Home Monthly Archives
Monthly Archives

novembre 2015

foto2

Rilanciamo il discorso di Daniele che ha fatto alla cittadinanza durante la consegna del Defibrillatore:

Buonasera a tutti, mi presento, sono Daniele Rivolta

Siamo qui stasera per donare alla città di Castano Primo e alla palestra di Via Giolitti, il defibrillatore che abbiamo acquistato tramite la raccolta fondi “dona 1 euro, salva una vita”.

foto1

la consegna del Dae

Questa iniziativa è nata da un’idea del nostro gruppo, il Movimento Giovani Padani di Castano Primo, di cui sono orgogliosamente il coordinatore. Volevamo fare qualcosa di concreto per la nostra città e per i nostri cittadini.

Da gennaio ogni impianto sportivo dovrà dotarsi obbligatoriamente di un defibrillatore… E allora ci siamo chiesti… Quale migliore occasione per unire la nostra passione per lo sport, l’interesse per i giovani e il nostro impegno per la nostra città, Castano Primo? Detto… Fatto

È partita la raccolta fondi e il risultato è stato un successo… e questa serata ne è la dimostrazione!

Il grazie più grande va a tutti voi… ai donatori… ai castanesi… perché è grazie a loro se se la nostra idea si è trasformata in realtà.

Ringrazio l’Assessore al Bilancio di Regione Lombardia Massimo Garavaglia, il Vice-Presidente del Consiglio Regionale Fabrizio Cecchetti e la sezione Lega Nord di Castano Primo per la loro presenza e per aver sostenuto sin dall’inizio questa importante iniziativa.

Ringrazio il sindaco Giuseppe Pignatiello e l’Assessore Carola Bonalli per averci dato la possibilità di fare la donazione nel luogo che noi pensiamo più adatto per il posizionamento del defibrillatore.

Ringrazio tutte le Associazioni Sportive qui presenti e che hanno creduto in questa iniziativa.

Infine ringrazio i ragazzi e le ragazze qua al mio fianco… che costituiscono il cuore e l’anima del nostro gruppo, il Movimento Giovani Padani di Castano Primo… Li ringrazio per la passione e l’entusiasmo che hanno dimostrato.

Per noi questo è solo l’inizio di un percorso che sono sicuro, porterà tante soddisfazioni… e questa è la prima. E se anche voi volete farne parte ci trovate sulla nostra pagina face book ma soprattutto fra i nostri cittadini.

W lo sport

W i giovani

W il Movimento Giovani Padani

W castano primo

… e grazie di CUORE ancora a tutti voi!

30 novembre 2015 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
stop aids

In Lombardia risiedono oltre 50mila cittadini sieropositivi, il 50% dei quali non sa di aver contratto il virus

Milano, 30 novembre 2015 – Il Consiglio regionale della Lombardia in prima linea per sostenere le iniziative di sensibilizzazione legate alla Giornata mondiale contro l’Aids, in programma il 1 dicembre.

Come deciso dall’Ufficio di Presidenza, su proposta del Vice Presidente Fabrizio Cecchetti, già da stop aidsquesta sera, a partire dalle 18,30, Palazzo Pirelli sarà illuminato con la scritta “Stop Aids”, composta sulla facciata del grattacielo in piazza Duca d’Aosta.

Analoghi messaggi sono già presenti sui pannelli elettronici posti all’ingresso e all’interno del Consiglio regionale. Domani, martedì, in occasione della seduta d’Aula verranno ricordati temi e dati legati alla Giornata mondiale contro l’Aids e distribuiti i fiocchetti rossi, simbolo dell’iniziativa, a tutti i Consiglieri regionali.

Quella del Consiglio regionale è una campagna di civiltà, di sensibilizzazione e soprattutto di prevenzione – spiega il Vice Presidente, Fabrizio CecchettiLa Lombardia e Milano a livello nazionale vantano il preoccupante primato per nuove diagnosi Hiv, eppure nel sentire comune c’è la convinzione che di Aids non ci si ammali o si muoia più. Nella nostra regione, invece, sono in trattamento antivirale 26 mila pazienti, 12 mila dei quali residenti a Milano. A questi vanno aggiunti almeno altrettanti sieropositivi che non sono consapevoli di aver contratto il virus: in totale parliamo di oltre 50mila casi in Lombardia”.

ALCUNI DATI

Negli ultimi anni il numero delle infezioni ha ripreso a crescere, al punto che in Europa i casi riscontrati sono più numerosi che negli anni Ottanta, mentre in Africa l’Aids è diventata la prima causa di morte tra gli adolescenti (ogni ora si verificano 26 nuove contagi). In Italia nell’84% dei casi il contagio avviene attraverso rapporti sessuali senza preservativo. Nel mondo ogni anno si registrano oltre due milioni di nuove infezioni Hiv. Nel 2014 in Europa sono state accertate 142mila nuove infezioni nei 53 paesi della regione europea dell’Oms, di cui circa 30mila nella sola Unione Europea.

30 novembre 2015 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
luca del gobbo-2

Comunicato Stampa Bilancio

DA NCD EMENDAMENTO PER RIPRISTINARE FONDI SCUOLE PARITARIE DELL’INFANZIA

Milano, 30 novembre 2015 – “Presenteremo un emendamento per chiedere il ripristino dei fondi per le scuole dell’infanzia non statali. Tagliare su questo tipo di servizi vuol dire colpire, in un momento di grave crisi, direttamente le famiglie che più subiscono l’attuale congiuntura economica”. Con queste parole il capogruppo del Nuovo Centrodestra, Luca Del Gobbo, ha annunciato l’intenzione di depositare un emendamento al bilancio di previsione 2016 per chiedere il ripristino degli per le scuole paritarie dell’infanzia.

“Le scuole paritarie dell’infanzia  – sottolinea Del Gobbo – rappresentano una realtà indispensabile e irrinunciabile per molte famiglie lombarde, tanto da essere frequentate da un numero superiore di bambini rispetto a quelle comunali. Sostenere questi istituti, gestiti da soggetti privati, vuole dire declinare in modo concreto i principi di sussidiarietà e di libertà sanciti nella Costituzione e valorizzato pienamente nello Statuto di Autonomia della Lombardia.”

“Chiediamo al Presidente Maroni – conclude il capogruppo del Nuovo Centrodestra – di riconsiderare questa decisione e accogliere il nostro emendamento. Comprendiamo che la Regione non può continuare a sostituirsi ai pesanti tagli effettuati dai vari Governi nazionale, ma riteniamo prioritario garantire alle famiglie e ai bambini un sistema di educazione che sappia promuovere una libertà di scelta che, in molti casi, si sostituisce al servizio statale”.

30 novembre 2015 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
La diva della scala_Laura Curino

La rassegna “Ti Racconto un Libro 2015″  si conclude alle soglie di Sant’Ambrogio e della festa dell’Annunciazione con il botto. Torna infatti sul palco della sala di via San Martino 19 a Magenta Laura Curino, amica di vecchia data di CinemateatroNuovo. Quest’anno, per i propri 25 anni, Ctn vuole regalare all’affezionato pubblico di Trul qualche evento speciale; e non si poteva chiudere meglio che con “LA DIVA DELLA SCALA” di Laura Curino!

Laura Curino_La diva della ScalaLa nota ed appaludita attrice-autrice piemontese – peraltro impegnata in questi giorni nei maggiori teatri milanesi, il Piccolo ed il Manzoni – scapperà per una sera dalla metropoli lombarda per far visita ai “vecchi amici” e raccontarci una storia particolare, la storia di una diva… una diva niente di meno che della Scala!

L’ingresso è 10€ per il singolo spettacolo, 5€ per gli abbonati. Qualche posto è ancora disponibile. Per informazioni : 0297291337

<< Lo spettacolo è un monologo a più voci, che passano tutte accidentalmente attraverso la dirompente teatralità di Laura Curino. E’ la nostra storia dalla fine degli anni settanta agli anni ottanta. E’ la storia della faticosa e maldestra costruzione di una personalità. E’ la storia di una vocazione finalmente realizzata. E’ uno spaccato della cultura, dell’arte e della storia del teatro della seconda metà del ‘900. E’ una divertente e paradossale ricognizione in una visione adolescente del mondo. E’ una indagine sulle relazioni personali e di gruppo. E’ l’eterno alternarsi di amore e disamore. E’ l’esplicazione del concetto di “diva” tra il sacro ed il profano, dove divino e mortale si intrecciano a suon di sferzate, battute, episodi esilaranti o drammatici di una giovane vita. Laura, la protagonista, prende la difficile decisione di diventare un’artista e di scalare le ardue vette dell’arte. Non potrebbe avuto idea più difficile da realizzare: sembra che tutto congiuri contro di lei. La “Scala” che deve salire – in tutti i diversi significati della parola – è altissima. Decine di personaggi si avvicendano nel racconto a deviarla o a sostenerla, in un susseguirsi di episodi paradossali, tragicomici, ma sempre rigorosamente credibili, fino a quando si apre il famoso sipario e…. >>

LA DIVA DELLA SCALA

di e con LAURA CURINO

MARTEDì 1 DICEMBRE 2015

CINEMATEATRONUOVO

via San Martino 19 MAGENTA

tel. 0297291337

Ingresso: 10€ – 5€

30 novembre 2015 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
fornaroli

Dieci mesi per ottenere una visita per la valutazione dell’Alzheimer. Sono questi i tempi di attesa nel reparto di Neurologia dell’ospedale Fornaroli di Magenta, confermati dalla stessa azienda ospedaliera di Legnano. Il reparto UVA del Fornaroli serve, infatti, tutta l’azienda e difficilmente si potrà assistere ad una riduzione dei tempi nell’imminente futuro . “Anche se – fanno sapere dall’azienda ospedaliera – il miglioramento della tempistica sarà senz’altro alla base del lavoro dei prossimi mesi”.

L’ultimo caso riguarda una signora di Magenta che aveva prenotato la prima visita ad aprile, fissata per il 23 novembre. Per il controllo ci sarà da aspettare di più, essendo stato fissato per il 19 settembre del 2016. Troppo se pensiamo che l’Alzheimer e le demenze senili in genere sono malattie che avanzano e, in un lasso di tempo così lungo, può davvero succedere di tutto.

Meglio vanno le cose per chi deve eseguire un elettrocardiogramma. E’ stato inserito l’accesso diretto che consente, a chi si presenta munito di impegnativa e tessera sanitaria, di essere sottoposto immediatamente all’ECG.

Runner

 

 

30 novembre 2015 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
IMG_8010

IMG_8004La scarsa informazione sulle malattie, sessualmente trasmissibile, fa sì che sono ancora in molti che rischiano continuamente di imbattersi in virus e malattie che con una semplice prevenzione si potrebbero evitare.

Per queste ragioni, il Forum Giovani Magenta oggi era in Piazza Liberazione con il proprio impegno nella lotta contro l’AIDS e le malattie sessualmente trasmissibili, per informare i giovani e per portare la cultura della prevenzione.

Le due associazioni Magentine hanno realizzato una campagna informativa e di raccolta fondi per la ricerca e domani, primo dicembre, insieme a personale ASL specializzato, ci sarà un incontro in Sala Consiliare con gli studenti dell’Enaip dai 14 ai 17 anni.

Dopo l’incontro, i volontari del Forum si recheranno fuori dalle scuole superiori di Magenta per distribuire volantini con tutte le informazioni riguardo la prevenzione, per dire ancora una volta #StopAIDS.

La video intervista a Sergio Prato delle Rose di Gertrude e al Sindaco Marco Invernizzi:

 

30 novembre 2015 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts