Home Daily Archives
Daily Archives

11 luglio 2018

CS Fornaroli

Il 31 dicembre di quest’anno scade il contratto di locazione della scuola d’infanzia G. Fornaroli, storica struttura del ‘900 che ospita da anni una delle Scuole Materne di Magenta . ” L’amministrazione comunale ha deciso di aprofittare di questa scadenza per analizzare e  rivalutare tutte  le problematiche che il Fornaroli presenta per la sua vetustà, ma  tenedo conto anche dei vincoli architettonici  cui l’immobile è soggetto dalla Sopraintendenza” così la Sindaca Chiara Calati” importante  la valorizzazione della continuità didattica del servizio, per cui le tre classi della Scuola d’Infanzia inizieranno, dal 5 settembre, il nuovo anno scolastico nella nuova sede della Scuola Elementare  S.Caterina .

Il Vicesindaco Simone Gelli spiega che ” è stato creato un Tavolo Interassessoriale tra il settore Politiche Scolastiche e quello dei Lavori Pubblici, che ha già censito tutti gli interventi da effettuare nelle strutture scolastiche, dando la priorità a quelli piu urgenti, alcuni che riguardano le norme di sicurezza, già evasi. Per quanto riguarda il trasloco delle sezioni della Scuola d’Infanzia  Fornaroli c’è stat la piena collaborazione con il dirigente Dott.Basano e l’Ente  Scuole Paritarie, nonchè con l’intero corpo docente delle due scuole interessate e con i genitori delle/ gli alunni ( questa sera alle ore 18 ci sarà il Consiglio d’Istituto in S. Caterina).”Comune2

L’ Assessora ai lavori pubblici Laura Calati ribadisce che.” tale intervento non penalizzerà le normali attività didattiche e progettuali del Piano Formativo delle Elementari, anzi questa convivenza potrà valorizzare i rapporti, familiari e/o amicali , già in essere tra i bambini di età diverse.  Il trasloco delle tre classi dell’asilo, che interessa 75 bambine/i, inizierà in questi giorni e prevede interventi di ammodernamento  delle aule  in S. Caterina e dei bagni, per renderli adatti ai bimbi della materna, tinteggiatura delle pareti e anche la creazione di un’entrata/uscita dedicata agli alunni dell’Asilo, presumibilmente attiguo al cancello  di uscita delle Elementari. I flussi di entrata e di uscita dei bambini e dei ragazzi saranno regolamentati dal diverso orario di inizio e fine lezioni. Anche il servizio mensa non subirà contraccolpi perchè l’orario dei pasti è diverso per fasce d’età.”

Per quanto riguarda la viabilità della zona intorno alle Scuole Elementari nei giorni di mercato, il Vice Sindaco Gelli comunica che ” è previsto un riposizionamento delle aiuole, con particolare attenzione alla sicurezza  fuori dalla  struttura, così come all’esterno di tutti gli edifici scolastici della città. Abbiamo acquistato un congruo numero di transenne e provveduto già alla modifica della segnaletica orizzontale. A breve sarà ultimata anche la nuova segnaletica verticale delle aree in questione e il posizionamento di dissuasori del traffico.”

Si ricorda a tutti i genitori interessati che Giovedì 19 luglio alle ore 18,30 presso la ex Sala Consigliare ( P.za Formenti) ci sarò un incontro dell’Amministrazione con i cittadini, per illustrare lo spostamento, a partire dal 5 settembre 2108, delle tre sezioni della scuola d’infanzia G.Fornaroli presso l’immobile sede della scuola elementare Santa Caterina.

11 luglio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
sagan

QUIMPER - Sui primi strappi ( due GPM di quarta categoria e tre di terza categoria) di questo Tour de France trionfa ancora Peter Sagan (Bora Hansgrohe). La Maglia Verde compie una prova di forza straordinaria, andando contro pronostico e battendo Sonny Colbrelli (Bahrain Merida). Van Avermaet tiene saldamente la Maglia Gialla.

 LA CRONACA

SUBITO SORPRESE: MATTHEWS E DOMONT ABDICANO

Le sorprese iniziano ad arrivare sin dal foglio firme. A non prendere il via alla quinta tappa vi sono Michael Matthews (Team Sunweb) e Axel Domont (AG2R La Mondiale). La Maglia Verde di Parigi dell’anno scorso non riesce a smaltire una sindrome influenzale che lo ha messo fuori dai giochi. A peggiorare la situazione è stata inoltre la caduta nella terza tappa. La Sunweb perde di fatto l’uomo delle volate, che oggi poteva dire pienamente la sua. Anche Bardet si ritrova senza un’ottima unità soprattutto per le dure pendenze. A frazione iniziata, un altro nome noto deve mettere piede a terra: si tratta di Kiserlovski (Team Katusha), uomo importante per Ilnur Zakarin, coinvolto in una caduta con Gianni Moscon (Team Sky).

SI FORMA LA FUGA, BMC VIGILE SUL GRUPPO

La fuga giornaliera prende piede pochi chilometri dopo la partenza. A scattare sono il solito, onnipresente ad ogni edizione del Tour a partire dal 2001, Sylvain Chavanel (Team Direct Energie), il compagno di squadra Lilian Calmejane, che ha vestito per una tappa, nella scorsa Grande Boucle, la Maglia a pois, Nicolas Edet (Cofidis), Toms Skuijns (Trek Segafredo), Elie Gesbert (Fortuneo), autore in seguito di una caduta spettacolare, e Jasper De Buyist (Lotto Soudal). Il compagno di quest’ultimo, Tiesj Benoot, ha fatto le valigie, dicendo quindi addio alla corsa. Gli attaccanti guadagnano subito terreno, causa l’atteggiamento poco oppositivo di un gruppo controllato dalla BMC. Vantaggio che tocca anche i 5 minuti. Intanto, al primo traguardo volante, Gaviria (Quick-Step Floors) tira un stoccata a a Sagan (Bora Hansgrohe), accorciando il divario in Classifica a punti.

ALLUNGO DI CHAVANEL, VELOCISTI IN DIFFICOLTA’ SULLE SALITE

A 99.7 km dall’arrivo, Chavanel lascia il gruppo di testa e si inoltra in un’azione solitaria. Il francese conquista il primo GPM, mentre, nel plotone della Maglia Gialla, Mark Cavendish (Dimension Data) accusa qualche difficoltà. Tuttavia, è il primo dei velocisti a pagare dazio quando la strada comincia ad impennarsi: a cedere sono anche Marcel Kittel (Katusha), Alxander Kristoff (UAE Emirates) e Andre Greipel (Lotto Soudal). Nel frattempo, Chavanel scollina per primo anche sul secondo e il terzo GPM. Viene poi ripreso da Calmejane e Skuijns, che conquista le ultime due “cime” giornaliere e la Maglia a pois.

FUGGITIVI RIPRESI, GRUPPO INDIAVOLATO, DOPPIETTA SAGAN

La coppia al comando viene ripresa a 11 km dal termine. Taaramae prova l’attacco ma va a vuoto. Si preannuncia ancora un finale da brividi. Philippe Gilbert (Quick-Step Floors) allunga, ma Sagan è alle calcagna assieme alla Maglia Gialla. Da dietro si sgancia Sonny Colbrelli (Bahrain Merida) che lancia la volata. Il campione del Mondo, però, ha una gamba fuori dal comune, lo affianca e va a vincere queste intenso braccio di ferro, conquistando il secondo sigillo in questo Tour de France.

CLASSIFICA DI TAPPA

1° Peter Sagan (Bora Hansgrohe) 4h48’06”

2° Sonny Colbrelli (Bahrain Merida) s.t.

3° Philippe Gilbert (Quick-Step Floors) s.t.

CLASSIFICA GENERALE

1° Greg Van Avermaet (BMC Racing Team) 18h22’00”

2° Teejay Van Garderen (BMC Racing Team) +02″

3° Philippe Gilbert (Quick-Step Floors) +03″

7° Tom Dumoulin (Team Sunweb) +13″

12° Richie Porte (BMC Racing Team) +53″

15° Chris Froome (Team Sky) +57″

17° Vincenzo Nibali (Bahrain Merida) + 1’08”

18° Romain Bardet (AG2R La Mondiale) +1’17”

MAGLIE

Maglia Gialla, leader della Classifica Generale: Greg Van Avermaet (BMC Racing Team) 

Maglia Verde, leader della Classifica a punti: Peter Sagan (Bora Hansgrohe)

Maglia a pois, leader della Classifica degli Scalatori: Toms Skuijns (Trek Segafredo)

Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani: Koren Kragh Andersen (Team Sunweb)

11 luglio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest
carlo_ferrè (2)

Il Consorzio dei Comuni dei Navigli si conferma una eccellenza sul fronte della gestione integrata dei rifiuti urbani, occupando la 6ª posizione nella Classifica nazionale dei Consorzi sopra i 100 mila abitanti.
È quanto emerge dal dossier “Comuni Ricicloni 2018” di Legambiente, in cui nelle classifiche provinciali e regionali dei municipi virtuosi entrano dieci comuni dell’Ovest Milanese (Abbiatense – Castanese – Magentino), a fronte di criteri di selezione che ogni anno diventano sempre più stringenti. Infatti, oltre alla percentuale di raccolta differenziata (RD) uguale o superiore al 65%, si tiene conto della produzione procapite di rifiuto indifferenziato (data dalla somma del secco residuo e dalla quota non recuperata dei rifiuti ingombranti) inferiore o uguale ai 75 Kg/anno/abitante.
Il rapporto 2018 è stato diffuso lo scorso 27 giugno, in occasione del “Premio Comuni Ricicloni XXV edizione” a Roma, cui hanno partecipato per il Consorzio dei Comuni dei Navigli, il presidente Carlo Ferré e il direttore Christian Migliorati. Lo scopo di questa iniziativa è di premiare comunità locali, amministratori e cittadini che hanno ottenuto i migliori risultati nella gestione dei rifiuti urbani.
A livello nazionale il Consorzio dei Comuni dei Navigli, come riportato nel dossier di Legambiente, occupa la 6ª posizione dei Consorzi sopra i 100 mila abitanti, in una classifica assai ristretta in cui nel rispetto dei parametri sono entrati solo 16 gruppi. Il Consorzio serve un bacino di 118.921 abitanti, ha una media di Procapite secco residuo dell’83,3 e una media di Raccolta differenziata del 79,7%. ricicloni
A farla da padrona nella Classifica provinciale di Milano, in cui sono entrati solo 19 municipi, ci sono dieci comuni del Consorzio, di cui tre occupano le prime tre pozioni. Ecco l’elenco dei ricicloni dei Navigli: Cassinetta di Lugagnano (1ª posizione, 1911 abitanti, 87,1% di RD – Raccolta differenziata e 46,4 di PSR – Procapite secco residuo per Kg/anno/abitante); Calvignasco (2ª posizione, 1209 abitanti, 86,6% di RD e 53,4 di PSR); Cisliano (3ª posizione, 4867 abitanti, 85,7% di RD e 54,1 di PSR); Nosate (5ª posizione, 682 abitanti, 84,2% di RD e 56,9 di PSR); Ozzero (6ª posizione, 1489 abitanti, 81,7% di RD e 57,4 di PSR); Bernate Ticino (8ª posizione, 3076 abitanti, 83,6% di RD e 60,3 di PSR); Mesero (9ª posizione, 4159 abitanti, 83,9% di RD e 61,2 di PSR); Bubbiano (11ª posizione, 2401 abitanti, 79,5% di RD e 67,0 di PSR); Vittuone (15ª posizione, 9063 abitanti, 80,4% di RD e 71,8 di PSR; Besate (16ª posizione, 2064 abitanti, 80,3% di RD e 71,8 di PSR).

11 luglio 2018 0 comment
0 Facebook Twitter Google + Pinterest