Home Daily Archives
Daily Archives

12 dicembre 2017

punnov-585x390

I ladri rubano proprio di tutto. Negli ultimi giorni a Magenta sono stati presi di mira anche i camionisti. Un paio di giorni fa ignoti hanno trafugato il carico di cioccolato da un mezzo che si apprestava a scaricare alla Lindt.

Qualche giorno prima è stato asportato il carico ad un camion parcheggiato nei pressi dell’Obi. Tutto questo senza che l conducente, che stava riposando,  su accorgesse di qualcosa.

12 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
IMG_1674

Riceviamo e Pubblichiamo

IMG_1697Come Lega Nord siamo lieti che le modifiche apportate al Regolamento di Polizia Locale abbiano conseguito il voto favorevole all’unanimità da parte del Consiglio Comunale svoltosi ieri sera. Fondamentale è l’inserimento del DASPO urbano previsto dal “Decreto Minniti “, che in tal modo consente di garantire più SICUREZZA ai nostri Cittadini. Oltre al DASPO, il Regolamento, risalente al 2002, è stato ulteriormente ammodernato e snellito, permettendo così ai nostri agenti di intervenire con maggior efficacia.

Ciò dimostra che la Sicurezza al giorno d’oggi è un tema che anche il centro-sinistra deve assolutamente affrontare. Noi lo diciamo da sempre.

IMG_1714Ringraziamo i consiglieri di minoranza per essersi espressi a favore anche relativamente alla definizione del progetto di prolungamento della Magenta – Malpensa, in cui è inclusa la Variante di Pontenuovo, dalla quale non si può prescindere. Auspichiamo che il PD magentino riesca a convincere anche i suoi colleghi che siedono in Città Metropolitana, la quale ha chiesto alla Regione ed al Ministero delle Infrastrutture di abbandonare l’opera, ed anche qualche suo Onorevole che definisce il progetto “desueto” ed inutile.

Apprezziamo il sostegno ed i contributi costruttivi della minoranza comunale con l’augurio che lo spirito di collaborazione possa essere vivo e costante in questi cinque anni.

Sezione Lega Nord Magenta

12 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
IMG_1638

IMG_1708Il Principe del consiglio comunale rimane lui Cristiano Del Gobbo. La sua “mise” ottocentesca risaltava all’interno dei membri del consiglio. Volevamo fare un articolo un po’ diverso “modaiolo” dando un voto all’abbigliamento dei consiglieri, ma non abbiamo potuto “esaminare” i gusti personali dei consiglieri. Perché? Semplicemente la sala consigliare era gelata e quasi tutti hanno preferito tenersi il giubbotto o i cappotti.

Persino la “Sindaca” Chiara Calati “padrona di casa” ha serrato i denti affrontando il freddo fino alla fine del consiglio, senza mai però togliersi il giubbotto.

Io non sono un amante dei consigli comunali, se non c’è una “spaccatura” nella maggioranza, col sistema che abbiamo, le delibere passano tutte!

IMG_1663Trovo inutili anche i dibatitti, poi se alla fine, come sulla delibera per la Vigevano – Malpensa, si è tutti d’accordo, a che serve dibattere, si può passare subito al voto, poi unanime.

IMG_1683

un infreddolito Razzano

Quindi, questa volta ci è andata male per il freddo ma il nostro lavoro in diretta l’abbiamo svolto, non completamente, non per colpa, ogni tanto la diretta è saltata, ma ampie parti sono online sulla nostra pagina Facebook.

Vedremo, magari il prossimo consiglio comunale avrà temperature più miti e magari riusciremo a fare un articolo di “moda” politica.

Dimenticandoci del “Principe” lui è di un altra classe!

Alcune foto del Consiglio Comunale:

 

 

 

 

12 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
001

004Negozio bloccato perché una ragazza aveva appena parcheggiato davanti alla porta. Senza accorgersi che, in quel punto, c’era la vetrina e l’ingresso di M & M Wedding il cui titolare è rimasto allibito nel vedere quello che era successo. Con nonchalance la ragazza, pensando di avere trovato un posto auto libero in via Vittorio Emanuele a Cuggiono, ha chiuso l’auto e se ne è andata per i fatti suoi.

Era il pomeriggio di domenica. Sono arrivati anche una coppia con un bimbo piccolo che non riuscivano proprio ad entrare. Del resto era impossibile accedere perché l’auto era stata piazzata davanti alla porta con precisione millimetrica. E’ cominciata la caccia disperata alla proprietaria dell’auto conclusasi dopo circa mezzora.

Episodi di questo tipo, purtroppo, sono piuttosto frequenti…

12 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Albairate - Protesta agricoltori

Se a protestare sulla tangenziale ci si mettono anche gli agricoltori ci sarà una ragione. A loro davvero una superstrada che taglierà le campagne, proprio non serve. E così questa mattina una cinquantina di mezzi agricoli hanno presidiato la rotonda sulla Sp114 all’altezza di Albairate. Una strada iper trafficata, dove gli incidenti sono all’ordine del giorno. E dove non si è mai fatto niente per metterla in sicurezza. Servirà a qualcosa la Vigevano, Abbiategrasso, Magenta? Gli agricoltori ne dubitano fortemente.

“Questo progetto è troppo invasivo – ha detto Enzo Locatelli, rappresentante Coldiretti di Abbiategrasso – E’ un progetto vecchio di 30 anni. Ci sono aziende agricole dove non sarà più possibile uscire dalle stalle perché ci passerà davanti una strada”. La manifestazione è continuata per un paio di ore senza problemi. Non ci sono stati blocchi o proteste clamorose e il traffico è defluito regolarmente. C’erano anche le associazioni come Legambiente e quella del Parco Sud Milano. “Da sempre siamo interessati a cercare di limitare lo sviluppo di strade inutili – ha detto Renato Acquilani dell’associazione Parco Sud Milano – Strade che danneggiano l’agricoltura. Comprendiamo i problemi viabilistici locali di parecchi comuni che pensano che la strada possa diventare la soluzione. Noi riteniamo che una superstrada che porta a Malpensa non risolverà proprio niente”. Nel corso della manifestazione sono arrivati anche gli on. del PD Cova e Prina. Per il sindaco di Albairate Giovanni Pioltini, anche nell’ipotesi in cui si dovesse realizzare la tangenziale i problemi di traffico rimarrebbero. Anzi verrebbero incrementati.

“La provinciale 114 sarà sempre trafficata e fonte di inquinamento – ha commentato – Perché la tangenziale non andrà a Milano, ma a Malpensa. Poco più avanti, verso Abbiategrasso, si forma la colonna per il semplice motivo che in quel punto c’è il semaforo. Una rotonda potrebbe risolvere qualche problema. Una tangenziale in questo territorio non farebbe altro che incrementare l’inquinamento a dismisura”. Dario Oliverio, presidente della Confederazione Italiana agricoltori considera positivo che ci sii sia mossi tutti insieme “per chiedere agli amministratori di guardare al futuro. Favorendo un trasporto che preservi il territorio, senza ulteriori consumi di suolo. Ricordiamo a chi sarà a Roma il 14 che il mondo si sta muovendo verso una mobilità differente e meno impattante”. A temere conseguenze negative per la loro attività sono gli stessi agricoltori. Erano presenti in massa questa mattina per chiedere che ci si pensi bene prima di siglare un progetto devastante, in vista della conferenza dei servizi del 14 dicembre.

C’erano gli agricoltori dell’azienda Bielli di Paolo e Giovanni di Albairate. “Il nostro è un lavoro che si tramanda di padre in figlio – commentano – e ti deve piacere, altrimenti non lo fai. Dovessi cominciare oggi probabilmente non lo farei. Ad un giovane non lo consiglierei. Questa strada non farà altro che danneggiarci ulteriormente, come se non avessimo già abbastanza problemi”.

12 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
daspo

E’ approdata in consiglio comunale a Magenta la modifica del regolamento di polizia urbana in applicazione della legge Minniti. Un regolamento importante per contrastare i fenomeni di microcriminalità. E’ stata la comandante Monica Porta a spiegare come verrà applicato, a livello operativo, tale nuovo regolamento. In materia di Daspo, allontanamento e per altre norme su precise tematiche.

Regolamento illustrato dal sindaco Chiara Calati, essendo l’assessore alla Sicurezza Simone Gelli assente per malattia. Naturalmente il regolamento, e lo possiamo ascoltare nel video del consiglio comunale di lunedì sera che abbiamo trasmesso in diretta, delimita alcune ben precise aree ove sarà possibile intervenire. Un regolamento che ha trovato anche il favore delle opposizioni.

“Mi sembra che questa modifica del regolamento della polizia urbana sia significativa – ha detto Paolo Razzano – Mi fa piacere che tali modifiche siano proposte dal ministro del Mio stesso partito. Partito che più volte ha sottovalutato il problema della sicurezza che vuol dire qualità della vita”. Razzano dice che non bisogna colpevolizzare, ma è fondamentale garantire anche al Comune gli strumenti adeguati per poter intervenire. “Trovo corrette un po’ tutte le modifiche fatte – continua – mi fa piacere che venga istituzionalizzato in un regolamento che cristallizzano alcune norme. Con il controllo del vicinato, per esempio, si invitano i cittadini ad un maggiore senso civico”.

12 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts