Home Musica / Eventi
Category

Musica / Eventi

Anna Mei

meiNuova impresa per la campionessa mondiale ed europea di ultracycling, che questa volta sfida il record delle 12 ore. L’iniziativa straordinaria è voluta da Anna Mei per raccogliere fondi per sostenere Debra Sudtirolo, l’Associazione dedicata ai bambini affetti da epidermolisi bollosa.

Milano, 12 settembre 2017 – Anna Mei, campionessa mondiale ed europea di ultracycling, il 12 ottobre tenterà di aggiudicarsi un nuovo Guinness World Record pedalando per 12 ore consecutive su pista outdoor. L’iniziativa, la cui partenza è prevista alle 7 del mattino, si svolgerà all’interno del velodromo Vigorelli, lo storico impianto sportivo di Milano conosciuto anche come lo “Stradivari” delle piste, dedicato al ciclismo su pista e al football americano.

Fresca di vittoria al campionato europeo che si è tenuto a Dobrovnik in Slovenia il 15/16 luglio e dopo essersi aggiudicata nel corso degli anni vari titoli italiani e mondiali e  ben cinque record mondiali indoor  in diverse categorie (record mondiale femminile di 1000km indoor percorsi in 35 ore, record mondiale femminile di 398km in 12 ore, record delle 24 ore con 738 Km , record delle 100 miglia in 4 ore 35 minuti e record delle 200 miglia in 9 ore e 45 minuti), Anna, milanese, classe 1967, con questa impresa vuole superare il record sulle 12 ore.

annamei21Accanto all’aspetto agonistico e sportivo ce n’è un altro molto importante, legato alla solidarietà, che muove la campionessa: l’intera iniziativa è infatti pensata per sostenere Debra Sudtirolo (www.debra.it) l’Associazione che si occupa di aiutare i bambini affetti da epidermolisi bollosa, una patologia che rende la pelle di chi ne soffre molto fragile.

Si tratta di una malattia genetica che porta chi ne è affetto a dover convivere tutta la vita con vesciche e piaghe dolorose generate da ogni minimo sfregamento della pelle. Da qui il nome “bambini farfalla”, alludendo appunto alla delicatezza della loro pelle.

logoAnna, che è insegnante in una scuola elementare in provincia di Lecco, è testimonial dell’Associazione dal 2009, anno in cui ha partecipato a una gara di endurance a Cesenatico a sostegno dei  bambini farfalla. È stato dopo quella gara che la record woman ha deciso di impegnarsi per un obiettivo preciso: far conoscere la epidermolisi bollosa e raccogliere fondi per finanziare la ricerca affinché si possa arrivare a garantire a questi bambini una vita il più possibile normale.

Proprio per questo il prossimo mese Anna Mei sarà nuovamente in sella alla sua bicicletta per superare il   Guinness World Record. Secondo la Mei  il carattere dei bambini farfalla mostra delle affinità con quello di un ciclista: entrambi hanno una grandissima voglia di vivere e una grande capacità nel sopportare il dolore. La differenza è data dal fatto che la sofferenza del ciclista ha una fine, mentre quella di questi bambini no. Ecco perché la ricerca è l’unica arma a disposizione oggi per cercare di curare chi soffre di questa patologia che colpisce circa mille persone in Italia e 500.000 nel mondo.

A questo scopo è già partita una raccolta fondi online, raggiungibile al seguente link: www.retedeldono.it/it/progetti/tennis-club-premeno-asd/12h4debra.

Si ringrazia “Tennis Club Premeno 1895” per il supporto nella gestione della raccolta fondi online.

#12h4Debra è il 12 ottobre. Mentre Anna corre per battere il record, aiutaci a raggiungere un nuovo record di solidarietà!

 ###

Anna Mei è una ciclista italiana. Nasce in una famiglia di sportivi: il padre Aldo è un allenatore di tennis, mentre il nonno Vincenzo è stato primo maestro di tennis in Italia nonché capitano della squadra italiana di coppa Davis negli anni trenta. Diplomata ISEF è tuttora insegnante di educazione fisica. Nel 1996, agli albori dello Spinning in Europa, entra in contatto con questa specialità ciclistica indoor. Successivamente  si cimenta nelle prime gare di 24h Endurance di Mountain bike, competizioni riconosciute dall’UCI, specializzandosi definitivamente in queste gare. Anna detiene ben cinque record: il record mondiale femminile di 1000 km indoor percorsi in 35 ore, il record mondiale femminile di 738,851 km in 24 ore, il  record mondiale femminile di 398km in 12 ore, il record delle 100 miglia in 4 ore 35 minuti e quello delle 200 miglia in 9 ore e 45 minuti. Dal 2009 è testimonial di Debra Sudtirolo, lAssociazione che si occupa di aiutare i bambini affetti da epidermolisi bollosa.

12 settembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
AF2017Locandina

AF2017LocandinaCOMUNICATO STAMPA

Cardano al Campo, 17 luglio 2016

Si ripete anche quest’anno, da venerdì 21 a domenica 30, “L’Altra Festa”, la festa del Partito della Rifondazione Comunista presso l’Area Feste di Via Carreggia a Cardano al Campo.

Oltre all’ormai tradizionale stand gastronomico, anche per quest’anno ripeteremo l’esperienza della proposta vegana e vegetariana. Durante tutto l’arco della festa si terranno inoltre dibattiti, momenti di incontro e buona musica dal vivo. Importante: la cucina apre sempre alle 19.30!

Ecco il programma completo.

Venerdì 21: GATTI RANDAGI, i Nomadi e la musica cantautorale italiana.

Sabato 22: LITAF2017ProgrammaTLE ANGEL AND THE BONECRASHERS, Country Blues.

Domenica 23: CITTÀ SENZA FRONTIERE, le voci di singoli, associazioni, movimenti, di chi sente il bisogno di chiedere verità e giustizia per le vittime dello spaventoso genocidio in atto alle frontiere di un’Europa sempre meno unita e sempre più fortezza.

Giovedì 27: MICROSOL, serata dedicata al microcredito solidale.

Giovedì 27: GREENWOOD BLUES BAND, ferrovieri per la solidarietà.

Venerdì 28: JEFFERSON CLEANER, rock d’autore.

Sabato 29: WALZER, rivisitazioni quasi punk della musica anni Cinquanta e Sessanta.

Domenica 30: BEATLESS, Beatles Tribute Band.

I concerti inizieranno verso le 22.00.

Le due domeniche, a partire dalle 13.00, ci ritroveremo tutti insieme per un pranzo popolare.

19 luglio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Photo_OPB_2016_5

Riceviamo e Pubblichiamo

Manifattura italiana: le eccellenze dell’Alto Milanese 

Corrado Facco Direttore Generale IEG

Corrado Facco Direttore Generale IEG

Origin Passion and Beliefs è in scena a FIERAMILANO RHO  per la promozione del Made in Italy.  Confartigianato Imprese Alto Milanese presenta  le eccellenze del territorio: Abba Ricami e la storica F.lli Ippolito

Legnano, 11 luglio 2017

Matteo Marzotto Vice Presidente IEG

Matteo Marzotto Vice Presidente

Origin Passion and Beliefs è in scena a FIERAMILANO RHO, in partnership con Milano Unica, nell’ambito del Piano per la promozione del Made in Italy del Ministero dello Sviluppo Economico per valorizzare le principali filiere produttive dell’economia italiana, tra cui il sistema-moda, e i più importanti eventi fieristici di riferimento. Un’occasione che Confartigianato Imprese Alto Milanese non poteva perdere per presentare le eccellenze del territorio in questo parterre unico in Europa, giunto alla quarta edizione.

Sono quattro le aree tematiche espositive per raccontare il ‘Ben Fatto’ italiano a Photo_OPB_2016_9ORIGIN PASSION AND BELIEFS: Textile dedicata alle lavorazioni su tessuto per la produzione di capi di abbigliamento, capi spalla, maglieria e accessori, fra cui: sviluppo prodotto, prototipazione, campionatura e confezione, ricamo, plissettatura e applicazioni. Stesse specializzazioni nelle lavorazioni per le aziende nell’area LEATHER focalizzata sulla produzione di prodotti in pelle, dal capo di abbigliamento alla borsetteria e piccola pelletteria fino alle calzature. L’area Technology è dedicata a prodotti e servizi ad alto contenuto di innovazione, al semilavorato tecnologico oltre che ai brevetti. Le aziende del bijoux e del gioiello, della componentistica, degli accessori e delle pietre al servizio dei marchi della moda si ritrovano nell’area Stone.

Photo_OPB_2016_3Le nostre aziende, che hanno saputo coniugare innovazione e tradizione, diventano protagoniste di una vetrina internazionale e prestigiosa, promossa da Confartigianato Lombardia.  Infatti, fra gli ottanta espositori presenti all’edizione 2017, spiccano per Artigianalità, Passione e Creatività, nello stand collettivo:  Abba Ricami (www.abbaricami.it – abba.39@libero.it) che nasce nel 2000 come ricamificio per capi confezionati per rispondere alla forte domanda del mercato di quel momento. E come raccontano direttamente dall’azienda: «Da allora e per tutti questi anni abbiamo continuato a seguire con estrema attenzione le nuove richieste del settore aggiornando l’azienda con nuove attrezzature e lavorazioni. Per i nostri ricami l’innovazione tecnologia per rinnovare l’applicazioni di paillettes e perline fatti a mano
Storica è invece la F.lli Ippolito Srl, azienda di Castano Primo fondata nel 1958 e specializzata nel confezionamento conto terzi di capi spalla di alta qualità per uomo e donna.

Photo_OPB_2016_8Oltre ad accompagnare le aziende, Confartigianato è promotrice di due interessanti incontri, il 12 luglio. Una tavola rotonda, la prima, intitolata “Artigianato italiano un patrimonio per l’umanità?”, si tiene nel Padiglione 8 (OPPORTUNITY LOUNGE, OPB 402, dalle 11 alle 13)  sarà condotta da Klaus Davi, con il supporto di Confartigianato Imprese e CNA Federmoda. Mentre dalle 14 alle 15,30, sempre nella stessa location, si potrà partecipare al talk dal titolo “La filiera della legalità. Riforma dei reati in materia di lavoro nero e contraffazione nel sistema moda.

13 luglio 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
rugby sound 2017 - programma

Una delle manifestazioni estive più seguite ed attese tra le province di Milano e Varese, ecco puntuale come ogni estate, il Rugby Sound, manifestazione di musica, ricreazione, sport e… birra. Festa nata dalla formazione di rugby di Parabiago, è divenuta uno straordinario evento estivo di aggregazione, capace di convogliare – grazie ad una organizzazione impeccabile e cresciuta in competenze ed addetti negli anni – migliaia di persone. Da quest’anno cambia location e passa dalla zona industriale e sportiva di Parabiago al “più nobile” Castello di Legnano. Per chi era affezionato al largo campo parabiaghese sarà da testare (parte del fascino della manifestazione era proprio lo spazio totalmente aperto e vasto, in cui migrare – non senza il bicchiere in mano – da un angolo all’altro in totale scioltezza).

Questo schematicamente programma e logistica: l’isola del Castello di Legnano sarà attrezzata per ospitare tutti gli spettacoli serali, mentre nell’area attigua al castello sarà allestito lo Sport Village, con attività sportive (yoga tai-CHi / rugby / basket / calcio / cross fit / parete arrampicata) e ricreative (visite al parco / visite al castello / gonfiabili per bambini/ Crossbooking / birdwatching / percorsi di educazione ambientale / attività per i più piccoli in collaborazione con i centri estivi del comune di Legnano ) dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19,30.

Altra novità, dati i tempi, sarà un rafforzamento del servizio di controllo e sicurezza all’ingresso.

Decine di sponsors importanti e vari – dalle aziende di utility (CAP) alle catene di ristorazione, da AUTAN (ci vuole!) a VIVIDENT, passando per parking Malpensa, assicurazioni (Allianz), birra (ovviamente), rivendite auto, gruppi commerciali di elettronica e tanti altri. Vi sono poi diverse partnerships con media ed associazioni benefiche piuttosto che progetti di valorizzazione del territorio: tra quest’ultime citiamo “Olona Greenway”, Turismo Sempione, “Idea” (educazione ambientale, birdwatching).

Insomma, birra, intrattenimento ma anche attenzione al territorio, come è giusto che sia per un evento di così larga scala, divenuto attrattivo a livello interregionale (grazie ai nomi del panorama musicale che ospita) ma che trova ragioni e radici nel cuore del Sempione.

La locandina del programma musicale è quest’anno eccezionale, trovando solo nomi di livello nazionale:
THE DARKNESS, LITFIBA, JAX & FEDEZ, PLANET FUNK, ELIO E LE STORIE TESE (Elio aprirà la manifestazione il 30 giugno); e ancora: Tre Allegri Ragazzi Morti, i Legnanesi, Boomdabash, Paddy’s La Festa Irlandese e Holi, il festival dei colori. La programmazione artistica è realizzata in collaborazione con Shining Production.

Al termine di ogni live, Waikiki Dj Set.

Chicca dell’evento, in linea con la nuova, prestigiosa ed urbanissima ubicazione, giovedì 3 luglio, evento eccezionale: spettacolo gratuito, offerto da Rugby Sound e dal Comune di Legnano, “I LEGNANESI” in “Viaggiando con noi” (non abbiamo bisogno di aggiungere altro: ci sono amministrazioni comunali cadute per non aver offerto spettacoli della amatissima formazione cabarettistico-teatrale alle proprie cittadinanze!).

Alcuni concerti sono necessariamente a pagamento, per altri l’ingresso è libero. Ogni info sui social alla voce RUGBY SOUND. Qui di seguito proponiamo il promo ufficiale dell’evento su FB:  Rugby Sound 2017 – official teaser

 

 

29 giugno 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
RIGOLETTO_locandina

giuseppe lisca magenta baritono“Avremo un Rigoletto tra i migliori in circolazione!”, assicura, deciso, schietto, baritonale, come da par suo sempre, Giuseppe Lisca. Vera anima e mattatore della Lirica magentina (e pavese e milanese), cantante della prestigiosa corale scaligera, l’energico Giuseppe conosce l’arte di fare bene con i mezzi che si hanno e quella di coinvolgere. Complici delle sue imprese alcuni amici sodali appassionati, tutti dal mazzo degli operatori del bel canto (e della bella musica): cantanti e strumentisti da corali ed orchestre tra Milano e Pavia, alcuni amici “in loco” (non ne facciamo i nomi per non dimenticarne nessuno) e, naturalmente, le associazioni magentine. Quelle del volontariato sociale; quelle alle cui attività viene devoluto l’incasso degli spettacoli organizzati dal bravo Lisca. Per l’occasione – un’occasione ormai tradizionale, la Lirica in giugno, così come quella di ottobre e come il “divertissment” marzolino di “Per Elisa”, concerto in onore della amata figlia, prematuramente scomparsa – sarà “Non di solo pane”, l’associazione della Comunità Pastorale magentina che ha creato un refettorio per non abbienti e recentemente anche un ambulatorio, grazie all’incessante sostegno dei magentini.

Questa volta in scena andrà il “Rigoletto”, melodramma di Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave, la cui prima venne data al Teatro La Fenice di Venezia l’11 marzo del 1851. Ancora una volta il nostro teatro Lirico vedrà le già apprezzate Orchestra dei Colli Morenici e la Corale “G.Verdi” di Pavia. La direzione artistica è di Giuseppe Lisca il quale svela: “Oltre agli ottimi artisti della corale e dell’orchestra ho voluto coinvolgere alcuni magentini, come è giusto che sia”; e così avremo il controtenore Giulio Leone nella parte del Paggio e Tiziana Mottelli in quella della Contessa di Ceprano. Lo stesso Giuseppe Lisca sarà il Conte di Monterone.

I personaggi principali sono pescati “tra i migliori in circolazione”: Mirella di Vita sarà Gilda, Giorgio Casciarri il Duca di Mantova; ma ancora, Kim Moon Jin sarà Maddalena, Marina Galbusera sarà Giovanna, Walter Rubboli, Sparafucile.

E ancora: Marcello Principi, Marullo; Francesco Frasca, Borsa; Marco Bellini, Conte di Ceprano; Gianni Granata, Usciere di Corte; Sergio Porta e Marco Mittino, Alabardieri. Infine, Rigoletto, affidato alla voce baritonale di Giorgio Valerio (“il migliore in circolazione”).

“Il mio intento, quando faccio una produzionesvela un suo caposaldo Liscaè quello di non tradire mai l’autore e rispettare la tradizione; bando dunque a bizzarre intrusioni del moderno, no ai ripescaggi di partiture rigettate dagli stessi autori. Insomma, alla qualità degli artisti si vuole associare la riconoscibilità dell’opera al pubblico. Ed in fondo, pensandoci, l’opera lirica, vero e proprio vessillo nazionale, è sempre stata appannaggio trasversale tra le classi ed è tanto diffusa nel nostro Belpaese proprio perché “alta e popolare”, un apparente ossimoro che ha però trovato nei nostri grandissimi, immensi autori (e spesso nei cantanti d’opera) delle vere e proprie incarnazioni e bandiere.

L’opera all’opera, dunque.teatro lirico magenta - ingresso

Un altro particolare ghiotto – quale anteprima della messa in scena – sarà la figura della “Maledizione”“Sarà uno dei motivi per cui questo allestimento potrà risultare interessante”, commenta il nostro Giuseppe; sveliamo però che questa figura avrà a che fare con la ballerina Corinne De Paoli (peraltro sorella di un soprano, Isabelle…).

Per finire citeremo la costumistica, ad opera della rinomata Sartoria teatrale Bianchi (quella che serva La Scala, tanto per non smentirci) ed il Corpo di Ballo “Academy” di Pavia.

I biglietti – andati a ruba, ma qualche posticino si può ancora trovare presentandosi la sera del 17 a Teatro almeno una oretta prima dell’inizio dello spettacolo – hanno un costo tra i 30€ ed i 15 €. “Il costo del biglietto è significativo, diversamente da altri nostri eventi – poiché oltre a coprire i costi della produzione vogliamo dare un concreto aiuto alla causa benefica  “, spiega ancora Lisca. Regia e scene a cura di Walter Rubboli.

E dunque, non rimane che aspettare il 17 giugno, recarsi al teatro Lirico di Magenta e godersi questo pezzo della storia italiana e della vita culturale e sociale magentina. Grazie a Giuseppe Lisca ed a tutti coloro che con lui sanno regalare alla Città – ed al suo prestigioso teatro ! – eventi di qualità come questi.

Alessandra Branca ©2017

vedi anche: http://www.showup.cloud/2017/06/17/rigoletto-al-teatro-lirico-di-magenta/

6 giugno 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
18839056_1842976996021622_1519360910435069902_n
18953012_1579532575404559_4730255174832097686_n10407378_1383909921928334_8137891019240527303_nQuelli del 63 scrivono sulla loro pagina: “Con grande piacere Vi invitiamo a “Impressioni del Panperduto: passeggiando tra natura e Impressionismo”; una nuova e felice collaborazione con Ester Produzioni, Consorzio Est Ticino Villoresi e Parco del Ticino, i soggetti coinvolti nella gestione di questa magnifica location, a cui si aggiungono gli amici Accademia Della Costina per una zona di ristoro tra le scene create.
Come è noto, gli Impressionisti nella volontaria imprecisione dei contorni sapevano cogliere le emozioni dell’istante, energie impalpabili che arrivano dritte dall’anima, e grandi maestri come Renoir, Van Gogh, Pissarro, Monet, avrebbero sicuramente amato dipingere en plein air davvero in questo nostro angolo di territorio.
Alcuni “quadri viventi” che nel 2014 hanno accresciuto la popolarità di Quelli Del ’63 verranno riproposti insieme a degli inediti ed altre sorprese.
IMG_5189Ma un valore aggiunto caratterizzerà il 18 giugno; sarà infatti la prima Giornata Nazionale dei Piccoli Musei, e la location, che ha si il Museo delle Acque Italo-Svizzere, ma che nell’insieme è un vero museo a cielo aperto, festeggerà la recuperata bellezza naturalistica, architettonica e storica del Panperduto. Merita di essere apprezzata ben oltre i confini dell’alta Lombardia, e rientrare nel circuito degli eventi nazionali sarà una valida occasione. 
panperdutowebTra i suggerimenti per organizzare di questa giornata, c’è quello di offrire ai visitatori un piccolo dono, un oggetto tangibile che simboleggi la passione che ha dato vita al museo; i gestori di Museo e Ostello del Panperduto, in collaborazione con Quelli del ’63, regaleranno invece un’esperienza di immagini e suoni da custodire per sempre, una vasta gamma di atmosfere di fine ‘800 distribuite sulla costa del Canale Villoresi generalmente accessibile solo con l’acquisto del tour guidato. Ameremo in modo particolare quei visitatori che si presenteranno in abiti bianchi e tenui colori pastello, con grandi cappelli e grandi sorrisi.
Confidando nel meteo, dalle 10 fino alle 19,00 (ultimo gruppo alle 18,45) i visitatori potranno fantasticare un viaggio nel tempo, guardare, ascoltare, anche mangiare, e soprattutto fotografare diventando protagonisti: infatti con gli hashtag #giornatapm e #invasionidigitali si entrerà nel grande flusso italiano di immagini celebranti tutte quelle piccole realtà che salvano e divulgano la storia locale”.
Un modo potente e gratuito per far conoscere, attraverso il web, il nostro immenso patrimonio

Eleonora Quellidelsessantatre Costa scrive: “È possibile visitare L’evento ANCHE con i nostri amici purché al guinzaglio”.

11 giugno 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts