinamica esatta è ancora in fase di accertamento da parte della polizia stradale.

19 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
lavora

Pubblicati gli avvisi. Documenti e modulo domande scaricabili dal sito web

manchette-asmASM srl, l’Azienda Speciale Multiservizi del Magentino ha pubblicato due avvisi di riapertura dei termini di due selezioni pubbliche per la ricerca di: un responsabile affari legali e contratti e un operaio esperto calore.

Gli avvisi di selezione e i relativi moduli per la domanda di partecipazione possono essere scaricati dal sito internet aziendale (www.asmmagenta.it), nella pagina Bandi di Concorso della sezione Società Trasparente. Per ogni altra informazione, le persone interessate potranno contattare l’Ufficio del personale, nei giorni feriali, sabato escluso, (tel. 02.97229211 – 02.97229212).

Il luogo ove dovrà espletarsi il servizio per le due figure ricercate sarà presso la sede di ASM srl, sita in Magenta (MI), via Crivelli n. 39. La società, nel rispetto della normativa, garantisce pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso alla selezione e al lavoro. L’incarico per la selezione è stato affidato da ASM srl alla Società E-WORK SpA, con sede legale in via Cola Montano, 32 a Milano.

Ecco nello specifico le figure richieste con l’indicazione dei nuovi termini di presentazione delle domande:

  • Responsabile affari legali e contratti: contratto a tempo determinato trasformabile a tempo indeterminato, inquadramento iniziale al livello 7° del CCNL per il settore gas-acqua. Le candidature, redatte secondo apposito modello, dovranno essere inviate entro le ore 12.00 del 15 gennaio 2018, al seguente indirizzo e-mail: selezioni_asm@e-workspa.it indicando nell’oggetto RALC.
  • Operaio esperto calore: contratto a tempo determinato trasformabile a tempo indeterminato, inquadramento iniziale al livello 4° del CCNL per il settore gas-acqua. Le candidature, redatte secondo apposito modello, dovranno essere inviate entro le ore 12.00 del 15 gennaio 2018, al seguente indirizzo e-mail: selezioni_asm@e-workspa.it indicando nell’oggetto OESC.
19 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5212_leg1_web

LEGNANO – La Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate fa rete con il il territorio del Legnanese per sostenere la cooperativa sociale Santi Martiri di Legnano. La banca locale e un quindicina di realtà cittadine sono unite per solidarietà. L’occasione è arrivata dall’aperitivo per lo scambio di auguri natalizi che la Bcc ha organizzato ieri sera, lunedì 18 dicembre, nella propria filiale di Legnano (in corso Italia 29); un’occasione di festa pensando però a quanti hanno più bisogno. In particolare alla cooperativa Santi Martiri che opera per l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità. La realtà legnanese infatti si occupa di archiviazione dati con sviluppo di software, assemblaggio elettromeccanico di piccole componenti, preparazione di resistenze elettriche al lavoro per articoli di calzature, confezione di materiale per hobbistica, manutenzione del verde, consegna di documenti e rendiconto di dati per indagini di mercato.

«Alcune realtà commerciali della città hanno donato dei prodotti che sono stati regalati agli intervenuti. La Bcc ha trasformato questi regali in un contributo economico per la cooperativa Santi Martiri», ha spiegato il presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate Roberto Scazzosi, presente alla serata insieme con il direttore generale Luca Barni e il consigliere di amministrazione Danila Battaglia, che ha consegnato il contributo al presidente dei Santi Martiri Lorenzo Turri.

Dall’amministrazione comunale di Legnan, intervenuta con gli assessori Gianluca Alpoggio e Ilaria Ceroni, è arrivato il ringraziamento per l’importante opera di sostegno al territorio che la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate svolge. La serata, che ha visto la presenza di numerosi imprenditori e professionisti, è stata impreziosita dalla presenza di alcuni giocatori del Legnano Basket guidati dal presidente Marco Tajana e dal general manager Maurizio Basilico.
Se l’obiettivo è il territorio, le sue famiglie, le sue imprese, nello spirito Bcc, la serata è stata permessa grazie alla partecipazione di realtà del territorio quali Confezioni F.lli Cozzi, gioielleria Bolchini Costa, agenzia di viaggi Le Marmotte, B-Fit, calzificio Re Depaolini Parabiago, MB COntract, gioielleria Sisti e Palmieri, Enoteca Longo, Santo Nania, calzaturificio Zanetti Parabiago e TD Group.

Nell’immagine in allegato, da sinistra: Salvatore Bruno responsabile filiale di Legnano della Bcc, Lorenzo Turri presidente della coop Santi Martiri, Roberto Scazzosi presidente della Bcc e Luca Barni direttore generale della Bcc.

19 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts