Home Monthly Archives
Monthly Archives

novembre 2017

DSC07320

DSC07310TURBIGO – Abbiamo già scritto che le macchine in transito arrivarono a Turbigo nel 2011 per realizzare un impianto che non fu mai realizzato. L’evento avvenne il il 30 gennaio 2011 e il peso dell’ensemble era di 800 tonnellate. Lo stesso che transiterà nella notte del  21 novembre 2017 nelle vie turbighesi. Mentre scriviamo sono in corso i lavori per posizionare due ‘suole’ (attraverso un’enorme gru, nella foto) sul ponte secentesco in modo da interessare solo i muri perimetrale, evitando che il peso vada a gravare sulla carreggiata. Una volta attraversato il ponte il convoglio proseguirà lungo la Via Roma-Matteotti-Nosate per dirigersi alla Cava Seratoni, dove sarà sostituito il chassis dei mezzi diretti al porto fluviale di  Cremona (e quindi al mar Adriatico). Parlando con i registi del trasporto eccezionale, a cura della ditta Fagioli, presente con una quindicina di dipendenti, abbiamo saputo che le ‘macchine’ sono dirette al porto di Rotterdam, il più grande porto europeo.

 

21 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
IMG_4867

(Lnews – Milano, 21 nov) “A solo un anno dall’entrata in vigore della legge regionale 29 ‘Ricerca e Innovazione’ sono già stati investiti direttamente 180 milioni di euro per potenziare l’investimento lombardo”. Lo ha ricordato l’assessore regionale all’Università, Ricerca ed Innovazione, Luca Del Gobbo, durante le celebrazioni per l’inaugurazione dell’Anno accademico dell’Università Bicocca di Milano che, quest’anno, ha coinciso anche con l’apertura delle celebrazioni del ventennale dell’Ateneo.

La Bicocca, nel percorso intrapreso dalla Lombardia per aiutare l’eccellenza a crescere e portare nella nostra regione nuovi capitali, è sempre stata un alleato prezioso che ha dato, e continua a dare, il suo prezioso contributo.

IMG_4868IL VALORE AGGIUNTO DELLA BICOCCA -“Questa Università – ha detto Del Gobbo – è per vocazione e locazione geografica attenta al territorio e aperta al mondo dell’economia, delle scienze, della cultura. Basti pensare alla velocità con cui nuove discipline arrivano nelle aule agli studenti, ne è un esempio il nuovo corso di Laurea in Data Science partito quest’anno. Tale velocità e approccio interdisciplinare sono un valore aggiunto, capace di tenere il passo con uno scenario che evolve ad un ritmo impressionante e di dare una formazione solida e attuale”.

LA PARTNERHIP CON LA BICOCCA – Nel lavoro portato avanti con la Bicocca, spiccano i   7 Accordi per la Ricerca e l’Innovazione del valore complessivo di 50 milioni di euro (di cui il 50 per cento finanziato da Regione). In collaborazione anche con l’Università Statale di Milano è stato avviato l’iter per l’attivazione di un’Alta Scuola di Formazione Universitaria in medicina della Città della Salute e della Ricerca. Un importante passo è stato fatto nella Giunta del 4 ottobre che ha stanziato un contributo di 10 milioni di euro per il progetto.

LA VALORIZZAZIONE DEL MILIARDO DI DATI – Con la Bicocca e l’Università degli Studi di Brescia, Regione Lombardia è al lavoro per la valorizzazione del miliardo di dati che possiede su sanità, ambiente, turismo, cultura, mobilità “con l’obiettivo di offrire nuovi servizi e migliorare la qualità della vita dei cittadini”.

21 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
fusè

Riceviamo e Pubblichiamo

Milano, 21 novembre 2017 –  “Al Vicesindaco di Marcallo con Casone Ermanno Fusè va tutta la mia solidarietà, oltre che massima stima e amicizia, per l’aggressione subita in Comune mentre stava lavorando per la sua comunità come fa tutti i giorni. Ermanno è una persona semplice, limpida e soprattutto laboriosa, che potrebbe tranquillamente stare a casa in pensione e invece dedica da anni il suo tempo ai propri concittadini. Aver saputo che è stato prima minacciato e poi addirittura aggredito solo perché stava svolgendo il suo lavoro in maniera corretta è inconcepibile. Questo brutto episodio non fermerà Ermanno che anzi continuerà a lavorare per il bene dei suoi cittadini: noi non ci facciamo intimorire da certa gente” e’ il commento del Vicepresidente del Consiglio regionale Fabrizio Cecchetti (Lega Nord) che ha voluto subito mostrare la propria vicinanza all’assessore e vicesindaco di Marcallo con Casone (MI) Ermanno Fusè, aggredito lunedì mattina mentre era in Comune da un cittadino seguito da tempo dai servizi sociali.

 

21 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
carab

Era stato scarcerato e messo ai domiciliari. Ma, dopo poche ore, è tornato in galera. Un uomo di 59 anni, rinchiuso nel carcere di Pavia per un furto commesso ad Abbiategrasso, ha lasciato la cella per tornare a casa.

Doveva rimanere presso la propria abitazione, ma è subito uscito per incontrare degli amici alla Fossa Viscontea, sempre ad Abbiategrasso. Proprio alla Fossa lo hanno rintracciato i carabinieri della locale stazione che lo hanno arrestato nuovamente per evasione.

21 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
auto-carabinieri

Si trovava all’affidamento terapeutico a Mesero, ma non ha resistito a lasciare il paese per recarsi a Milano a trovare la cugina. Senza dare più notizie alla comunità dove si trovava.

Purtroppo per lui i carabinieri lo hanno rintracciato nel capoluogo lombardo e lo hanno arrestato per il reato di evasione. L’uomo, classe 1969, si è visto così sostituire la misura alternativa con quella più afflittiva del carcere.

21 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
SanMartino Basilica Anno Santita

L’Anno della Santità volge al termine. Venerdì 8 dicembre si concluderà un anno decisamente speciale per la Comunità Pastorale di Magenta, durante il quale si sono vissuti momenti intensi di condivisione e di riflessione, di preghiera e di azione. A quest’ultimo proposito si ricorda, ad esempio, l’apertura dell’Ambulatorio medico di Comunità “Dott.ssa Elena Sachsel” e altre iniziative di solidarietà e di fraternità.

Sono cinque i motivi che hanno portato all’Anno della Santità, come ha ricordato il parroco don Giuseppe Marinoni. Il primo motivo è legato al ricordo di due centenari, quelli dei due santi patroni di Magenta, S. Martino e S. Crescenzia: «Del primo sappiamo che sono trascorsi 17 secoli dalla nascita, mentre della seconda conosciamo con certezza la data, 7 gennaio 1817, coincidente con la traslazione delle sue spoglie da Roma a Magenta, in Basilica».

Il secondo motivo è stato quello di ricordare e vivere insieme il terzo anno della Comunità Pastorale, ponendo al centro l’intenzione di un cammino condiviso di tutte e cinque le parrocchie. Terzo motivo: un anno per che cosa? Ci aiuta ancora una volta questo il logo, in cui vi sono diversi simboli: il libro aperto, simbolo del Vangelo, per cercare di tradurre nella nostra vita lo stile di amore di Cristo Gesù; l’Eucaristia, dono della Grazia, perché Cristo ci incorpora a lui; il mantello di S. Martino, tagliato in due, simbolo della Carità, che è prima di tutto il volerci bene tra di noi e attenzione verso il prossimo; una spada, strumento di violenza a ricordo del martirio (S. Crescenzia), ossia la testimonianza della Fede. «E poi il logo ricorda la presenza di Dio in noi. Una presenza straordinaria, testimoniata anche dall’apertura della Porta Santa, simbolo di Cristo che è la Porta. Nelle cinque parrocchie si è ricordata anche la presenza di Maria, la Santa per eccellenza».

Quarto motivo: un anno per dialogare con la città, con eventi culturali, uno dei quali si terrà venerdì 24 novembre presso la sala consiliare di Magenta: la Lectio Magistralis del Prefetto della Biblioteca Ambrosiana, Prof. Mons. Franco Buzzi, intitolata ‘Radici culturali e significato spirituale dell’Europa’.

Quinto e ultimo motivo: l’Anno è iniziato l’11 novembre 2016 alle 21 alla presenza di Mons. Luigi Stucchi, vescovo ausiliare di Milano, che ha officiato la celebrazione liturgica e aperto la Porta Santa. L’apertura è avvenuta con il riconoscimento della Santa Sede tramite un’apposita bolla siglata dalla Penitenzieria apostolica del Vaticano. «Il dono della Porta Santa è stata occasione per ricevere l’indulgenza, entrando in basilica e fermandosi all’interno a pregare con questa specifica intenzione», ricorda don Giuseppe.

E ora cosa ci aspetta? Venerdì 8 dicembre si concluderà l’Anno della Santità con una celebrazione, presieduta dallo stesso Vescovo Mons. Luigi Stucchi. Nell’occasione si svolgerà un momento simbolico, che verrà anticipato proprio in conferenza stampa martedì 28 novembre alle ore 11 in casa parrocchiale (via Roma 39) a Magenta, alla presenza di don Giuseppe Marinoni.

Per seguire le attività dell’Anno della Santità e della Comunità Pastorale, ricordiamo il sito web della Comunità Pastorale di Magenta, la pagina Facebook. e il profilo Instagram cp_magenta

21 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts