Home Daily Archives
Daily Archives

3 agosto 2017

IMG_1278
IMG_1280Nell’Oggetto della determina il risultato è chiaro: Viene  concessa l’indennità per i risultati (obbiettivi) raggiunti nel 2016.
Non ci capiamo più niente. Il 2016 per il Comandante della Polizia Locale di Cuggiono è stato l’anno più tormentato. Dapprima la sospensione, poi la battaglia legale (Vinta), infine la riammissione, poi la mobilità.
Poi con la determina N° 381del 28/07/2017 il premio di € 1600 per i risultati raggiunti nel 2016.
Troppe incongruenze, troppi silenzi, alla faccia delle amministrazioni trasparenti. Chissà se un giorno qualcuno spiegherà veramente la vicenda.
D E T E R M I N A
1) Per quanto in premessa esplicitato, di liquidare al dipendente comunale Rag. Manduci Roberto l’indennità di risultato pari a € 1.600,00 per il raggiungimento delle prestazioni attese per l’anno 2016, come da verbale n. 4/2017 Prot. n. 11113 del 20/07/2017 che si allegaalla presente quale parte integrante e sostanziale;
2) Di dare atto che la somma di € 1.600,00 risulta essere impegnata al cap. 1812 art. 17 del bilancio 2016, così come reimputato sull’anno 2017 (FPV);
3) Di chiedere la pubblicazione della presente all’Albo Pretorio del Comune.
3 agosto 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
sindaci . JPG

RICEVIAMO&PUBBLICHIAMO – Nelle scorse settimane i Sindaci del Castanese si sono riuniti per l’assemblea di Azienda Sociale e Distrettuale:  assemblee dove da anni vengono assunte importanti decisioni, definiti e avviati importanti progetti in ambito socio assistenziale e non solo. Attività ed azioni che vengono “spese” sul e per il territorio, e finanziate nella quasi totalità con fondi comunali.

In questi anni notevoli sono stati gli sforzi per intercettare e ben utilizzare anche risorse “terze” di Stato, Regione ed Enti diversi al fine di ridurre il carico finanziario per i comuni e assicurare servizi di qualità e avviare nuove azioni e servizi. I comuni ed Azienda monitorano puntualmente i bisogni, l’orientamento della domanda ed il flusso delle risorse per dare sempre più puntuali risposte ai vecchi e nuovi bisogni.

Ed è questo quanto avvenuto anche in tema “nidi”. Stato e Regione Lombardia negli ultimi anni hanno introdotto e potenziato misure a favore delle famiglie che fruiscono dei servizi nidi nell’intento di contribuire o addirittura azzerare il costo della retta di frequenza. Un cambiamento nella politica regionale che mentre nel 2009 sosteneva le realtà disposte ad impegnarsi sul tema, ora decide di sostenere direttamente le famiglie e di destinare a queste le risorse necessarie per un alleggerimento delle spese. Ciò invece non è accaduto per altri servizi per i quali è comunque in crescita la domanda ed i relativi costi.

E’ stata pertanto fatta una puntuale analisi della situazione dalla quale si è evinto che, a fronte di comuni che finanziavano con propri  fondi la calmierazione delle rette nido, altri non destinavano nemmeno un euro. Si è poi rilevato come con le recenti misure (nidi gratis regionale, bonus nazionali e i fondi comunali), molte famiglie non hanno pagato la retta nido: un benefit sicuramente interessante e di utilità.

E’ utile inoltre evidenziare che i Comuni che nel tempo hanno gestito proprie realtà, hanno continuato a mantenere in termini di gestione delle strutture e di adeguamento del personale i loro asili nido, garantendo un servizio che si è adeguato agli standard regionali richiesti e cercando di promuovere progetti specifici maggiormente attenti ai tempi dei genitori e ai bisogni dei più piccoli.

E’ così emerso come sia sicuramente di utilità per tutte le famiglie del castanese che i rispettivi enti non perdano l’opportunità di beneficiare delle misure pronidi che consentono alle famiglie si fatto risparmio e continuare nella promozione dei servizi esistenti.

I Sindaci del castanese a maggioranza hanno così deliberato: la misura di Azienda a favore dei nidi viene riassorbita dalle azioni comunali e della Regione, e le somme prima destinate ai nidi saranno utilizzate ad altri servizi. Insomma si invertono i fattori ma il risultato non cambia; per le famiglie dei comuni che hanno e che vogliono continuare a sostenere la frequenza ai nidi nulla cambia anzi, con i bonus e le misure a disposizione possono anche aumentare i benefici… per i cittadini di quei, per fortuna pochi, comuni che non attueranno tale politica.. beh, non ci saranno benefici .

Un vero peccato stante che trattasi in buona parte di fondi assegnati con principi di equità grazie all’ISEE, che nei comuni dove tali misure sono già state applicate, molte sono le nuove famiglie che hanno fruito di tale servizio!

Pertanto se le famiglie non avranno sostegno per il servizio nido dal loro comune di residenza, beh non è proprio colpa dei Sindaci del castanese ma del loro Sindaco…..  che per evitare di far emergere questa verità getta sabbia negli occhi ai propri cittadini…. del resto siamo in estate ed un po’ di sabbia ci sta?.. Beh noi crediamo di no!

 

IL SINDACO DI MAGNAGO CARLA PICCO

PRESIDENTE DI AZIENDA SOCIALE

 

IL SINDACO DI VANZAGHELLO LEOPOLDO GIANI

PRESIDENTE ASSEMBLEA SINDACI DISTRETTO 5

 

3 agosto 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
amianto

Leggendo i commenti degli amici del Movimento Popolare Dignità e Lavoro alcune riflessioni sono d’obbligo. Alcuni giorni fa si sono accorti della presenza di sacchi contenenti tonnellate di amianto stoccate alla stazione di Magenta. “Tutto in regola”, spiegano le Ferrovie dello Stato da noi contattate per avere spiegazioni in merito. Certo, spiegazioni in merito. Perchè se io trovo un quantitativo enorme di amianto in stazione come minimo mi preoccupo e chiedo informazioni a chi di dovere. Come fa il Movimento che da anni solleva il problema amianto senza avere mai avuto risposte adeguate. E meno male che alla stazione è tutto in regola, ci mancherebbe altro! Ma vabè, torniamo a quanto è stato ritrovato. Le Ferrovie dello Stato danno le loro motivazioni che possiamo tranquillamente leggere nell’articolo dell’altro ieri.

Il Movimento solleva un altro problema. Ovvero: possibile che ai nostri politicanti la cosa non interessa? E men che meno interessa ai cittadini? Ma in che cavolo di mondo viviamo? Se postiamo un articolo su un paio di marocchini rompipalle davanti all’ospedale di Magenta si scatena l’inferno e su centinaia di sacchi di amianto va tutto bene? Fanno più paura due marocchini nel parcheggio del Fornaroli dell’amianto? Ma non solo. Fanno più paura due marocchini davanti al Fornaroli dei disastri che potrebbero provocare alcuni personaggi che lavorano dentro il Fornaroli! La paura è una questione psicologica. A volte dobbiamo incazzarci per qualcosa e ce la dobbiamo prendere con qualcuno per forza di cose. Altrimenti non siamo contenti. Scagliarci contro qualcuno affievolisce le nostre sofferenze. Come dice Mario De Luca forse è tutta una questione di ignoranza. Parliamo di quanto fa caldo ( e vorrei vedere, è agosto! La notizia sarebbe se fa freddo!), parliamo di tangenziale. Ovvero, parliamo del nulla! perchè della tangenziale ne parliamo come una tra le possibili soluzioni al traffico. Una tra le tante! C’è a chi va bene la tangenziale e c’è chi propone altre soluzioni, tutto qua. Eppure si scatena il finimondo e chi vuole la tangenziale da del pirla a chi non la vuole dicendo che è uno che vuole tornare all’epoca in cui si tirava il carretto. Quando paesi molto più avanti di noi, vedi le popolazioni del nord, usano la bicicletta come mezzo di spostamento. Parliamo di furti e, giustamente, i cittadini fanno valere tutta la loro arrabbiatura.

E sull’amianto va tutto bene. Quando il Movimento voleva semplicemente sapere se le autorità cittadine fossero state avvertite della presenza di un quantitativo così importante di amianto alla stazione di Magenta. Ma perchè proprio li? Torneremo a controllare entro la fine di agosto se effettivamente sarà sparito, altrimenti torneremo ad interpellare le Ferrovie. Ben vengano i cittadini come il Movimento che non si limitano a guardare tra le loro mura, ma osservano quello che c’è in giro. Basta poco, ma temo che a non farci vedere quello che di marcio ci circonda non sia solo la paura, ma anche la fatica. Si fa fatica a chiedersi da dove provenga quell’amianto, quanto male faccia alla salute, perchè è li. E’ meno faticoso pensare: “Se è li è perchè è giusto che sia li…”. Con questo caldo la fatica annebbia il cervello e allora torniamo ad incazzarci con i due marocchini rompipalle davanti all’ospedale.

 

3 agosto 2017 0 comment
1 Facebook Twitter Google + Pinterest
2846_150960028_001

piazzaNell’ Oggetto dell’ordinanza leggiamo: provvedimenti viabilistici in località Piazza Vittoria, nuova area adibita a parcheggio veicoli, ubicata fronte il civico 2.RIORDINO VIABILITA’. Qui l’ordinanza in Pdf.

il giorno 21.03.2016 con deliberazione di Giuntan° 43 venivano approvatele linee guida viabilistiche da adottare sul nuovo
parcheggio recentemente installato su Piazza Vittoria fronte il civ. 2 e, su come debbano essere regolamentati i relativi stalli di sosta;

Secondo la nuova giunta si considera che detta viabilità debba essere migliorata attraverso l’adozione di un diverso senso di marcia, più funzionale sia per l’accesso al parcheggio che, per la sua disponibilità da parte dell’utente;

Quindi la Giunta Comunale con seduta n. 6 del 20.07.2017 ha predisposto un nuovo, secondo loro, unassetto viabilistico più omogeneo e funzionale.


 

ORDINA, a far data dal giorno 07.08.2017 l’adozione dei seguenti provvedimenti:
  • provvedimento di “Senso Unico” (fig. 348 art.135 reg.), con inizio dall’ingresso delparcheggio in Piazza Vittoria 5 e fino all’uscita su via Roma, 2, quest’ultima disciplinata con la segnaletica di “STOP” (fig. 37 art. 107 reg) e di “Divieto di Accesso” (fig. 47 art. 116 reg.), posto sul delimitare di detta intersezione”;
  • sosta regolamenta di ore 2 “(fig. 172 art. 172 reg.) su tutti i 25 stalli di sosta destinati ai veicoli a quattro ruote”;
  • sosta riservata ai veicoli condotti da persone altrimenti abili” (fig. 79/b art.120 reg.) sui 2stalli di sosta regolamentati da relativa segnaletica stradale”;
  • istituzione del “Doppio senso di circolazione” (fig. 26 art. 96 reg.) a partire dall’inizio delnuovo accesso al parcheggio in Piazza Vittoria (lotto II) e fino all’intersezione con latrasversale via Roma”;
  • installazione di idonea segnaletica orizzontale (fig. II 438/b art. 148 reg.), da disegnare sul tratto antistante il nuovo accesso al parcheggio, volto alla “canalizzazione” e che serva da invito accesso stalli, sia per i veicoli provenienti da L.go Chiesa Vecchia, sia per quelli provenienti da via Roma”;
  • installazione di segnali bi-facciali di “Stop (fig.37 art. 107 reg.) + Divieto di accesso” (fig.47 art. 116 reg.) da installare c/o la nuova uscita parcheggio di via Roma”;
  • formazione di segnaletica orizzontale e verticale di “dare Precedenza “(fig. II 442/a art. 148 reg ) da installare alla prima uscita dal parcheggio prospiciente la via interna di via Roma”;
  • formazione di striscia di arresto (fig. II 441/b art.148 reg.) in uscita dal parcheggio Lotto IIcon la trasversale via Roma con installazione del cartello di Stop”;
  • installazione del cartello di Senso unico (fig. 348art. 135 reg.) da applicare all’inizio dell’entrata al parcheggio dia Piazza Vittoria lotto II”;
  • abolizione dei parcheggi ubicati attualmente su Piazza Vittoria (II Lotto), dei parcheggi ubicati all’ intersezione “Piazza Vittoria-Roma” e di quelli ubicati all’uscita “Interno civ. 2 via Roma, con l’arteria principale via Roma”, per complessivi 7 posti auto”.

L’inosservanza alla segnaletica stradale predisposta, sarà sanzionata a sensi dell’articolo 7 del vigente codice della strada. Il locale Comando di Polizia Locale e tutte le altre forze di polizia sono incaricate dell’esecuzione della presente ordinanza.

 

‘.
3 agosto 2017 0 comment
1 Facebook Twitter Google + Pinterest
20155793_1346945818753560_5681342672569257202_n

20106280_1346958925418916_42011722396454587_nIl titolo dell’evento era: “Pensala come vuoi, vivila come preferisci, ma per una notte… pensa solo a divertirti!” usato anche come vero slogan della Notte Bianca di Sedriano edizione 2017 e così è stato!

Mentre stava imbrunendo, vedevamo una buona affluenza di persone da ogni dove, non solo di Sedriano. Il pubblico che s’infilava per le vie del paesino, grazie anche alla descrittiva mappa distribuita durante la serata, riuscivano a trovare tutti i punti del divertimento.

Punti di ristoro, le attività di intrattenimento, le aree gioco bimbi, i parcheggi. Grazie all’adesione di molti commercianti si è potuto dare un botta di vita a questa nuova edizione della Notte Bianca organizzata da R&B Eventi in collaborazione con il Comune di Sedriano.

20031621_1346965482084927_3810552730426573707_n20108179_1346952242086251_8473146561551403009_nGli eventi sono stati molteplici: dalla sfilata di cani alla sfilata di moda in piazza del Seminatore, agli hobbisti che si alternavano ai negozi aperti fino a tarda notte, alla piazza del mercato con IL MERCATO DELLA MUSICA, evento dedicato ai giovani, ai punti musica che hanno rallegrato ogni via del paese, alle scuole di ballo e ai punti di ristoro.

Possiamo dire che a Sedriano e la notte bianca è stata davvero “vissuta” fino a tarda notte.

Ora diamo appuntamento per il prossimo anno, con molte novità già in cantiere

3 agosto 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest