Home Daily Archives
Daily Archives

9 febbraio 2018

IMG_9401

Dopo diverse missioni in Ruanda il dottor Giuliano Sarro, primario dei reparti di Chirurgia negli ospedali di Magenta e Abbiategrasso, è nuovamente in partenza per la terra d’Africa. Questa volta andrà nel poverissimo Benin. Una missione di pochi giorni che ha come obiettivo quello di addestrare il personale locale, in modo che possano rendersi autonomi e non prendano la decisione di lasciare il loro paese verso altre destinazioni. Ascoltiamo il dottor Sarro nel seguente video:

9 febbraio 2018 0 comment
3 Facebook Twitter Google + Pinterest
received_10215368822442292

Hanno agito nel cuore della notte riuscendo a fare piazza pulita di telefonini cellulari e smartphone. Questa volta i ladri hanno preso di mira l’Iper di via Leopardi a Magenta. Hanno, probabilmente, parcheggiato l’auto lungo corso Italia perché le sbarre alle 4 della notte di venerdì erano ancora abbassate e si sono avvicinati ad una porta laterale. Hanno aperto la clèr e sfondato la vetrata d’ingresso. Una volta all’interno si sono diretti verso le due bacheche in vetro che custodivano i cellulari, distanti pochi metri dalla porta.

Le hanno rovesciate rompendole e, nel giro di pochissimi secondi, hanno raccolto tutto quello che potevano. Hanno messo i telefonini nei sacchi per poi scappare a gambe levate verso l’auto lungo la statale 526. Sono partiti e si sono dileguati nel buio proprio mentre stavano arrivando i carabinieri. I ladri hanno agito riuscendo a non farsi sentire e solo successivamente il personale addetto alla sicurezza si è accorto di quello che stava succedendo e ha allertato il 112. I carabinieri si sono mosso immediatamente con tutti gli uomini che potevano arrivare a Magenta, ma per pochi secondi i ladri erano riusciti a scappare. Si tratta certamente di una banda di professionisti specializzati in colpi di questo genere. Tra i telefoni rubati ve ne sono alcuni di valore, molti il cui costo si aggira attorno alle 200, 300 euro e anche alcuni telefonini da pochi euro. Anche questa volta i ladri sono riusciti a farla franca.

Come era accaduto poche notti prima al bancomat della Banca Intesa San Paolo tra via Volta e via Cavallari dove però sono riusciti solo a combinare un gran danno. Dopo l’esplosione i ladri, in quell’occasione, sono scappati senza soldi tanto da tentare il colpo presso un altro istituto di credito nel pavese. Negli ultimi tempi sono stati parecchi i furti ad esercizi commerciali di Magenta, soprattutto nella zona centrale della città. Tutti in piena notte quando i controlli diminuiscono ed è più facile fuggire. I carabinieri, la scorsa notte, hanno setacciato tutte le grandi arterie di collegamento che portano a Magenta senza successo. Ovviamente le indagini continueranno e verranno visionate le immagini degli impianti di videosorveglianza interni.

9 febbraio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
extracomunitari-700x460

IMG_9437Passano pochi secondi dalla protesta di Gianni Bruno (tranquilla, non ha richiesto alcun intervento da parte della polizia locale che vigilava) ed ecco che arrivano due giovani marocchini che conosciamo. Stazionano davanti all’ospedale, come tantissimi extracomunitari. Ironicamente ci dicono: “Non ci lasciano nemmeno lavorare in pace”. E noi perplessi li guardiamo, spiegando loro di non avere capito. Ci mostrano la Polizia locale di Magenta impegnata nei controlli proprio per evitare che disturbino i passanti. E meno male che ci sono questi controlli, anzi un doveroso ringraziamento alla Polizia locale che anche questa mattina ha stazionato davanti al Fornaroli. E i due marocchini continuano: “Quando arrivano loro non possiamo lavorare, ma vi pare giusto?”. Considerato tutto diremmo proprio di sì. Ci pare proprio giusto.

9 febbraio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
IMG_9399

IMG_9395Questa mattina eravamo all’ospedale Fornaroli di Magenta quando ci siamo imbattuti in due situazioni. Al nostro arrivo, fuori dall’atrio, c’era un uomo di circa 40 anni che vive a Magenta. Si chiama Gianni Bruno e mostrava a tutti un cartello di protesta su come è stato trattato durante la sua recente visita al pronto soccorso. Nell’occasione era stata riscontrata la sua positività ad alcune sostanze. Cosa lamentasse il signor Bruno lo possiamo ascoltare nel video che abbiamo girato sul posto. Non entriamo nel merito della vicenda e non commentiamo. E’ stato cortesemente invitato a recarsi dalla direzione dove il suo problema è stato preso in considerazione.

9 febbraio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
prinacam

“Leggo sui giornali che stasera, Michela Vittoria Brambilla (che per sue stesse parole si candida nell’Est Ticino per rappresentare i lecchesi in Parlamento), sarà ad Abbiategrasso per un’iniziativa elettorale. Una buona notizia! Spero che in quest’occasione avrà modo di affrontare le problematiche dell’abbiatense” ha dichiarato Francesco Prina, candidato al collegio uninominale della Camera per il Partito Democratico in merito all’evento organizzato dalla sfidante del centrodestra.

“Penso alla riapertura del pronto soccorso di Abbiategrasso, che il suo collega di partito Fabio Altitonante afferma di voler riaprire ma che poi l’Assessore regionale, sempre di FI, tiene chiuso. Penso al tema dell’aumento degli affitti dei terreni agricoli che stanno penalizzando gli agricoltori del territorio. O, ancora, ai problemi viabilistici che la maggioranza di centrodestra in Regione tiene sotto scacco. Ho letto che la mia sfidante propone una risottata: spero quindi che avrà modo di apprezzare gli ottimi prodotti agroalimentari di qualità del Parco del Ticino e del Parco Agricolo Sud Milano che da anni porto in Parlamento e che stanno trovando sempre più apprezzamento in tutto il paese” è la nota di Prina.

“Noi questa sera, con i candidati regionali Pietro Bussolati e Marisa Sestagalli e il candidato alla Camera Paolo Razzano, saremo a Corbetta per parlare, davvero, dei problemi dell’Est Ticino, per ascoltare i cittadini e per avanzare proposte concrete e fattibili. Il 4 marzo gli elettori potranno scegliere tra chi si improvvisa esperto di un territorio che ha visto solo di sfuggita e chi, invece, lo vive quotidianamente, lo conosce e lo ha sempre valorizzato nelle istituzioni”.  L’appuntamento con i candidati è questa sera, in Via Caldara, 33 a Corbetta, a partire dalle ore 21.15.

9 febbraio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5257_locandinaMARIALAPI

RESCALDINA – È Maria Lapi l’ospite musicale di domani, sabato 10 febbraio, a La Tela di Rescaldina (MI). All’osteria sociale la cantautrice milanese presenta il dal vivo il suo novo disco “Tra me e il mare” in un concerto che la vede sul palco (voce e chitarra) con un quartetto formato da Samuele Rampani (chitarra acustica), Fabrizio Fogagnolo (contrabbasso e basso elettrico), Stefano Tedesco (batteria) e Mattia Boschi (violoncello).

“Tra me e il mare” raccoglie nove canzoni di cantautorato pop, fra cui una rilettura di Conversazione, brano di Antonio Amurri e del maestro Bruno Canfora scritto per Mina. Il mood delle tracce è decisamente mediterraneo, sui rivoli di un suono acustico che evita qualsiasi deviazione etnica e si concentra sulla semplicità di un songwriting leggero, pensoso e incantato, «un planare sulle cose dall’alto, senza macigni sul cuore», come lo descrive la stessa cantante citando Italo Calvino.
Maria Lapi, milanese doc con una vena pugliese che traspira dai suoi colori e dall’amore smodato per il mare, comincia a suonare la chitarra fin da piccola coltivando la sua passione per la musica. Dopo “Luna nascente” (2008) e “Ignote melodie” (2010), “Tra me e il mare” è il suo terzo album. Le sue canzoni racchiudono tutte la sfumature che vivono in Maria: il suo passo metropolitano che allo stesso tempo indugia nella lentezza del sud, il suo bisogno di concretezza che non può vivere lontano da un disordine creativo che è linfa vitale, l’incedere leggero ma allo stesso pensoso delle sue note.
Inizio alle 21.45, ingresso libero.

La Tela è un bene sequestrato alla criminalità organizzata, affidato al Comune di Rescaldina e gestito dalla Cooperativa ARCADIA insieme con altre associazioni del territorio. È diventato ristorante e centro di aggregazione e di promozione sociale e culturale.

Info: Osteria sociale del buon essere “La Tela” Strada Saronnese, 31 Rescaldina (MI)
cell. 328 6845452
www.osterialatela.it
Facebook: https://www.facebook.com/osterialatela/

9 febbraio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts