Home Daily Archives
Daily Archives

6 settembre 2017

5028_nightrun17_web

LEGNANO – Una corsa magica. È stata presentata così, con opinione comune di tutti i relatori, la 13esima edizione della Legnano Night Run, la corsa non competitiva in programma venerdì 8 settembre che, ormai, è diventata punto di riferimento per gli amanti del podismo, non solo locale, e per la quale sono attesi 3.000 partecipanti. Tante le novità presentate nella conferenza stampa del 6 settembre, ma anche alcuni punti fermi come la partenza e l’arrivo (dal Castello di Legnano) e lo storico sponsor, la Bcc di Busto Garolfo e Bugguggiate che era presente con il presidente Roberto Scazzosi. A fare gli onori di casa, il sindaco di Legnano Gianbattista Fratus e l’assessore allo Sport Alan Christian Rizzi. E poi gli organizzatori: Silvia Bonari, presidente della sezione legnanese del CAI (Club Alpino Italiano) e Maurizio Pinciroli, anima organizzativa della Night Run.

Le novità. Tante, come detto, le novità per l’edizione 2017. A partire dal restyling del sito internet e delle modalità di iscrizione. Grazie alla collaborazione con WOM Web, società di CMS con sede a Legnano, sono state portate molte migliorie alle modalità di iscrizione tanto che sarà possibile iscriversi alla gara non competitiva fino al venerdì mattina. Poi, per chi lo volesse, si potrà iscriversi anche ai banchi di partenza fino a mezz’ora prima della partenza dal Castello di Legnano. Anche l’orario di avvio della corsa è stato modificato. Non più alle 21, come gli scorsi anni, ma alle 21.30. Questo per «permettere di iniziare le operazioni di transennamento delle strade un po’ più in ritardo garantendo anche alle persone che terminano tardi di lavorare di potersi spostare tra le vie cittadine con serenità» ha detto Pinciroli. Altra novità saranno le due postazioni “foto” che saranno piazzate in due punti strategici della corsa. Grazie alla collaborazione con 40 fotografi tutti i corridori saranno fotografati e, attraverso un codice QR Code potranno condividere le fotografie sui propri profili Facebook collegandosi al sito della corsa (legnanorun.com) L’edizione 2017 della Night Run è stata organizzata per sostenere le attività della sezione legnanese dell’Avis (Associazione volontari italiani del sangue): «Non già in termini economici -come ha spiegato ancora Pinciroli-, ma in termini di sensibilizzazione alla donazione». Grazie alla gioielleria Sironi di Legnano, che ha realizzato le borse che saranno consegnate a ogni partecipante, il messaggio di dedicarsi alla donazione del sangue sarà stampato su ogni borsa e sarà veicolato agli oltre 3mila corridori che prenderanno parte alla corsa. In ultimo, il logo della 13esima edizione: «Grazie alla collaborazione con l’istituto Carlo Dell’Acqua di Legnano, e nello specifico al professor Luca Figino -ha precisato ancora Pinciroli-, abbiamo lanciato un concorso coinvolgendo l’indirizzo artistico dell’istituto. Il miglior progetto è stato poi votato dagli studenti ed è quello che abbiamo stampato su tutte le magliette e sui cartelloni promozionali di quest’anno». A vincere è stata Elisabetta Sanna, della classe 4^ C che, come ha svelato la presidente del CAI legnanese Silvia Bonari, «abbiamo poi scoperto essere una delle ragazze della nostra scuola di alpinismo giovanile. Una bella e doppia soddisfazione».
I commenti. Meteo a parte, cui tutti si sono detti un po’ preoccupati, per il sindaco di Legnano Gianbattista Fratus è un po’ un ritorno alle origini poiché «ero assessore allo Sport quando venne ideata la gara e ho ancora a casa la pettorina numero 1 della prima edizione della corsa. Si tratta di un evento partito molto in sordina -ha continuato- e che oggi è un punto fermo nel panorama dilettantistico non solo locale, ma nemmeno regionale, ma interregionale dato che a correre a Legnano arrivano anche dalla Liguria. C’è da ringraziare moltissimo il main sponsor, la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, che da sempre è a fianco della gara e che, anche in momenti in cui abbiamo avuto problemi logistici che ci hanno fatto correre il rischio di perderla come sponsor, dicendo così addio alla gara, ci è rimasta vicina e non si è tirata indietro. Un nobile gesto che merita moltissimo rispetto». Per Alan Christian Rizzi, assessore allo Sport di Legnano, «si tratta di una corsa paragonabile alla Stramilano, sia in termini di partecipanti, facendo le dovute proporzioni, sia in termini di fascino, perché Legnano è una città bellissima. Avvicinare le nuove generazioni alla corsa è importante: primo perché è uno sport gratuito e che tutti possono praticare; secondo perché è ecologico, rispetta l’ambiente e avvicina le persone». A chiudere il giro degli interventi, il presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, Roberto Scazzosi: «La Night Run è sì una corsa non competitiva, ma una corsa con i valori che da sempre contraddistinguono il nostro essere banca sul territorio. Ossia, la prevalenza dell’aspetto sociale e dell’aggregazione prima ancora della competizione. Sono valori che arricchiscono e che, per questo, ci spingono a sponsorizzare quasi tutte le corse amatoriali del nostro territorio. Perché portano entusiasmo, coesione sociale, vicinanza. Tutti sinonimi dei nostri 120 anni di storia che il prossimo ottobre festeggeremo».
Info utili. La corsa, di 7,5 chilometri, sarà preceduta dalla “baby run”, un piccolo circuito di un chilometro dedicato ai bambini (anche per loro sarà possibile scaricare, grazie alla collaborazione delle Assicurazioni Generali di Legnano, dal sito legnanorun.it le fotografie scattate durante la corsa). Oltre 300 le persone coinvolte nell’organizzazione tra volontari del CAI, personale comunale, protezione civile e agenti della Polizia Locale. Si parte alle 21,30. Al termine della gara, nell’area del Castello di Legnano, ci sarà un punto ristoro con birra del Birrificio di Legnano e “fish & chips” per tutti. Oltre alla musica (fino a mezzanotte) filodiffusa dai dj della discoteca legnanese “Secret Room”.

Per ulteriori informazioni: www.legnanorun.com

Nell’immagine allegata da sinistra: Rizzi, Bonari, Fratus, Scazzosi e Pinciroli.

6 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
diossina

Sono in corso gli accertamenti da parte di Arpa Lombardia per chiarire l’entità della nube tossica sviluppatasi in seguito ad un incendio presso una ditta di rifiuti anche pericolosi accaduto questa mattina a Mortara. L’importante in sistuazioni simili è non lasciarsi prendere dal panico e aspettare notizie ufficiali dagli organi competenti. Su facebook leggiamo di gente che sente odori di plastica bruciata ed è inevitabilmente preoccupata per quanto accaduto a Mortara.

Al momento i comuni interessati dalla nube sono Mortara, Parona, Albonese, Vigevano, Cilavegna, Gravellona e Cassolnovo. A tutela della salute pubblica in tali comuni l’ufficio di igiene pubblica ha chiesto l’emisisone di ordinanza contingibili e urgenti. Ordinanze destinate a tenere al riparo la popolazione in attesa che la nube si dissolva,e ad astenersi dalla raccolta e dal consumo di prodotti ortofrutticoli negli orti situati presso i comuni suddetti, in ogni caso fino alla conclusione dei controlli.

Nei nostri comuni solo Abbiategrasso ha inviato un comunicato stampa che dice testualmente: “Con riferimento all’incendio accaduto presso la ditta Eredi Bertè di Mortara si comunica che l’Amministrazione Comunale di Abbiategrasso ha monitorato per tutta la giornata le condizioni ambientali. Al momento non sono arrivate notizie sulla reale pericolosità della situazione, sarà cura dell’ Amministrazione informare tempestivamente la cittadinanza sulle misure da attivare per la pubblica incolumità qualora si renda necessario”. Nessun altro comune del magentino, al momento, ha emesso comunicati in merito.

6 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
D3R_5091

Due banditi armati di pistola hanno assaltato la sala giochi tra via Leoncavallo e la ex strada statale 11 a Bareggio. E’ accaduto nel pomeriggio di martedì. I due sono arrivati a bordo di una moto bianca risultata essere stata rubata a Milano. Hanno aggredito il titolare gettandolo a terra e colpendolo ripetutamente con il calcio della pistola procurandogli delle ferite profonde.

Alla fine l’uomo, dopo avere gettato i soldi che aveva in tasca a terra, è riuscito a divincolarsi. I due malviventi hanno arraffato il denaro ammontante a circa 1.500 euro e sono scappati sempre in moto facendo perdere le tracce. L’intera aggressione, durata solo una manciata di secondi, è stata ripresa dall’impianto di videosorveglianza interno del locale.

I carabinieri sono giunti sul posto per l’avvio delle indagini. Il 27enne titolare, unico presente nella sala giochi al momento della rapina, è di nazionalità cinese. Gestisce il locale con la moglie ed è stato portato in pronto soccorso per le medicazioni. Gli hanno applicato diversi punti di sutura ed è stato trattenuto in osservazione fino a questa mattina

 

6 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
mortara

Quando si verificano eventi di grandi dimensioni come l’incendio di questa mattina in una ditta di Mortara che tratta anche rifiuti pericolosi è buona cosa affidarsi, (almeno in prima battuta) alle comunicazioni degli esperti per non scatenare allarmismi. Mortara non è poi così distante dal magentino e noi cittadini temiamo ripercussioni per la nostra salute. Utile è tenere sotto controllo il sito dell’Arpa (agenzia regionale per l’ambiente) che ha diramato il seguente comunicato:

«La squadra emergenze di Arpa Lombardia, allertata poco dopo le 7 di questa mattina, è all’opera sul luogo dell’incendio scoppiato a Mortara all’interno della ditta Eredi Bertè, che tratta rifiuti pericolosi e non pericolosi. Lo riferisce una nota di Arpa. I tecnici del Centro regionale monitoraggio qualità dell’aria dell’agenzia, viene riferito, hanno installato un campionatore ad alto volume per valutazione della contaminazione atmosferica nella zona di Parona e nel frattempo si tengono sotto controllo anche i dati rilevati dalle centraline fisse di Mortara, Vigevano e Parona. Sul posto sono presenti i Vigili del Fuoco oltre a diversi operatori delle Forze dell’Ordine, il Vicario Prefettizio, i Carabinieri, i sindaci di Mortara, Albonese e Parona e sono stati allertati anche i sindaci dei comuni vicini (Olevano, Cilavegna, Gravellona Lomellina e anche in territorio piemontese Vespolate e Tornaco). I Vigili del Fuoco stanno procedendo con le operazioni di spegnimento dell’incendio sta coinvolgendo una imponente massa di rifiuti, molto eterogenea. Il servizio meteo di Arpa riferisce che il vento soffia da S-S-O in direzione N-N-E e tendenzialmente non cambierà direzione nel corso della giornata, il fumo va in direzione dell’abitato di Mortara». (Foto da facebook gruppo Sei di Mortara se…))

6 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
terremoto

Mercoledì 6 settembre alle 12,30 nel comune terremotato di Vafornace (già Pievebovigliana) verrà inaugurata la nuova struttura scolastica comprendente il prefabbricato cucina realizzato attraverso la raccolta fondi delle nostre associazioni e dei comuni del castanese. Nel nostro piccolo è stato un esempio di solidarietà concreta, di collaborazione tra realtà diverse e di controllo dal basso delle risorse raccolte.

Maggiori info a pagina 4 e 5 della Citta Possibile dell’Eco Istituto:

Città Possibile n° 4 del 2017

6 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Invito

Dal 9 al 24 Settembre 2017 si terrà la Mostra Personale di Pittura di Sandro Borroni :

Blindatura del Colore “, con il Patrocinio del Comune di Corbetta, presso la Sala delle Colonne in Via Carlo Cattaneo25 a Corbetta, Milano.

L’ inaugurazione avrà luogo il 9 Settembre 2017 alle ore 17.30 presso la Sala delle Colonne in Via Carlo Cattaneo25 a Corbetta, Milano.

Sandro Borroni ha iniziato il suo percorso artistico da autodidatta e questo gli ha permesso di non subire la fascinazione degli stili pittorici dei grandi nomi della pittura mondiale, ma di seguire la sua grandiosa genialità e capacità che l’hanno condotto ad ideare una nuova tecnica pittorica : “ LA BLINDATURA DEL COLORE “.

12_DSCN2345-2.jpg-GALLERIA-VITTORIO-EMANUELE-900-x-1800-TRITTICO-N°4-N°137L’ architettura ha influenzato la creazione di questa innovativa tecnica pittorica, che consiste nell’ inserimento dei colori ad olio all’interno di cordoncini, realizzati anch’ essi con colori ad olio, che ne delimitano lo spazio, creando armonie cromatiche in una sintesi di ensemble di luci e colori.

Nella sua pittura i temi ricorrenti sono le vedute urbane, i siti industriali o i cantieri navali, identità passate e future delle nostre città. La scelta del soggetto è frutto di studi approfonditi e dietro ogni analisi operata dal grande Artista, c’è sempre una motivazione perché le sue innovative opere raccontano una storia.

????? “…Le sue tele sono realizzate con minuzia dei particolari e i colori blindati nelle linee in rilievo del cordoncino bianco creano suggestioni bidimensionali. Armonie cromatiche in una geometria descrittiva, che rappresentano vedute prospettiche urbane, simboli architettonici, monumenti e cattedrali del lavoro. Composizioni realistiche, artisticamente sviluppate dalla capacità di indagine di spazi che ci trasmettono una visione multiforme di volumetrici cromatismi della realtà urbana contemporanea, degli orizzonti spaziali in cui ci muoviamo…” (Cinzia Bianucci)

La Personale di Sandro Borroni offrirà ai visitatori una panoramica di vedute cittadine costruite con la tecnica della BLINDATURA DEL COLORE che contraddistingue in maniera unica lo stile pittorico dell’Artista. I presenti potranno viver un’ esperienza sensoriale in cui potranno vedere soggetti che li circondano quotidianamente in una chiave e una minuziosità che riuscirà ad  emozionare e dare un nuovo significato agli spazi che li circondano quotidianamente.

INAUGURAZIONE : 9 Settembre 2017 ore 17.30

Dal 9 al 24 Settembre 2017

Sala delle Colonne

Via Carlo Cattaneo 25, Corbetta (Milano)

 

Orario mostra :

Dal Martedì al Venerdì : 15.00/ 19.00

Sabato e Domenica : 10.00/19.00

Ingresso gratuito

6 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts