Home Daily Archives
Daily Archives

17 dicembre 2017

received_10214900256608439-1

Una volta era un teatro, oggi è un immobile in disuso e degradato.  Occupato da senza tetto che lo utilizzano come dormitorio. Oggi, verso le 17, è crollata parte dell’intonaco di qurll’immobile situato nella frazione di Pontenuovo a Magenta.

I proprietari dell’area vicina hanno chiesto l’intervento dei vigili del fuoco giunti sul posto con l’autopompa e la nuova autoscala acquistata anche grazie al contributo dei magentini e che comincia ad entrare a pieno regime. I vigili del fuoco hanno rimosso le parti in precario e hanno messo l’area in sicurezza.  Sul posto anche i carabinieri.

17 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
cartelli-comuni-e-roccolo-003

cartelli-comuni-e-roccolo-001

Riceviamo e Pubblichiamo

Ci aspettavamo di sentire i trombettieri suonare la fanfara del successo annunciato e invece un silenzio tombale è calato sull’assemblea (?) del 15 dicembre a Busto Garolfo. Abbiamo letto solo un timido articolo di rappresentanza del trombettiere che avrebbe dovuto moderare la riunione e ha solo retto il moccolo ai ‘potenti’.

Nella sala di un complesso scolastico ci saremmo aspettati altri insegnamenti che la triste riproposizione di una politica fatta di parole vuote, di strategie a segugium penis, di tentativi di bloccare fisicamente il dissenso da parte di rappresentanti delle istituzioni, di stupidi balbettii di chi pensa di condurre unabattaglia senza aver capito niente, di portatori di acqua con le orecchie.

Noi ci siamo divertiti molto a scrivere quello che pensavamo, perché era l’unico modo possibile.

3Ci siamo anche molto divertiti a vedere le claque di partito applaudire a comando a qualsiasi contraddittoria esternazione del proprio politico di riferimento.

Molto meno a sentirci dare dei ‘coglioni’ da un eminente assessore del comune di Busto Garolfo che certamente ha confuso la sua essenza con la nostra.

Il ‘che fare’ glielo abbiamo ripetuto per l’ennesima volta a chi ha responsabilità istituzionali e vuole IMPORRE con la forza una discarica di rifiuti speciali a un territorio che non la vuole:

AGLI INCAPACI SINDACI DELLA ZONA: o vi decidete a usare gli strumenti che avete (ordinanze) o vi dimettete

AL PARCO DEL ROCCOLO: batti un colpo se ci sei

A CITTÀ METROPOLITANA DI MILANO: ritira i decreti che hai emesso o sparisci per sempre che è molto meglio

A REGIONE LOMBARDIA: assumiti le tue responsabilità nei confronti delle agenzie che controlli, delle leggi che hai promulgato e dei controlli che non fai.

Quello che chiediamo l’abbiamo scritto e lo ribadiamo perché ormai non è più tempo per salvare capra e cavoli:

cartelli-PD-CM-001 “Il martoriato territorio dell’Altomilanese non può più sopportare altri oltraggi ambientali, i suoi abitanti hanno diritto alla propria salute e al proprio benessere costantemente messi a repentaglio dagli interessi di pochi predoni dei beni comuni. Città Metropolitana di Milano ha autorizzato lo scavo di quasi 2 milioni di metri cubi di terra e la creazione di una nuova discarica per rifiuti speciali nell’ATEg11 contro il parere di tutto un territorio; questo porterà non solo un enorme e irreversibile danno ecologico , ma anche un danno economico e sociale che pregiudicherà una delle superstiti risorse agricole dell’Altomilanese , a beneficio di interessi di pochissimi privati e a scapito dell’utilità sociale che la Costituzione costantemente richiama.

Perché? E’ strategico per le opere in cantiere della grande Milano a cui la provincia deve essere al servizio.

Chiediamo che l’autorizzazione venga ritirata in quanto rilasciata senza tenere in alcuna considerazione gli interessi sensibili della popolazione quali la salute, aggirando ed eludendo le norme vigenti, introducendo escamotage tecnici assolutamente discutibili, distruggendo un corridoio ecologico primario.

Chiediamo la messa in sicurezza della discarica in chiusura nella stessa area (300.000mc!)

Chiediamo che nel nuovo piano cave provinciale in discussione venga azzerata l’apertura di nuove cave estrattive e l’ulteriore espansione delle volumetrie già previste, oltre a una stringente normativa relativa ai ripristini che ovviamente escluda la trasformazione in discarica. Chi ha presentato osservazioni in merito?

Chiediamo che il Piano Regionale Gestione Rifiuti venga adeguatamente aggiornato in relazione alla gestione dei rifiuti industriali, prevedendone il loro riciclo e riuso ed escludendone il conferimento in discarica.

Chiediamo che venga istituito un nuovo Parco Regionale agro-paesaggistico (Ente di Diritto Pubblico) con una perimetrazione corrispondente a quella del territorio dell’Altomilanese.”

17 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
WhatsApp Image 2017-12-15 at 19.09.34

CAFFE- LETTERARIO ORGANIZZA “CENA CON DELITTO” CON LA GIALLISTA MICHELA GECELE

Busto Arsizio >  C’è qualcosa di meglio del partecipare ad una “Cena con Delitto” organizzata da una famosa autrice di libri gialli in persona? Non secondo gli abitanti di Busto Arsizio che hanno risposto numerosi al simpatico evento organizzato dall’Associazione Culturale “Caffè Letterario Esperimenti per una nuova cultura” lo scorso venerdî 15 dicembre presso l’Osteria “La rava e la fava”. Una serata che ha fatto il tutto esaurito in poche ore, confermando l’ottima risposta di pubblico agli eventi organizzati dal Caffè piû culturale di Busto, il progetto culturale nato dall’idea della Psicologa e Psicoterapeuta Rosa Versaci di portare una nuova visione della psicologia e una ventata di novità culturali ai cittadini di Busto e Dintorni.

WhatsApp Image 2017-12-15 at 18.28.39

La serata è stata pensata dalla scrittrice di gialli Michela Gecele: torinese Psichiatra e psicoterapeuta della Gestalt, formata in psicoterapia della Gestalt presso l’Istituto di Gestalt, la Dottoressa Gecele utilizza la sua esperienza nel campo della psicoterapia per scrivere avvincenti polizieschi come “Morte di Cioccolato” e “I fiumi sotto la città”. Per una serata l’autrice ha abbandonato la carta per regalare ai partecipanti all’evento una serata alternativa; durante l’ottima cena presso la nota Osteria di Via Milano, hanno, infatti, dovuto farsi guidare dagli indizi pensati dalla Dottoressa Gecele per scoprire chi tra i personaggi presenti fosse l’assassino della storia ed aggiudicarsi cosí un ambito premio. Alla cena presenti anche le autorità cittadine, rappresentate dal consigliere comunale Alessandro Albani. L’Associazione Caffè Letterario ancora una volta dimostra di essere una delle realtà più interessanti del territorio: durante l’ anno 2017, l’Associazione ha portato a Busto personaggi come Luigi Zoja, Gianni Francesetti, il CNR e gli Psicantria, ma il 2018 si prepara ad essere all”altezza dell’anno passato con altri ospiti d’eccezione tra cui l’Accademia della Crusca e il Venerdí di Repubblica che apriranno il nuovo anno il prossimo 25 gennaio con un evento dedicato all’analisi dell’evoluzione del concetto di identità nell’epoca dei social media.

WhatsApp Image 2017-12-15 at 22.13.22

Per tutte le info e per seguire gli eventi visitare il sito web: https://www.facebook.com/psicultura/.

17 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
FB_IMG_1513524765108

Quasi trecento agonisti, oltre a tantissimi altri partecipanti hanno decretato il successo della prima edizione della Naviglio Grande Run. Corsa di quasi 18 chilometri partita questa mattina da Villa Terzaghi a Robecco sul Naviglio per concludersi a Turbigo. Tutta lungo la strada alzaia.

Freddo tipico per il periodo, ma giornata bella. Organizzata da Davide Dacco’ ha toccato tutti i paesi lungo l’asse del Naviglio Grane passando da scorci caratteristici.

Eravamo presenti con la diretta sulla nostra pagina Facebook di CAM all’altezza del ponte di Pontevecchio.

A vincere tra gli uomini è stato Michele Belluschi,  davanti a Mattia Bertocchi, Marco Gattoni,  Matteo Pezzana e al magentino Nathan Baronchelli dei Daini Carate e Tapascione Running Team di Robecco. Tra le donne ennesima impresa dell’inossidabile Claudia Gelsomino di Boffalora che ha vinto davanti a Paola Zaghi. (FOTO MAX VILLANI)

Clicca sulla foto per vedere il video della diretta

corsa

17 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
received_10214898137275457

Ed eccolo il presepe nella basilica di San Martino a Magenta. Visitabile in attesa della messa di mezzanotte a Natale, quando ci verrà messo il Gesù Bambino.

Intanto questa mattina è stata inaugurata l’ottava edizione della mostra dei presepi curata dal Gruppo Presepisti Stella Cometa, sarà aperta fino all’Epifania.

All’Assunta è presente anche una esposizione di pannelli che illustrano il lavoro di analisi del degrado della struttura e le prospettive di intervento conservativo.

17 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
030-1

Sabato sera di lavoro per i vigili del fuoco volontari di Magenta. Presso un’abitazione di via Isonzo a Pontevecchio c’era un problema di fiamme che, dalla canna fumaria, erano arrivate al tetto. Grosso problema che hanno dovuto affrontare i vigili del fuoco è stata l’impossibilità di entrare in via Montenero con l’autoscatto,  perché la strada è troppo stretta.

I pompieri sono passati dal tetto tramite un lucernario facendo attenzione a non scivolare. Legati con la corda hanno spento le fiamme rimuovendo le parti di tetto danneggiate.

17 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts