Home Daily Archives
Daily Archives

11 giugno 2018

museo torno (3)

museo torno (5)Inaugurato venerdì 8 giugno il museo dell’Istituto Torno di Castano Primo.  Una scuola che ha superato i trent’anni ha tanti ricordi da mostrare, che d’ora in poi saranno visibili a tutti. Il museo intitolato ‘Torno nel Tempo’, ospita ‘parole, oggetti, immagini’ che raccontano la storia dell’Istituto: targhe, trofei sportivi, il plastico realizzato per EXPO, attrezzatture scientifiche pre-digitale, costumi teatrali, perfino una lavagna di ardesia che al tempo delle LIM (lavagne interattive multimediali) è diventata cimelio storico, e poi fotografie, pubblicazioni, manifesti, magliette e felpe con il logo del Torno e altro ancora.

museo torno (4)A sottolineare il legame tra il Torno e il territorio sono stati il sindaco Giuseppe Pignatiello e l’Assessore Luca Fusetti che hanno voluto essere presenti in questo giorno di festa accanto alla Dirigente Maria Merola, e a Osvaldo Gallazzi del Comitato Genitori, insostituibile supporto di molte iniziative della scuola, museo compreso. Presenti naturalmente museo torno (2)tanti docenti, genitori, studenti. ‘Oggi il Torno è un vero e proprio polo culturale al servizio della città e del territorio. – ha sottolineato la Dirigente Maria Merola – Un museo per tanta esperienza e tanto lavoro ci voleva e ora c’è.’

museo torno (1)L’inaugurazione è stata l’epilogo di un anno intero di celebrazioni per il Trentennale dell’Istituto che, nato nel 1982, solo nel 1987 ha avuto una sede tutta sua, quella in cui si trova ora in piazzale Don Milani.   Le manifestazioni per il Trentennale erano cominciate in dicembre con la presentazione ufficiale, poi c’erano stati l’incontro con gli ex-studenti, le conferenze del critico letterario Ermanno Paccagnini e della giornalista Tiziana Ferrario, la serata teatrale con artisti ed ex-artisti usciti dai laboratori teatrali dell’Istituto. L’ultimo evento si è tenuto il 25 maggio, un flash mob nella piazza centrale di Castano: balli e musica contro il bullismo tra gli sguardi curiosi dei passanti.

L’inaugurazione del Museo ha moltiplicato la festa: venerdì 8 era anche l’ultimo giorno di scuola. E allora ecco la premiazione delle gare sportive, la musica, il banco gastronomico dei genitori, gli ultimi tornei, i saluti e gli abbracci. Tra i tornei da segnalare quello che ha collaudato il nuovo campo di beach volley. Inaugurazione ufficiale a settembre: un altro anno scolastico, un altro inizio. La vita di scuola è così.

Foto e Articolo Lia Sabbadini

11 giugno 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
bebe auto

 Le cronache estive  raccolgono sempre più spesso notizie di decessi di bebè e bambini abbandonati in auto dai genitori, dopo  un momentaneo cortocircuito psichico. L ’Amministrazione Comunale di Corbetta, in partnership con la Farmacia Comunale,  ha deciso di investire in un’importante iniziativa sociale che si pone un ambizioso obiettivo: offrire una soluzione a basso costo e ad alta affidabilità, per fare in modo che i bambini non siano dimenticati in auto.

Spiega l’Assessore ai Servizi Sociali Linda Giovanni: “l’idea alla base del progetto è molto semplice: un braccialetto da indossare mentre il bambino è sul seggiolino.

Il braccialetto va lasciato sul seggiolino dell’auto e indossato dal genitore quando vi appoggia il bambino. Una volta terminato il viaggio, il genitore riprende il bambino e si toglie il braccialetto, riponendolo sul seggiolino. Il progetto porta la firma di Marco De Iuliis, designer arlunese e abbiamo subito abbracciato la sua idea”.

Il braccialetto è di colore rosso, colore internazionale che indica il pericolo, così, quando si scende dall’auto sarà difficile non notarlo o che quanto meno gli altri non lo notino (sopra c’è scritto BIMBO IN AUTO a caratteri cubitali).

Un dispositivo analogico, offline, funzionale e sempre efficace: non scivola e non si sfila accidentalmente, non è tecnologico, non si scarica, non si rompe, non ha bisogno di batterie, non è necessario collegarlo allo smartphone.

Dimenticare i figli in auto – sostiene il sindaco Marco Ballarini - è un rischio causato da un’amnesia temporanea, i blackout possono accadere in condizioni di stress, in casi di tensione emotiva o affaticamento fisico, ma possono capitare anche in situazioni di apparente tranquillità, con questo progetto miriamo a prevenirle. Il Comune di Corbetta, insieme alla Farmacia Comunale donerà a ciascun nuovo nato e alla neo coppia di genitori un braccialetto creato per “proteggere la vita

11 giugno 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
foto piccola

Durante le giornate di sabato 16 e domenica 17 giugno, la Pro Loco  di Corbetta, grazie al patrocinio del Comune, organizza la “Festa del Socio” presso la villa Ex Pagani Della Torre- piazza XXV aprile. Le due giornate avranno programmi differenti e l’invito a partecipare è rivolto a tutti.

In particolare, il 16 giugno ci sarà il 4° torneo di calcio quadrangolare “Festa del Perdono” confesta foto la partecipazione di quattro squadre, le quali si sfideranno presso lo Stadio Comunale di Corbetta in via Verdi dalle ore 14.30 alle ore 18. Durante tutta la giornata sarà presente il servizio bar che darà la possibilità a chi vuole di pranzare e cenare in compagnia; una quota speciale per i soci della Pro Loco. La Villa, che accoglierà i partecipanti, sarà aperta al pubblico con ingresso libero dalle 12.30 alle 21.

Nella serata del 17 giugno, ci sarà la possibilità di partecipare, a pagamento, alla serata musicale con la Stefano Frigerio Band, con il servizio bar no stop e di cenare dalle ore 19.

11 giugno 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
perez

Andreas Perez, purtroppo, non ce l’ha fatta. Il giovanissimo pilota spagnolo, rimasto vittima ieri di un incidente sul circuito di Montmelò, durante una gara del campionato del mondo Junior nella categoria Moto 3, è deceduto oggi in seguito alle gravissime ferite neurologiche riportate. Aveva 14 anni. Il Real Avintia Racing, team del ragazzo, ha confermato il decesso, che è avvenuto nell’ospedale di Sant Pau a Barcellona, dove era stato trasferito in elicottero subito dopo l’incidente. Alla curva 6 del circuito catalano, lo sfortunato pilota ha perso aderenza al posteriore, cadendo, e, successivamente è stato colpito da un collega che sopraggiungeva. Immediato il soccorso, è stato poi trasferito in elicottero  al nosocomio catalano. Il cuore del ragazzo ha cessato di battere questa mattina. Sul tracciato maledetto aveva già perso la vita Luis Salom, venuto a mancare, durante le prove libere, alle 16.55 del 3 giugno 2016, in seguito ad un terribile schianto, avvenuto invece alla curva 12. Perez era una grande promessa del motociclismo spagnolo, destinato a compiere i vari step per raggiungere piloti del calibro di Marc Marquez e Jorge Lorenzo (futuri compagni all’Honda per la stagione 2019).

11 giugno 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
35052781_10216375354959295_4588528821782708224_n

Il Sindaco, pochi minuti fa a postato dalla sua pagina Facebook questo messaggio: “Dopo la firma del contratto oggi iniziano i lavori presso la nostra Ex Caserma. 335000,00 euro di lavoro di cui 250000,00 ottenuti tramite il Bando 35102782_10216375353839267_6114306964320157696_nPeriferie di Città Metropolitana. Sappiamo cosa fare, sappiamo come farlo e lo facciamo con grande impegno ed attenzione. ANDIAMO AVANTI!!!! #facciamoifattisempre #noncifermiamo

Dopo anni di abbandono, finalmente il Comune di Castano Primo ha ufficialmente dato il via ai lavori

Il finanziamento è arrivato dal progetto di Città Metropolitana di Milano ‘Welfare metropolitano e rigenerazione urbana. Superare le emergenze e costruire nuovi spazi di coesione e di accoglienza’, selezionato all’interno del Bando periferie promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri (“Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie), a cui l’Ente ha partecipato insieme a oltre trenta Comuni e numerose istituzioni del territorio, intervenuti in forma singola o associata sotto il coordinamento di Città metropolitana.

Le foto dell’articolo sono prese dalla Pagina Facebook del Sindaco Pigniatiello.

11 giugno 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
nicola martelossi

 

CORNO DI ROSAZZONicola Martelossi, sessantottenne ex giocatore dell’Udinese, è venuto a mancare nella giornata di ieri. Stava cenando in un ristorante insieme a degli amici, quando un boccone di traverso lo ha soffocato, uccidendolo. Vani soccorsi, accorsi tempestivamente. Sul posto, si sono recati i Carabinieri per il sopralluogo di rito. Martelossi aveva giocato nella società friulana nella prima metà degli anni ’70, ricoprendo il ruolo di ala. CAM rivolge le condoglianze e i pensieri alla sua famiglia.

11 giugno 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
Newer Posts