Home Daily Archives
Daily Archives

15 maggio 2018

guinnes world record

CORBETTA-Si terrà sabato 19 maggio l’evento organizzato dalla società CBC Basket School con l’appoggio del sindaco Ballarini per provare a battere il record cestistico stabilito a Dallas: si tratta del maggior numero di persone che tirano contemporaneamente un tiro libero. L’iniziativa è stata fortemente voluta da Andrea Annese che ha spinto per la realizzazione. Domani verranno esposti i vari particolari dell’evento in una conferenza . Sabato saranno presenti tre grandi Hall of Famer  come Dino Meneghin, Dan Peterson e Sandro Gamba che presenteranno anche la nuova squadra di baskin della società CBC.

15 maggio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Giro d'Italia 2018 - edizione 101

Gualdo Tadino-Matej Mohorìc (Bahrain-Merida) vince davanti a Nico Denz (AG2R La Mondiale) e Sam Bennett (Bora Hansgrohe) dopo una giornata passata totalmente all’attacco. Tra i big, Simon Yates (Scott-Mitchelton) rimane in Rosa, conquistando anche 3″ di abbuono al secondo traguardo volante, precedendo il diretto avversario Thibaut Pinot (FDJ Groupama). Crolla letteralmente Esteban Chaves (Mitchelton-Scott) che si stacca alla prima ascesa a causa di problemi di gola e respirazione, causati da un’allergia.

LA CRONACA

Inizio di tappa veramente vivace con 12 uomini che prendono il comando: Valerio Conti (UAE Emirates), Tony Martin (Team Katusha), Giulio Ciccone (Bardiani), il vincitore di tappa Mohorìc, Matteo Montaguti (AG2R La Mondiale), Jarlinson Pantano (Trek Segafredo), Ben Hermans e Krists Neilands (Israel Cycling Academy), Koen Bouwman (LottoNL Jumbo), Benjamin King (Dimension Data), Davide Ballerini (Androni-Sidermec) e Luis Leon Sanchez (Astana Pro Team). La media di gara è di 38,5 km/h nonostante si siano percorse già alcune salite. Martin e Neilands provano a scavare il solco ma il loro tentativo va a vuoto. Dopo 3 ore di gara la velocità media del gruppo tocca addirittura a 40 km/h. Intanto arriva il maltempo a complicare il tutto.

AZIONE DELLA SKY, CHAVES E VIVIANI PAGANO DAZIO

Sulle prime rampe si muove la squadra di Chris Froome, imponendo un ritmo molto duro che miete subito le prime vittime: si staccano Chaves e Viviani, assieme agli altri velocisti. Tra gli uomini di volata rimane solo Sam Bennett, candidato alla vittoria finale in un ‘ipotetico arrivo di gruppo. Per evitare il rientro del colombiano, lavorano a pieno organico anche L’UAE Emirates di Fabio Aru, il Team Sunweb di Dumoulin e nelle retrovie la Quick-Step lascia il compito di tirare al team della Maglia Rosa. La Bora-Hansgrohe prova a tenere sotto controllo il plotone ma gli attacchi non tardano ad arrivare: Yates conquista il traguardo volante valido per gli abbuoni, Marco Frapporti (Androni-Sidermec) parte sul tratto di contropendenza e tenta il colpaccio da lontano.

FILLELLA ESCE ALLO SCOPERTO, MOHORIC E’ A RUOTA

Sulla salita più lunga della tappa con una media del solo 2% con punte, però, anche all’8% inizia l’ascesa trionfale di uno dei fedelissimi di Vincenzo Nibali, in questo Giro d’Italia al servizio di Domenico Pozzovivo. Mohorìc segue Davide Villella (Astana Pro Team), autore di un attacco con lo scopo di andare a riacciuffare Frapporti. I due raggiungono e staccano il corridore nativo di Gavardo. Dal gruppo del leader della Calssifica Generale si sganciano anche Sergio Henao (Team Sky), Alessandro De Marchi (BMC Racing) e Nico Denz. Quest’ultimo sfrutta la discesa inisidiosa, con l’asfalto scivoloso e umido per le precipitazioni per ritornare sulla coppia di testa, nella quale lo sloveno della Bahrain Merida è costantemente in prima posizione a disegnare traiettorie degne di un grande discesista. L’attacco decisivo arriva, però, a 15 km dal traguardo di  Gualdo Tadino, ancora una volta in un tratto di contropendenza che precede un altro tratto semi-pianeggiante, tendente alla discesa. Tiene botta solo il tedesco, mentre l’italiano si stacca e viene, successivamente, risucchiato dagli inseguitori. La vittoria è una questione a due: Mohorìc tiene dietro Denz per tutta la volata conquistando così la prima vittoria in questa edizione del Giro d’Italia per il team emiro. Nelle retrovie da segnalare le forature di Carapaz e di Dumoulin, quest’ultima avvenuta a 17,7 km  dall’arrivo, che, tuttavia, non hanno intaccato il tempo dei due corridori.

La tappa domani collega Assisi a Osimo per un totale di 156 km con un andamento ondulato con il finale che prevede la scalata di Via Olimpia, lunga 1 km al 18%, la quale è anteposta ad un tratto di pavè in porfido nel centro storico. La carovana passerà anche per Filottrano, paese nativo di Michele Scarponi, uno dei ciclisti più amati e leali, nonché uno degli scalatori più forti mai stati all’interno del circus, straordinario gregario, scomparso in un incidente lo scorso aprile.

CLASSIFICA DI TAPPA

-Matej Mohorìc (Bahrain Merida), 6h 04′ 52″, media 40,124 km/h

-Nico Denz (AG2R La Mondiale) s.t.

-Sam Bennett (Bora Hansgrohe) 34″

CLASSIFICA GENERALE

-Simon Yates (Mitchelton-Scott) 43h 42′ 38″

-Tom Dumoulin (Team Sunweb) +41″

-Thibaut Pinot (FDJ Groupama) +46″

-4° Domenico Pozzovivo (Bahrain Merida) +1’00”

-10° Chris Froome (Team Sky) +2’30”

-14° Fabio Aru (UAE Emirates) +2’39”

 

MAGLIE

Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – Simon Yates (Mitchelton – Scott)

Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo – Elia Viviani (Quick-Step Floors)

Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Simon Yates (Mitchelton – Scott)

Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – Richard Carapaz (Movistar Team)

15 maggio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
IMG_3760

Inaugurazione Sabato 19 Maggio dalle ore 18.30

IMG_3753Siamo andati a curiosare all’ Ideal, lo storico locale in  viale Piemonte 10 a Magenta, che ha cambiato gestione e si è rifatto il look, risorgendo col nome di NEW IDEAL.  Abbiamo intervistato Valerio Barbaglia e Angelo Pagan : i nuovi gestori . La trasformazione del locale, a 360°, ha interessato non solo la parte agibile del locale, con un nuovo arredo, sia della zona bar, che delle sale musica e del soppalco luonge , ma anche la parte strutturale, col rifacimento di tutti gli  impianti a norma e  in sicurezza. Una delle novità sono gli orari di apertura: al mattino dalle ore 6,30 alle 11; alla sera dal Martedì al Giovedì dalle ore 18 alle  24 diversi orari nel week end, Venerdì dalle 18.00 alle 1.00, Sabato dalle 18.00 alle 2.00, Domenica dalle 18.00 alle 24.00. Chiuso al Lunedì.

31739810_440935423032800_374540247930765312_nEssendo l’Ideal sempre stato il tempio della musica  dal vivo  del magentino, il New Ideal  sarà dotato di un nuovo impianto audio all’avanguardia, la cui realizzazione è stato curata dall’ ing. Federico Savorgnan, ricercatore del Politecnico di Milano, che, insieme a Stefano Ceriani, applicherà la sua esperienza nel campo del suono, trasformando un ambiente tradizionale in innovativo dal punto di vista  acustico.

La programmazione musicale e artistica sarà curata da Tony Moneta,  direttore artistico e responsabile del palinsesto , che sta già scegliendo musicisti e gruppi di ogni genere, per intrattenere gli ospiti serali.

Lo spazio New Ideal ospiterà anche serate culturali a tema e mostre d’arte varia.

15 maggio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Ella-John

ctnCollezione primaverile al CTN di Magenta. La rassegna del FilmForum è terminata, le Prime Visioni cominciano a scarseggiare; sei cinema-dipendente e cominci a sentire crisi di panico? ti piace la sera un buon film ed un  gelato? CTN ti aiuta! Forse non lo sai, ma CinemateatroNuovo di Magenta ha la buona abitudine di sfruttare le belle serate di maggio per proporre agli appassionati di cinema alcune “seconde visioni”, ovvero pellicole della presente stagione non passate in prima visione durante i mesi scorsi nella nostra sala (per motivi del tutto logistici sul numero di fine settimana disponibili per la programmazione) ma richieste dal pubblico, sempre secondo il criterio della qualità.

Siamo già partiti l’11 maggio scorso con “WONDER” (11 e 12 maggio) per proseguire con “L’ORA PIU’ BUIA” (domenica 13 e stasera 14 maggio), approderemo, il weekend prossimo, ad “ELLA & JOHN” (18 e 19), chiudendo poi in bellezza con “LA FORMA DELL’ACQUA” (dal 20 maggio).

In vista dell’arrivo, sul nostro grande schermo, della produzione Disney-Lucas, l’ultimo colossal della saga STAR WARS, ovvero “SOLO – A STAR WARS STORY” per la regia di uno dei più amati registi USA: Ron Howard.

 

15 maggio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
percorso_vita

Sabato 19 maggio 2018 alle ore 16.30 inaugurazione del percorso vita

È possibile fare sport all’aperto e in modo semplice nel territorio comunale di Albairate. L’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Giovanni Pioltini, ha provveduto alla riqualificazione del parco pubblico Bellini, in via Milano, nonché per opera della consigliera delegata allo Sport e Tempo libero Marta Pirota e del consigliere delegato al Verde pubblico Marco De Vecchi, alla realizzazione di un percorso vita che parte dal parco e prosegue verso l’esterno articolandosi in cinque stazioni.

Il percorso è pronto e sarà inaugurato ufficialmente sabato 19 maggio 2018 alle ore 16.30, con ritrovo davanti all’ingresso di parco Bellini. La cittadinanza è invitata a partecipare numerosa e di presentarsi in tenuta sportiva per provare il percorso con la guida del personal trainer Simona Cerri.

«Questa iniziativa vuole essere un piacevole momento di aggregazione sociale all’insegna dello sport, nonché l’occasione per fare conoscere al meglio e utilizzare questo “percorso vita” che non è una palestra all’aperto, bensì un sentiero attrezzato che si snoda attraverso il paese. – afferma Marta Pirota – La personal trainer spiegherà come fare in modo corretto dei semplici esercizi per mantenersi in forma».

Il sindaco Giovanni Pioltini aggiunge: «Il “percorso vita” è un intervento rivolto in particolare ai giovani ma anche ai “meno giovani” che si inserisce nel programma di riqualificazione del territorio comunale elaborato dall’amministrazione, ponendo sempre come priorità gli interessi e il benessere della maggioranza dei cittadini e delle cittadine del paese che vogliono vivere il proprio paese. Il percorso può potenzialmente essere utilizzato da tutti nel tempo libero, ovviamente in modo appropriato sulla base delle proprie condizioni fisiche e abilità».

È stato realizzato un “sentiero della salute” che interessa diverse aree verdi pubbliche.

Nello specifico sono state installate cinque “stazioni”: la prima, di partenza, al parco Bellini, consiste in una “palestrina” con tre postazioni (spalliera, barra bassa e anelli); la seconda e terza, rispettivamente scala orizzontale (per esercizio “mano dopo mano” per braccia) e serie da tre ostacoli (per esercizio di coordinamento), nella zona adiacente il Cimitero, lungo la strada vicinale della Brera; una quarta, con barre per distensioni e piegamenti braccia, nell’area verde di via Colombo; una quinta, con barra inclinata per salti gambe, nell’area di via alla Brera, nei pressi di piazza Papa Paolo VI.

Per ogni stazione si prevedono cartelli di segnalazione e spiegazione attrezzo.

Al termine del percorso vita sarà servito ai partecipanti un rinfresco a cura di Sodexo.

 

15 maggio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
bullismo_albairate (2)

Iniziativa di valenza sociale promossa da assessori Crivellin e Rampinelli

Educazione alla Legalità”. È questo il progetto comunale promosso dagli Assessori Flavio Crivellin (Istruzione) e Salvatore Rampinelli (Sicurezza), che parte con il contrasto ai fenomeni di bullismo e cyberbullismo, sempre più diffusi tra gli adolescenti.

L’Amministrazione comunale di Albairate lo realizza nell’ambito del Piano degli interventi a favore dell’istruzione e riguarderà più temi di valenza sociale ed educativa, tra questi: cyberbullismo, educazione stradale, senso civico. Si svolge con il supporto del Comandante di Polizia Locale, Davide Losa, che lo scorso 14 maggio ha incontrato gli studenti delle classi seconde della scuola secondaria di primo grado “Erasmo da Rotterdam”, dopo il coinvolgimento nei mesi passati attraverso la compilazione di un questionario che è servito ad inquadrare le informazioni, le conoscenze e le sensibilità per indirizzare al meglio gli incontri e l’approfondimento in classe.

Il 14 maggio è emerso che il primo passo per stroncare il bullismo è identificarlo, circoscriverlo e riconoscerne la gravità. Istituzioni, scuola e famiglie, possono collaborare insieme per educare al rispetto degli altri e delle regole.

 

15 maggio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts