Home Flash News
Category

Flash News

800_1329131644_4383

A Casa Museo Marini continua la kermesse sulla milanesità “Chi l’è che l’ha masà el gall”. Questa sera verrà omaggiata la figura di Didi Martinaz, leggendario personaggio del cabaret milanese.

Didi Martinaz vista da Antonio Spanedda

Didi Martinaz vista da Antonio Spanedda

Ricordiamo Didi attraverso le parole di Leonora Rapezzi, artista e amica, oltre che organizzatrice dell’evento:

Didi Martinaz, oltre che l’ultima cantante della mala meneghina, un’amica cara che mi ha fatto scoprire tutte le sfaccettature di una Milano a me sconosciuta. Musica, poesia, serate indimenticabili nelle strade della Milano notturna. Un bicchiere di vino e canzoni insieme alle signore che vendono l’amore. Osterie e chitarre di una Milano che sta scomparendo. Poesia pura del vissuto. Grazie Didi! A te dedico la Milanesita’ a Casa Museo Alda Merini con “il cuore in mano”.

Nell'opera Jukebox di Johnny Frog è possibile ascoltare la musica di Didi Martinaz sfruttando la tecnologia QR Code

Nell’opera Jukebox di Johnny Frog è possibile ascoltare la musica di Didi Martinaz sfruttando la tecnologia QR Code

Si riporta di seguito il programma delle ultime due serate della manifestazione.

13.10.17

ore 18.30/19.00: “A spasso per Milano con Leonardo. – Casa degli Atellani” a cura del Prof. Giuseppe Carfagno (docente Humaniter Milano)

ore 20.00: Buffet € 10,00 (prenotazioni obbligatorie a info@lacasadelleartiste.it entro il giorno 11.10.17)

ore 21.00: Tributo a Didi Martinaz, l’ultima cantante della mala meneghina, con la partecipazione di Piero Colaprico, Livia Grossi, Atomo Tinelli, Nadir Scartabelli e il mitico Pelè con il suo bidofono.

14.10.17

ore 20.00: “Milano Canta”: Franco Visentin e Cino Bottelli, due degli artisti più conosciuti del glorioso Derby Cabaret di Milano con le canzoni e i ricordi più autentici della Vecchia Milano e dei grandi artisti della canzone meneghina. Ospite Enrico Beruschi

ore 21.00: Buffet milanese accompagnati dalla voce e chitarra di Maurizio Perego. € 10,00 (prenotazioni obbligatorie a info@lacasadelleartiste.it entro il giorno 12.10.17).

13 ottobre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
rotary 001

22089618_10210038051084834_711976080304413116_nTutto pronto ad Abbiategrasso per la Rotary Marathon e per la corsa del cuore.

Evento sportivo agonistico di rilevanza nazionale in agenda il 22 ottobre, ma anche occasione per fare beneficienza e stare insieme. La presentazione ufficiale è avvenuta ieri al castello Visconteo dove si sono ritrovati il presidente del Rotary di Abbiategrasso Lucio Fusaro, il sindaco Cesare Nai, l’assessore allo sport Beatrice Poggi, lo sponsor e il vincitore della prima edizione, l’abbiatense Fabio De Angeli.

Lo scorso anno – ha detto il presidente del Rotary – la maratona ha prodotto un utile di 15mila euro al netto delle spese. Soldi che abbiamo devoluto alla scuola indiana di madre Teresa delle piccole suore della Divina Provvidenza. Quest’anno il progetto andrà ancora in quella direzione attraverso l’acquisto di uno scuolabus“.

Oltre alla maratona di 42 chilometri, sarà possibile anche gareggiare sulla mezza distanza e sulle distanze più brevi non agonistiche di un chilometro e mezzo, 5 e 12 chilometri. “Saranno presenti – ha aggiunto il sindaco Nai – anche 27 atleti provenienti da Ellwangen, città tedesca con la quale siamo gemellati, il cui sindaco è appassionato maratoneta“.

Abbiamo una città con tante associazioni sportive – ha aggiunto l’assessore – come ALA, sono il nostro punto di forza“.

rotary 002Certa sarà la presenza di Fabio De Angeli, il vincitore dello scorso anno. “Mi ero preparato molto bene per l’edizione del 2016 – ha detto – anche se non sapevo cosa potessi valere sulla distanza dei 42 chilometri trattandosi della mia prima partecipazione. Per allenarmi ho usato la tabella di Baldini che gli ha consentito di vincere la maratona olimpica di Atene. E sono arrivato a percorrere circa 160 chilometri alla settimana per due mesi. Quest’anno purtroppo, a causa di diversi problemi, ho diminuito il chilometraggio. Non c’è nulla a di più bello che correre nella propria città davanti alla gente che ti conosce e ti incita ad arrivare in fondo”.

1 ottobre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Anna Mei

meiNuova impresa per la campionessa mondiale ed europea di ultracycling, che questa volta sfida il record delle 12 ore. L’iniziativa straordinaria è voluta da Anna Mei per raccogliere fondi per sostenere Debra Sudtirolo, l’Associazione dedicata ai bambini affetti da epidermolisi bollosa.

Milano, 12 settembre 2017 – Anna Mei, campionessa mondiale ed europea di ultracycling, il 12 ottobre tenterà di aggiudicarsi un nuovo Guinness World Record pedalando per 12 ore consecutive su pista outdoor. L’iniziativa, la cui partenza è prevista alle 7 del mattino, si svolgerà all’interno del velodromo Vigorelli, lo storico impianto sportivo di Milano conosciuto anche come lo “Stradivari” delle piste, dedicato al ciclismo su pista e al football americano.

Fresca di vittoria al campionato europeo che si è tenuto a Dobrovnik in Slovenia il 15/16 luglio e dopo essersi aggiudicata nel corso degli anni vari titoli italiani e mondiali e  ben cinque record mondiali indoor  in diverse categorie (record mondiale femminile di 1000km indoor percorsi in 35 ore, record mondiale femminile di 398km in 12 ore, record delle 24 ore con 738 Km , record delle 100 miglia in 4 ore 35 minuti e record delle 200 miglia in 9 ore e 45 minuti), Anna, milanese, classe 1967, con questa impresa vuole superare il record sulle 12 ore.

annamei21Accanto all’aspetto agonistico e sportivo ce n’è un altro molto importante, legato alla solidarietà, che muove la campionessa: l’intera iniziativa è infatti pensata per sostenere Debra Sudtirolo (www.debra.it) l’Associazione che si occupa di aiutare i bambini affetti da epidermolisi bollosa, una patologia che rende la pelle di chi ne soffre molto fragile.

Si tratta di una malattia genetica che porta chi ne è affetto a dover convivere tutta la vita con vesciche e piaghe dolorose generate da ogni minimo sfregamento della pelle. Da qui il nome “bambini farfalla”, alludendo appunto alla delicatezza della loro pelle.

logoAnna, che è insegnante in una scuola elementare in provincia di Lecco, è testimonial dell’Associazione dal 2009, anno in cui ha partecipato a una gara di endurance a Cesenatico a sostegno dei  bambini farfalla. È stato dopo quella gara che la record woman ha deciso di impegnarsi per un obiettivo preciso: far conoscere la epidermolisi bollosa e raccogliere fondi per finanziare la ricerca affinché si possa arrivare a garantire a questi bambini una vita il più possibile normale.

Proprio per questo il prossimo mese Anna Mei sarà nuovamente in sella alla sua bicicletta per superare il   Guinness World Record. Secondo la Mei  il carattere dei bambini farfalla mostra delle affinità con quello di un ciclista: entrambi hanno una grandissima voglia di vivere e una grande capacità nel sopportare il dolore. La differenza è data dal fatto che la sofferenza del ciclista ha una fine, mentre quella di questi bambini no. Ecco perché la ricerca è l’unica arma a disposizione oggi per cercare di curare chi soffre di questa patologia che colpisce circa mille persone in Italia e 500.000 nel mondo.

A questo scopo è già partita una raccolta fondi online, raggiungibile al seguente link: www.retedeldono.it/it/progetti/tennis-club-premeno-asd/12h4debra.

Si ringrazia “Tennis Club Premeno 1895” per il supporto nella gestione della raccolta fondi online.

#12h4Debra è il 12 ottobre. Mentre Anna corre per battere il record, aiutaci a raggiungere un nuovo record di solidarietà!

 ###

Anna Mei è una ciclista italiana. Nasce in una famiglia di sportivi: il padre Aldo è un allenatore di tennis, mentre il nonno Vincenzo è stato primo maestro di tennis in Italia nonché capitano della squadra italiana di coppa Davis negli anni trenta. Diplomata ISEF è tuttora insegnante di educazione fisica. Nel 1996, agli albori dello Spinning in Europa, entra in contatto con questa specialità ciclistica indoor. Successivamente  si cimenta nelle prime gare di 24h Endurance di Mountain bike, competizioni riconosciute dall’UCI, specializzandosi definitivamente in queste gare. Anna detiene ben cinque record: il record mondiale femminile di 1000 km indoor percorsi in 35 ore, il record mondiale femminile di 738,851 km in 24 ore, il  record mondiale femminile di 398km in 12 ore, il record delle 100 miglia in 4 ore 35 minuti e quello delle 200 miglia in 9 ore e 45 minuti. Dal 2009 è testimonial di Debra Sudtirolo, lAssociazione che si occupa di aiutare i bambini affetti da epidermolisi bollosa.

12 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Invito

Dal 9 al 24 Settembre 2017 si terrà la Mostra Personale di Pittura di Sandro Borroni :

Blindatura del Colore “, con il Patrocinio del Comune di Corbetta, presso la Sala delle Colonne in Via Carlo Cattaneo25 a Corbetta, Milano.

L’ inaugurazione avrà luogo il 9 Settembre 2017 alle ore 17.30 presso la Sala delle Colonne in Via Carlo Cattaneo25 a Corbetta, Milano.

Sandro Borroni ha iniziato il suo percorso artistico da autodidatta e questo gli ha permesso di non subire la fascinazione degli stili pittorici dei grandi nomi della pittura mondiale, ma di seguire la sua grandiosa genialità e capacità che l’hanno condotto ad ideare una nuova tecnica pittorica : “ LA BLINDATURA DEL COLORE “.

12_DSCN2345-2.jpg-GALLERIA-VITTORIO-EMANUELE-900-x-1800-TRITTICO-N°4-N°137L’ architettura ha influenzato la creazione di questa innovativa tecnica pittorica, che consiste nell’ inserimento dei colori ad olio all’interno di cordoncini, realizzati anch’ essi con colori ad olio, che ne delimitano lo spazio, creando armonie cromatiche in una sintesi di ensemble di luci e colori.

Nella sua pittura i temi ricorrenti sono le vedute urbane, i siti industriali o i cantieri navali, identità passate e future delle nostre città. La scelta del soggetto è frutto di studi approfonditi e dietro ogni analisi operata dal grande Artista, c’è sempre una motivazione perché le sue innovative opere raccontano una storia.

????? “…Le sue tele sono realizzate con minuzia dei particolari e i colori blindati nelle linee in rilievo del cordoncino bianco creano suggestioni bidimensionali. Armonie cromatiche in una geometria descrittiva, che rappresentano vedute prospettiche urbane, simboli architettonici, monumenti e cattedrali del lavoro. Composizioni realistiche, artisticamente sviluppate dalla capacità di indagine di spazi che ci trasmettono una visione multiforme di volumetrici cromatismi della realtà urbana contemporanea, degli orizzonti spaziali in cui ci muoviamo…” (Cinzia Bianucci)

La Personale di Sandro Borroni offrirà ai visitatori una panoramica di vedute cittadine costruite con la tecnica della BLINDATURA DEL COLORE che contraddistingue in maniera unica lo stile pittorico dell’Artista. I presenti potranno viver un’ esperienza sensoriale in cui potranno vedere soggetti che li circondano quotidianamente in una chiave e una minuziosità che riuscirà ad  emozionare e dare un nuovo significato agli spazi che li circondano quotidianamente.

INAUGURAZIONE : 9 Settembre 2017 ore 17.30

Dal 9 al 24 Settembre 2017

Sala delle Colonne

Via Carlo Cattaneo 25, Corbetta (Milano)

 

Orario mostra :

Dal Martedì al Venerdì : 15.00/ 19.00

Sabato e Domenica : 10.00/19.00

Ingresso gratuito

6 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
elisoccorso

Susy la moglie di Giuseppe ci chiama verso sera e ci racconta: “so che siete attenti a tutti i casi di malasanità che incontrate, ma questa volta voglio, anche a nome dei miei figli, Sofia e Stefano, fare i complimenti a tutti i soccoritori che sono intervenuti e forse hanno salvato la vita a mio marito“.

Giuseppe ha avuto un malore improvviso per una patologia che ha da tempo. La moglie e i figli hanno lanciato l’allarme istantaneamente. Sul posto nell’immediato è arrivata un autoambulanza della Azzurra Soccorso di Cuggiono che ha praticato i primi soccorsi. Il codice rosso dell’intervento faceva partire un elicottero del 118 che nel giro di pochi minuti è arrivato ad assistere Giuseppe. A bordo dell’elicottero c’è del personale Medico Specializzato e come ci racconta Susy: “sono intervenuti subito e hanno stabilizzato la crisi di mio marito, oggi li guardavo mentre erano impegnati nel soccorso, dei veri eroi – sottolinea – tutti. Voglio rendere un omaggio a questi professionisti del Soccorso se lo meritano proprio. Grazie!

Giuseppe ora è in rianimazione a Magenta, sta bene ed è monitorato. Qui la sua patologia la conoscono bene, perchè 10 giorni fa aveva avuto una crisi analoga e dopo averlo stabilizzato era stato dimesso, con molte perplessità della moglie e dei figli.

Non apriamo di nuovo una polemica sulla “malasanità”. Oggi è un giorno di festa, la Festa del Papà, personale preparato del 118 ha salvato un papà e i figli li ringraziano. Ma un dubbio ci viene sul precedente ricovero di 10 giorni fa.

Per ora aspettiamo e guardiamo e ci uniamo a Susy, Stefano e Sofia al Grazie di Cuore a tutti gli Operatori del Soccorso.

Giuseppe, un in bocca al lupo di noi di CAM, ritorna presto a casa coi tuoi figli….

19 marzo 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
safe_image.php
PEDALATA LONGA PER I DIRITTI UMANI! Aderisci, sostieni e diffondi!
16003312_207410619722928_7149516095768392092_nDa Rho a Strasburgo in 38 tappe, per sensibilizzare i cittadini e le cittadine, soprattutto le nuove generazioni, al rispetto dell’altro/a, al dialogo e al confronto culturale e chiedere alle più alte Istituzioni, l’inserimento dell’insegnamento dei Diritti Umani nelle scuole.
E’ su queste parole d’ordine che Vittorio Barbanotti​, presidente del Comitato dei Diritti Umani di Milano, 65 anni, cardiopatico con velleità sportive, ha deciso di organizzare un evento che unirà sport ed educazione civica.
Vittorio porterà a compimento questa impresa con una pedalata individuale, attraversando 38 città, fra Italia, Svizzera e Francia, nelle quali si augurerà di incontrare le varie amministrazioni comunali partecipando a momenti di incontro e discussione sul tema dei “Diritti Umani“.
L’intento è di sollecitare le amministrazioni comunali, provinciali e nazionali, a chiedere nelle scuole un momento d’incontro per la discussione e la conoscenza della Dichiarazione dei Diritti Umani che si avvia ormai al compimento del suo 68°anniversario e la cui applicazione urge oggi più di ieri.
Basti pensare agli episodi di bullismo ai danni di disabili e coetanei dentro e fuori le scuole, alla violenza sulle donne e al femminicidio, a fenomeni crescenti come l’omofobia, alle condizioni di molti migranti, o rifugiati non accolti e abbandonati al loro destino; e ancora, alla condizione delle nostre carceri, dove vige una situazione d’illegalità strutturale; agli episodi di tortura, il linguaggio violento in politica e sui social network.
L’iniziativa è organizzata dal Comitato Diritti Umani di Milano e dal Coordinamento Nazionale per la Promozione e Protezione dei Diritti Umani.
Per maggiori informazioni seguici su FB alla pagina “Da Rho a Strasburgo per i diritti umani: Pedalata Longa 2017
COME CONTRIBUIRE ALLA BUONA RIUSCITA DELLA “PEDALATA LONGA 2017”
La Pedalata Longa per i Diritti Umani partirà dalla città di Rho alle ore 11:00 del 9 Settembre 2017 presso la sede del Comune di Rho in Piazza Visconti​.
Ogni Sostenitore e Simpatizzante, può contribuire alla riuscita dell’iniziativa con apporti di materiale, abbigliamento o denaro, semplicemente usando i contatti sotto indicati.
Grazie a quanti vorranno partecipare e sostenere la riuscita di questa impresa.
Dati bancari per bonifico :
IBAN : IT54W0200801779000102045461
Banca : UNICREDIT
Causale : Simpatizzanti Pedalata Longa
Intestato: COMITATO DIRITTI UMANI MILANO
Chiediamo alle amministrazioni comunali, alle associazioni di volontariato, agli esercenti del territorio di apporre un firma a sostegno dell’iniziativa e contribuire anche con piccoli gesti alla riuscita di questa importante e valevole impresa.
Info e contatti:
dirittiumani@libero.it Barbanotti Vittorio : cell +39 345/057788
mrpittella@gmail.com​ ​Mario Pittella : cell 333/8423653
g.gattoluca@gmail.com ​Gianluca Gazzara : cell 339/4281377
maraschinoich@gmail.com Mara Ghidorzi: cell 340/6474124

 

Causale : Simpatizzanti Pedalata Longa
Intestato: COMITATO DIRITTI UMANI MILANO

23 gennaio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts