Home Varese
Category

Varese

5178_glocalb

VARESE – Con oltre 180 relatori, 50 eventi in tre giorni e giornalisti provenienti da 18 regioni d’Italia, sono state più di 8 mila le persone che hanno partecipato al Glocalnews 2017. Per la sesta volta, Varese è stata protagonista del Festival del giornalismo digitale che dal 16 al 18 novembre ha richiamato in città molti professionisti della comunicazione e studenti di licei e università.

Tra i relatori che si sono alternati nelle sedi che hanno ospitato il Festival, Carlo Verna, presidente dell’Ordine nazionale dei giornalisti, il presidente dell’Ordine della Lombardia Alessandro Galimberti e quello della Toscana Carlo Bartoli. Presenti i maggiori gruppi editoriali italiani e un grande contributo è arrivato da Anso (Associazione Nazionale Stampa Online) che ha partecipato con 40 testate. A completare il quadro, il gruppo del social team: sette le squadre in rappresentanza di università e altre realtà (Perugia, Iulm, Cattolica, Delta del Po, Venezia, Statale Milano, Insubria) per un totale di 75 persone. Non certo ultimi, la presenza di parlamentari italiani ed europei, consiglieri regionali e del presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni.

Oltre mille persone hanno partecipato alle tre serate proposte alle Ville Ponti: dalla festa per celebrare i 20 anni di Varesenews all’incontro sul futuro delle città con gli amministratori locali e il governatore della Lombardia per chiudere con la serata dedicata a Nives Meroi e Romano Benet, i due alpinisti che hanno scalato tutti i 14 ottomila.

Successo anche per l’edizione di BlogLab, il laboratorio di giornalismo digitale: 100 studenti delle superiori di cui 30 provenienti da tutta Italia si sono cimentati per tre giorni nella realizzazione di un blog per raccontare i beni Unesco della provincia di Varese. La “sfida” è stata vinta dai ragazzi del Liceo artistico “Candiani” di Busto Arsizio: Massimo Bontempi, Federico Scazzosi, Federico Cataleta e Samuele Battistella sono stati premiati con un pc.

La sesta edizione di Glocalnews, oltre ad essere un momento di formazione per molti giornalisti, è stata anche un momento di confronto su diverse tematiche di grande importanza per il mondo editoriale. AgCom ha portato i primi dati dell’Osservatorio delle testate digitali, un progetto nato quest’anno per cominciare a monitorare questa crescente esperienza editoriale. Inoltre, ampio spazio è stato dedicato al tema della disciplina del copyright, in discussione a Bruxelles al Parlamento Europeo, con relatori di alto livello: gli eurodeputati Julia Reda e Brando Benifei e con loro Pietro Guenzani di Confidustria digitale e ad di Vodafone e Victor Sanchez del Real, rappresentante di Aepp.

«La forte partecipazione a ogni evento, – afferma Marco Giovannelli, direttore del festival – la risposta di molti colleghi e di numerose istituzioni è un risultato che premia gli sforzi di tanti mesi di lavoro. Glocalnews è diventato un punto di riferimento per tutto il Paese e ce ne siamo accorti dalle tante proposte di collaborazione arrivate per questa sesta edizione. Insieme abbiamo costruito un programma attento a diverse esigenze e i colleghi, ma anche tanti diversi soggetti, hanno apprezzato. Siamo poi felici della partecipazione dei cittadini alle tre serate del festival. Siamo sempre più convinti che il tema del locale e in una dimensione globale, da cui nasce Glocal, sia sempre più centrale nella vita di tutti noi e ogni occasione di confronto viene vissuta come un arricchimento».

Glocal è ormai un brand e nel corso del 2018, oltre all’appuntamento autunnale di Varese ci saranno altre proposte con GlocalSud in Puglia e Glocal Mab Unesco nel Delta del Po.
Un ringraziamento particolare alle tante istituzioni che hanno partecipato a vario titolo al Festival e ai tanti sponsor che hanno permesso di far crescere l’iniziativa: da ENI a Sea fino a Chicco d’oro, Bticino, Ubi Banca, Openjobmetis, Whirlpool, Coop Lombardia, Elmec, EOLO, Tigros, Acer e Birrificio Angelo Poretti.

20 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest

VARESE – 3978_glocal2014web50 eventi a ingresso libero e 120 speaker tra cui professionisti dell’informazione e della comunicazione per workshop, seminari, dibattiti, spettacoli e un laboratorio di giornalismo digitale dedicato alle scuole.Tutto è pronto per Glocalnews che si terrà a Varese da domani, giovedì 16 novembre, a sabato 18 novembre.

Gli incontri in programma nella Sala Campiotti della Camera di Commercio, che trattano del futuro del giornalismo e della comunicazione digitale, saranno trasmessi anche in diretta e sarà possibile rilanciarli sulle proprie piattaforme e sui siti di news.

In più, in occasione della grande festa di compleanno di Varesenews, sarà possibile trasmettere anche l’incontro “Venti di noi” di giovedì 16 novembre alle ore 20.30. Sul palco di Ville Ponti saliranno i fondatori di Varesenews ma anche molti dei protagonisti della storia varesina e del giornalismo on line.

Il programma completo del festival è disponibile su www.festivalglocal.it.

Aggiornamenti anche sulle paginefacebook https://www.facebook.com/FestivalGlocal/ eTwitter dell’evento https://twitter.com/festivalglocal.

L’hashtag per commentare in diretta è #glocal17.

Tutti gli appuntamenti di Glocalnews sono ad ingresso libero su prenotazione.

Per trasmettere gli incontri e la serata sarà sufficiente utilizzare il codice embed fornito dall’organizzazione del Festival e che trovate anche in calce:

La serata#VentiDiNoi

link normale:

short link:

embed:

<iframe width=”560″ height=”315″ src=”https://www.youtube.com/embed/GKb_W8b4Pl4″ frameborder=”0″ allowfullscreen></iframe>

Festival GlocalNews 2017

link normale:

embed:

<iframe width=”560″ height=”315″ src=”https://www.youtube.com/embed/videoseries?list=PLIYAinP8j-sn0ybqaBQipKbdOjzjYDfnP” frameborder=”0″ gesture=”media” allowfullscreen></iframe>

15 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5168_TEDxVareseSalon2_web

 

VARESE – TEDx torna nella città di Varese e per la seconda volta fa soldout. L’appuntamento, annunciato un mese fa, sarà domenica 19 novembre 2017 a Villa Panza, Bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano. Svelati nelle scorse settimane i nomi dei quattro speaker che saliranno sul palco dell’evento ognuno con la propria “idea che vale la pena diffondere”: Giorgio Caporaso, architetto e designer italiano conosciuto a livello internazionale per il suo percorso originale e uno dei principali esponenti dell’ecodesign; Simone Ferrari, direttore creativo e Head of Creative Department della Balich Worldwide Shows, il più giovane di sempre a organizzare una cerimonia olimpica; Nives Meroi, tra le maggiori alpiniste donne della storia e la prima, insieme al marito Romano Bene, a scalare tutte le quattordici cime della Terra alte più di 8mila metri ed Elena Travaini, ballerina professionista e insegnante di danza che vive in provincia di Varese e convive fin dalla nascita con un tumore alla retina che le impedisce quasi completamente di vedere.

I biglietti per partecipare, messi in vendita online il 26 ottobre, hanno fatto soldout nel giro di pochi giorni. Già tanti gli iscritti in lista d’attesa, a cui è possibile iscriversi sul sito della manifestazione, tedxvarese.com, nel caso dovesse liberarsi un posto. Chi non fosse riuscito ad acquistare il biglietto potrà anche seguire la diretta streaming dell’evento sempre sul sito o attraverso la pagina Facebook dell’evento.

Il tema di questo TEDxVareseSalon sarà “Cosa muove la bellezza”. L’evento durerà mezza giornata e prevedrà gli interventi dei quattro speaker ma anche momenti di esperienza e visita studiati appositamente per l’occasione e che stimoleranno i partecipanti in un percorso di confronto e scambio di idee, durante un appuntamento che unisce il prestigio del format TED alla bellezza della location. Per la prima volta il format TEDx giunge in un Bene FAI e questo si deve alla collaborazione del Fondo Ambiente Italiano che ha messo a disposizione gli spazi della villa.

«Siamo contenti che anche la prima edizione di TEDxVareseSalon stia suscitando interesse e curiosità – commenta David Mammano, organizzatore e licensee di TEDxVarese – Insieme ai quattro speaker di prestigio di questa edizione esploreremo il tema della bellezza all’interno di una location unica e che ben si presta a un’esperienza che coinvolgerà profondamente i partecipanti».

L’evento può contare su una community di partner in crescita che sosterranno il primo TEDxVareseSalon e le prossime iniziative targate TEDx a Varese. Tra questi, EOLO, partner Premium che accompagnerà le connessioni dei partecipanti e della community; Elmec Informatica, partner Premium che affianca TEDxVarese fin dalla prima edizione; il Gruppo Giovani Imprenditori della Provincia di Varese e Rise Italia, partner sognatori. Gli eventi TEDxVarese e TEDxVareseSalon sono realizzati anche grazie alla media partnership di Varesenews e al patrocinio di diverse realtà istituzionali.

14 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5164_1_web

VARESE – Comincia giovedì 16 novembre a Varese il festival del giornalismo digitale: tre giorni di incontri, workshop e appuntamenti sul mondo del web, dei social e della comunicazione. Gli studenti realizzeranno progetti multimediali nello spazio BlogLab. Partnership con il Consiglio regionale della Lombardia e l’Ordine dei Giornalisti

Milano, 13 novembre 2017 – “Glocalnews”, il festival del giornalismo digitale, evento a carattere nazionale giunto alla sesta edizione promosso da Varesenews insieme ad Anso (Associazione stampa on line) e ONA (Online News Association), si propone anche quest’anno come punto di riferimento, di incontro e di aggiornamento per centinaia di operatori e giornalisti online.

Glocalnews si terrà a Varese dal 16 al 18 novembre e comprenderà, oltre a incontri di approfondimento su temi di comunicazione e giornalismo organizzati in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti della Lombardia, anche uno “spazio” di formazione per giovani studenti impegnati a realizzare blog. L’iniziativa, denominata BlogLab, è promossa e organizzata in collaborazione con il Consiglio regionale della Lombardia.
«Anche quest’anno il Consiglio regionale della Lombardia sarà partner ufficiale della settima edizione di Glocalnews che cade peraltro nel ventesimo anniversario di Varesenews –ha detto il Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo. Un festival in cui si confrontano gli addetti della comunicazione sul giornalismo locale e globale e sull’utilizzo delle nuove tecnologie, con un’attenzione ai cittadini sempre più attratti dalla cultura digitale. Anche la politica è ormai chiamata a comunicare attraverso strumenti nuovi come i social network e a fare i conti con l’informazione on line: queste iniziative ci aiutano a rimanere al passo con i continui cambiamenti del settore. In particolare, il Consiglio sarà protagonista di Bloglab, il laboratorio dedicato agli studenti dei licei e delle università che vogliono mettersi alla prova realizzando servizi giornalistici multimediali. Un ringraziamento particolare va al direttore Giovannelli e a tutta la redazione con cui continua una proficua collaborazione sui temi e i contenuti della manifestazione diventata ormai un punto di riferimento, non solo a livello regionale ma per tutto il Paese».

Le iniziative e gli eventi di Glocalnews potranno essere seguiti da operatori del settore e non solo, ma per i giornalisti c’è un’opportunità in più: i workshop sono riconosciuti dall’Ordine nazionale e, in collaborazione con l’Ordine dei giornalisti della Lombardia, offriranno crediti per assolvere l’obbligo formativo previsto dalla legge n. 148/2011 e dal Dpr 137/2012.
Dall’etica all’uso dei social network, dai temi legati alla deontologia di chi comunica alle nuove frontiere del giornalismo: sono numerosissimi gli argomenti affrontati nel corso degli incontri che si succederanno nell’ambito delle tre giornate di Glocalnews. Sono presenti tutte le principali realtà editoriali nazionali e una buona rappresentanza delle testate locali digitali e non. Il Festival inoltre è anche un momento di incontro con realtà istituzionali, vista la presenza di rappresentanti del Parlamento Europeo, Nazionale, Regionale e di enti quali AGCOM, l’ordine dei Giornalisti, FNSI e Casagit.

Animeranno le serate anche parlamentari e rappresentanti delle istituzioni come il Presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni che sarà presente all’evento del 17 novembre dedicato al futuro delle città: un appuntamento con voci globali e locali per discutere delle prospettive che riguardano la vita dei nostri territori tra progetti, connessioni, comunicazione, infrastrutture, internet e utopie possibili.
Il Presidente del Consiglio Regionale della Lombardia Raffaele Cattaneo, invece, incontrerà sabato 18 alle ore 10 nel Salone Estense di Palazzo Estense a Varese i ragazzi di BlogLab.

«La sesta edizione di Glocalnews è molto significativa per noi perché segna un momento di passaggio e allo stesso tempo un traguardo importante –spiega il direttore di Varesenews, Marco Giovannelli–. Vent’anni fa nasceva il nostro giornale, il primo quotidiano digitale della provincia di Varese. Questa sesta edizione di Glocalnews risente molto di questa ricorrenza. Il 1997 non è stato un anno come gli altri: Google è nato proprio allora. Con il colosso americano presero il via stabilmente Repubblica.it e anche Varesenews, che ha l’onore di aver pensato e organizzato il festival. Insomma, il mondo ha un’accelerazione significativa verso una globalizzazione che la Rete non può che favorire ulteriormente. Da sei anni proviamo a mettere al centro un concetto che è ormai entrato nelle nostre vite: Glocal tiene insieme la dimensione globale e quella locale. È forse la parola che rappresenta meglio ciò che il digitale ci permette di vivere quotidianamente».

«Il futuro del giornalismo è Glocal già da tempo, come dimostra tra l’altro la centralità del Festival di Varese –commenta il neo presidente dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia Alessandro Galimberti–. Ora però è urgente e non più rimandabile lavorare per definire regole condivise che equiparino il mondo web a quello della carta, regole di civiltà giuridica intendo. Auspico che il primo passo si possa fare proprio a Varese, con indicazioni concrete che travalichino le evidenti anomalie di legislazioni internazionali che non si parlano fra loro e, spesso, sono addirittura contraddittorie. La Lombardia ha una fortissima tradizione di quotidiani cartacei locali, con ben 6 quotidiani su 11 che hanno una storia ultra-centenaria e radici nel 1800. Contemporaneamente la nostra regione ha fatto da apripista ed è territorio pilota nelle sperimentazioni sul digitale. La Lombardia ha quindi le carte in regola per fare proposte serie e ridare autorevolezza e slancio al giornalismo multimediale. È recente la conquista degli incentivi fiscali per gli investimenti pubblicitari sia sulle testate cartacee sia su quelle online (art. 4 del Decreto legge n. 148 del 16 ottobre 2017) per ottenere i quali abbiamo lavorato tutti. Dal punto di vista legislativo stiamo vivendo quindi una fase storica favorevole. Il “Festival del giornalismo digitale globale e locale” di Varese colga l’occasione per far sì che i giornalisti siano protagonisti di un vero cambiamento».

Nella foto allegata Marco Giovannelli durante la conferenza stampa di questa mattina.
Per immagini: http://bit.ly/2zHn5ir

13 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Copia di g

VARESE – Come funzionano i grandi archivi di numeri e che cosa possiamo farci? Rispondere a questa domanda significa entrare in possesso di uno strumento che apre la porta al futuro. E questo riguarda il giornalismo certo, ma non solo. Oggi tutto è registrato: movimenti, transazioni, spostamenti e tutto genera dati; una miniera dal valore immenso se si è in grado di sfruttarla.

«Tra le specializzazioni del giornalismo il data journalism è forse quella che negli ultimi anni ha portato il più alto grado di innovazione nelle redazioni –spiega Marco Giovannelli, direttore di Varesenews ed ideatore del Festival di giornalismo digitale Glocalnews–. La crescita esponenziale della disponibilità di dati da parte di aziende pubbliche o private ha reso fondamentale anche per una redazione giornalistica attrezzarsi con gli strumenti e le competenze necessari per saperli organizzare, leggere e raccontare. Il data journalism nasce proprio da qui: dall’esigenza di dover interpretare i dati e renderli fruibili al grande pubblico».

Per questo Glocalnews, fin dalle sue prime edizioni, ha avuto un’attenzione particolare a questo tema e anche nell’appuntamento di novembre ha previsto una sezione dedicata la datajournalism che si svolgerà su tre incontri in tre giorni diversi del Festival.

Il primo appuntamento, proprio in apertura del festival, sarà incentrato su una realtà istituzionale, nello specifico Regione Lombardia con Lombardia Informatica, che da tempo promuove una piattaforma open data per rendere disponibili i dati della pubblica amministrazione.Nell’incontro “Cinque anni di open data in Lombardia” che si svolgerà giovedì 16 novembre nella sala di Varese Vive in via Lonati, dalle 14 alle 16 si farà il punto della situazione. Interverranno Andrea Nelson Mauro, Dataninja, e Daniele Crespi, Digital Innovation manager di Lombardia Informatica Spa.

Il giorno successivo, venerdì 17 novembre, al teatrino Santuccio di via Sacco (dalle 14 alle 16) ci sarà invece: “Progetti data driven: come fare attività giornalistica e formazione partendo dai dati”. A condividere le proprie esperienze saranno Anna Ghezzi, La Provincia Pavese; Fabio Disconzi, Innovatore digitale; Marco Sangalli, di Socialbeat; Isaia Invernizzi, da L’eco di Bergamo; Giuseppe Ragusa, di Ricostruzione trasparente e Andrea Nelson Mauro, Dataninja.

Conclude la parentesi datajournalism di Glocalnews l’incontro di sabato mattina 18 novembre alla Camera di Commercio (dalle 9 alle 11). L’appuntamento è con il panel “Strumenti per il data journalism – workshop Tableau” dove interverranno Filippo Mastroianni, Infodata Sole24Ore e Tableau Ambassador; Riccardo Saporiti, giornalista freelance; Andrea Nelson Mauro, Dataninja e Tomaso Bassani, Varesenews.

Ma non si parlerà solo di dati in relazione al giornalismo. L’analisi sempre più affinata dei numeri diventa strategica per le aziende. Elmec Informatica con Hewlett Packard Enterprise, partner tecnologico storico dell’azienda, venerdì 17 novembre apre le porte del proprio Data Center per scoprire quali sono le tecnologie e i servizi che nei prossimi anni abiliteranno le aziende del territorio alla gestione più agile, veloce ed efficace dei propri sistemi. I dati di un’azienda sono il patrimonio di decenni di attività, al pari dei brevetti o dei processi produttivi. Per innovare oggi è necessaria un’infrastruttura in grado di trasformare questi dati in vantaggio competitivo, accelerando i processi, rendendo le informazioni disponibili sempre e ovunque.

Nell’ambito del festival Glocalnews, Elmec inaugura il primo HPE Innovation Lab di Varese e per l’occasione organizzerà una tavola rotonda sulle tecnologie e i servizi che nell’ambito dell’Industry 4.0 abiliteranno le aziende del territorio alla gestione più agile, veloce ed efficace dei propri sistemi. In particolare si parlerà di come le PMI non possano prescindere da piattaforme avanzate per la gestione di questi dati come SAP HANA e di quali sono i servizi gestiti in grado di supportare questo cambiamento.

L’appuntamento è per venerdì 17 novembre dalle 10:30 alle 12:30 nella sede di via Campo di Maggio 45-47 a Brunello, Varese.

All’inaugurazione sarà presente Stefano Venturi, Corporate VP e Amministratore Delegato Hewlett Packard Enterprise in Italia che illustrerà la visione strategica di HPE e di iniziative come queste che si identificano fortemente con il territorio e l’alto livello di specializzazione che i partner HPE sono in grado di portare ai loro clienti. A dare il benvenuto sarà Rinaldo Ballerio, Presidente di Elmec Informatica. Terranno invece il talk show sul tema Marco Lucchina, CTO e Business Director, Elmec Informatica; Paolo Delgrosso – Indirect, SMB and Service Provider Sales Director EG, Hewlett Packard Enterprise; Antonio Bartesaghi – Amministratore Delegato Gruppo OMET. Modera l’incontro Elena Ferrari, professore ordinario di Informatica all’Università degli Studi dell’Insubria.

L’incontro è aperto ai giornalisti che possono partecipare pre-registrandosi a questo link https://www.festivalglocal.it/incontro/le-pmi-italiane-verso-uninfrastruttura-4-0/.

7 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5123_TEDxVareseSalon_web

VARESE – I TEDxSalon sono eventi in stile TEDx, il famoso marchio di conferenze e uno dei palchi più prestigiosi al mondo che hanno l’obiettivo di valorizzare idee che vale la pena diffondere e prevedono la presenza di relatori che hanno a disposizione pochi minuti di tempo per parlare di una storia o un’idea innovativa. A differenza dei TEDx, i TEDxSalon esplorano specifici temi e coinvolgono maggiormente i partecipanti.

Il primo sarà domenica 19 novembre 2017 a Villa Panza, Bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano una villa storica, che spalanca le finestre su un magnifico giardino all’italiana, che ospita una collezione d’arte contemporanea celebre nel mondo, costituita a partire dagli anni ‘50 da Giuseppe Panza di Biumo. Il tema di questo TEDxVareseSalon sarà “Cosa muove la bellezza”. L’evento durerà mezza giornata e prevedrà gli interventi di quattro speaker che verranno svelati nei prossimi giorni, ma anche momenti di esperienza e visita proposti per l’occasione. I partecipanti saranno stimolati in un confronto e un dibattito sul tema, durante un appuntamento che unisce il prestigio del format TED alla bellezza della location.

«Siamo contenti e onorati di essere riusciti a costruire un nuovo evento TEDx per la città di Varese – commenta David Mammano, organizzatore e licensee di TEDxVarese – Gli eventi TEDxSalon sono particolari perché si focalizzano su un tema specifico e mettono al centro la partecipazione degli spettatori. Di conseguenza, l’idea di organizzare il primo TEDxVareseSalon sulla bellezza e ambientarlo a Villa Panza con un’esperienza che sarà unica ci è sembrata la migliore possibile e un ringraziamento va a tutti gli attori che hanno permesso di renderla realtà».

Per la prima volta il format TEDx giunge in un Bene FAI e questo si deve alla collaborazione del Fondo Ambiente Italiano che ha messo a disposizione gli spazi della villa.

I posti per l’evento sono limitati a 100 e i biglietti per partecipare saranno messi in vendita soltanto online a partire da giovedì 26 ottobre sul sito www.tedxvarese.com

20 ottobre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts