Home Varese
Category

Varese

5205_Bcc_Avis1_web

written by Giuseppe Leoni

VARESE – Commercianti, artigiani, imprese e professionisti hanno fatto rete a Varese per sostenere il valore del dono di Avis. La Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate è stata capofila di una cordata che ha raccolta una cinquantina di realtà cittadine per sostenere l’attività della sezione sovracomunale del Medio Varesotto dell’Associazione Volontari Italiani Sangue. Come ormai da tradizione, mercoledì 13 dicembre la Bcc ha aperto le porte della propria filiale di Varese (in via Veratti 1) per uno scambio di auguri natalizi: con l’occasione di un aperitivo, sono stati raccolti una serie di regali che sono stati omaggiati dalle realtà di Varese. Il controvalore dei regali è stato trasformato dalla Bcc in un contributo che è stato consegnato a Vincenzo Saturni del direttivo di Avis Medio Varesotto e già presidente nazionale di Avis, quale segno di quella vicinanza al territorio che da 120 anni contraddistingue l’operato della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate.

«Siamo orgogliosi di poter sostenere una realtà così importante che promuove la donazione di sangue, l’educazione sanitaria dei cittadini e contribuisce alla diffusione della cultura del dono e del volontariato», ha detto il presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate Roberto Scazzosi, intervenuto alla serata insieme con il vicepresidente vicario Ignazio Parrinello, alcuni rappresentanti del consiglio di amministrazione e con il direttore generale dell’istituto di credito Luca Barni. «È il quinto anno che proponiamo questa iniziativa nell’ottica di condividere i nostri valori fondanti con la città di Varese e creare un’occasione di solidarietà. Siamo una banca locale che sulle relazioni con il territorio fonda la sua diversità. Occasioni come queste servono per riaffermare il nostro ruolo e per dimostrare concretamente quanto sia importante oggi agire insieme per poter crescere».

Il ruolo di una banca oggi è differente. «È necessario rapportarsi con il territorio, per costruire quella rete capace di generare sviluppo e crescita», ha aggiunto il direttore generale Barni. «È qui la forza del Credito Cooperativo: aprire le porte per condividere scelte e valori e, tutti insieme, lavorare per Varese».

Circa 500 le persone che sono passate dalla filiale di via Veratti per un brindisi e uno scambio di auguri. Tra loro anche il sindaco di Varese Davide Galimberti, il consigliere regionale Luca Marsico e una rappresentanza dello sport cittadino con il direttore generale della Pallacanestro Varese Claudio Coldebella. Ad impreziosire la serata, l’intervento del cabarettista Claudio Lauretta “mister voice” che ha intrattenuto gli ospiti con le imitazioni rese famose dalla trasmissione Colorado. Inoltre, per l’occasione è stato dato spazio anche ad Ail che hanno proposto le tradizionali stelle di Natale a sostegno della ricerca scientifica per la cura delle leucemie, dei linfomi e del mieloma.

Lo schema proposto è stato quello collaudato: durante la serata, come da tradizione, le attività commerciali di Varese hanno messo a disposizione alcuni ogggetti e regali che sono stati distribuiti ai partecipanti alla festa. E la Bcc ha trasformato questi omaggi in un contributo per l’Avis provinciale di Varese. Così, se l’obiettivo è il territorio, le sue famiglie, le sue imprese e le sue realtà, accanto alla Bcc sono scese 50 realtà del territorio: Armeria Meschieri – Profumeria Proserpio, C.C.C. Sporchia Srl, Romito Paolo, Cellini Fiori, Corvi Fiorista , Libreria Ubik, Pastificio Mammagiò/Bottega Lombarda, Bar Pasticceria Buosi, Base Blu srl, Figini sas, Via Broggi 5, Stefanel, Frutta e Verdura Roberto Minazzi, Harte snc di Tombolato e Cafà, Albergo ristorante Mariuccia, Bar Dorigo’s, Colombo e Marzoli panetteria, Studio dentistico Radice Antonio, Hotel Ristorante Bologna, Ivano Consoli Gioelli, Lavazza Associati srl, Swarosky – Varese, Max & Co Varese, T.D. Group srl, Gelateria Buosi, Meli Parrucchiera, L’Arte di Ermelin, Menegaldo Nicoletta Salone Parrucchiere, Apollo 11, Cortiletto srl/Bar Broletto, J2f srl, Olivia Key, Dooing si Grandinetti, Bar Lyceum, Gualco Marisa, Max Frattini, Ristorante Pepe Rosa, Bar Cesar, Pro Loco Varese, Salumificio Colombo, Re.De srl, Gianni Spartà, Morandi Tour, Marco B Abbigliamento, Pianezza Paolo srl, Luvì srl, Emmetre spa/Gruppo Fantinato, Rossi Fashion Investiments.

Nell’immagine allegata, da sinistra: Claudio Lauretta, Roberto Scazzosi, Vincenzo Saturni e Luca Barni.

15 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5201_locandina2017

A Buguggiate il Natale porta in dono tanta musica e solidarietà. Domenica 17 dicembre, la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, in collaborazione con Bcc Insieme Mutua e il Circolo Culturale e Ricreativo della banca, propone il tradizionale concerto di Natale. Sul palco del teatro dell’oratorio San Giovanni Bosco (via Trieste 31) salirà il corpo musicale Giuseppe Verdi di Capolago diretto dal maestro Giuliano Guarino per uno scambio di auguri in musica con tutta la comunità. Sarà anche l’occasione per la Bcc di consegnare le tradizionali beneficenze al territorio del Varesotto.

«È un momento al quale siamo particolarmente legati per il carico di significati che porta con sé e per il valore che assume, soprattutto nel periodo natalizio», ricorda il presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, Roberto Scazzosi. «La nostra Banca di Credito Cooperativo vuole essere vicina alla comunità che l’ha vista nascere e crescere nel territorio varesino, confermando quella una particolare attenzione alle famiglie e alle imprese che hanno contraddistinto tutta la sua storia. Non siamo solamente un istituto di credito, ma una realtà che si pone nei confronti del territorio con sensibilità e con un’azione dedicata a farlo crescere sia sotto il profilo economico, sia sotto quello culturale e sociale».

Per il concerto di Natale, la banda Giuseppe Verdi, storica formazione musicale del Varesotto che ha alle spalle più di 90 anni di attività, eseguirà alcuni brani presi dal proprio repertorio classico e moderno, non mancheranno le tradizionali arie natalizie.

Al termine del concerto, ci sarà la possibilità di un brindisi augurale con i rappresentanti della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate e di Bcc Insieme Mutua.

L’inizio del concerto è previsto alle 20.30; l’ingresso è libero.

13 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Unknown

Nelle valli della Svizzera italiana i surgelati a domicilio piacciono sempre di più. La filiale di Mezzovico di Bofrost Suisse, che dal 2013 serve il Canton Ticino e i Grigioni di lingua italiana, prevede di chiudere l’anno commerciale 2017/18 con un fatturato di oltre 4,5 milioni di franchi, +16.5 % rispetto al 2016/17, quando il fatturato era stato di 3.550.000 franchi (nel 2014/15 erano stati2.130.000). Sono stati anni di crescita anche per quanto riguarda il numero di famiglie servite, oggi circa 8mila, e le risorse impiegate: dall’inizio delle attività, le persone del team di Mezzovico sono salite da 7 a 30 tra venditori, promotori, impiegati e addetti alla cella frigorifera, mentre i mezzi refrigerati che percorrono le valli sono passati da 5 a 17.

«Il nostro è un servizio importante e apprezzato –commenta il responsabile commerciale Paolo Bolognini–. Siamo riusciti a creare un forte legame con il territorio perché garantiamo consegne regolari anche nei paesi più piccoli, anche dove i negozi di alimentari vanno scomparendo.

La nostra filosofia è l’esatto contrario di quella dei centri commerciali, perché arriviamo noi dal singolo cliente con la comodità della consegna a casa, un catalogo di oltre 370 specialità tra cui ci sono proposte anche per chi soffre di celiachia e intolleranze alimentari, e garantendo la catena del freddo. Un servizio che aiuta in particolar modo tutte le persone: dagli anziani alle famiglie moderne che apprezzano sempre più l’alta qualità dei prodotti, il servizio ed il risparmio di tempo».

Per sostenere la propria crescita nella Svizzera Italiana, Bofrost Suisse è sempre in cerca di nuovi collaboratori. Per inviare la propria candidatura basta visitare il sito dell’azienda www.bofrost.ch e accedere all’area “lavora con noi”. «Selezioniamo continuamente nuovi promotori e venditori per la nostra sede di Mezzovico –spiega sempre Bolognini–. Si tratta di un lavoro dinamico, che offre buone possibilità di guadagno, in una squadra molto compatta e unita».

Bofrost*Suisse AG – È la più importante azienda della vendita diretta a domicilio di specialità alimentari surgelate senza nessuna interruzione della catena del freddo. Ha sette filiali su tutto il territorio svizzero, dove conta circa 250 collaboratori. La sede centrale si trova a Freienbach, Canton Schwyz. A oggi, sono oltre 75.000 le famiglie svizzere che apprezzano e conoscono i prodotti di Bofrost*Suisse. La qualità, il gusto e un eccellente servizio rappresentano i fattori di successo di questa azienda. www.bofrost.ch

13 dicembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5187_cov1_web

VARESE – L’importante è partire. Aprire un canale di dialogo che possa dare vita ad azioni concrete. Il convegno dal titolo “Efficientamento energetico: casa a contatore zero” che si è svolto giovedì 23 novembre al centro congressi Ville Ponti di Varese è servito proprio a questo: mettere attorno a un tavolo progettisti, costruttori, il mondo del credito, istituzioni e associazioni ambientaliste per poter dire: un altro modo di abitare è possibile. Un altro modo che «abbia a cuore l’ambiente e il portafoglio, che possa essere anche elemento di rilancio per un settore che stenta a risollevarsi dopo la crisi», ha introdotto Luca Barni, direttore generale della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, unico istituto di credito del territorio che insieme con Ance, gli Ordini di Ingegneri e Architetti, il collegio dei Geometri e Icaf, e in collaborazione con Comune di Varese e Legambiente, ha promosso il convegno.

«Il ruolo di una Bcc è cambiato. È anche essere mediatore delle informazioni, risolvere quelle asimmetrie informative per creare delle occasioni di confronto e dialogo che possano dare vita ad una progettualità concreta per il nostro territorio», ha proseguito Barni. L’attenzione si focalizza sul patrimonio immobiliare esistente. «Occorre guardare al costruito, a ciò che già esiste, perché in Italia abbiamo un patrimonio molto importante, ma anche piuttosto datato», ha incalzato Barni ricordando che il 20% è stato costruito prima del 1945, il 33% tra il 1946 e il 1970 e ancora il 31% fino al 1990. Più dell’80% delle case ha minimo 40 anni, «un’età che dovrebbe far pensare a fare degli interventi di ristrutturazione consistenti», ha ricordato Juri Franzosi, direttore generale di Ance Varese. Un’operazione di riqualificazione complessiva giova anche allo stesso immobile: secondo Anca Varese, a fronte di un intervento medio di 14.500 euro, il valore medio di un’abitazione aumenta di 65mila euro, cioè quattro volte tanto. Gli strumenti non mancano: se il Comune è pronto a fare la propria parte, come sottolineato dal sindaco di Varese Davide Galimberti e dall’assessore all’Ambiente Dino De Simone, la nuova Legge di Bilancio ha previsto importanti agevolazioni nell’ottica di migliorare l’efficienza energetica.

Come muoversi allora? Gli esempi sulla carta non mancano. Da CQ – Costruire in Qualità, presentato da Giuseppe Mosconi direttore del progetto, alle sharing cities di cui ha parlato Damiano Di Simine responsabile scientifico di Legambiente Lombardia, perché il concetto di «sostenibilità è cambiato: non è solo arricchire un progetto con pannelli solari, ma rappresenta un nuovo modo di pensare e di guardare al progetto», ha sostenuto Finesia Rizzo, consigliere di disciplina dell’Ordine degli Architetti di Varese. La nuova sensibilità ambientale però impone di partire dal territorio, evitandone nuovo consumo.

L’esempio cui guardare ci sarebbe già: «Energiesprong», ha ricordato Maurizio Melis, divulgatore di scienza e tecnologia, conduttore di “Smart City, Voci e Luoghi dell’Innovazione” su Radio24 che ha moderato il convegno. Un modello olandese, già adottato in Francia, Germania, regno Unito e nello stato di New York che si basa sull’utilizzo di nuove tecnologie come facciate prefabbricate, tetti isolati con pannelli solari e installazioni intelligenti di riscaldamento e raffreddamento per ottenere una casa Net Zero Energy. Tra agevolazioni statali e risparmi ottenuti in bolletta, sono interventi che nel tempo si potrebbero pagare da soli.

L’importante è iniziare: il primo passo è stato fatto, il dibattito è aperto.

24 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
5183_tedxvaresesalon3_web

VARESE – Successo di pubblico anche per la prima edizione di TEDxVareseSalon, la seconda conferenza TEDx che si è svolta nella città di Varese domenica 19 novembre nella splendida location di Villa Panza, bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano. Durante l’evento, hanno preso la parola quattro speaker che hanno raccontato, nello spirito di TED, un’idea che vale la pena diffondere sulla bellezza, tema scelto per questa edizione.

Nel giro di pochi giorni i posti disponibili erano andati soldout e la diretta streaming dell’evento è stata seguita da migliaia di persone. Su Twitter, TEDxVareseSalon è stato un argomento di tendenza per tutta la mattinata. L’evento è durato mezza giornata e ha previsto, oltre all’intervento dei quattro speaker, anche esperienze e visite. I volontari di Villa Panza hanno guidato i partecipanti alla scoperta delle sue bellezze, attraverso percorsi dettagliati sui concetti espressi dai relatori. Il pubblico di TEDxVareseSalon ha potuto apprezzare le opere di Bob Verschueren, Meg Webster, Peter Randall-Page, Robert Wilson, James Turrell e Robert Irwin.

I quattro speaker hanno esplorato il tema della bellezza da differenti punti di vista: Giorgio Caporaso, architetto e designer, ha parlato di bellezza applicata al design come somma di leggerezza, circolarità e semplicità; Nives Meroi, una delle alpiniste più famose al mondo, ha raccontato la bellezza degli scenari estremi delle cime delle montagne che ha scalato nella sua vita con il compagno Romano Benet; Simone Ferrari, Head of Creative Department della Balich Worldwide Shows, ha parlato della bellezza come strumento in grado di forzare dolcemente l’immaginazione del cambiamento; Elena Travaini, ballerina che convive dalla nascita con un tumore alla retina che l’ha resa ipovedente, ha parlato di come ha ritrovato la bellezza nella suo essere diversa e unica, e ha fatto ballare i partecipanti bendati agli occhi in un’esperienza di “danza al buio”.

“L’ottima partecipazione di pubblico e il grande interesse per le iniziative di TEDxVarese ci rendono felici e orgogliosi – commenta David Mammano, organizzatore e licensee di TEDxVarese – Siamo già al lavoro per le prossime iniziative targate TEDxVarese e TEDxVareseSalon, con l’obiettivo di valorizzare le migliori idee del nostro territorio e non solo e stimolare la nostra comunità in un dibattito e confronto costante e arricchente”.

L’evento può contare su una community di partner in crescita che sostengono le iniziative targate TEDx a Varese. Tra questi, EOLO, partner Premium che connette le idee e la community di TEDxVarese; Elmec Informatica, partner Premium che affianca TEDxVarese fin dalla prima edizione; il Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione Industriali della Provincia di Varese e Rise Italia, partner sognatori. Gli eventi TEDxVarese e TEDxVareseSalon sono realizzati anche grazie alla media partnership di Varesenews e al patrocinio di diverse realtà istituzionali.

22 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Unknown

VARESE – Varese risponde all’economia circolare mettendo in campo un circolo virtuoso. Davanti ai dettami della prima che mirano a creare una società a rifiuti zero, il modello varesino mira invece a dare vita a case a contatore zero dove, oltre all’ambiente, a beneficiarne è anche il portafoglio.

È in programma giovedì 23 novembre (con inizio alle 15), al centro congressi Ville Ponti di Varese, il convegno “Efficientamento energetico: case a contatore zero” promosso da Ance Varese, Ordine degli Architetti e Ordine degli Ingegneri di Varese, Collegio dei Geometri di Varese e Icaf (Istituto di conciliazione e alta formazione), in collaborazione con Comune di Varese e Legambiente e il supporto della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. Sotto la regia di Maurizio Melis, divulgatore scientifico e conduttore di “Smart City, Voci e Luoghi dell’Innovazione” su Radio 24, tecnici, istituzioni, rappresentanti del mondo del credito e ambientalisti si confronteranno con l’obiettivo di porre le basi per la creazione di un circuito virtuoso locale capace di migliorare la città, l’ambiente e la qualità del vivere quotidiano.
Tutto ruota attorno all’edilizia, un ambito al quale non solamente viene affidato il rilancio economico, ma anche richiesta una maggiore sensibilità ecologica. Davanti ad un mercato che stenta ancora a decollare, la scelta è quella della riqualificazione. O meglio, «dell’investimento in efficientamento energetico», sottolinea il direttore generale della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate Luca Barni che si è fatto promotore di questo appuntamento e che con il suo intervento “Case a contatore zero” aprirà i lavori. «Dagli strumenti che la Legge di Bilancio mette a disposizione fino alle ultime novità in materia di progettazione, oggi è possibile prevedere che gli investimenti in efficientamento energetico siano a costo zero», prosegue Barni. «Questo è il primo passo per dare vita ad un circuito virtuoso che sappia raccogliere in sé i temi dell’ecologia, della riqualificazione urbana, del rispetto ambientale, del rilancio economico e del risparmio». Conclude: «Il territorio è chiamato a fare rete. E noi, come banca locale che proprio su questo territorio operiamo vogliamo essere promotori di un modello varesino basato sull’efficientamento energetico».

La partecipazione al convegno è gratuita previa iscrizione chiamando lo 0332.830030 oppure inviando una mail a info@ancevarese.it.

Programma del convegno “Efficientamento energetico: case a contatore zero”
Giovedì 23 novembre, Centro congressi Ville Ponti – Varese

Ore 15.00: Apertura lavori con i saluti dell’assessore all’Ambiente Comune di Varese – Dino De Simone
Interventi di:
Luca Barni – Direttore generale BCC Busto Garolfo e Buguggiate: “Case a contatore zero”
Juri Franzosi – Direttore Generale Ance Varese: “Il mercato dell’efficienza energetica della casa”
Giuseppe Mosconi – Direttore del Progetto CQ: “Strategie per riqualificare con efficienza e efficacia”
Giovanni Grimaldi – Presidente We Unit Impresa SpA: “Il finanziamento diventa investimento: risparmio fiscale ed energetico”
Ivan Giordano – Tributarista ed esperto contabile, responsabile dell’Organismo di Mediazione civile ICAF: “Efficientamento energetico e patrimonio condominiale: il valore del condominio nel rendiconto dell’amministratore”
Damiano Di Simine – Responsabile Scientifico Legambiente Lombardia: “Sharing Cities”
Finesia Rizzo – Architetto e Consigliere Disciplina OAV: “Architettura sostenibile e valorizzazione dell’ambiente”.

Modera: Maurizio Melis – Divulgatore di scienza e tecnologia, conduttore di “Smart City, Voci e Luoghi dell’Innovazione” su Radio 24 – Il Sole 24 Ore

Ore 17.45: Tavola rotonda

21 novembre 2017 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts