Home Daily Archives
Daily Archives

3 novembre 2017

011

Due incidenti nel giro di poche ore questo pomeriggio tra Abbiategrasso e Albairate. Uno scontro auto moto, con un ragazzo di 24 anni coinvolto, si è verificato lungo viale Mazzini all’altezza della caserma dei carabinieri. Oltre a due ambulanze è stato allertato anche l’elisoccorso. I feriti sono stati accompagnati in ospedale in codice giallo.

Ad Albairate in zona cascina Marcatutto, un automobilista ha perso il controllo dell’auto ribaltandosi in un canale. Sono stati allertati anche i vigili del fuoco per liberarlo, ma per fortuna le sue condizioni non erano critiche. È stato trasferito in ospedale con il codice verde.

3 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
ciclabile

La questione pista ciclabile Cuggiono – Castano primo bocciata dai primi, avrà un seguito. I secondi, ovvero il comune di Castano, chiederanno i danni perché hanno speso dei soldi per portare avanti lo studio riguardante la ciclo pedonale che avrebbe dovuto collegare Villa Rusconi a Villa Annoni, in sostanza l’anello mobile del Villoresi al Naviglio Grande.

10365848_180792455609657_6537428179935968017_nLo studio progettuale ha avuto un costo e, quindi, chiederemo i danni”, conferma l’assessore ai lavori pubblici presso il comune di Castano Primo Costantino Canziani. Assessore che si dice rammaricato, se non arrabbiato e anche parecchio, per l’epilogo di una vicenda sulla quale contavano molto. Ormai, per la ciclabile già finanziata per buona parte da Regione Lombardia, non ci sarà più niente da fare. La scadenza era lo scorso 27 ottobre ed era già stata procrastinata.

Commentando il nostro articolo su facebook in cui l’ex sindaco Flavio Polloni riferiva della bocciatura da parte dell’attuale amministrazione retta dal primo cittadino Maria Teresa Perletti, l’assessore Canziani ha scritto: “Io sono uno degli amministratori che si trovano sul lato opposto della suddetta pista. Noi l’abbiamo fortemente voluta, aldilà delle appartenenze politiche, e siamo rammaricati dalla decisione presa unilateralmente. Ci sono anche dei costi che riguardano le ore di lavoro e le energie spese dai nostri uffici comunali. La nostra delusione è forte perché “oltre al danno, la beffa” di non aver dato ai nostri cittadini la possibilità di aumentare la mobilità dolce in quanto questo tratto di pista avrebbe collegato l’anello del Villoresi con quello del Naviglio Grande”.

Ci chiediamo per quale motivo Cuggiono abbia bocciato la pista ciclopedonale. Motivi economici? Anche se c’era da spendere e i costi erano probabilmente lievitati rispetto a quanto paventato inizialmente, un sacrificio lo si poteva fare. In un periodo in cui tutte le città d’Europa investono nella mobilità dolce e sostenibile, invogliando i cittadini ad usare la bicicletta per gli spostamenti, Cuggiono va in contro tendenza e boccia un progetto in accordo con il comune vicino. Mettendo in difficoltà anche quest’ultimo.

Attendiamo una risposta dal sindaco Perletti.

3 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
haris

Una giornata di grande dolore a Turbigo. La comunità pakistana e quella turbighese si sono strette in un abbraccio, questa mattina, per ricordare il piccolo Haris Yousaf, il bimbo di 8 anni di origini pakistane che ha perso la vita finendo con la sua bicicletta nel Naviglio Grande. Una tragedia che lascia senza fiato.

IMG_0624Perché la vita di un bambino è troppo importante e non ci sono parole che possano recare conforto alla famiglia affranta dal dolore. “L’incidente che ha coinvolto il piccolo Haris – ha detto il sindaco di Turbigo Christian Garavagliaha sconvolto tutta la cittadinanza. Partecipiamo con dolore a questo momento in segno di solidarietà alla comunità pakistana”.

IMG_0645Il bimbo è arrivato da Bergamo, dove era stato portato il giorno dell’incidente per un disperato tentativo di salvarlo. Ad attenderlo a Turbigo c’erano i familiari, insieme a parecchi turbighesi. Al cimitero si è svolto un commovente momento di raccoglimento secondo il rito islamico. Una preghiera per il piccolo Haris che, nella sua breve vita, ha saputo regalare tante emozioni ai genitori e a coloro che lo hanno conosciuto.

Dopo il saluto al cimitero di Turbigo Haris verrà trasferito all’aeroporto della Malpensa per essere imbarcato su un volo con destinazione Pakistan. La sua terra di origine. Sarà in Pakistan che il corpicino dello sfortunato Haris riposerà per sempre.

3 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
edicola

Dopo il tentativo di furto al bar Il Chioschetto di via Walter Tobagi i malviventi sono tornati all’opera nella notte appena trascorsa, sempre a Magenta.

Questa volta hanno preso di mira l’edicola che si trova nel parcheggio del supermercato dell’U2, quartiere sud della città. Hanno sradicato le saracinesche, ma alla fine sono scappati senza nulla. Purtroppo per chi lavora all’edicola il rammarico di dover arrivare sul posto di lavoro questa mattina e trovare il disastro.

3 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest