Home Monthly Archives
Monthly Archives

settembre 2017

Locandina-4ospedali_2017_v2

Locandina-4ospedali_2017_v2Ogni anno vengono organizzate le giornate del Ciclamino durante le quali nelle piazze italiane viene offerto il fiore simbolo, il Ciclamino appunto, scelto come il fiore che sopporta le basse temperature, e presso gli ospedali aderenti all’iniziativa vengono effettuati controlli capillaroscopici gratuiti volti alla diagnosi precoce della sclerodermia. Come ormai consuetudine consolidata, l’Asst Ovest Milanese parteciperà allo screening capillaroscopico gratuito presso L’UO di Medicina di Legnano e da quest’anno anche l’UO di Reumatologia di Magenta rispettivamente il 22 settembre a Legnano e il 29 settembre a Magenta. A conclusione della settimana del ciclamino si terrà un grande spettacolo “Solidarietà e Divertimento” Organizzato dalla Fondazione degli Ospedali Onlus presso il teatro Galleria di Legnano il 30 settembre i cui ricavi saranno devoluti al GILS (Gruppo italiano per la lotta alla Sclerodermia onlus) per premettere la continuità dei progetti a favore dei pazienti, già in uso e per nuovi progetti di ricerca.

Come detto la raccolta fondi ha come finalità il sostegno delle attività del GILS, dal 1993 impegnato nell’attività di informazione, formazione, sensibilizzazione e di promozione della Ricerca scientifica e supporto dei malati di sclerodermia e dei loro famigliari. A tal proposito il GILS presieduto dalla Dott.ssa Carla Garbagnati, organizza da anni una campagna per la diagnosi precoce della sclerodermia mediante una sensibilizzazione tramite i media e l’esecuzione della capillaroscopia a titolo gratuito, esame che, indolore e non invasivo, permette di anticipare la diagnosi e il trattamento molti anni prima che i danni di tale malattia diventino irreversibili.

La Sclerodermia, è una malattia sistemica autoimmune, che colpisce i piccoli vasi arteriosi e gli organi interni (cuore, polmone, esofago, intestino e rene) che predilige il sesso femminile (F/M 7-8:1) e in cui spesso il sintomo più precoce e che precede di anni lo sviluppo della malattia è il fenomeno di Raynaud (cioè il cambiamento del colore della cute delle zone esposte e in particolare delle mani in relazione alle variazioni di temperatura)

E’ quindi importante eseguire la diagnosi il più precocemente possibile ed essere seguiti e monitorati da un centro specializzato che preveda la cooperazione di più specialisti esperti nella gestione delle possibili complicanze.

Grazie al GILS sono state istituite Scleroderma Units in Italia, e in particolare nella Regione Lombardia è stata organizzata una rete tra alcune strutture ospedaliere specializzate nel trattamento della sclerodermia (Scleronet) a cui aderisce anche l’ASST Ovest Milanese.

19 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
cuggiono cuore2

cuggiono cuorecuggiono cuore3La Lega Nord di Cuggiono prosegue nelle iniziative di raccolta fondi per donare un defibrillatore alla nostra comunità.
Nel segno anche della riscoperta delle nostre radici e tutela della lingua locale, è con estremo piacere che La invitiamo a partecipare alla commedia dialettale dal titolo:

“Shakesperiamo che va tutto bene”

Sabato 30 settembre, ore 21
c/o nuovo Oratorio
Via Cicogna – Cuggiono

19 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
pace copertina

pace3Milano,    settembre 2017- Domenica 1^ ottobre torna “Vuoi La Pace? Pedala!”, biciclettata per la pace promossa dal Coordinamento La Pace in Comune e dalle ACLI Milanesi, con il patrocinio del Comune di Milano, in collaborazione con Caritas Ambrosiana, Cisl Milano, Fiab Legambiente Lombardia.

L’edizione di quest’anno, l’ottava, sarà dedicata  al tema dell’Europa e del suo ruolo rispetto alla gestione delle migrazioni e delle politiche di accoglienza e sviluppo.

La manifestazione prevede sette percorsi che attraverseranno 80 comuni delle provincie di Milano, Varese, Monza e Brianza, Lodi e Pavia con arrivo in Piazza Duomo a Milano, tra le 12 e le 13 per un evento finale.

Ogni percorso è associato ad un colore che richiama la bandiera della pace: rosso, arancione, giallo, verde, azzurro, blu e viola. Dopo l’attenzione ai temi della povertà, dell’efficienza energetica e del diritto al cibo e della sostenibilità, al centro della manifestazione di quest’anno le migrazioni e la sfida europea per l’accoglienza.

pace2Al Coordinamento La Pace in comune partecipano i Comuni di: Agrate Brianza, Arluno, Bellusco, Bresso, Canegrate, Caponago, Carugate, Cavenago, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese,  Cormano, Corsico, Cusano Milanino, Inzago, Lacchiarella, Lainate, Locate di Triulzi, Melzo, Mezzago, Milano,  Novate M.se, Ossona, Pero, Pieve Emanuele, Pioltello, Pregnana Milanese, Rho, Rozzano, Senago, Sesto San Giovanni, Vanzago, Vimodrone, Unione Basiano e Masate

La manifestazione sarà inoltre  l’occasione per sensibilizzare i partecipanti alle tematiche della pace, del bene comune, della sostenibilità e dei diritti umani. “Vuoi la pace? Pedala!”, infatti, si caratterizza da sempre come prezioso momento di formazione per la cittadinanza sia nella sua fase preparatoria sia negli eventi che caratterizzeranno la biciclettata stessa. Ciascuno dei sette percorsi, inoltre, prevede una tappa intermedia durante la quale si ribadiranno i messaggi al centro della manifestazione.

Impegni sui quali la rete del Coordinamento La Pace in Comune, le ACLI Milanesi, i comuni e le associazioni promotrici dell’iniziativa lavorano quotidianamente insieme alle comunità locali per costruire città di pace, giustizia e legalità.

Aderiscono all’iniziativa i comuni di: Abbiategrasso, Assago, Bareggio, Binasco, Bollate, Buccinasco, Busto Garolfo, Caronno Pertusella, Cassano d’Adda, Colturano, Cornaredo, Dresano, Meda, Mediglia, Muggiò, Noviglio, Ornago, Pantigliate, Pozzuolo Martesana, Rescaldina, San Donato Milanese, Saronno, Segrate, Settimo Milanese, Trezzano sul Naviglio, Villa Cortese, Vizzolo Predabissi, Zibido San Giacomo.

Il pieghevole

Per informazioni:

Coordinamento La pace in comune

c/o Acli Milanesi

via della Signora 3, 20122 Milano 02 7723405

paceincomune@aclimilano.com

www.paceincomune.it

Evento Fb

#vlpp17

 

I NUMERI DI VUOI LA PACE?PEDALA! 2017

350 KM DI PERCORSO

500 BANDIERE DELLA PACE

2000 PALLONCINI COLORATI

1 KM DI STRISCIONI COLORATI

5 PROVINCE COINVOLTE

19 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
amianto-1170x878

La presenza di sacchi di amianto alla stazione di Magenta fa ancora discutere. L’altro giorno il gruppo ‘Progetto Magenta’ ha presentato una interpellanza sullo stoccaggio di sacchi di amianto presso la Stazione. Eccone il contenuto, visionabile sul sito www.progettomagenta.org.

In agosto presso la Stazione FS di Magenta sono stati depositati sacchi contrassegnati come rifiuti speciali contenenti amianto. Abbiamo letto le risposte delle Ferrovie date ad un giornale locale e appreso che quei sacchi sarebbero stati rimossi entro la fine del mese di agosto, come di fatto è poi avvenuto. Da qualche giorno, tuttavia, altri sacchi dello stesso tipo hanno fatto la loro comparsa sempre nello stesso luogo.

Con la presente si chiede al Sindaco di mettere il Consiglio Comunale e la città nelle condizioni di sapere se, con quali modalità e in quali tempi questi lavori interesseranno ancora il nostro territorio comunale per quali ragioni lo stoccaggio di questo materiale avviene nel territorio della nostra città, se e quali azioni a tutela della salute pubblica sono state prese in accordo con le autorità competenti

Silvia Minardi, capogruppo Progetto Magenta

19 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
stazione_abbiategrasso1

Roma – Sovraffollamento, ritardi, soppressione di corse anche in orari strategici. È questa la situazione che affligge tutti i giorni i pendolari della “Freccia delle risaie”, la linea ferroviaria Milano-Mortara. Una situazione divenuta insostenibile, che ha portato molti cittadini, tra Lombardia e Piemonte, a costituirsi in comitati di pendolari per chiedere alle istituzioni Francesco-Prinamaggiore incisività. Invito raccolto dal deputato dell’Est Ticino Francesco Prina che proprio in questi giorni ha presentato un’interrogazione al Ministro Delrio in cui chiede, in vista della prossima legage di bilancio, di stanziare le risorse mancanti per il completamento dell’opera del raddoppio della tratta ferroviaria Albairate-Parona. “Stiamo parlando di un’opera fondamentale per il sistema del trasporto pubblico locale metropolitano” dichiara l’esponente democratico, “non sono più accettabili ritardi sulla realizzazione di un’infrastruttura che già nell’accordo di programma con RFI 2012-2016 risultava tra quelle programmabili entro il 2017. Per questo ho presentato un’interrogazione al Ministro Delrio in cui chiedo, in vista della legge di bilancio (che in ottobre approderà in Parlamento), di stanziare le risorse necessarie per completare un’opera che risolverebbe, nel contempo, anche la definitiva chiusura dei tre passaggi a livello di Abbiategrasso. Questa legislatura si è distinta per investimenti su infrastrutture senza precedenti, oggi serve un grande sforzo anche sul trasporto pubblico locale, in favore di una mobilità sempre più sostenibile che renda più facile la vita di studenti e lavoratori”. La palla ora torna al Governo, in attesa di conoscere su quali siano le sue reali intenzioni.

 

19 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
bonello

Premesso che al consiglio nazionale di Magenta i rappresentanti di tutta Italia si sono ritrovati per discutere sul futuro del nostro volontariato , messo a rischio dagli imminenti effetti della divisione degli elenchi che incideranno pesantemente su una situazione già dilaniata da quasi un decennio di mancati corsi e arruolamenti , la tematica nello specifico degli indennizzi orari ( prevista per tutti i corpi vvf d’Europa ) ad eccezione delle realtà autonome del Trentino e dell’Alto Adige , che però godono di altre forme di sostegno economico per le proprie caserme e dotazioni , è stata ampiamente discussa con il sostegno anche di studiosi della materia sia sotto il profilo giurisprudenziale che amministrativo . Con l’occasione si è dimostrato invece (al contrario di quanto si possa intendere dall’interpretazione giornalistica) che l’attuale indennizzo, in forza appunto di precise leggi dello stato è perfettamente in linea con quanto è previsto sia per il volontariato vvf d’Europa e anche del volontariato di Protezione Civile Nazionale. Non solo , proprio per la cattivissima gestione del nostro volontariato perpetrata negli anni , che ha portato di fatto i pochi rimasti a dover decuplicare gli sforzi per coprire il servizio , è ad oggi impensabile individuare una soluzione che ne preveda l’eliminazione di tale emolumento senza prima aver portato agli standard europei di numero di personale nelle caserme e di risorse statali assegnate per il loro mantenimento e dotazione che ad oggi viene proprio sopperito con quei pochi soldi . Immorale è quindi strumentalizzare la tematica, senza aver analizzato, come è stato fatto, la situazione nel suo complesso.

Ancora una volta ai polemici e ai denigratori, abbiamo dato una risposta basata sui fatti e sulle norme spesso dimenticate è così disattese, dimostrando in concreto quanto sia facile esercitarsi in filosofie che pur trovano la nostra condivisione sotto l’aspetto morale ma risultano totalmente inapplicabili e ingiuste vista l’attuale situazione reale. Non si comprende infatti come si possa pensare di coprire un servizio H 24 , 7 giorni su 7 , con professionalità e rischiando pure la vita , in 15 / 20 persone ( quando va bene ) , senza percepire alcun indennizzo sostituivo delle ore di lavoro perse e dei rischi connessi anche di natura professionale attualmente non coperti neppure in maniera adeguata sotto l’aspetto assicurativo .

Ringraziamo comunque la città di Magenta per il sostegno dimostrato e la stessa testata giornalista per l’importante contributo fornito che con il presente intendiamo solo integrare e precisare.

Il Presidente Nazionale

Luca Bonello

19 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts