Home Monthly Archives
Monthly Archives

aprile 2018

PEDIBUS1

 L’amministrazione di centrodestra analizzati i costi rispetto agli utenti che utilizzano il servizio ha deciso l’abolizione. Lo scuolabus costa alle casse comunali 63mila euro all’anno a fronte di 11.900 euro di entrata. Lo utilizzano 51 ragazzi e siccome é un servizio a domanda individuale nel rispetto della comunità l’amministrazione ritiene il suo costo troppo alto. La decisione é stata comunicata in commissione diritto allo studio ed é stata distribuita una informativa a tutti gli studenti. L’amministrazione si impegna a potenziare i servizi di per e post scuola e a promuovere forme di mobilità sostenibile come il pedibus e il car pooling. Per il pedibus sono stati distribuiti questionari e la proposta di tre percorsi per raggiungere la scuola in sicurezza e si stanno raccogliendo le adesioni degli accompagnatori.

L’assessore all’Istruzione Tresoldi pensa di riuscire a fare una sperimentazione del pedibus nel mese di maggio.

26 aprile 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5328_2017_web

LEGNANO – Quattro scuole per un viaggio nel mondo della danza e della musica dell’Est. È in programma venerdì 27 aprile (inizio ore 21), al Teatro Città di Legnano “Talisio Tirinnanzi”, il secondo Festival di Danza e Musica dal Mondo “La Fabbrica del Canto”. L’evento, organizzato dall’Associazione Musicale Jubilate con il patrocinio del Comune di Legnano e di Regione Lombardia e il supporto della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, è inserito nel calendario della stagione musicale di ScenAperta del teatro “Tirinnanzi”.

Protagonista assoluta della serata sarà la grande tradizione della danza di carattere e della musica che nei Paesi dell’Est trova le sue forma più espressive. Saranno infatti rappresentati, attraverso queste due arti l’Ucraina, la Romania, la Russia, il Kazakistan e il Kirghizistan con lo scopo di far avvicinare le nuove generazioni a queste disciplina facendo conoscere le tradizioni e i costumi di ciascun Paese.
Novità di quest’anno l’inserimento della manifestazione ne “La Fabbrica del Canto”: il canto in coro si affianca all’arte della danza con la doppia finalità del Festival di far avvicinare le nuove generazioni ai cori e alla danza di carattere e far conoscere attraverso queste discipline le tradizioni, i costumi e la musica di ciascun Paese.
Il Festival sarà anche l’occasione per presentare per il secondo anno a Legnano il corpo di ballo della Scuola di Danza Jubilate Pinat Dance, progetto nato dall’Associazione legnanese grazie alla collaborazione con la coreografa russa Natalia Piskareva per proporre un nuovo ambito che potesse completare un percorso dedicato all’arte già ampiamente sviluppato attraverso gli oltre 25 anni di attività della Scuola di Musica Jubilate.

«La danza di carattere consiste nello studio delle danze folkloristico-popolari», spiega Natalia Piskareva, direttore artistico del Festival. «Questa disciplina rientra nella tradizione e nella storia della danza classica, e conserva il legame con le tradizioni e i folklori, espressi anche dall’abbigliamento della terra in cui è nata. La danza di carattere è fondamentale per migliorare l’espressività e l’interpretazione del danzatore ed inoltre è un valido aiuto per sviluppare la musicalità e il senso del ritmo». Un progetto affascinante che, come l’anno scorso, ha coinvolto la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. «Siamo onorati di essere al fianco dell’Associazione Jubilate in questo Festival, non solamente per la grande qualità della proposta, ma soprattutto perché è un’iniziativa che, partendo dal territorio, si apre al mondo», osserva il presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate Roberto Scazzosi. «La danza e la musica sono arti capaci di trasmettere emozioni e raccontare storie. E noi ci mettiamo all’ascolto nella consapevolezza di aver sostenuto un’eccellenza».

Per la seconda edizione del Festival sono stati selezionati alcuni corpi di danza che sono tra le eccellenze in questa particolare disciplina. Si esibiranno sul palco del teatro Tirinnanzi: il Gruppo Vatra di Torino, direttore artistico Iurie Raileanu, vincitore assoluto del Festival 2017, l’Associazione Kirghizistan-Italia di Burmachach Tomoeva e la Compagnia di Danza Jubilate Pinat Dance di Legnano – direttore artistico Natalia Piskareva. A rappresentare la musica dell’est sarà il coro Solovushka proveniente dall’Ucraina, Odessa, direttore artistico Inga Selena, composto da ragazzi dai 10 ai 14 anni e sarà alternato da solisti.

Il Festival, seppur a carattere non competitivo, assegnerà alcuni premi attraverso il giudizio di una giuria di esperti e rappresentanti delle istituzioni legnanesi. Faranno parte della giuria: in rappresentanza del Comune di Legnano Federica Farina, consigliere comunale; Gianpaolo Podini insegnante alla Scuola di danza della Scala ed ex primo ballerino del Teatro alla Scala; Romano Pucci, concertista ed ex primo flauto della Scala; Alessandro Pettinicchio, organizzatore eventi e spettacoli; Maura Giunta, giornalista.

Sponsor tecnici della manifestazione sono: La Dolce Legnano (di via Abruzzi, 14 a Legnano) e il Salone di bellezza “Le Petit Salon” (di corso Magenta, 64 a Legnano).

2° Festival di Danza e Musica dal Mondo “La Fabbrica del Canto”
Venerdì 27 aprile 2018, ore 21
Teatro Città di Legnano “Talisio Tirinnanzi”
Piazza IV Novembre – Legnano (MI)

Per i biglietti: http://cultura.legnano.org/teatro/85/217/7945/

26 aprile 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
a001

Sei mezzi coinvolti nel maxi tamponamento avvenuto a mezzogiorno di oggi lungo l’autostrada A4,  poco dopo Rho, in direzione Milano. Fortunatamente la situazione dal punto di vista sanitario si è risolta per il meglio.  Inevitabili le ripercussioni sul traffico gestite dalla polizia stradale. I vigili del fuoco hanno lavorato per mettere la zona in sicurezza.

26 aprile 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
TAF_FNM_Laveno

Pietro_BussolatiMILANO – “Il neo presidente Fontana dice che i treni sono in ritardo, ma sceglie la continuità e conferma Andrea Gibelli a capo della holding dei trasporti Ferrovie Nord, controllata di Regione Lombardia.
Una scelta che in questi anni si è rivelata una vera sciagura per i pendolari, costretti a viaggiare in condizioni insostenibili, e con consulenze premio che hanno finito per depredare la società, senza raggiungere però presentazioni minime.
Nessuna discontinuità, neppure, nelle scelte del “nuovo” cda: le nomine di politici non eletti dimostrano come il presidente Fontana lasci che perduri la classica gestione che premia l’appartenenza politica. Con uno schiaffo al merito e alla competenza di professionisti della società civile, la maggioranza leghista dimostra di mortificare il benessere dei pendolari, per continuare a usare la partecipata come rifugio sicuro per i suoi”.

Così in una nota il consigliere regionale del PD, Pietro Bussolati, commenta la rosa di nomi che Regione Lombardia presenterà all’Assemblea, programmata per il 21 maggio, per la nomina del Consiglio di amministrazione di Fnm.

(Comunicato Ricevuto)

26 aprile 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
rob3
rob1E’ stata presentata martedì sera nella sala consiliare la Fiera di san Majolo che quest’anno sarà centrata sul tema ‘Vivere la campagna…sviluppo e tradizione”. Si parte già venerdì 27 aprile con l’inaugurazione della mostra ‘Ciclismo che passione’, alle 18 presso palazzo Archinto, mentre alle 21 presso il cine teatro Agorà di piazza XXI Luglio musica da camera con ‘Amore e Morte’ duo flauto – pianoforte. Sabato 28 aprile convegno ‘Cascine di ieri…aziende di oggi: architetture a confronto”, alle 21 presso il palazzo comunale di via Dante. Domenica 29 aprile convegno ‘Sviluppo tecnologico e agricoltura’ con la proiezione del filmano ‘Dentro la nostra storia’, alle 21 presso il palazzo comunale di via Dante. Lunedì 30 aprile alle 18 arrivo navigazione e processione. Quindi si inaugurerà la fiera e verrà benedetto.
Clicca sulla foto per la diretta:
diretta
26 aprile 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
auto

Permangono critiche le condizioni del ragazzino di 15 anni che, poche sere fa a Cuggiono, è stato investito da un’auto lungo la strada che porta a Castelletto, all’altezza del piazzale dello Sport.

Questa mattina giravano voci di un peggioramento del ragazzino, ma sono state prontamente smentite. Il ragazzo è in coma farmacologico e la prognosi resta riservata.

26 aprile 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts